Versioni di gennaio 2018 (15.0.1) e ottobre 2017 (15.0) di After Effects CC

Nota:

  Typekit è ora chiamato Adobe Fonts ed è incluso in Creative Cloud e altri abbonamenti. Ulteriori informazioni.

after-effects

Le versioni di gennaio 2018 (15.0.1) e ottobre 2017 (15.0) presentano nuove entusiasmanti funzioni per artisti degli effetti visivi, editor grafici ed esperti di animazione. In questa sezione puoi trovare una breve panoramica delle nuove funzioni e dei miglioramenti introdotti.

Per un riepilogo delle funzioni introdotte nelle versioni precedenti di After Effects CC, consulta Riepilogo delle funzioni | Versioni precedenti.


Nuovi funzioni della versione di gennaio 2018

Supporto per l’importazione di un maggior numero di formati video

 Novità nella versione di gennaio 2018

I seguenti formati di file video possono essere importati in After Effects:

  • ARRI ALEXA Mini MXF/ARRIRAW: è possibile importare in After Effects le riprese effettuate con una videocamera ARRI ALEXA Mini in formato MXF/ARRIRAW (codec ARRIRAW in un file contenitore MXF).
  • HEVC (H.265) QuickTime: è possibile importare in After Effects riprese con codec HEVC in formato QuickTime (.mov), come ad esempio riprese effettuate da iPhone o iPad con iOS 11.

Sincronizzazione audio migliorata per metraggio con frequenza fotogrammi variabile

 Novità nella versione di gennaio 2018

After Effects mantiene la sincronizzazione audio durante la riproduzione o l’esportazione di metraggio acquisito con frequenza fotogrammi variabile, ad esempio una ripresa video da telefono cellulare.

Se è presente una differenza significativa tra le frequenze fotogramma video e audio e si tenta di mantenere la sincronizzazione audio, nelle riprese con frequenza fotogrammi variabile si potrebbe verificare un fenomeno di stuttering, o avanzamento a singhiozzo. Per una riproduzione fluida, in After Effects puoi specificare se mantenere o meno la sincronizzazione audio tramite i seguenti passaggi:

  • Seleziona il metraggio nel pannello Progetto.
  • Scegli File > Interpreta metraggio > Principale.
  • Fai clic su Altre opzioni.
  • Nella finestra di dialogo, imposta Modalità frequenza fotogrammi variabile su Mantieni sincronizzazione audio (impostazione predefinita) oppure su Movimento video uniforme.
  • Fai clic su OK.

Le opzioni di Modalità frequenza fotogrammi variabile sono disponibili solo per gli elementi di metraggio con frequenza fotogrammi variabile in un contenitore MPEG-4 (.MP4). Se si utilizza del metraggio MPEG-4, H.264 o HEVC/H.265 con frequenza fotogrammi variabile in un contenitore QuickTime (.MOV), è possibile sincronizzare l’audio importando il metraggio come file MPEG:

  • Nella finestra di dialogo Importa imposta Abilita su Tutti i file e Formato su MPEG.
  • Seleziona il file QuickTime e fai clic su Apri (macOS) o Importa (Windows).

Correzioni di bug

 Novità nella versione di gennaio 2018

Con questa versione vengono corretti diversi problemi. Per ulteriori informazioni, consulta l’elenco dei bug corretti in After Effects CC 2018.0 (gennaio 2018).

Altri miglioramenti

 Novità nella versione di gennaio 2018

  • Gli strumenti Crea ambiente VR ed Estrai mappa cubica riducono l’utilizzo della memoria GPU generando la mappa cubica intermedia in formato 3:2 anziché 4:3. Quando l’opzione Usa fusione bordo è abilitata, non è possibile utilizzare l’ottimizzazione della memoria.
  •  Quando abiliti la gestione colore, After Effects assegna il profilo colore sRGB IEC 61966-2.1. Questa condizione è applicabile agli elementi di metraggio in formato JPEG, PNG, PSD, TIFF e altri formati per immagini fisse in cui non è incorporato alcun profilo colore.
  • Il pulsante Imposta fotogramma copertina nel pannello Grafica essenziale è ora denominato Imposta tempo copertina. Puoi utilizzare il pulsante per impostare il tempo della composizione da cui viene eseguito il rendering del fotogramma copertina. Il rendering del fotogramma copertina viene eseguito durante l’esportazione del modello di grafica animata.

Nuove funzioni della versione di ottobre 2017

Novità di After Effects CC (ottobre 2017)

Novità di After Effects CC (ottobre 2017)

Animazione basata sui dati

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_data_driven_animation

Importa file di dati JSON in After Effects per definire animazioni interattive direttamente nell’applicazione. Il formato di file JSON è flessibile e può contenere dati statici per rappresentare facilmente database come ad esempio dati statistici per elezioni, risultati di sondaggi o bollettini meteorologici. È possibile creare e importare file MGJSON per dati campionati in base al tempo da origini dati quali ad esempio fitness tracker, sistemi di telemetria e di acquisizione del movimento. Questi file di dati possono essere utilizzati in After Effects come elemento di metraggio, per creare animazioni, diagrammi a torta, cursori a scorrimento oppure grafica animata di alta qualità.


Per ulteriori informazioni, consulta Animazione basata sui dati.

Animazione basata sui dati
Animazione basata sui dati

Editor visivo delle scelte rapide da tastiera

 Novità della versione di ottobre 2017

Cambia il tuo metodo di lavorare e utilizza maggiormente la tastiera, grazie al nuovo editor visivo delle scelte rapide da tastiera. Puoi assegnare le scelte rapide ai tasti che preferisci e semplificare così le operazioni di editing da tastiera.

Per ulteriori informazioni, consulta Editor visivo delle scelte rapide da tastiera.

Scelte rapide da tastiera grafica
Scelte rapide da tastiera grafica

Le espressioni possono accedere a punti di tracciati su maschere, forme e tratti pennello

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_expressions_access

Ora puoi usare le espressioni per leggere e scrivere le coordinate x e y dei punti tracciato o dei vertici per maschere di livello, forme Bezier e tratti pennello negli effetti Disegno e Pennello a rotoscopio e miglioramento dei bordi.


Pannello Crea Null da tracciati

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_create_nulls_frompaths

Il pannello Crea Null da tracciati consente di creare animazioni basate su espressioni senza dover scrivere espressioni. Il pannello crea degli oggetti Null per ogni punto di tracciato e di forma. Questo script automatizza il collegamento di questi oggetti Null utilizzando la nuova funzione delle espressioni, ossia la possibilità di accedere ai punti di tracciati, e crea animazioni interattive.


Per ulteriori informazioni, consulta Pannello Crea Null da tracciati.

Animare gli oggetti Null con il pannello Crea Null da tracciati
Animare gli oggetti Null con il pannello Crea Null da tracciati

Transizioni, effetti e titoli 360/VR

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_360vr_effects

After Effects offre una serie completa di plug-in e script all’avanguardia per il montaggio 360/VR. Crea produzioni, effetti, titoli e transizioni uniformi VR di alta qualità per ottimizzare l’esperienza video immersiva.


Supporto 360/VR
Supporto 360/VR

Miglioramenti relativi alle prestazioni

 Novità della versione di ottobre 2017

screen_shot_2017-09-18at91843am

Adesso i seguenti effetti supportano l’accelerazione GPU in After Effects:

  • Trasformazioni livello (posizione, rotazione, opacità, ecc.)
  • Effetto movimento del livello
  • Campionamento bicubico
  • Effetto Trasformazione
  • Effetto Sfocatura direzione
  • Effetti video VR immersivi
  • Effetti di terze parti che utilizzano le API di accelerazione GPU Mercury di Premiere Pro

Miglioramenti relativi alle prestazioni di After Effects

Miglioramenti relativi alle prestazioni di After Effects

Miglioramenti nei modelli di grafica animata

 Novità della versione di ottobre 2017

Premiere Pro non richiede che After Effects sia installato sullo stesso computer per poter eseguire il rendering della maggior parte dei modelli di grafica animata esportati da After Effects. Tuttavia, il rendering senza After Effects è soggetto ad alcuni requisiti. Durante l’esportazione puoi confermare che il modello soddisfi tali requisiti.

I modelli di grafica animata hanno ora accesso agli script.

Per ulteriori informazioni, consulta Modelli di grafica animata.

Supporto per Progetti team 1.0

 Novità della versione di ottobre 2017

screen_shot_2017-09-18at90341am

Nel supporto per Progetti team 1.0 sono inclusi vari miglioramenti per la funzionalità di salvataggio automatico e non solo.

Miglioramenti della funzione Salvataggio automatico:

  • Ora in Progetti team puoi scorrere le versioni create dal salvataggio automatico del progetto.
  • Puoi impostare una versione di salvataggio automatico precedente come versione corrente di un progetto team.
  • Puoi creare un progetto team da una versione salvata automaticamente.

Altri miglioramenti:

  • Nei progetti team in After Effects è ora incluso lo stato della sincronizzazione.
  • Adesso puoi assegnare ai collaboratori un distintivo dalla barra degli strumenti.

Per ulteriori informazioni, consulta Riepilogo delle nuove funzioni di Progetti team.


Aggiornamento del modulo di rendering Maxon CINEMA 4D e del motore di rendering CINEWARE

 Novità della versione di ottobre 2017

screen_shot_2017-09-18at85324am

Maxon CINEMA 4D Lite, incluso con After Effects, è stato aggiornato alla versione R19. Le modifiche includono:

Miglioramenti OpenGL per Viewport; supporto di OpenGL per il disegno in BodyPaint 3D; strumenti Spline aggiornati; Live Link; Take System; Effetto parallasse; supporto dei tag Vertex Color; e importazione di file Alembic 1.6.1 e FBX 2017.1.


Per ulteriori informazioni, consulta CINEMA 4D e Cineware.

Maxon CINEMA 4D Lite R19

 Novità della versione di ottobre 2017

screen_shot_2017-09-18at85334am

Il motore di rendering utilizzato dal rendering Maxon CINEMA 4D e dal plug-in CINEWARE è stato aggiornato alla versione R19.


Miglioramenti per l’immissione del testo

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_text_improvements

Con i miglioramenti introdotti puoi immettere in modo più efficiente il testo nei livelli di testo. I miglioramenti a livello di testo includono:

  • Passaggio da testo da destra a sinistra a testo da sinistra a destra, e viceversa
  • Supporto di legature e cifre hindi nei font
  • Opzioni di Motore di testo semplificate per supportare le nuove opzioni di carattere e paragrafo

Per ulteriori informazioni, consulta Creare e modificare i livelli testo.

Anteprime del font e altri miglioramenti nel menu Font

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_font_menu_improvements

Il menu Font nel pannello Carattere include ora un’anteprima dei font. Inoltre, il nuovo menu Font consente anche di:

  • Impostare font come preferiti e mostrare solo i tuoi font preferiti.
  • Mostrare solo i font scaricati da Typekit.
  • Scegliere lo stile per la famiglia di font scelta (ad esempio, Regular, Italic, Bold, Light, Oblique).

Per ulteriori informazioni, consulta Menu Font.

Nuova esperienza iniziale

 Novità della versione di ottobre 2017

ae_new_getting_started

After Effects è semplicissimo da utilizzare fin dal primo progetto grazie alla nuova esperienza iniziale. Con la nuova schermata iniziale puoi impostare il progetto più rapidamente per passare subito all’animazione vera e propria. Il pannello Composizione ora presenta i pulsanti per crea una composizione oppure una composizione da un elemento di metraggio. Fai clic direttamente su uno di questi pulsanti e mettiti subito all’opera.

La finestra di dialogo Importa metraggio presenta la nuova opzione Crea composizione, che aggiunge automaticamente il metraggio importato in una nuova composizione.


Nuova esperienza iniziale
Nuova esperienza iniziale

Altri miglioramenti

 Novità della versione di ottobre 2017

  • Nell’interfaccia utente di After Effects viene utilizzato un nuovo font, Adobe Clean.
  • After Effects consente di identificare facilmente i livelli inattivi (livelli con lo switch Inattivo abilitato). I livelli inattivi vengono rappresentati da una linea in grassetto tra i livelli visibili quando l’opzione Nascondi livelli inattivi è attivata.
  • L’anteprima video Mercury Transmit in After Effects supporta l’output a colori a 10 bit per canale quando si utilizza hardware di anteprima compatibile con 10 bit, come AJA Io 4K. In Windows, puoi anche utilizzare un monitor secondario per l’anteprima a colori a 10 bit se la GPU del computer e il monitor supportano tale profondità colore.
  • Nel menu Generale è stata rimossa l’opzione Mostra schermata iniziale all’apertura di un progetto.
  • Per le riprese video da videocamera ARRI, RED o Sony vengono di nuovo mantenute le impostazioni di origine personalizzate quando vengono scambiate nell’ultima versione di Premiere Pro CC.
  • Con After Effects non viene più installato automaticamente anche Character Animator CC. Puoi installare Character Animator dall’applicazione desktop Creative Cloud insieme ad altre applicazioni desktop.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online