Visualizzazione del contenuto dell'aiuto per la versione :

È possibile eseguire il rendering delle risorse 3D che sono state manipolate e salvate in AEM per creare immagini 2D da utilizzare sulle pagine di contenuto web.

Vedi Modifica del contenuto della pagina.

Considerazioni sulle prestazioni durante il rendering di risorse 3D

Il rendering di contenuti 3D consuma notevoli risorse del server, come la CPU e la memoria. In tal caso, il rendering spesso può richiedere una notevole quantità di tempo. I tempi di rendering variano in modo significativo a seconda di vari fattori, oltre alle ovvie dimensioni del modello e all'hardware del server:

  • Selezione del motore di rendering.
    Il modulo di rendering Rapid Refine™ predefinito in AEM 3D offre una certa qualità per tempi di rendering più rapidi. Eppure, produce risultati di alta qualità per molte applicazioni. I motori di rendering forniti tramite applicazioni di terze parti (ad esempio V-Ray™ o NVIDIA® Mental Ray® distribuito in Autodesk® Maya® o Autodesk® 3ds Max®) sono ampiamente configurabili e il compromesso tra prestazioni e qualità viene effettuato al momento della progettazione dell’area di visualizzazione.
  • IBL rispetto all'illuminazione tradizionale.
    Anche se questo fattore è di minore importanza per il modulo di rendering Rapid Refine predefinito, i moduli di rendering di terze parti come Mental Ray sono sostanzialmente più lenti con le aree di visualizzazione IBL, rispetto a quando si usano luci puntiformi o faretti tradizionali.

Il modulo di rendering Rapid Refine richiede in genere alcuni minuti per il rendering di immagini più grandi. Tuttavia, i moduli di rendering di terze parti spesso impiegano molti minuti, anche ore, se configurati per la massima qualità.

I lavori di conversione, elaborazione e rendering vengono messi in coda sul server in base alle necessità, per evitare sovraccarichi. Il messaggio "In attesa del rendering..." viene visualizzato sulle risorse caricate di recente nella Vista a schede. Questo stato indica che altri lavori di elaborazione o rendering devono terminare prima che il lavoro di rendering corrente possa iniziare.       

Nota:

Una risorsa 3D viene sempre renderizzata con i materiali originali, indipendentemente da quali materiali siano mostrati nella visualizzazione interattiva AEM 3D. Questa funzionalità si applica sia al modulo di rendering Rapid Refine integrato che a tutti i moduli di rendering nativi.

Per renderizzare le risorse 3D:

  1. Apri una risorsa 3D per la visualizzazione.

    Vedi Visualizzazione delle risorse 3D.

  2. Da Adobe Experience Manager, nella pagina di Navigazione, tocca Asset.

  3. Nell'angolo in alto a destra della pagina, dal menu a discesa Visualizza, tocca Vista a schede.

  4. Passa all’oggetto 3D che desideri renderizzare.
             

  5. Tocca la scheda dell'oggetto 3D per aprirla nella pagina dei dettagli della risorsa.

  6. Nell'angolo in alto a sinistra della pagina, tocca il menu a discesa, poi seleziona Rendering.

    chlimage_1
  7. Nell'angolo in alto a destra della pagina dei dettagli della risorsa, tocca l'icona Selettore area di visualizzazione (riflettore), quindi seleziona il nome di un’area di visualizzazione con lo sfondo e l’illuminazione da applicare all’oggetto 3D.

    Vedi Utilizzo delle aree di visualizzazione in AEM 3D.

    Icona Selettore area di visualizzazione
    Icona Selettore area di visualizzazione
  8. Nel menu a discesa Rendering sul lato sinistro della pagina dei dettagli delle risorse, seleziona un modulo di rendering.

    Il modulo di rendering predefinito Rapid Refine è sempre disponibile. Se l’area di visualizzazione selezionata è un formato nativo, nell'elenco viene reso disponibile anche il corrispondente modulo di rendering di terze parti.

    Vedi Utilizzo delle aree di visualizzazione in AEM 3D.

  9. Effettua le seguenti operazioni:

    • Nei campi Larghezza e Altezza, immetti la larghezza e l'altezza dei pixel da renderizzare nell'immagine.
    • Nel campo Nome immagine, immetti il nome dell'immagine renderizzata.
    • Nel campo Percorso di esportazione, immetti il percorso in cui memorizzare l'immagine renderizzata. Oppure, tocca l'icona Sfoglia e naviga verso una posizione.
    • (Facoltativo) Seleziona o deseleziona la casella di controllo Sovrascrivi immagine esistente.               
                    

     

  10. Nell'angolo superiore destro della pagina dei dettagli delle risorse, tocca l'icona Selettore videocamera. Seleziona una visualizzazione della videocamera da applicare all'immagine renderizzata.

    Le barre sinistra e destra o le barre superiore e inferiore sono un indicatore visivo di quali parti della visualizzazione saranno renderizzate. Quando la videocamera viene fornita dall’area di visualizzazione selezionata, è possibile selezionare una videocamera predefinita.

    Icona Selettore videocamera
    Icona Selettore videocamera
  11. Tocca Avvia rendering per iniziare il processo di rendering.

    Viene visualizzato temporaneamente un messaggio per indicare che il rendering è stato avviato. Per comodità, questo messaggio include anche un collegamento alla cartella di output selezionata in modo da potervi accedere direttamente.         

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online