Il mio sistema operativo non supporta XMP Write-back

A partire da Adobe Experience Manager (CQ) 5.5 e successivi, le modifiche ai metadati di una risorsa vengono riportate al binario originale come parte dei suoi metadati XMP. Il ripristino è abilitato per impostazione predefinita, ma non è supportato in tutti i sistemi operativi. In questi sistemi operativi, Adobe consiglia di disabilitare il write-back per evitare errori del flusso di lavoro DAM.

Controlla qui per vedere se il tuo sistema operativo è supportato.

Soluzione

  • Fai clic sul segno + per i formati supportati e lasciarlo vuoto (non inserire alcun mimetype) in [1]
  • Rimuovi tutti i tipi di mime configurati per il ripristino a [1] tranne quello aggiunto in precedenza. 
  • Una volta aggiornata la configurazione, riavvia il sistema per rendere effettive le modifiche.

OPPURE

Installa il pacchetto allegato e riavvia l'istanza.

Scarica

[1] http://<host>:<port>/system/console/configMgr/com.day.cq.dam.core.impl.handler.xmp.NCommXMPHandler

Nota:

Non disabilitare il DAM XMP Write-back rimuovendo la configurazione di Launcher tramite la Workflow Console. In questo modo si disattivano altre funzioni come la generazione di miniature.

Nota per gli utenti Linux a 64 bit:

Il flusso di lavoro AEM Metadata write-back utilizza il frammento XMPWorker Linux che è un'applicazione eseguibile nativa a 32 bit che AEM esegue sulla shell del sistema operativo.  

Se utilizzi Linux a 64 bit, è possibile che tu non abbia i runtime dinamici installati per eseguire la libreria a 32 bit. Questo articolo fornisce i passi necessari per installare le librerie a 32 bit in Redhat Enterprise Linux o CentOS.

 

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online