Informazioni sulla conversione del colore

Spesso è necessario convertire i colori quando vengono visualizzati su un monitor o inviati a una stampante. La conversione è richiesta quando i modelli di colore non corrispondono (ad esempio, quando si visualizza un colore CMYK su un monitor RGB o quando si invia a una stampante un documento che contiene immagini in uno spazio colore RGB).

Acrobat utilizza gli spazi colore di origine degli oggetti di un PDF per determinare l’eventuale tipo di conversione dei colori richiesta, ad esempio da RGB a CMYK. Per le immagini e gli oggetti con profili colori incorporati, Acrobat utilizza le informazioni del profilo per gestire l’aspetto del colore. Per i file conformi agli standard PDF/X, per gestire i colori dell’file viene utilizzato l’intento di output. I colori non gestiti, tuttavia, non utilizzano i profili, quindi per la conversione è necessario ricorrere temporaneamente a un profilo. Nel pannello Gestione colore della finestra di dialogo Preferenze vengono forniti profili per la conversione dei colori non gestiti. È anche possibile selezionare profili specifici in base alle condizioni di stampa locali.

Converti colori, panoramica sulla finestra di dialogo

Se il documento PDF viene inviato a una periferica di alta qualità o incorporato in un flusso di lavoro di prestampa, è possibile convertire gli oggetti colore nei colori CMYK o in un altro spazio colore. Diversamente da altre funzioni di Acrobat, che convertono temporaneamente i colori durante la stampa o la visualizzazione, la funzione Converti colori modifica i valori di colore del documento. Nella finestra di dialogo Converti colori, è possibile convertire i colori di un’unica pagina o di un intero documento.

Nota:

la finestra di dialogo Converti colori converte tutti i colori del documento o tutti i colori per i tipi di oggetto specifici nello spazio colore di destinazione. Per convertire solo i colori di un oggetto selezionato, utilizzare lo strumento Modifica oggetto.

Converti colori, finestra di dialogo
Finestra di dialogo Converti colori

A. Attributi di conversione B. Colori documento 

Aprire la finestra di dialogo Converti colori

  1. Scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Converti colori.

Convertire i colori in uno spazio colore differente

A seconda dello spazio colore selezionato, la conversione colore mantiene, converte o associa i valori di colore (alias) dello spazio colore di origine allo spazio di destinazione, come indicato di seguito:

  • Gli oggetti con dati senza tag (Device) vengono convertiti nello spazio di destinazione utilizzando come sorgente i profili dello spazio di lavoro. Tale conversione viene applicata per tutti gli spazi senza tag, RGB, CMYK e scala di grigio, sia indipendenti che utilizzati come valore alternativo per le tinte piatte.

  • Gli oggetti negli spazi colore indipendenti dal dispositivo (CalGray, CalRGB o Lab) possono essere conservati o convertiti. Se convertiti, Acrobat utilizza le informazioni oggetto indipendenti da dispositivo.

  • Gli oggetti impostati sui colori tinta piatta possono essere conservati, convertiti o associati (assegnati come alias) a qualsiasi altro inchiostro presente nel documento. Gli oggetti includono gli spazi colore Separation, DeviceN e NChannel. Le tinte piatte possono anche essere associate a una quadricromia CMYK, se il modello di quadricromia dello spazio di destinazione è CMYK. Le tinte piatte associate ad altri inchiostri possono essere visualizzate in anteprima nella finestra di dialogo Anteprima output.

Nota:

se si desidera convertire tinte piatte specifiche, utilizzare Gestione inchiostri unitamente allo strumento Converti colori. Per convertire in quadricromia solo specifiche tinte piatte, mapparle alla quadricromia in Gestione inchiostri. In caso contrario tutte le tinte piatte nel documento verranno convertite in quadricromie se è stato selezionata Tinta piatta come tipo di colore.

Convertire i colori del documento

  1. Nella finestra di dialogo Converti colori, selezionare un comando di conversione. Se l’elenco non contiene comandi esistenti, fare clic su Aggiungi per aggiungere il comando di conversione predefinito.
  2. Selezionare il comando di conversione da modificare, quindi selezionare un’opzione da Criteri di corrispondenza:

    Tipo di oggetto

    Consente di specificare se si desidera convertire i colori per tutti gli oggetti o per un tipo specifico di oggetto all’interno del documento.

    Tipo di colore

    Consente di specificare lo spazio colore degli oggetti da convertire.

    Dimensioni testo

    Consente di specificare le dimensioni minime e massime del testo per gli oggetti di testo da convertire.

  3. Selezionare uno dei comandi di conversione disponibili:

    Mantieni

    Mantiene gli oggetti nello spazio colore selezionato quando viene eseguito l’output del documento.

    Converti in profilo

    Utilizza il profilo dello spazio di destinazione per convertire gli oggetti colore in un profilo ICC comune per una periferica di output.

    Annulla calibrazione

    Rimuove i profili incorporati dagli oggetti corrispondenti.

  4. Specificare il profilo di conversione.
  5. Selezionare l’intento di rendering da utilizzare per la conversione. L’opzione predefinita è Usa intento di documento. Se si seleziona un altro intento, l’intento selezionato sostituisce l’intento di documento per la conversione.
  6. Selezionare Incorpora per incorporare il profilo. Se si seleziona Incorpora tag, verranno contrassegnati tutti gli oggetti con il profilo di conversione selezionato. Ad esempio, un documento può contenere cinque oggetti: uno in scala di grigio e due per ogni spazio cromatico, RGB e CMYK. In questo caso, è possibile incorporare un profilo colore separato per calibrare il colore di ogni spazio colore, per un totale di tre profili. Tale processo può risultare utile se la gestione dei colori dei PDF viene eseguita dal RIP o se si condividono PDF con altri utenti.
  7. Selezionare Converti colori in intento di output e specificare il profilo dell’intento di output da utilizzare al posto dell’intento di output corrente del documento. Un intento di output descrive le caratteristiche di riproduzione del colore di una possibile periferica di output o dell’ambiente di produzione in cui il documento viene stampato. Questa scelta non è disponibile se il documento non contiene un intento di output. I PDF che non sono conformi a specifici standard, ad esempio PDF/X o PDF/A, sono spesso privi di intento di output.
  8. Specificare le pagine da convertire.
  9. Selezionare eventuali opzioni aggiuntive:

    Mantieni nero

    Durante la conversione mantiene gli oggetti neri creati in CMYK, RGB o Scala di grigio. In questo modo si impedisce che il testo in nero RGB venga convertito in nero intenso durante la conversione in CMYK.

    Converti grigio in nero CMYK

    Converte il grigio della periferica in CMYK.

    Mantieni primari CMYK

    Mantiene i colori primari durante la trasformazione dei colori finalizzata alla preparazione dei documenti CMYK per un profilo di stampa di destinazione differente. Per i colori con un solo colorante, viene utilizzato questo colorante; per i colori con più di un colorante, viene individuato il colore con la differenza cromatica minore.

  10. Fare clic su Colori documento per vedere un elenco di spazi colore e colori tinta piatta nel documento.
  11. Fare clic su Gestione inchiostri per specificare le impostazioni degli inchiostri e creare un alias di inchiostro. Se in Gestione inchiostri è impostato un alias, il nome dell’alias viene visualizzato accanto al pulsante Gestione inchiostri nella finestra di dialogo Converti colori.
  12. Selezionare un comando dall’elenco dei Comandi di conversione e utilizzare Sposta su o Sposta giù per modificare l’ordine di conversione.
  13. Per creare un predefinito sulla base delle impostazioni correnti, fare clic su Salva comandi. Queste impostazioni potranno essere importate in un secondo momento, facendo clic su Carica comandi.

Convertire i colori dell’oggetto

Se alcuni oggetti del PDF non corrispondono allo spazio colore del documento, per correggerli è possibile ricorrere allo strumento Modifica oggetto . Lo strumento Modifica oggetto consente di cambiare lo spazio colore solo degli oggetti selezionati. Ad esempio, se si posiziona un’immagine RGB in un documento CMYK, questo strumento permette di modificare solo l’immagine RGB, senza influire sugli altri colori del PDF. È possibile incorporare il profilo con l’oggetto.

Nota:

lo strumento Modifica oggetto non consente di modificare l’intento di output, poiché questo influirebbe sull’intero documento.

  1. Scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Modifica oggetto.
  2. Selezionare gli oggetti da convertire.

    Nota:

    Se la selezione di un oggetto risulta difficile, provare a usare la scheda Contenuto (Vista > Mostra/Nascondi > Pannelli di navigazione > Contenuto). Nella scheda Contenuto sono elencati tutti gli elementi del PDF nell’ordine in cui appaiono sulla pagina.  

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla selezione, quindi scegliere Proprietà.
  4. Fare clic sulla scheda Colore.
  5. Dal menu Converti in, selezionare il profilo da usare come spazio colore dell’oggetto. Lo spazio colore corrente di un singolo oggetto (o spazi colore identici per più oggetti) viene visualizzato come riferimento nella parte superiore della scheda Colore. Gli spazi colore diversi per più oggetti non vengono visualizzati.
  6. Dal menu Intento di rendering, selezionare il metodo di conversione appropriato per l’oggetto.
  7. (Facoltativo) Selezionare una delle seguenti opzioni di conversione:

    Incorpora profilo

    Incorpora il profilo colore nell’oggetto.

    Mantieni nero

    Durante la conversione mantiene gli oggetti neri creati in CMYK, RGB o Scala di grigio. In questo modo si impedisce che il testo in nero RGB venga convertito in nero intenso durante la conversione in CMYK.

    Converti grigio in nero CMYK

    Converte il grigio della periferica in CMYK.

    Mantieni primari CMYK

    Mantiene i colori primari durante la trasformazione dei colori finalizzata alla preparazione dei documenti CMYK per un profilo di stampa di destinazione differente. Per i colori con un solo colorante, viene utilizzato questo colorante; per i colori con più di un colorante, viene individuato il colore con la differenza cromatica minore.

  8. Fare clic su Converti colori.

Rimuovere i profili incorporati da singoli oggetti

È possibile rimuovere i profili colori incorporati da immagini o altri oggetti del PDF. Senza il profilo incorporato, Acrobat utilizza il profilo dello spazio di lavoro dell’oggetto per determinare come gestire l’aspetto del colore.

  1. Scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Modifica oggetto e selezionare gli oggetti da convertire.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla selezione, quindi scegliere Proprietà.
  3. Fare clic sulla scheda Colore.
  4. Fare clic Annulla calibrazione dei colori.

Panoramica di Gestione inchiostri

Gestione inchiostri consente di controllare gli inchiostri al momento dell’output. Le modifiche apportate tramite Gestione inchiostri hanno effetto solo sull’output, non sulla definizione dei colori nel documento.

Le opzioni di Gestione inchiostri risultano particolarmente utili ai fornitori di servizi di stampa. Ad esempio, se un lavoro in quadricromia include un colore tinta piatta, il fornitore di servizi di stampa potrà aprire il documento e sostituire il colore tinta piatta con i colori in quadricromia CMYK corrispondenti. Se un documento contiene due colori a tinta piatta simili quando ne è necessario solo uno, oppure se lo stesso colore a tinta piatta presenta due nomi diversi, un fornitore di servizi ha la possibilità di mappare i due colori con un singolo alias.

In un flusso di lavoro di trapping, Gestione inchiostri consente di impostare la densità dell’inchiostro in modo da determinare quando deve essere applicato il trapping e consente di impostare quanti inchiostri stampare e in che ordine.

Nota:

InDesign e Acrobat condividono la medesima tecnologia di Gestione inchiostri. Tuttavia, solo InDesign dispone dell’opzione Usa valori Lab standard per le tinte piatte.

Gestione inchiostri
Gestione inchiostri

A. Inchiostro in quadricromia B. Inchiostro a tinta piatta con alias C. Inchiostro a tinta piatta 

Aprire Gestione inchiostri in Acrobat

Effettuare una delle seguenti operazioni:

  • Scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Gestione inchiostri.
  • Scegliere File > Stampa e fare clic su Avanzate. Nel pannello Output della finestra di dialogo Impostazioni avanzate di stampa, fare clic su Gestione inchiostri.
  • Scegliere File > Salva come altro > Altre opzioni > Encapsulated PostScript o PostScript. Fare clic su Impostazioni e quindi su Gestione inchiostri.

Separare i colori tinta piatta come i colori quadricromia

Con Gestione inchiostri è possibile convertire le tinte piatte in colori quadricromia. Quando un colore tinta piatta viene convertito in quadricromia, viene stampato sulle corrispondenti lastre CMYK anziché su una lastra a parte. La conversione di un colore tinta piatta è utile se è presente per errore in un documento da stampare con sole quadricromie, o se il documento contiene troppe tinte piatte per il processo di stampa.

  1. In Gestione inchiostri, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Per convertire singoli colori tinta piatta, fare clic sull’icona del tipo di inchiostri a sinistra del colore tinta piatta o del colore tinta piatta con alias. Viene visualizzata l’icona di un colore quadricromia. Per convertire nuovamente il colore in tinta piatta, fare di nuovo clic sull’icona.

    • Per convertire tutti i colori tinta piatta, selezionare Converti tutte le tinte piatte in quadricromia. Le icone a sinistra dei colori tinta piatta diventano icone di quadricromia. Per ripristinare i colori tinta piatta, deselezionare l’opzione Converti tutte le tinte piatte in quadricromia.

    Nota:

    la selezione dell’opzione Converti tutte le tinte piatte in quadricromia rimuove tutti gli alias inchiostro impostati in Gestione inchiostri e può anche avere effetto sulle impostazioni di sovrastampa e trapping del documento.

  2. (Solo InDesign) Per usare i valori Lab di un colore tinta piatta invece delle definizioni CMYK, scegliere Usa valori Lab standard per le tinte piatte.

Creare un alias di inchiostro per un colore tinta piatta

Un alias consente di mappare un colore tinta piatta su un colore diverso, sia tinta piatta sia quadricromia. Ciò è utile ad esempio se un documento contiene due colori tinta piatta simili quando ne serve uno solo, o se contiene troppi colori tinta piatta. Gli effetti della creazione degli alias inchiostro possono essere verificati in stampa e su schermo con Anteprima sovrastampa attivata.

  1. In Gestione inchiostri, selezionare l’inchiostro tinta piatta per il quale si desidera creare un alias.
  2. Scegliere un’opzione dal menu Alias inchiostro. L’icona del tipo di inchiostro e la descrizione dell’inchiostro verranno modificate di conseguenza.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online