After Effects CC 2014 (13.0) non include moduli di esportazione per creare video H.264, MPEG-2 e WMV direttamente dalla coda di rendering. Per creare video in questi formati, dovete utilizzare Adobe Media Encoder.

È comunque possibile importare video in questi formati in After Effects.

Problema: Come si creano i video H.264, MPEG-2 e WMV utilizzando Adobe Media Encoder con After Effects?

Sono disponibili due opzioni principali per utilizzare Adobe Media Encoder con After Effects per la creazione di video in formato H.264, MPEG-2 e WMV.

Soluzione 1: Rendering ed esportazione di un file originale senza alcuna perdita di dati codificati da After Effects a una cartella esaminata monitorata da Adobe Media Encoder

Il modo più veloce per creare video in questi formati utilizzando Adobe Media Encoder con After Effects consiste nell'utilizzare la coda di rendering di After Effects per esportare un file principale senza alcuna perdita di dati codificati (ad esempio, usando il codec video PNG in un file contenitore .mov QuickTime) in una cartella esaminata monitorata da Adobe Media Encoder. Potete assegnare predefiniti di codifica a una cartella esaminata in Adobe Media Encoder in modo che codifichi automaticamente utilizzando le impostazioni specificate.

Uno dei vantaggi di questo metodo è che utilizza le funzionalità di performance di After Effects per il rendering (come l'elaborazione multipla e l'accelerazione GPU, se applicabili) e funzionalità di performance di Adobe Media Encoder per la codifica (ad esempio la codifica parallela). Lo svantaggio di questo metodo consiste nel fatto che occupa l'applicazione principale di After Effects per l'intera operazione di rendering, durante la quale non potete usare After Effects per nessun'altra operazione.

Soluzione 2: Inviate la composizione direttamente ad Adobe Media Encoder da After Effects (Composizione > Aggiungi alla coda di Adobe Media Encoder)

Un altro metodo per la creazione di video in questi formati utilizzando Adobe Media Encoder con After Effects consiste nell'aggiungere direttamente la composizione da After Effects alla coda di Adobe Media Encoder.

Questo metodo ha il vantaggio di consentirvi di continuare a lavorare in After Effects durante il rendering e la codifica, dal momento che il rendering è eseguito da un'istanza di background di After Effects. La fase di rendering potrebbe essere più lenta in alcuni casi (rispetto all'utilizzo della coda di rendering di After Effects) perché la versione di After Effects che esegue il rendering in background non ha accesso alle funzioni di elaborazione multipla e di accelerazione GPU.

Perché questi moduli di esportazione sono stati rimossi dalla coda di rendering After Effects?

Il motivo per cui i moduli di esportazione H.264, MPEG -2 e WMV sono stati rimossi dalla la coda di rendering di After Effects è semplice: la gestione di questi moduli di esportazione in After Effects è molto elaborata e correggere alcuni bug significativi in questi moduli di esportazione richiederebbe un lavoro ancora maggiore, che dovrebbe essere sottratto da altre risorse.

Poiché Adobe Media Encoder era già dotato di funzionalità superiori di esportazione di file H.264, MPEG -2 e WMV, era più prudente utilizzare Adobe Media Encoder per l'esportazione di questi formati, consentendo al team di After Effects di concentrarsi sulle funzionalità di animazione, grafica animata, composizione ed elaborazione digitale delle immagini, che costituiscono le aree principali di After Effects.

Un aspetto che rende Adobe Media Encoder molto migliore di After Effects per la creazione dei file nei formati finali di distribuzione è il Browser predefinito e un sistema che consente di creare, salvare, condividere e applicare i formati predefiniti di codifica con estrema facilità. Un altro è l'assortimento delle funzionalità nella scheda Effetti con cui potete aggiungere automaticamente filigrane, sovrapposizioni di timecode ecc.

Come posso fare se devo comunque creare questi tipi di video dalla coda di rendering di After Effects?

Se per qualche motivo dovete comunque creare video in questi formati dalla coda di rendering After Effects, potete comunque farlo lasciando After Effects CC (12.2.1) installato insieme ad After Effects CC 2014 (13.0) e utilizzando la versione precedente per queste attività di output specifiche.

Per ulteriori informazioni, consultate questo post del blog.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online