Obiettivo

Questo articolo descrive gli scenari problematici più comuni di inserimento di AEM Assets e come analizzarli.

  • Elaborazione elevata
  • Volume alto
  • Archivio DAM di grandi dimensioni
  • Molti autori simultanei

Scenari e soluzioni per l'inserimento

Scenario 1: Elaborazione elevata

Situazioni come importazioni di massa, come 2000 immagini contemporaneamente, causano alle istanze dell'autore CPU e memoria elevate.

Soluzione: Scaricare i lavori in un'altra istanza AEM. È possibile scaricare interi flussi di lavoro o solo pochi passaggi pesanti collegando l'istanza di elaborazione alle istanze principali dell'autore tramite i lproxy worker DAM. L'istanza principale dell'autore rimane così liberamente al servizio di altri utenti. I proxy worker del DAM sono responsabili della supervisione delle attività remote, della raccolta dei risultati e del loro inserimento nell'esecuzione del flusso di lavoro locale.

 

Scenario 2: Alto volume

Istanze in cui il database di pochi milioni di prodotti che hanno 12.000 modifiche al giorno. L'archivio diventa il collo di bottiglia in questi scenari. Mentre le scritture sono in corso, le letture sono bloccate per motivi di coerenza.

Soluzione: Per evitare questa situazione, separa il processo di importazione su un'istanza d'autore dedicata con un proprio archivio. Al termine, replica un delta completo nell'ambiente dell'autore, con replica concatenata all'ambiente di pubblicazione, se necessario. Utilizza una coda di replica riservata per evitare di ritardare importanti modifiche editoriali dalla pubblicazione.

 

Scenario 3: Archivi DAM di grosse dimensioni. Enormi archivi, con oltre 7 milioni di risorse, 20 milioni di nodi e dischi da 15 TB. Questo ha un impatto sulle prestazioni dell'istanza. 

Soluzione: Dividi l'archivio permanente e l'archivio dati (ottimizzato per la gestione di grandi binari). L'archivio permanente richiede una latenza I/O molto bassa, quindi la memorizzazione locale funziona al meglio. Per la memorizzazione dei dati è accettabile una latenza maggiore.

 

Scenario 4: Molti autori simultanei possono influenzare le prestazioni e l'elaborazione.

Soluzione: Gli autori simultanei sono utenti che stanno lavorando attivamente sul sistema. Gli autori connessi ma inattivi non caricano ulteriormente il sistema. Operazioni come la modifica, il caricamento delle risorse, l'attivazione dei flussi di lavoro della CPU, la memoria, la ricerca e il download delle risorse, la modifica dei metadati. La creazione di un cluster di istanze d'autore con un dispatcher di fronte aiuta a distribuire uniformemente il carico della CPU. Con un gran numero di autori in produzione attiva, si raccomanda di suddividere ogni progetto in un'istanza d'autore o ambiente separato in cui si svolge il lavoro in corso. Questa tecnica si chiama partizionamento dei contenuti.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online