Se disponete di un’edizione Enterprise per Digital Publishing Suite, potete creare app per iPad e iPhone destinate solo alla distribuzione interna. Un'app visualizzatore con firma Enterprise viene distribuita solo all'interno dell'azienda e non può essere scaricata dall'Apple Store.

Per creare un'app visualizzatore enterprise firmata è necessario essere iscritti al programma per sviluppatori iOS Developer Enterprise Program di Apple. Con un'iscrizione Apple Enterprise viene rimosso il limite di 100 dispositivi per le app di sviluppo. 

  1. Iscrivetevi ad Apple iOS Dev Center usando un ID Enterprise, quindi create un certificato Enterprise .p12 e i file mobileprovision.

  2. Nel client Web Folio Producer, pubblicate i folio da includere nell'app in-house usando le impostazioni Gratuito e Pubblico.

  3. In DPS App Builder, specificate i dettagli nei pannelli Dettagli base e Schermata iniziale.

  4. Nella sezione Certificati di DPS App Builder, specificate le informazioni sul certificato di sviluppo e distribuzione .p12, password, mobileprovision e informazioni sulla notifica push. Per abilitare le notifiche push, il file mobileprovision non può disporre di un ID bundle carattere jolly.

    I dettagli di distribuzione non vengono usati per l'app in-house e non devono essere inviati all'Apple Store.

  5. Selezionate l'opzione ID con accesso Enterprise e specificate l'ID applicazione previsto.

    L'ID applicazione previsto è generalmente in formato "com.editore.pubblicazione".

  6. Create l'app e scaricate il file del visualizzatore di sviluppo (.ipa).

  7. Distribuite il file .ipa tramite e-mail o server. Indicate agli utenti di installare l'app.

Per istruzioni più dettagliate, consultate Distributing enterprise iOS viewer applications with Digital Publishing (Distribuzione di applicazioni visualizzatore iOS aziendali con il publishing digitale).

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online