Informazioni sul trapping degli inchiostri

Quando vengono usati più inchiostri sulla stessa pagina in un documento per stampa in offset, ogni inchiostro deve essere stampato a registro, cioè perfettamente allineato, con gli altri inchiostri per eliminare gli spazi nelle aree in cui inchiostri diversi si toccano. È tuttavia impossibile garantire l’esatta messa a registro per tutti gli oggetti di ogni foglio che passano nella macchina da stampa e gli errori della messa a registro non sono un fatto raro. L’errata messa a registro può produrre spazi vuoti indesiderati tra inchiostri adiacenti.

Per compensare le imprecisioni di messa a registro, si ingrossa leggermente un oggetto fino a sovrapporlo a un oggetto adiacente di colore diverso. Questo processo è chiamato trapping. Per impostazione predefinita, la sovrapposizione di un inchiostro su un altro comporta la foratura o rimozione degli inchiostri sottostanti per evitare miscelazioni indesiderate. Tuttavia, il trapping richiede la sovrastampa degli inchiostri per ottenere una sovrapposizione almeno parziale.

Messa a registro errata senza trapping (a sinistra) e con trapping (a destra)
Messa a registro errata senza trapping (a sinistra) e con trapping (a destra)

Nella maggior parte delle abbondanze si diffonde l’oggetto più chiaro sull’oggetto più scuro. Questo perché il colore più scuro definisce il bordo visibile dell’oggetto o del testo; applicando il trapping al colore più chiaro si rispettano quindi l’effetto visivo e i bordi originali.

Adobe In-RIP Trapping

Acrobat è in grado di eseguire automaticamente il trapping dei documenti a colori grazie al motore Adobe In-RIP Trapping, disponibile nelle periferiche di output Adobe PostScript che supportano tale sistema.

Adobe In-RIP Trapping calcola e applica con precisione qualsiasi regolazione necessaria lungo i bordi del testo e della grafica in tutto il documento. È inoltre in grado di applicare tecniche di trapping efficaci a parti diverse dello stesso oggetto, anche se questo si sovrappone a vari colori di sfondo. Le regolazioni di trapping sono automatiche ed è possibile definire predefiniti di trapping adatti ai requisiti di specifici intervalli di pagine. Gli effetti del trapping risultano visibili solo nelle separazioni dei colori generate dal sistema di trapping. Tali risultati non possono essere visualizzati sullo schermo all’interno del programma.

Il sistema di trapping stabilisce dove eseguire il trapping dopo aver individuato bordi di colore contrastante. Procede quindi a creare trapping sulla base di densità neutre (luminosità o oscurità) di colori adiacenti, nella maggior parte dei casi diffondendo i colori più chiari nei colori più scuri adiacenti. Le impostazioni di trapping specificate nella palette Predefiniti di trapping determinano il funzionamento del modulo di gestione del trapping.

Requisiti

Per utilizzare Adobe In-RIP Trapping è necessario disporre dei prodotti software e hardware seguenti:

  • Un file PPD (PostScript Printer Description) per una stampante che supporta Adobe In-RIP Trapping. È necessario selezionare questo file PPD utilizzando il driver del sistema operativo.

  • Un dispositivo di output Adobe PostScript Level 2 o successivo che utilizza un RIP che supporta Adobe In-RIP Trapping. Per verificare se una periferica di output PostScript supporta Adobe In-RIP Trapping, rivolgersi al produttore o al fornitore di servizi di stampa.

Eseguire il trapping di un PDF

Il trapping è un processo complesso che dipende dall’interazione di diversi fattori di stampa, inchiostro e colore. Le impostazioni corrette variano a seconda delle specifiche condizioni di stampa. Non modificare le impostazioni di trapping predefinite se non dopo aver consultato il fornitore di servizi di stampa.

  1. Se necessario, scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Predefiniti di trapping per creare un predefinito di trapping con impostazioni personalizzate per il documento e le condizioni di stampa.
  2. Assegnare il predefinito di trapping a un intervallo di pagine.
  3. Scegliere File > Stampa per aprire la finestra di dialogo Stampa e fare clic su Avanzate.
  4. Selezionare Output dall’elenco a sinistra.
  5. Per Colore, scegliere Separazioni In-RIP.
  6. Per Trapping, scegliere Adobe In-RIP.

    Nota:

    questa opzione funziona solo quando si utilizza un dispositivo di output che supporta il Adobe In-RIP Trapping.

  7. Fare clic su Gestione inchiostri. Se necessario, selezionare un inchiostro, specificare le seguenti opzioni (solo se il fornitore di servizi consiglia di modificare le impostazioni), quindi fare clic su OK:

    Digita

    Scegliere un tipo che descriva l’inchiostro selezionato.

    Densità neutra

    Digitare un valore che differisca da quello predefinito.

    Sequenza trapping

    Digitare un valore per impostare l’ordine di stampa degli inchiostri.

  8. Continuare a specificare altre opzioni di stampa, quindi fare clic su OK per stampare il documento.

Specificare le impostazioni utilizzando i predefiniti di trapping

Un predefinito di trapping consiste in una raccolta di impostazioni di trapping applicabili alle pagine di un PDF. Utilizzare la finestra di dialogo Predefiniti di trapping per specificare le impostazioni di trapping e salvare una raccolta di impostazioni come predefinito di trapping. Se non si applica un predefinito di trapping a un intervallo di pagine di trapping, tale intervallo utilizza il predefinito di trapping (Predefinito), ovvero una raccolta di impostazioni di trapping standard che vengono applicate a tutte le pagine di un nuovo documento.

Nota:

in Acrobat, i predefiniti di trapping e le relative assegnazioni sono validi per il documento solo finché rimane aperto. Le impostazioni di trapping non vengono salvate nel PDF, diversamente da InDesign, in cui tali impostazioni e le relative assegnazioni vengono salvate unitamente al documento.

Creare o modificare un predefinito di trapping

  1. Scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Predefiniti di trapping.
  2. Selezionare un predefinito esistente, quindi fare clic su Crea.
  3. Specificare le seguenti opzioni e fare clic su OK:

    Nome

    Digitare un nome per il predefinito. Non è possibile modificare il nome dei due predefiniti incorporati: [Nessun predefinito di trapping] e [Predefinito].

    Spessore trapping

    Digitare i valori per specificare la quantità di sovrapposizione per gli inchiostri.

    Aspetto trapping

    Specificare le opzioni che consentono di controllare i vertici e le estremità dei trapping.

    Immagini

    Specificare le impostazioni per definire le modalità di trapping delle immagini.

    Soglie trapping

    Digitare i valori per specificare le condizioni in cui viene applicato il trapping. Molte variabili influiscono sui valori che sarà necessario immettere in questo campo. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al fornitore di servizi di stampa e consultare gli altri argomenti relativi al trapping.

Eliminare un predefinito di trapping

  1. Nella finestra di dialogo Predefiniti di trapping, selezionare i predefiniti e fare clic sul pulsante Elimina.

    Nota:

    non è possibile eliminare i due predefiniti preimpostati: [Nessun predefinito di trapping] e [Predefinito].

Assegnare un predefinito di trapping alle pagine

È possibile assegnare un predefinito di trapping a un documento o a un intervallo di pagine di un documento. Se si disattiva il trapping per le pagine che non contengono colori adiacenti, la stampa risulterà più rapida. Il trapping non viene eseguito finché non si stampa il documento.

Assegnare un predefinito di trapping
Nel riquadro Assegnazione trapping sono elencati i predefiniti applicati alle varie pagine. Le assegnazioni vengono aggiornate ogni volta che si fa clic su Assegna.

  1. Nella finestra di dialogo Predefiniti di trapping, fare clic su Assegna.
  2. In Predefinito di trapping, selezionare il predefinito da applicare.
  3. Selezionare le pagine alle quali applicare il predefinito di trapping.
  4. Fare clic su Assegna.

    Nota:

    Se si fa clic su OK senza scegliere Assegna, la finestra di dialogo si chiude senza apportare modifiche alle assegnazioni di trapping. Le assegnazioni di trapping eseguite in precedenza mediante il pulsante Assegna vengono conservate.

  5. Al termine dell’assegnazione dei predefiniti di trapping, fare clic su OK.

Disattivare il trapping per le pagine

  1. Nella finestra di dialogo Predefiniti di trapping, fare clic su Assegna.
  2. Selezionare le pagine per le quali si desidera disabilitare il trapping e scegliere [Nessun predefinito di trapping] nel menu Predefinito di trapping.
  3. Fare clic su Assegna.
  4. Al termine dell’aggiornamento della finestra di dialogo, scegliere OK.

Opzioni dei predefiniti di trapping

È possibile modificare le opzioni dei predefiniti di trapping durante la creazione o la modifica di un predefinito di trapping. Le medesime opzioni dei predefiniti di trapping sono disponibili in Acrobat e InDesign. In Acrobat, per visualizzare i predefiniti di trapping scegliere Strumenti > Produzione di stampe > Predefiniti di trapping. In InDesign, scegliere Finestra > Output > Predefiniti di abbondanza.

Spessore trapping

Lo spessore di trapping è la quantità di sovrapposizione per ogni trapping. Gli spessori di trapping da applicare variano a seconda delle caratteristiche della carta, delle lineature di retino e delle specifiche condizioni di stampa. Per determinare gli spessori di trapping corretti, contattare il fornitore di servizi di stampa.

Vista

Consente di specificare gli spessori di trapping per tutti i colori eccetto quelli contenenti il nero pieno. Il valore predefinito è 0p0,25.

Nero

Indica l’area di abbondanza degli inchiostri adiacenti sul nero pieno, come anche la distanza tra il bordo del nero e quello degli inchiostri sottostanti usati a supporto del nero. Il valore predefinito è 0p0,5. Tale valore corrisponde di solito allo spessore predefinito moltiplicato per un fattore da 1,5 a 2.

In InDesign, il valore impostato relativo a Colore nero determina il valore per il nero pieno o un nero intenso, un inchiostro nero in quadricromia (K) miscelato con inchiostri degli altri colori per ottenere un colore più intenso e più coprente.

Nota:

In InDesign, se è attiva l’opzione Abbondanza incorporata, uno spessore di trapping predefinito o uno spessore nero maggiore di 4 punti verrà comunque limitato a 4 punti. Tuttavia l’opzione manterrà il valore specificato: se in seguito viene attivato Adobe In-Rip Trapping, gli spessori maggiori di 4 punti vengono applicati nel modo specificato.

Aspetto trapping

Un vertice è il punto d’incontro di due bordi di trapping con un’estremità comune. È possibile definire la forma del vertice esterno di due segmenti di trapping e l’intersezione di tre trapping.

Stile vertice

Consente di determinare la forma del vertice esterno di due segmenti di trapping. Selezionare Ad angolo, Arrotondato o Smussato. Per compatibilità con le versioni precedenti del modulo di trapping Adobe, l’impostazione predefinita è Ad angolo.

Esempi di vertice di trapping
Esempi di vertice di trapping, da sinistra a destra: vertice ad angolo, arrotondato e smussato

Stile estremità

Consente di determinare l’intersezione dei tre trapping. Ad angolo (impostazione predefinita) consente di modellare l’estremità del trapping per mantenerla lontana dall’oggetto intersecante. Sovrapposizione ha effetto sulla forma del trapping generata dall’oggetto con densità neutra più chiara che interseca due o più oggetti più scuri. La fine del trapping più chiaro racchiude il punto di intersezione dei tre oggetti.

Primo‑piano di esempi di fine trapping
Primo piano di esempi di fine trapping: ad angolo (a sinistra) e sovrapposizione (a destra)

Soglie di trapping

Passo

Consente di specificare la soglia di modifica del colore in base alla quale il modulo di trapping crea un trapping. Alcuni processi richiedono il trapping solo per gli accostamenti di colore più estremi; altri lo richiedono anche per quelli meno accentuati. Il valore Passo indica il grado in cui tali componenti (come ad esempio i valori CMYK) di colori adiacenti devono variare prima dell’applicazione del trapping.

Per modificare il modo in cui gli inchiostri base nei colori adiacenti possono variare prima di causare il trapping di tali colori, aumentare o diminuire il valore di Passo nella finestra di dialogo Nuovo predefinito trapping o Modifica opzioni predefiniti di trapping. Il valore predefinito è 10%. Per risultati ottimali, usare un valore compreso tra 8% e 20%. I valori inferiori aumentano la sensibilità alle differenze di colore e generano più trapping.

Colore nero

Consente di indicare la quantità minima di inchiostro nero necessaria per l’impostazione di spessore del nero. L’impostazione predefinita è 100%. Per risultati ottimali, usare un valore non inferiore a 70%.

Densità nero

Consente di indicare il valore di densità neutra raggiunto o superato il quale InDesign considera un inchiostro come nero. Ad esempio, se si desidera applicare a un inchiostro tinta piatta scuro l’impostazione di spessore del nero, specificare un valore pari a quello impostato qui. Questo valore viene in genere impostato con un valore prossimo a quello predefinito di 1,6.

Trapping con scorrimento

Determina il momento in cui il sistema di trapping inizia a spostare la linea mediana del contorno del colore. Il valore si riferisce alla proporzione tra il valore di densità neutra del colore più chiaro e il valore di densità neutra del colore adiacente più scuro. Ad esempio, se Trapping con scorrimento è impostato su 70%, la posizione del trapping inizia a spostarsi verso la linea mediana quando la densità neutra del colore più chiaro supera il 70% della densità neutra del colore più scuro [(densità neutra del colore chiaro) / (densità neutra del colore scuro) > 0,70]. Il trapping dei colori con la stessa densità neutra è sempre posta sulla linea mediana, a meno che il valore Trapping con scorrimento non sia 100%.

Riduzione colore trapping

Consente di indicare la quantità dei componenti di colori adiacenti usata per ridurre il colore del trapping. Questa impostazione è utile per evitare che per alcuni colori adiacenti (quali i colori pastello) venga generato un trapping visibile, più scuro di entrambi i colori iniziali. Se per Riduzione colore trapping viene specificato un valore inferiore al 100%, il colore del trapping inizia a schiarirsi; il valore 0% crea un trapping con densità neutra uguale a quella del colore più scuro.

Trapping e grafica importata

È possibile creare un predefinito di trapping con cui controllare i trapping nelle immagini e tra immagini bitmap (fotografie e immagini salvate in file PDF raster) e oggetti vettoriali (provenienti da un programma di disegno e file PDF vettoriali). Ogni modulo di trapping gestisce in modo differente gli elementi grafici importati. È importante tenere presente queste differenze al momento dell’impostazione delle opzioni di trapping.

Posizionamento trapping

Fornisce opzioni per il posizionamento del trapping tra gli oggetti vettoriali (compresi quelli creati in InDesign) e le immagini bitmap. Tutte le opzioni, eccetto Densità neutra, creano un bordo uniforme. L’opzione Centro applica il trapping sulla linea mediana tra gli oggetti e le immagini. L’opzione Verso l’interno sovrappone gli oggetti all’immagine adiacente. L’opzione Densità neutra consente di applicare le regole di trapping usate altrove nel documento. Il trapping tra un oggetto e una foto con impostazione Densità neutra può risultare in margini assai irregolari, in quanto il trapping potrebbe spostarsi da un lato all’altro del bordo. Con Verso l’esterno il bordo dell’immagine bitmap si sovrappone all’oggetto adiacente.

Trapping di oggetti su immagini

Consente di attivare il trapping tra oggetti vettoriali (quali cornici) e immagini adiacenti, secondo le impostazioni Posizionamento trapping. Se in un intervallo di pagine nessun oggetto vettoriale si sovrappone a immagini, disattivare questa opzione per rendere più rapida l’elaborazione di tali pagine

Trapping di immagini su immagini

Consente di attivare il trapping lungo il bordo di immagini bitmap sovrapposte o adiacenti. La funzione è attivata per impostazione predefinita.

Trapping all’interno delle immagini

Consente di attivare il trapping tra i colori all’interno di ogni singola immagine bitmap (e non solo laddove toccano grafica vettoriale e testo). Utilizzare questa opzione solo per gli intervalli di pagine contenenti immagini semplici ad alto contrasto (quali schermate o fumetti). Non selezionare questa opzione per immagini a tono continuo e altre immagini complesse. Se questa opzione non è selezionata, l’elaborazione del trapping risulta più veloce.

Trapping di immagini a 1 bit

Consente di impostare il trapping delle immagini a 1 bit rispetto agli oggetti adiacenti. Le impostazioni di Posizionamento trapping per le immagini non influiscono su questa opzione poiché le immagini a 1 bit hanno un solo colore. Nella maggior parte dei casi è consigliabile attivare questa opzione. In altri casi, ad esempio con immagini a 1 bit con ampia spaziatura tra i pixel, l’opzione può scurire l’immagine e rallentare l’elaborazione.

Informazioni sul trapping con il nero

Al momento della creazione o della modifica di predefiniti, il valore digitato per l’opzione Colore nero determina i colori considerati come nero pieno e nero intenso. Un nero intenso è composto di nero con un letto di supporto, ovvero percentuali aggiuntive di uno o più inchiostri di quadricromia per intensificarne il risultato.

L’impostazione Colore nero consente di controbilanciare l’ingrossamento dei punti causato ad esempio da carta di bassa qualità. In tali situazioni, percentuali di nero inferiori al 100% vengono stampate come aree piene. Attenuando lievemente il nero o nero intenso (sostituendoli con tonalità di nero pieno) e riducendo il valore Colore nero rispetto al valore predefinito 100%, è possibile compensare l’ingrossamento dei punti e applicare agli oggetti neri spessori e posizioni di trapping corretti.

Quando un colore raggiunge il valore di Colore nero, il valore di spessore del nero viene applicato ai colori adiacenti; anche gli inchiostri a supporto del nero intenso vengono ritirati di tale valore rispetto al bordo dell’inchiostro nero.

Se gli inchiostri a supporto del nero si estendessero fino al bordo del nero, eventuali errori di registro lascerebbero trasparire tali inchiostri, creando un alone indesiderato o bordi degli oggetti irregolari. Il sistema di trapping ritira quindi lievemente i bordi degli inchiostri usati come supporto nel nero ricco per mantenerli a una determinata distanza dai bordi di elementi chiari o bianchi, in modo da garantire la necessaria nitidezza di tali bordi. Per controllare la distanza tra i bordi degli inchiostri di supporto e del nero, specificare un valore per Nero nella sezione Spessore trapping.

Nota:

Se si sta applicando il trapping ad un elemento sottile, quale una cornice nera attorno alla grafica, il sistema di trapping ignora tale impostazione e genera abbondanze pari alla metà dello spessore dell’elemento.

Regolazione dei valori di densità neutra dell’inchiostro

Regolando i valori di densità neutra degli inchiostri che verranno utilizzati, è possibile stabilire la posizione esatta dei trapping. I valori di densità neutra predefiniti per gli inchiostri di quadricromia si basano sui valori di densità neutra dei campioni di inchiostri di quadricromia conformi agli standard vigenti nelle varie aree geografiche. La versione della lingua determina lo standard a cui è conforme. Ad esempio, le versioni inglese U.S. e canadese si basano su valori di densità neutra conformi ai valori per inchiostri a tinta unita delle specifiche SWOP (Specifications for Web Offset Publications), pubblicate dalla Graphic Arts Technical Foundation of North America. È possibile regolare le densità neutre degli inchiostri in quadricromia in base agli standard tipografici adottati in altre parti del mondo.

I valori di densità dei colori tinta piatta sono ricavati dall’equivalente CMYK e sono in genere sufficientemente precisi per consentire un trapping corretto. Le tinte piatte non facili da simulare con la quadricromia (quali inchiostri metallizzati e vernici) possono richiedere la regolazione della densità neutra per l’esecuzione di un trapping corretto. Digitando nuovi valori è possibile garantire che un inchiostro più chiaro o più scuro venga trattato come tale anche dal modulo di trapping: il trapping verrà quindi posizionato automaticamente.

Per ottenere il valore di densità neutra corretto per un inchiostro, contattare il fornitore di servizi di stampa. Il modo più corretto per determinare il valore ND di un inchiostro consiste nel misurare un campione dell’inchiostro con un densitometro commerciale. Leggere il valore “V” o densità visiva dell’inchiostro (non usare filtri di quadricromia). Se il valore è diverso da quello predefinito, digitare il nuovo valore in Densità neutra.

Nota:

La modifica della densità neutra di una tinta piatta ha effetto solo sul trapping generato e non modifica l’aspetto del colore nel documento.

Per regolare la densità neutra, attenersi alle seguenti istruzioni:

Inchiostri metallizzati e opachi

Gli inchiostri metallizzati sono più scuri degli equivalenti in CMYK, mentre quelli opachi coprono gli inchiostri sottostanti. Impostare la densità neutra per i colori tinta piatta metallizzati e opachi su valori molto più alti di quelli predefiniti per evitare che venga applicata la diffusione.


Nota:

se non vi sono altri inchiostri con densità neutra superiore, è possibile impedire che un inchiostro opaco si estenda sull’inchiostro adiacente specificando Opaco o Opaco (ignora) nel menu Tipo di Gestione inchiostri.

Inchiostri pastello

Questi inchiostri sono più chiari degli equivalenti in quadricromia. È possibile impostare la densità neutra di questi inchiostri su valori inferiori a quelli predefiniti per applicare la diffusione sui colori adiacenti più scuri.

Altri inchiostri tinta piatta

Alcuni inchiostri tinta piatta, come il turchese e l’arancione fluorescente, sono più chiari o più scuri degli equivalenti in CMYK. È possibile confrontare campioni stampati degli inchiostri con campioni degli equivalenti in CMYK. La densità neutra ND dell’inchiostro a tinta piatta può essere modificata specificando un valore superiore o inferiore in base alle necessità.

Personalizzare il trapping per inchiostri speciali

L’uso di alcuni inchiostri implica delle considerazioni speciali. Si supponga, ad esempio, di utilizzare una vernice nel documento e di desiderare che questa non influisca sul trapping. Se invece si esegue la sovrastampa di alcune aree con un inchiostro completamente opaco, non è necessario applicare il trapping agli elementi sottostanti. Per queste situazioni sono disponibili opzioni relative agli inchiostri. Generalmente è preferibile non modificare le impostazioni predefinite, se non diversamente specificato dal fornitore dei servizi di prestampa.

Nota:

Gli inchiostri e le vernici speciali del documento possono essere stati creati mescolando due inchiostri tinta piatta o un inchiostro tinta piatta con uno o più inchiostri di quadricromia.

  1. Aprire Gestione inchiostri e selezionare un inchiostro che richiede impostazioni particolari.
  2. In Tipo, scegliere una delle opzioni che seguono quindi fare clic su OK:

    Normale

    Scegliere questa opzione per gli inchiostri di quadricromia classici e per la maggior parte degli inchiostri tinta piatta.

    Trasparente

    Scegliere questa opzione per gli inchiostri trasparenti, per applicare il trapping agli elementi sottostanti. Usare questa opzione per le vernici e i coloranti per fustelle.

    Opaco

    Scegliere questa opzione per inchiostri pesanti e non trasparenti, per applicare il trapping solo lungo i bordi dell’inchiostro ma non ai colori sottostanti. Usare questa opzione per gli inchiostri metallizzati.

    Opaco (ignora)

    Scegliere questa opzione per gli inchiostri pesanti e non trasparenti, per non applicare il trapping né ai colori sottostanti né lungo i bordi dell’inchiostro. Usare questa opzione per gli inchiostri suscettibili a interazioni impreviste con altri inchiostri, quali inchiostri metallizzati e vernici.

Regolare la sequenza di trapping

Questa sequenza (denominata anche ordine di trapping) corrisponde all’ordine in cui gli inchiostri vengono stampati nella macchina da stampa, ma non necessariamente l’ordine con cui vengono stampate le selezioni colore.

La sequenza di trapping è particolarmente importante quando si esegue la stampa con più colori opachi, come gli inchiostri metallici. Agli inchiostri opachi con i numeri di sequenza più bassi viene applicata la diffusione sotto gli inchiostri opachi con numeri di sequenza più alti: Questo processo evita che venga applicata la diffusione all’ultimo inchiostro e consente di ottenere risultati migliori.

Nota:

Prima di modificare la sequenza degli inchiostri predefinita, consultare il fornitore di servizi di prestampa.

  1. Aprire Gestione inchiostri. La sequenza di trapping corrente viene visualizzata nella colonna Sequenza dell’elenco degli inchiostri.
  2. Selezionare un inchiostro, digitare un nuovo valore per Sequenza trapping e premere Tab. Viene modificato il numero di sequenza dell’inchiostro e gli altri numeri si adeguano di conseguenza.
  3. Ripetere l’operazione in base alle esigenze e fare clic su OK.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online