Esclusione di responsabilità

Le condizioni di utilizzo di Creative Cloud for enterprise, Singolo o app singola di Adobe permettono la distribuzione delle app in Virtual Desktop Infrastructure su ambienti cloud in un modello AS-IS senza l'assicurazione di rendimento o stabilità del software.

Procedure consigliate per la distribuzione di Creative Cloud su VDI

Adobe collabora con Microsoft Azure, Amazon Web Services, Google Cloud, Teradici e NVIDIA per offrire le procedure consigliate per i clienti di Adobe Creative Cloud for enterprise che distribuiscono su Virtual Desktop Infrastructure (“VDI”) in ambienti cloud remoti.
Adobe Photoshop, Adobe Premiere Pro e Adobe After Effects, inclusi Adobe Media Encoder e After Effects Render Engine vengono continuamente testati da Adobe in collaborazione con ogni fornitore cloud, abilitando partner tecnologici, sviluppatori di plug-in di terze parti e fornitori di periferiche hardware. Le Guide alle procedure consigliate verranno regolarmente aggiornate a seguito delle migliorie della tecnologia VDI.

Per ulteriori domande, contatta l'Adobe Enterprise Support o il tuo Enterprise Account Executive.

VDI offre opzioni di scalabilità per aumentare la flessibilità delle attività al fine di modificare le dimensioni della forza lavoro, aumentare la collaborazione tra i team, migliorare le opzioni di sicurezza, aggiungere controlli operativi, mantenere la continuità dell'attività e il recupero dalle calamità, nonché ridurre le emissioni di carbonio. 

Queste guide alle procedure consigliate descrivono in dettaglio i modelli di distribuzione consigliati per l'esecuzione di carichi di lavoro di produzione video sulle macchine virtuali utilizzando VDI. Le guide si concentrano su flussi di lavoro creativi ad alte prestazioni che richiedono maggior GPU, CPU, memoria, spazio di archiviazione e larghezza di banda IO di archiviazione rispetto ai tipici ambienti virtuali e in genere hanno valutazioni di complessità aggiuntive per la distribuzione su larga scala.

Queste guide si concentrano sui primi tre scenari di post produzione dei video, ma tali scenari possono essere adattati per diversi casi d'uso aziendali:

  • Flussi di lavoro interamente creativi per la produzione video
  • Aggregatore di notizie e semplici modifiche
  • Grafica promozionale

Sono incluse le dettagliate metodologie di distribuzione, il dimensionamento della macchina virtuale, l'archiviazione e i problemi di compatibilità dei dispositivi hardware e, se seguite, possono fornire soluzioni agevoli e scalabili negli scenari supportati da ciascun fornitore di cloud e Adobe.

Al momento Adobe consiglia il software di accesso al cloud di Teradici che utilizza un protocollo PC-over-IP (PCoIP) per offrire la migliore esperienza utente. Teradici supporta la compressione avanzata del display per offrire una visione sicura, ad alta definizione e fino a 4K/60fps con un'esperienza virtuale altamente reattiva simile a un computer locale.  Questa soluzione è supportata su dispositivi Windows, macOS e zero client con supporto totale delle periferiche multi-monitor e hardware, come i tablet Wacom.

Guide alle procedure consigliate

Le attuali guide alle procedure consigliate VDI possono essere scaricate di seguito.