Errore crittografico per il fornitore di servizi

Durante la firma di documenti PDF in Acrobat DC o Acrobat Reader DC, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:

"Il provider del servizio di crittografia Windows ha segnalato un errore: la chiave non esiste. Codice di errore: 2148073485"

Descrizione: SHA256 è l'algoritmo predefinito in Acrobat sin dalla versione 9.1. Tuttavia, nelle versioni precedenti, se il dispositivo di firma (ad esempio, smart card o token USB) o il driver relativo non supporta SHA256 o un hash superiore, per evitare problemi, Acrobat o Reader eseguivano un fallback invisibile per l'utilizzo dell'hash SHA1 durante la creazione della firma.

Cosa è cambiato in Acrobat DC e Reader DC (15.016.20039): con Acrobat DC e Acrobat Reader DC versione 15.016.20039, Adobe sta applicando l'utilizzo dell'algoritmo hash richiesto. A causa dell'elevata richiesta da parte dei clienti di conformità normativa e di settore, Adobe ha rimosso il fallback invisibile dell'hash SHA1. Ecco perché viene visualizzato il messaggio di errore e la firma non va a buon fine se l'algoritmo di hash richiesto non è supportato.

Soluzione: verificate la disponibilità di un aggiornamento del driver

Verificate con il fornitore del driver o il dispositivo di firma la presenza di un driver aggiornato che potrebbe risolvere questo errore.

Se l'algoritmo di hash richiesto non è supportato dal dispositivo di firma, la soluzione consiste nell'impostare la chiave di registro aSignHash su SHA1 come descritto in questa pagina. Tuttavia, questa non è una procedura consigliata, poiché imposterebbe SHA1 come algoritmo di hash predefinito per tutte le firme, procedura che viene considerata obsoleta a livello di settore. Di conseguenza, Adobe consiglia di verificare con il produttore del driver o il dispositivo di firma per ottenere un nuovo dispositivo o driver che supporti SHA256 o hash successivi.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online