Scopri come creare contenuti da allineare ai corsi come contenuti autonomi.

Libreria di contenuti

I contenuti sono gli elementi costitutivi di un corso. Gli Autori creano una libreria di moduli che può essere allineata ai corsi come contenuto autonomo. Solo gli Autori hanno accesso alla libreria di contenuti.

Tipi di contenuto supportati

Nella libreria puoi caricare sia contenuti interattivi che statici.

La tabella seguente mostra i tipi di file interattivi e statici che è possibile caricare nella libreria.

Contenuti interattivi

Tipo di contenuto

Estensioni

 

·        SCORM 1.2

·        SCORM 2004

·        AICC

·        TinCan

zip

Contenuti statici

Tipo di contenuto

Estensioni

 

Video

mp4, wmv, 3gp, 3g2, 3gp2, asf, avi, f4v h264, mpe, mpeg, mpg, mpg2, m4v, mov, wmv

 

Audio

mp3, wav, aac, m4a, wma, vorbis, pcm, eac3, amr, ac3

 

PDF

pdf

 

MS PowerPoint

pptx, ppt

 

MS Word

docx, doc

 

MS Excel

xlsx, xls

Aggiunta di nuovi contenuti alla libreria

Come citato nella sezione precedente, nella libreria puoi caricare contenuti sia interattivi che statici.

Aggiunta di contenuti statici

  1. Fai clic su Libreria dei contenuti nel riquadro a sinistra dopo aver effettuato l’accesso come Autore e seleziona Aggiungi.

    In alternativa puoi fare clic su Crea contenuto nella pagina Guida introduttiva.

  2. Nel campo Nome specifica un nome per il contenuto che vuoi caricare.

  3. Nel campo Descrizione immetti la descrizione per il contenuto. Assicurati che la descrizione che vuoi inserire sia provvista di significato. Il limite di caratteri è pari a 400 caratteri.

  4. Per aggiungere il contenuto, fai clic su Aggiungi file di contenuto e carica il file di risorse. Quando si aggiungono contenuti per più lingue, non è possibile combinare contenuti statici e interattivi all’interno di un singolo gruppo. I contenuti di tutte le versioni locali devono essere o tutti statici o tutti interattivi.

    Nota:

    Se desideri sostituire il contenuto, poi sostituire un contenuto statico con un altro contenuto statico. Lo stesso vale per il contenuto interattivo.

  5. Nel campo Durata puoi inserire, se lo desideri, il tempo che un Allievo dovrebbe dedicare a questo modulo secondo le tue previsioni. La durata è espressa in minuti.

    Il tempo di apprendimento speso dallo studente viene calcolato in base alla durata specificata se lo studente ha contrassegnato un corso come completo. Se lo studente consulta il contenuto nel lettore, il tempo trascorso nel lettore viene aggiunto al tempo di apprendimento. Se il tempo effettivo per il contenuto è inferiore alla durata specificata non accade nulla, perché il lettore rispetta sempre la durata per la visualizzazione del contenuto.

     
  6. Nel campo Tag contenuto inserisci i tag per il contenuto caricato, in modo che il tuo contenuto diventi rilevabile.

    Nota:

    Un autore può utilizzare questi tag per cercare i contenuti mentre aggiungete il contenuto al corso.

Controllo delle versioni

La libreria dei contenuti registra anche il controllo delle versioni per i contenuti caricati. Se apporti modifiche al contenuto, ad esempio a una presentazione di PowerPoint, e carichi nuovamente il file PPT nella libreria, il numero di versione aumenta di un’unità. Questo ti aiuta a tenere traccia delle modifiche nel tuo contenuto.

Aggiunta di contenuto interattivo

  1. Fai clic su Libreria dei contenuti nel riquadro a sinistra dopo aver effettuato l’accesso come Autore e seleziona Aggiungi.

    In alternativa puoi fare clic su Crea contenuto nella pagina Guida introduttiva.

  2. Nel campo Nome specifica un nome per il contenuto che vuoi caricare.

  3. Nel campo Descrizione immetti la descrizione per il contenuto. Assicurati che la descrizione che vuoi inserire sia provvista di significato. Il limite di caratteri è pari a 245 caratteri.

  4. Per aggiungere il contenuto, fai clic su Aggiungi file di contenuto e carica il file di risorse. Quando si aggiungono contenuti per più lingue, non è possibile combinare contenuti statici e interattivi all’interno di un singolo gruppo. I contenuti di tutte le versioni locali devono essere o tutti statici o tutti interattivi.

    Tipi di file supportati

    Il contenuto interattivo può essere un progetto pubblicato SCORM, AICC o Captivate. Il file deve essere un file zip.

    Puoi anche aggiungere contenuto HTML generato da Captivate, Presenter o Presenter Video Express. 

    Tipi di file supportati

     
  5. Captivate Prime supporta le didascalie per i contenuti video caricati in Captivate Prime. Ora gli autori possono caricare il file contenente le didascalie insieme al file video. 

    Gli studenti possono quindi visualizzare le didascalie durante la riproduzione del modulo video.  

    Il formato supportato è Web Video Text Tracks (webVTT).

    Il supporto delle didascalie è disponibile per i contenuti video caricati in Libreria dei contenuti di Captivate Prime. 

    Come autore, quando carichi un contenuto audio o video, puoi caricare anche il file .vtt che contiene le didascalie.

    I sottotitoli vengono quindi visualizzati nel lettore Fluidic. I sottotitoli sono conformi anche agli standard WCAG2.0

    Quando aggiungi un contenuto video alla libreria, puoi anche aggiungere il file .vtt, che deve essere un file valido.

    Aggiunta del file WebVTT per le didascalie
    Aggiunta del file WebVTT per le didascalie

    Il file VTT caricato corrisponde alla versione esistente del contenuto. Pertanto, il file webVTT caricato non si collega alla versione precedente del contenuto.

    Se crei il contenuto in lingue diverse, puoi caricare un file webVTT diverso per ogni lingua. Gli studenti potranno visualizzare le didascalie corrispondenti alla lingua selezionata durante la riproduzione.

    NOTA: un file VTT supporta una lingua. Per supportare più lingue, carica più file video per ciascuna lingua dei contenuti, quindi carica il rispettivo file VTT per ciascun file video.

    Come autore, ogni volta che modifichi il contenuto, video o audio, Captivate Prime ti chiede un nuovo file .vtt.

    Dopo aver aggiunto questo contenuto a un corso e quando visualizzi in anteprima il corso come studente, puoi vedere le didascalie nel video.

    Sul lettore, attiva o disattiva il pulsante CC del lettore Fluidic per visualizzare o nascondere le didascalie.

    La stessa visualizzazione è presente nell’app per Allievi e nell’Anteprima come Allievo.

    Nota:

    Quando aggiungi, aggiorni o elimini il file .vtt, ricevi una notifica.

    Il supporto del formato webVTT non è disponibile per:
    1. Annunci video.
    2. Video riprodotto all'interno dei contenuti di eLearning. Questo dipende dal contenuto.
    3. Video caricato in Apprendimento sociale.
    4. Video creato nell’app desktop Captivate Prime.
    5. Contenuto video creato con il processo di migrazione.
    6. Riproduzione di video nell’app mobile in modalità offline.
  6. Nel campo Durata puoi inserire, se lo desideri, il tempo che un Allievo dovrebbe dedicare a questo modulo secondo le tue previsioni. La durata è espressa in minuti.

  7. Nel campo Tag contenuto inserisci i tag per il contenuto caricato, in modo che il tuo contenuto diventi rilevabile.

Supporto per il catalogo condiviso

Se un account venditore condivide un catalogo che contiene i corsi, e i corsi contengono i moduli, audio o video con i sottotitoli, i corsi devono essere identici a quelli disponibili nell’account acquirente.

La propagazione del modulo deve funzionare correttamente dall’account venditore all’account acquirente. Ad esempio: modifica/eliminazione/aggiunta del file .vtt nel modulo.

Una volta caricato il contenuto, puoi visualizzare una notifica facendo clic sull'icona raffigurante una campana nell'angolo in alto a destra della pagina. Ogni volta che modifichi un contenuto e lo carichi nuovamente, ricevi una notifica. Se apporti le modifiche, solo tu ricevi la notifica, e non gli altri autori.

Aggiunta nella cartella

Dopo che un Amministratore crea le cartelle dei contenuti, come autore puoi caricare un contenuto in una cartella di contenuti affinché il contenuto sia visibile solo a te o a un gruppo di autori selezionato nell’account. Puoi anche rendere il contenuto pubblico e visibile a tutti gli autori nell’account.

Esempio di utilizzo

Ad esempio, le agenzie vogliono mantenere il controllo completo dei contenuti e gli utenti che supervisionano i contenuti devono avere accesso a tutti i contenuti. Allo stesso tempo, i creatori di contenuti nelle agenzie devono avere accesso solo ai propri contenuti e, in alcuni casi, ai contenuti di qualcun altro.

La Libreria dei contenuti con i contenuti esistenti (ovvero i contenuti caricati prima di configurare le cartelle dei contenuti) viene definita come cartella pubblica. Questa cartella non può essere ritirata o eliminata. I contenuti che fanno parte della cartella pubblica sono accessibili a tutti i tipi di autori. Una volta configurate le cartelle dei contenuti, gli autori standard e gli autori personalizzati devono selezionare la cartella in cui inserire il contenuto, mentre caricano il nuovo contenuto.

Nota: la cartella pubblica e le cartelle private si escludono a vicenda. Ciò significa che il contenuto non può essere associato alla cartella pubblica e alla cartella privata contemporaneamente. Può essere associato alla cartella pubblica a una o più cartelle private in qualsiasi momento.

Quando aggiungi un contenuto, puoi scegliere la cartella in cui risiederà il contenuto. 

Aggiunta alla cartella dei contenuti
Aggiunta alla cartella dei contenuti

Se scegli Pubblico, il contenuto sarà visibile a tutti gli autori. Per impostazione predefinita, tutti i contenuti presenti nell’account che non fanno parte di alcuna cartella si troveranno nella cartella pubblica.

Tieni presente che le cartelle dei contenuti sono semplicemente dei comparti virtuali usati per collegare il contenuto. Se un contenuto viene inserito in due cartelle, significa che il file di contenuto è sempre un unico file ma collegato a più cartelle. Pertanto, nel caso in cui il contenuto venga aggiornato dall'autore personalizzato 1 con accesso alla cartella personalizzata 1, lo stesso contenuto aggiornato si rifletterà anche nella cartella personalizzata 2 cui accede l’autore personalizzato 2.

Nella Libreria dei contenuti sono disponibili due opzioni per la gestione delle cartelle di contenuti:

Tutte le cartelle

Si tratta di un elenco che mostra tutte le cartelle create nell'account.

Elenco di tutte le cartelle
Elenco di tutte le cartelle

Tutti gli autori

Si tratta di un elenco che mostra gli autori che hanno creato il contenuto e l’hanno caricato nella libreria.

Elenco di tutti gli autori
Elenco di tutti gli autori

Nota:

Questa opzione è disponibile solo quando un amministratore crea una nuova cartella.

Spostamento del contenuto nella cartella

Per spostare un contenuto da una cartella pubblica a una cartella privata: 

  1. Seleziona la cartella Pubblica dall’elenco a discesa Tutte le cartelle.

    Elenco di cartelle pubbliche
    Elenco di cartelle pubbliche
  2. Scegli il contenuto che desideri spostare in una cartella. Fai quindi clic su Azioni > Organizza contenuto > Sposta contenuto nella cartella

    Spostamento del contenuto nella cartella
    Spostamento del contenuto nella cartella
  3. Scegli la cartella in cui desideri spostare il contenuto. Fai clic su Sposta.

Copia del contenuto nella cartella

Copiare una cartella significa aggiungere un tag alla cartella. L’operazione di copia non consiste nella creazione di copie del contenuto, ma solo nell’aggiunta di un’associazione con le cartelle specificate.

Copia del contenuto nella cartella
Copia del contenuto nella cartella

Scollegamento della cartella

Scollegare significa rimuovere il contenuto dalla cartella selezionata.

Il contenuto può essere scollegato da una cartella specificata SOLO se è associato anche ad altre cartelle. Se il contenuto da scollegare è associato solo a una cartella, è consigliabile utilizzare l'operazione SPOSTA.

NOTA: in Azioni, il menu Organizza è disattivato per impostazione predefinita. Per utilizzarlo, devi prima selezionare una cartella nell’elenco a discesa delle cartelle.

Scollegamento di una cartella
Scollegamento di una cartella

Aggiunta di contenuto per lingue diverse

  1. Per aggiungere contenuto per lingue diverse, fai clic sulla scheda Aggiungi una nuova lingua e selezionare le lingue richieste. Utilizzando questo approccio, puoi aggiungere il supporto multilingue per il tuo contenuto.

    Aggiungi una nuova lingua
    Aggiungi una nuova lingua
  2. Ripeti la procedura di caricamento del contenuto per le nuove lingue.

  3. Per rimuovere una lingua, fai clic sulla scheda Aggiungi una nuova lingua e annulla la selezione corrispondente.

    Dopo aver apportato le modifiche, fai clic su Salva. Nella libreria, il nuovo contenuto ora è disponibile per l’uso.

Impostazione dei criteri di completamento

Contenuti statici

Contenuti interattivi

Puoi impostare solo i criteri Completamento per il contenuto relativo alle seguenti opzioni:

  • All’avvio del contenuto
  • In base alla percentuale minima richiesta

Puoi impostare sia i criteri Completamento sia i criteri Operazione riuscita per il contenuto per le opzioni seguenti:

  • All’avvio del contenuto
  • In base alla percentuale minima richiesta
  • Opzioni Quiz superato o Tentativi nei quiz

NOTA: È possibile modificare contenuti HTML solo da Captivate, Presenter Video Express o Presenter.

Dopo aver aggiunto contenuto, puoi modificare i criteri di completamento per il contenuto. 

In Prime, i badge e le abilità vengono assegnati in base al risultati di Successo   e Completamento. Se lo studente ha completato un corso ma non ha ottenuto il successo, non riceve il badge e l'abilità corrispondente all’oggetto di apprendimento.

Ad esempio, se hai utilizzato Adobe Captivate per creare il tuo corso e hai impostato i parametri di apprendimento nella finestra di dialogo Preferenze, le stesse impostazioni vengono migrate su Captivate Prime nelle opzioni Criteri di completamento.

Nella sezione Criteri di completamento puoi impostare le opzioni indicate di seguito:

All'avvio del contenuto: se abiliti questa opzione definisci i criteri di completamento del contenuto quando uno studente apre il contenuto.

In base alla percentuale minima richiesta: imposta un valore come percentuale minima d’uso da parte del tuo allievo. Ad esempio, se imposti la percentuale su 50, lo studente può utilizzare solo il 50% del contenuto e soddisfare comunque i criteri di completamento.

Quiz: scegli uno dei seguenti criteri:

  • Quiz superato: lo stato viene segnalato come Completo solo se uno studente supera il quiz.
  • Tentativi nei quiz: lo stato viene segnalato come Completo se gli studenti tentano di superare il quiz, indipendentemente dal fatto che lo superino o meno.
  • Quiz superato o limite raggiunto: lo stato viene segnalato come Completo se gli studenti superano il quiz o hanno effettuato tutti i tentativi consentiti. Ad esempio, se il numero di tentativi impostati nel corso è pari a due:

            o   Se gli studenti effettuano il primo tentativo e superano il quiz, lo stato segnalato è Completo e Superato.

            o   Se gli studenti effettuano il primo tentativo e non superano il quiz, lo stato segnalato è Incompleto e Non riuscito, perché non è ancora stato raggiunto il limite di tentativi.

            o   Se gli studenti ripetono il quiz e non lo superano, lo stato viene segnalato come Completo e Non riuscito.

            o   Se gli studenti ritentano il quiz e lo superano, lo stato viene segnalato come Completo e Superato.

Impostazione dei criteri di successo

Allo stesso modo, puoi definire i criteri di successo per il corso. Un criterio di successo indica la performance di uno studente con le opzioni Superato o Non riuscito. Se hai creato un corso in Captivate puoi impostare i criteri di successo per il corso nella finestra di dialogo Preferenze, come mostrato di seguito:

Ad esempio, hai caricato un modulo che contiene un quiz. Ora hai impostato i Criteri di completamento per quel modulo su All’avvio del contenuto e i Criteri di successo su Quiz superato.

Se lo studente ha avviato il corso e non ha superato il quiz, il corso viene contrassegnato come Completato, ma i Criteri di successo saranno soddisfatti solo quando lo studente supererà il test.

Opzioni filtro contenuto

Ordina in base alla data

Organizza il contenuto in base a quando il contenuto è stato modificato per l’ultima volta. Puoi ordinare il contenuto in ordine crescente o decrescente.

Ordina in base alla data
Ordina in base alla data

Ordina in base all’utilizzo

Organizza il contenuto in base al suo utilizzo nei corsi. Nel menu a discesa Tipo, scegli In uso o Non utilizzato.

Ordina in base all’utilizzo
Ordina in base all’utilizzo

Ricerca dei contenuti

Nella Libreria dei contenuti puoi cercare un contenuto scegliendo il nome del contenuto o i tag associati al contenuto stesso.

Nella barra di ricerca, immetti il nome di un corso o un tag e visualizza i consigli corrispondenti.

Barra di ricerca
Barra di ricerca

Ritiro di contenuti

Una volta pubblicato un contenuto, non puoi eliminarlo. Devi prima ritirare il contenuto. Quando contrassegni un contenuto come Ritirato, il contenuto non è più visibile agli studenti. Il contenuto viene inoltre spostato nella sezione Ritirato. In un secondo momento puoi anche spostare il contenuto allo stato Pubblicato.

Per ritirare un contenuto, attieniti alla seguente procedura:

  • In Libreria dei contenuti, seleziona il contenuto che desideri ritirare.
  • Seleziona Azione > Ritira.

Nota:

I contenuti utilizzati negli oggetti di apprendimento non vengono modificati. Gli Allievi possono continuare ad accedere al contenuto.

Ripubblicazione di contenuto ritirato

Una volta che hai ritirato un contenuto, puoi decidere di ripubblicarlo e tornare a visualizzarlo nell'elenco Pubblicato. Ad esempio, se hai ritirato la versione 1 di un contenuto e desideri sostituirla con la versione 2, puoi spostare version1.pptx nell'elenco Pubblicato e aggiornare il file con version2.pptx. Il nuovo file diventa disponibile per l’utilizzo in vari corsi.

Per ripubblicare il contenuto ritirato,

  1. Passa alla scheda Ritirato e seleziona il contenuto che desideri ripubblicare.
  2. Seleziona Azione > Pubblica di nuovo.

Il contenuto ora appare nell'elenco Pubblicato.

Elimina contenuto

Dopo che hai ritirato un contenuto, puoi eliminarlo.

  • Passa alla scheda Ritirato e seleziona il contenuto che desideri eliminare.
  • Seleziona Azione > Elimina.

Ricorda che i corsi esistenti che utilizzano il contenuto eliminato dalla libreria dei contenuti continueranno a utilizzare tale contenuto.

Domande frequenti

1. Come si carica un contenuto SCORM in Adobe Captivate Prime?
 
Crea un corso di e-learning conforme allo standard SCORM in qualsiasi strumento, ad esempio Adobe Captivate, e pubblica il contenuto come file zip. Quindi, in Captivate Prime, carica il file zip nel catalogo e imposta i criteri di completamento e successo.
 
2. Come si carica una nuova versione dello stesso contenuto in Captivate Prime?
 
In Captivate Prime, la libreria dei contenuti conserva anche le versioni dei contenuti caricati. Se apporti modifiche al contenuto, ad esempio a una presentazione di PowerPoint, e carichi nuovamente la presentazione nella libreria, il numero di versione aumenta di un’unità. Questo ti aiuta a tenere traccia delle modifiche nel tuo contenuto. Una nuova versione del contenuto può essere applicata contemporaneamente a tutti gli oggetti di apprendimento oppure puoi applicare singoli aggiornamenti per ogni corso.