Versioni 2015 di Adobe Premiere Pro CC
pr_cc_appicon_176x168

Adobe Premiere Pro CC 2015.3 (giugno 2016) permette di creare facilmente i file proxy e passare direttamente dalle clip originali ad alta risoluzione alle clip proxy a bassa risoluzione. La famiglia di app di Premiere Pro, collegate tra di loro e con le risorse creative su Creative Cloud, permette di lavorare in modo più fluido e rapido. Premiere Pro offre inoltre funzioni potenti per il supporto di flussi di lavoro per video VR. Il colore e la luce non sono mai stati così importanti e ora, con i miglioramenti apportati agli strumenti Colore Lumetri, le possibilità creative sono ancora più estese. Grazie a CreativeSync, tutte le risorse creative (file multimediali, Look, immagini e contenuti Stock) sono disponibili in Premiere Pro CC.


Supporto nativo per i file QuickTime

Novità in Premiere Pro 2015.4 | Agosto 2016

Premiere Pro offre ora il supporto nativo ad alte prestazioni per i codec di QuickTime. I formati supportati sono:

  • Importazione nativa: AAC, PNG, animazione.
  • Esportazione nativa: animazione.

Flusso di lavoro di Premiere Pro basato su proxy

Flusso di lavoro basato su proxy
Flusso di lavoro basato su proxy

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Premiere Pro supporta ora la creazione di file proxy e consente agli utenti di passare facilmente dalle clip originali ad alta definizione alle clip proxy a bassa risoluzione. Anche per i computer più potenti può risultare difficile elaborare i pesanti file 8K, HD o HFR. Grazie all’utilizzo di proxy a bassa risoluzione è possibile velocizzare le operazioni di montaggio e tornare al file originale ad alta risoluzione per l’output finale. Con la creazione dei proxy, puoi lavorare con i file multimediali ad alta definizione con tutta la flessibilità necessaria, su dispositivi diversi (anche quelli più lenti e con meno spazio di archiviazione). Il passaggio dai file originali ad alta risoluzione ai proxy a bassa risoluzione è facile e fluido.

Per ulteriori informazioni, consulta Flusso di lavoro basato su proxy.

Flusso di lavoro per l’assimilazione

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Ora puoi iniziare subito a eseguire il montaggio delle riprese, mentre queste vengono ancora importate in background. Collega il supporto della videocamera e mettiti subito all’opera. Una volta completata la copia, Premiere Pro passa ai file copiati e il supporto della videocamera è pronto per essere utilizzato nuovamente.

Per ulteriori informazioni, consulta Flusso di lavoro per l’assimilazione.

Flusso di lavoro per video VR

Flusso di lavoro per video VR
Flusso di lavoro per video VR

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Un nuovo flusso di lavoro VR consente di spostarsi virtualmente all’interno di file sferici utilizzando nuovi controlli per i pannelli monitor o mediante trascinamento, per un’anteprima completa dell’esperienza VR. Durante l’esportazione da Premiere Pro vengono assegnati al file i flag corretti che consentono ai lettori video con funzioni VR (come ad esempio YouTube) di riconoscerli automaticamente. Puoi inoltre visualizzare un’anteprima dei file VR stereoscopici passando alla modalità anaglifica (richiede occhiali 3D per anaglifo).

Per ulteriori informazioni, consulta Supporto per i flussi di lavoro VR.

Miglioramenti apportati agli strumenti Colore Lumetri

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Gli strumenti Colore Lumetri sono stati migliorati per offrire maggiore libertà creativa con il colore. Ad esempio, con la funzione HSL secondario puoi facilmente selezionare uno specifico intervallo di colori da regolare. Premiere Pro supporta inoltre le superfici di controllo per correzione colore, il che offre un controllo maggiore e più preciso sul colore rispetto a quanto possa essere ottenuto con mouse e tastiera. Con il contagocce per il bilanciamento del bianco puoi ora impostare il bilanciamento del bianco nel fotogramma con un clic singolo. Puoi anche impostare la luminosità degli oscilloscopi su uno dei tre livelli predisposti, per renderli più leggibili in diverse condizioni di illuminazione. E sempre con un singolo clic puoi applicare i predefiniti SpeedLooks.

Supporto di superfici di controllo

I comandi di correzione colore del pannello Lumetri possono ora essere associati a superfici di controllo (dispositivi Tangent Elements/Wave/Ripple). 

Per ulteriori informazioni, consulta Supporto superficie di controllo per Colore Lumetri.

HSL secondario

All’effetto Colore Lumetri è stata aggiunta la nuova sezione HSL secondario. Questa offre ulteriori strumenti per il colore che permettono di isolare una chiave di colore o luma e applicarvi una correzione colore secondaria.

Per ulteriori informazioni, consulta HSL secondario.

Miglioramenti apportati alla funzione Oscilloscopi Lumetri

La funzione Oscilloscopi Lumetri ora offre una migliore qualità di visualizzazione a 8 bit e la possibilità di regolare la luminosità degli oscilloscopi da Normale (100%) a Luminoso (125%) o Attenuato (50%).

Per ulteriori informazioni, consulta Miglioramenti apportati a Oscilloscopi Lumetri.

Nuovo bundle di Look SpeedLooks Linear

Premiere Pro ora viene fornito con SpeedLooks Studio Linear, un nuovo pacchetto di Look predefiniti creativi ottimizzati per le riprese Rec709/DSLR.

Per ulteriori informazioni, consulta Bundle di Look SpeedLooks Studio Linear.

Miglioramenti apportati alle funzioni di montaggio

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Nuove scelte rapide da tastiera

Altre scelte rapide da tastiera aggiunte includono:

  • Possibilità di ingrandire al massimo sulla timeline per esaminare singoli fotogrammi e tornare al livello di zoom precedente.
  • Nuova scelta rapida per generare file di picco per le forme d’onda audio, utile se la preferenza Generazione file di picco automatica è disattivata.
  • Nuova scelta rapida per aggiungere e rimuovere un fotogramma chiave.
  • Nuova scelta rapida per spostare leggermente un fotogramma chiave nel tempo, di un fotogramma.
  • Nuova scelta rapida per selezionare il fotogramma chiave successivo o precedente.
  • Nuova scelta rapida per aumentare o ridurre il valore del fotogramma chiave.

Per ulteriori informazioni, consulta Scelte rapide da tastiera predefinite.

Esperienza di montaggio ottimizzata

All’esperienza di montaggio sono stati aggiunti diversi miglioramenti che permettono agli editor di lavorare in modo più rapido ed efficiente. La selezione di un intervallo ora fa scorrere automaticamente la timeline in verticale e permette di selezionare altre clip che non rientravano nella vista corrente. Puoi rimuovere specifici effetti mediante il comando Rimuovi attributi. 

Per ulteriori informazioni, consulta Creare e modificare le sequenze.

Flusso di lavoro con marcatori clip VFX

È possibile rendere visibili nel pannello Marcatori tutti i marcatori clip di una sequenza. Nel pannello Marcatori, i marcatori clip possono essere filtrati per colore per visualizzare solo i marcatori di un determinato colore.  

Per ulteriori informazioni, consulta Lavorare con i marcatori.

Utilizzo della selezione multipla per opzioni di campo e priorità dei campi

Premiere Pro ora consente di applicare la priorità dei campi a più clip nella timeline o nel pannello Progetto. 

Nuova altezza minima per la timeline

Puoi ora trascinare una serie di tracce video e audio nella timeline ad altezza ridotta, comprimendo le tracce non attive per lasciare più spazio alle altre.

Rilevamento volti migliorato nel taglio morphing

Premiere Pro offre ora una funzione migliorata di rilevamento dei volti per Taglio morphing. Premiere è infatti in grado di trovare i volti nelle riprese più complesse e permette ai video editor di usare Taglio morphing.

Possibilità di rimuovere singoli attributi

Premiere Pro ora permette di selezionare le clip in una sequenza a cui sono già stati applicati degli effetti e di utilizzare il comando Rimuovi attributi per rimuovere specifici effetti da una serie di clip.

Scorrimento automatico verticale della timeline durante la selezione di un intervallo

La timeline di Premiere Pro ora scorre in automatico in verticale per selezionare le clip che non rientrano nella vista corrente, mentre si utilizza lo strumento selezione o lazo.

Nuovi sottotitoli aperti

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Premiere Pro offre nuove funzioni che consentono ai video editor di creare e modificare sottotitoli aperti. È possibile creare i sottotitoli aperti direttamente in Premiere Pro senza dover ricorrere a un plug-in di terze parti. Inoltre è possibile selezionare il font, il colore, la dimensione e il posizionamento dei sottotitoli aperti sullo schermo.

Per ulteriori informazioni, consulta Nuovi sottotitoli aperti.

Miglioramenti a livello di prestazioni e stabilità

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Premiere Pro ora offre prestazioni ottimizzate e supporta l’accelerazione GPU H264 su Windows. Gli utenti con PC di fascia bassa e GPU Intel integrate possono ora usufruire di prestazioni migliori nell’importazione e nella riproduzione dei file multimediali H264 grazie all’accelerazione GPU.

Flussi di lavoro per il montaggio più rapidi e flessibili con supporto nativo di numerose videocamere

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Premiere Pro supporta ora un maggior numero di formati nativi (compreso Red Weapon) e permette di lavorare praticamente su qualsiasi tipo di file multimediale, senza doversi preoccupare della transcodifica. Questo consente di risparmiare tempo e di passare rapidamente al processo di montaggio.

Supporto esteso delle lingue MENA nella funzione Titolazione di Premiere Pro

La funzionalità Titolazione di Premiere Pro CC ora supporta più lingue e i rispettivi alfabeti, compresi quelli dell’area MENA: arabo ed ebraico. Gli utenti di più aree geografiche possono ora inserire i titoli nei rispettivi alfabeti.

Opzioni di esportazione migliorate

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Supporto per la pubblicazione di destinazione per Twitter

Twitter è stato aggiunto al flusso di lavoro di Premiere Pro per la pubblicazione su specifiche destinazioni, che comprendeva già le opzioni per i social media più popolari come YouTube, Facebook e Vimeo. I video possono ora essere renderizzati e condivisi su Twitter direttamente da Premiere Pro.

Supporto per l’esportazione Panasonic AVC-LongG

È stato aggiunto il supporto per l’esportazione con codec Panasonic AVC-LongG (AVC-LongG6/12/25/50) in un wrapper MXF OP1a. Questi codec sono disponibili nel formato MXF OP1a. 

Supporto per l’esportazione AS-10

Premiere Pro ora consente di esportare con l’opzione per AS-10, disponibile nel menu a discesa dei formati. 

Supporto per la modifica del tempo XML di Final Cut Pro

Premiere Pro supporta ora l’importazione delle “rampe di velocità” e l’esportazione delle stesse in documenti XML di Final Cut Pro. 

Esportazione diretta su disco XDCAM HD

Premiere Pro ora consente di esportare direttamente su dischi XDCAM HD. Quando scegli un codec XDCAM HD, diventa disponibile l’opzione Compatibilità dispositivi Sony. Selezionala per attivare il supporto della scrittura direttamente su un disco XDCAM HD. 

Rendering avanzato da QT XDCAM HD MXF XDCAM HD

Ora puoi effettuare il rendering avanzato delle sorgenti QuickTime XDCAM HD in un wrapper MXF. È sufficiente selezionare la casella Abilita rendering avanzato associata a un predefinito MXF OP1a corrispondente. 

Nota:

Premiere Pro non supporta il rendering avanzato delle sorgenti MXF XDCAM in QuickTime XDCAM.

Supporto di HEVC per output a 10 bit

Premiere Pro ora supporta l’esportazione HEVC a 10 bit, disponibile nell’impostazione Profili della scheda Video HEVC. Il profilo Principale 10 permette di eseguire esportazioni a 10 bit. Permette inoltre di esportare utilizzando l’opzione Colori primari della specifica Rec. 2020. 

Nuova casella per rimuovere la limitazione della specifica XAVC-Intra sulla durata

Alle opzioni di esportazione XAVC è stata aggiunta la nuova casella Compatibilità dispositivi Sony. Per impostazione predefinita, questa opzione è disattivata e genera un output che corrisponde sempre alla durata completa della sorgente. Se viene attivata, l’output sarà conforme alle specifiche Sony ed è possibile che la fine del file venga troncata. 

Opzione Come sorgente per i formati di immagini fisse

Tutti i formati di immagini fisse supportati da Adobe Media Encoder adesso dispongono di un’opzione Come sorgente per l’altezza, la larghezza e la frequenza dei fotogrammi, l’ordine dei campi e le proporzioni. I predefiniti precedenti sono stati rimossi e sostituiti dalle nuove versioni con l’opzione Come sorgente.

Stato aperto/chiuso

Lo stato aperto/chiuso viene ora memorizzato nelle Impostazioni di esportazione e non è più necessario regolarlo ogni volta che dovete aprire o chiudere una sezione.

Acquisto di risorse Stock

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

È ora possibile acquistare le risorse Stock direttamente dall’interno dell’area Progetto di Premiere Pro. Le risorse Stock con filigrana dispongono ora di una nuova icona Carrello nell’area Progetto. Per acquistare direttamente le risorse Stock è sufficiente fare clic su questa icona. Inoltre, se una sequenza contiene una risorsa Stock con filigrana, puoi fare clic con il pulsante destro del mouse sulla clip nella sequenza per accedere all’opzione Licenza nel menu di scelta rapida. La risorsa Stock con filigrana può quindi essere acquistata direttamente dalla clip nella sequenza. 

Acquisto di risorse Stock
Acquisto di risorse Stock

Flussi di lavoro in collaborazione migliorati

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

È ora possibile condividere le librerie di CC Libraries in modalità di sola lettura, così che possano essere utilizzate ma non modificate. Le nuove risorse possono essere aggiornate automaticamente e condivise all’istante. Questa funzione permette di condividere le risorse libreria bloccate (sola lettura) in modo che non possano essere rinominate o cancellate dalla libreria. È inoltre possibile impostare diversi livelli di accesso alle librerie di sola lettura. L’accesso di tipo Sola modifica permette ai collaboratori di modificare, rinominare, spostare o eliminare il contenuto di una libreria. Con un accesso di tipo Sola visualizzazione il collaboratore potrà solo usare e aggiungere commenti alle risorse. Ora è possibile condividere un collegamento pubblico (URL) per condividere le risorse di una libreria. La libreria condivisa viene visualizzata nel pannello Libreria degli utenti, che ricevono automaticamente i relativi aggiornamenti nelle app che supportano le librerie di CC Libraries.

Mantenimento dei metadati Dolby Vision

Novità di Premiere Pro CC 2015.3 | Giugno 2016

Questa funzione consente agli utenti che lavorano con clip Dolby Vision MXF di esportare delle copie di solo taglio delle clip Dolby in un nuovo contenitore Dolby, con il rendering avanzato dei file multimediali sottostanti. Se vengono applicate delle modifiche, nel file MXF esportato non vengono mantenuti i metadati Dolby. Questo è utile per unire o effettuare dei montaggi di solo taglio con materiale Dolby Vision esistente. 

Nota:

A partire dal 15 settembre 2017, le applicazioni Adobe Creative Cloud si basano sul sistema operativo per decodificare/codificare i formati audio Dolby Digital e Dolby Digital Plus. Adobe non fornisce più le librerie Dolby native con i prodotti Creative Cloud.

Per informazioni su come questa modifica influisce sulla riproduzione di audio Dolby nel prodotto, consultate Le app Adobe Creative Cloud utilizzano il supporto nativo del sistema operativo per Dolby.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online