Problema

Quando esegui il rendering o esporti un filmato Quicktime da Adobe After Effects CS3, l’immagine è più scura o più chiara della composizione in After Effects.

Soluzione

Effettua una delle seguenti operazioni:

Soluzione: installa l’aggiornamento di After Effects CS 8.0.2.

Scaricate l’aggiornamento dal sito Web di Adobe all’indirizzo www.adobe.com.

Soluzione 2: attiva l’opzione Come regolazioni gamma QuickTime di precedenti versioni di After Effects nelle impostazioni del progetto.

Se il flusso di lavoro utilizza il filmato QuickTime esportato da After Effects in Apple QuickTime Player, Apple Final Cut Pro o altri prodotti Apple, allora l’opzione Come regolazioni gamma QuickTime di precedenti versioni di After Effects nelle impostazioni progetto produrrà una corrispondenza migliore tra il filmato QuickTime esportato e la composizione in After Effects. Questa soluzione può anche produrre una migliore corrispondenza se intendi distribuire direttamente filmato QuickTime esportato, ad esempio tramite una pagina Web.

Nota: questa opzione modifica il comportamento di importazione ed esportazione di file QuickTime da parte di After Effects in modo che corrisponda a quello di After Effects in 7.0 e versioni precedenti. Quando questa opzione è attivata, alcune funzioni avanzate di After Effects CS3 vengono disattivate. Consulta la sezione Informazioni aggiuntive di seguito per ulteriori dettagli.

Per attivare l’opzione Come regolazioni gamma QuickTime di precedenti versioni di After Effects:

  1. Seleziona File > Impostazioni progetto.
  2. Nella casella Impostazioni colore, attiva l’opzione Come regolazioni gamma QuickTime di precedenti versioni di After Effects.
  3. Fai clic su OK.

Soluzione 3: attiva la gestione colore After Effects e utilizza un flusso di lavoro con gestione del colore.

La gestione colore garantisce che il colore e le tonalità nei filmati rimangano coerenti e prevedibili tra applicazioni e dispositivi. Della gestione colore beneficerà qualsiasi flusso di lavoro video e potrebbe non migliorare nello specifico il colore e la tonalità del video se utilizzi un codec YUV (ad esempio un codec DV o v210) e il filmato QuickTime esportato da After Effects in altre applicazioni di editing video (ad esempio, Apple Final Cut Pro).

Per informazioni su come abilitare la gestione colore in After Effects e sui flussi di lavoro di gestione colore, consulta la sezione Gestione colore della guida di After Effects e la guida Flusso di lavoro di gestione colore in Adobe After Effects CS3 in Adobe Design Center.

Informazioni aggiuntive

Per una visualizzazione corretta su un monitor di computer, la maggior parte dei codec video richiede la regolazione di gamma. Questa è una forma di gestione del colore. Il livello specifico di regolazione della gamma necessario per fare apparire correttamente un file video dipende dal codec dato, dal sistema operativo (Mac OS e Windows assumono i valori di gamma predefiniti) e da tutte le regolazioni apportate alle impostazioni di gestione colore del sistema (ad esempio, Apple ColorSync in Mac OS).

Quando Quicktime Player visualizza un file di filmato, regola la gamma per fare in modo che l’immagine appaia correttamente. QuickTime Player basa il livello di regolazione della gamma sul codec in uso (se al file non è assegnato alcun valore di gamma specifico). Tuttavia, le regolazioni di gamma apportate da QuickTime Player non sono uniformi tra Mac OS e Windows, pertanto lo stesso file può apparire in modo diverso in QuickTime Player in Mac OS e Windows.

Nota: in Windows, il risultato può dipendere dal fatto che QuickTime Player sia impostato per eseguire la visualizzazione tramite DirectX o la Modalità protetta (GDI). Per ulteriori informazioni sulle impostazioni di QuickTime, consulta la documentazione relativa a QuickTime.

Per garantire l’uniformità tra le piattaforme, After Effects CS3 aggiunge un tag di metadati ai file di filmati QuickTime esportati che specifica quale regolazione di gamma utilizzare. Quando questo tag è presente, QuickTime Player utilizza tale valore invece di quello che normalmente utilizzerebbe per tale codec e la regolazione risultante è uniforme tra Mac OS e Windows.

Il valore che After Effects CS3 utilizza per questo tag è sempre 2.2. Questo valore è corretto per la maggior parte dei codec YUV come DV e v210. Tuttavia, per i codec RGB, 2.2 spesso non è il valore corretto. Ciò significa che i file che utilizzano i codec RGB (come Animazione o nessuno) sono sovracorretti e hanno un aspetto sbiadito o troppo chiaro.

L’aggiornamento After Effects CS3 8.0.2 modifica il comportamento in modo che After Effects legga e scriva solo il tag di gamma con specifici codec YUV. Nella maggior parte dei casi, l’aggiornamento risolverà i problemi di gamma discussi in questo documento. I codec con cui After Effects utilizzerà il tag di gamma sono definiti in un file, MediaCoreQTGammaRules.xml. Se usi un codec che non si trova nel file MediaCoreQTGammaRules.xml e desideri che After Effects legga e scriva il tag di gamma sui file che utilizzano questo codec, puoi modificare il file in modo che includa il tuo codec. Il file si trova nella directory seguente:

  • Mac OS: Users/<nome utente>/Library/Application Support/Adobe/Common
  • Windows XP: Documents and Settings\<nome utente>\Application Data\Adobe\Common
  • Windows Vista: Users\<nome utente>\AppData\Roaming\Adobe\Common

Se attivi l’opzione Come regolazioni gamma QuickTime di precedenti versioni di After Effects nelle impostazioni progetto di After Effects CS3, i file QuickTime non saranno associati a tag di metadati durante l’esecuzione del rendering. Tale opzione disattiva anche altri comportamenti di gestione di QuickTime che sono stati introdotti in After Effects CS3, come la possibilità di salvare i valori dei pixel troppo luminosi nei file QuickTime in un progetto a 32 bit/canale. Per informazioni dettagliate, leggi Informazioni sulla gamma e la risposta tonale nella guida di After Effects

Il modo in cui QuickTime Player visualizza un file di filmato può non essere rilevante per il flusso di lavoro. Altre applicazioni di editing video e grafica animata solitamente utilizzano i propri metodi per determinare il valore di gamma di un file o possono modificare il valore. Adobe Premiere Pro CS3, ad esempio, interpreta i file di QuickTime allo stesso modo di After Effects CS3; l’aspetto dei file QuickTime è uniforme tra le applicazioni. Altre applicazioni potrebbero richiedere la modifica delle preferenze o la selezione di un’opzione di interpretazione quando il file QuickTime viene importato. Per ulteriori informazioni consulta la documentazione della specifica applicazione.

A prescindere da quali applicazioni di editing video o grafica animata utilizzi, il modo migliore per garantire una risposta tonale (gamma) e risultati di colore uniformi consiste nell’utilizzare un flusso di lavoro con gestione del colore. Un flusso di lavoro con gestione del colore garantisce che i colori visibili sul monitor del computer siano uniformi tra applicazioni e tra il tuo output e diversi dispositivi. Per ulteriori informazioni sui vantaggi della gestione dei colori e su come configurare un flusso di lavoro con gestione del colore, consulta la guida Flusso di lavoro di gestione colore in Adobe After Effects CS3 in Adobe Design Center.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online