Utilizzate Adobe Marketing Cloud per configurare messaggi in-app in modo che vengano visualizzate nelle vostre app.

Panoramica

Messaggistica in-app consente agli esperti di marketing dei clienti di attivare la messaggistica avanzata per gli utenti dell'app. Messaggistica in-app combina la messaggistica personalizzata ai trigger, in modo da fornire messaggi specifici solo quando vengono soddisfatte determinate condizioni.

Esempi:

  • Visualizzare un messaggio “Valuta l'applicazione” dopo che gli utenti hanno avviato l'app per 5 volte.
  • Indirizzare gli utenti a un sito Web specifico dopo che hanno letto un determinato articolo o un numero specificato di articoli.
  • Inviare un messaggio su un nuovo contenuto importante all'interno dell'applicazione.
  • Visualizzare una schermata di benvenuto o un HTML interstiziale la prima volta che viene avviata l'app o una pagina di ricerca.
  • Visualizzare un messaggio che può essere chiuso solo quando l'utente accede.

Messaggistica in-app non utilizza l'infrastruttura delle notifiche push di Apple. È disponibile sui dispositivi iOS e Android.

Per informazioni sulla messaggistica in-app, consultate questo articolo Marketing Cloud: Messaggistica in-app di Mobile Services.

Configurazione della messaggistica in-app

Potete impostare i messaggi in-app in modo che vengano visualizzati sia nelle app iOS che Android.

Messaggistica in-app viene fornito tramite Mobile Marketing SDK. Richiede un acquisto aggiuntivo tramite Digital Marketing Cloud.

  1. Accedete a Mobile Marketing Dashboard: https://mobilemarketing.adobe.com).

  2. Aggiungete o modificate un'app.

  3. Selezionate l'app per configurarla, scorrete verso Opzioni di Analytics SDK e impostate un valore di timeout sessione maggiore di 0 secondi. Fate clic su Salva

    Se non disponete dell'accesso a Opzioni di Analytics SDK, contattate l'amministratore di sistema.

    Questa opzione consente di specificare il periodo di tempo, in secondi, che deve trascorrere tra gli avvii dell'app prima che l'avvio venga considerato una nuova sessione. Questo timeout si applica anche quando l'applicazione viene inviata in background e riattivata. Il tempo trascorso dall'app in background non viene incluso nella lunghezza della sessione.

  4. Create o ricreate la vostra app.

    Ogni volta che configurate le impostazioni dell'app in Dashboard Marketing Cloud, è necessario rigenerare l'app nei servizi on-demand al fine di rendere disponibili le modifiche.

Creazione di un messaggio in-app

Potete impostare i messaggi in-app in modo che vengano visualizzati sia nelle app iOS che Android.

  1. In Mobile Marketing Dashboard selezionate l'app in cui desiderate utilizzare la messaggistica in-app.

  2. Con l'app selezionata, fate clic su Messaggi nella parte sinistra, quindi scegliete Gestione messaggi.

  3. Fate clic su Crea messaggio, quindi fate clic su Crea in-app.

  4. In Destinatari, specificate le impostazioni relative a visualizzazione, trigger e tratto.

    Quando si seleziona un trigger, ad esempio Visualizza stato, l'elenco a discesa viene popolato con un elenco di valori validi in base agli eventi di analisi recenti. Potete selezionare questi valori o digitate il vostro.

    Consultate i casi di utilizzo sotto per un elenco degli esempi. Per un elenco di trigger specifici dell'app AEM Mobile, consultate l'elenco alla fine di questo articolo.

    Consultate Destinatari: messaggio in-app nell'aiuto di Marketing Cloud.

  5. In Esperienza specificate le opzioni di visualizzazione, testo e pulsante.

    Consultate Esperienza: messaggio in-app nell'aiuto di Marketing Cloud.  

  6. In Programma, specificate quando sarà attivo il messaggio in-app.

    Consultate Programma: messaggio in-app nell'aiuto di Marketing Cloud.  

  7. Fate clic su Salva e attiva.

Casi di utilizzo

Avviare una richiesta

All'avvio, visualizzate un messaggio in-app che chiede agli utenti di iscriversi per le notifiche e-mail.

Promozione contestuale

Quando gli utenti passano a una raccolta o a un articolo, un messaggio in-app promuove un prodotto o una campagna disponibile. Ad esempio, un'app mobile per un negozio di abbigliamento potrebbe promuovere un nuovo prodotto se un utente passa alla raccolta delle scarpe da uomo.

Condivisione su social network

Se gli utenti condividono articoli solo su Facebook, incoraggiateli a effettuare la registrazione a Twitter per aumentare loro portata social.

Trigger per AEM Mobile

Per maggiori informazioni su questi tipi di eventi di analisi, consultate Guida ai report di analisi per AEM Mobile.

dps.app.pubid – Stringa ID progetto
dps.app.viewerver – Stringa numero di versione visualizzatore
dps.app.pubtitle – Stringa titolo pubblicazione (per il pubblico)
dps.app.viewertype – Stringa tipo di visualizzatore
dps.app.visitorid – ID visitatore (ID di traccia di AppMeasurement)
dps.app.userid – Stringa ID utente
dps.app.vendorid – Stringa ID fornitore app
dps.app.pubname – Stringa nome pubblicazione
dps.app.network – Rete ("online" oppure "offline")
dps.app.orientation – Orientamento app ("portrait", "landscape", "both")
dps.ref.gesture – Gesto di navigazione riferimento ("clic", "indietro", "sfiora", o "scorri")
dps.ref.type – Tipo di riferimento (menu, home, static, dynamic)
dps.ref.name – Stringa nome di riferimento
dps.ref.title – Stringa titolo riferimento
dps.col.title – Stringa titolo raccolta
dps.col.name – Stringa nome raccolta
dps.col.layoutname – Stringa nome layout raccolta
dps.col.type – Stringa tipo di raccolta (free, entitled, restricted)
dps.nest.title – Titolo della raccolta che è stata toccata
dps.nest.name – Nome della raccolta che è stata toccata
dps.article.title – Stringa titolo articolo
dps.article.name – Stringa nome articolo
dps.article.author – Stringa autore articolo
dps.ad.title – Stringa titolo annuncio
dps.ad.name – Stringa nome annuncio
dps.ad.type – Stringa tipo di annuncio ("static" o "eft")
dps.ad.category – Stringa categoria annuncio
dps.ad.advertiser – Stringa pubblicitario annuncio
dps.cont.lang – Stringa lingua di ricerca contenuti ("content" fa riferimento a una raccolta, un articolo o un banner)
dps.cont.productid – Stringa ID prodotto contenuto
dps.cont.department – Stringa reparto contenuti
dps.cont.access – Stringa stato di accesso contenuti
dps.cont.hidden – Articolo o banner nascosto dalla pagina di ricerca
dps.cont.short – Stringa abstract breve contenuti
dps.cont.keywords – Stringa parola chiave contenuti
dps.cont.internalkeywords – Stringa parola chiave interna contenuti
dps.cont.order – Ordine dei contenuti all'interno della raccolta
dps.cont.importance – Stringa di importanza dei contenuti (bassa, normale, alta)
dps.share.channel – Stringa canale di condivisione social network (facebook, twitter)
dps.ban.name – Stringa nome banner
dps.ban.title – Stringa titolo banner
dps.ban.isvideo – Il banner è video (non attivato)
dps.ban.autoplay – Banner impostato su riproduzione automatica (non attivata)
dps.rich.type – Tipo di sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.gesture – Gesto sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.context – Contenuto sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.isad – Annuncio sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.engagement – Tipo di impegno sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.url – URL sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.destination – Destinazione sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.videoname – Nome video sovrapposizione (non supportato)
dps.push.id – Stringa ID notifica push
dps.push.token – Stringa token notifica push
dps.push.type – Stringa tipo notifica push
dps.push.startup – Stringa origine avvio app
dps.push.status – Stringa stato notifica push
dps.buy.type – Stringa tipo di acquisto
dps.subscriber.type – Stringa tipo di abbonato
dps.subscriber.id – Stringa ID abbonato
dps.buy.subterm – Termine abbonamento
dps.buy.subtype – Tipo di abbonamento
dps.buy.store – Stringa App Store
dps.rich.videooffset – Offset video sovrapposizione (non supportato)
dps.rich.videolength – Lunghezza video sovrapposizione (non supportata)
dps.metered.consumed – Numero di articoli controllati consumati (non supportato)
dps.metered.dwelltime – Tempo di permanenza su articoli controllati
dps.ban.tapaction – Azione di tocco banner
dps.ban.weblinkurl – URL collegamento Web banner
dps.error – Stringa di errore
dps.search.term – Termine di ricerca utente
dps.serach.refining – Termine di ricerca utente nuovo o affinato
dps.search.resultcount – Numero di risultati della ricerca
dps.search.position – Posizione all'interno dei risultati della ricerca
dps.state – Stringa di stato

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online