Visualizzazione del contenuto dell'aiuto per la versione :

Quando si crea una pagina, è necessario selezionare un modello da utilizzare come base per la creazione della nuova pagina. Il modello definisce la struttura della pagina risultante, eventuali contenuti iniziali e i componenti che possono essere utilizzati.

Con l’Editor modelli, la creazione e la manutenzione dei modelli non è più un compito riservato agli sviluppatori. È possibile coinvolgere anche un tipo di utente avanzato, ossia l’autore del modello. Agli sviluppatori spetta il compito di configurare l’ambiente, creare librerie client e creare i componenti da usare, ma una volta che queste basi sono state definite, l’autore del modello potrà creare e configurare un modello senza un progetto di sviluppo.

Tramite la Console dei modelli, gli autori dei modelli possono:

  • Creare un nuovo modello o copiarne uno esistente.
  • Gestire il ciclo di vita del modello.

Tramite l’Editor modelli, gli autori dei modelli possono:

  • Aggiungere componenti al modello e posizionarli su una griglia reattiva.
  • Preconfigurare i componenti.
  • Definire quali componenti possono essere modificati nelle pagine create con il modello.

Questo documento spiega come un autore di modelli può usare la console e l’editor per creare e gestire modelli modificabili.

Per informazioni dettagliate su come funzionano i modelli modificabili a livello tecnico, consulta il documento per sviluppatori Modelli di pagina - Modificabili.

Nota:

L’Editor modelli non supporta il targeting direttamente a livello di modello. È possibile impostare il targeting per le pagine basate su un modello modificabile, ma non per i modelli stessi.

Attenzione:

Le pagine e i modelli creati con la Console modelli non sono destinati all’uso con l’interfaccia classica, e tale uso non è supportato.

Prima di iniziare

Nota:

Un amministratore deve configurare una cartella di modelli nel browser delle configurazioni e applicare le autorizzazioni appropriate prima che un autore possa creare un modello in tale cartella.

Prima di iniziare, è importante considerare i seguenti aspetti:

  • La creazione di un nuovo modello richiede collaborazione. Per questo motivo per ogni attività è indicato il relativo Ruolo.
  • A seconda di come è configurata l’istanza, può essere utile sapere che AEM ora fornisce due tipi di modelli di base. Questo non influisce sul modo in cui si utilizza effettivamente un modello per creare una pagina, ma influisce sul tipo di modello che è possibile creare e sul modo in cui una pagina si relaziona al suo modello.

Ruoli

La creazione di un nuovo modello utilizzando la Console modelli e l’Editor modelli richiede la collaborazione tra i seguenti ruoli:

  • Amministratore:
    • Crea una nuova cartella per i modelli che richiede i diritti di amministratore.
    • Tali compiti possono spesso essere svolti anche da uno sviluppatore
  • Sviluppatore:
    • Si concentra sui dettagli tecnici o interni
    • Deve avere esperienza con l’ambiente di sviluppo.
    • Fornisce all’autore del modello le informazioni necessarie.
  • Autore del modello:
    • Questo è un autore specifico che è membro del gruppo degli autori di modelli
      • In questo modo vengono assegnati i privilegi e le autorizzazioni necessarie.
    • Può configurare l’uso di componenti e altri dettagli di alto livello che richiedono:
      • Alcune conoscenze tecniche
        • Ad esempio, l’uso di schemi ricorrenti quando si definiscono i percorsi.
      • Informazioni tecniche fornite dallo sviluppatore.

A causa della natura di alcune attività, come la creazione di una cartella, è necessario un ambiente di sviluppo, e questo richiede conoscenza ed esperienza.

I compiti descritti nel presente documento sono elencati con il ruolo di responsabilità per il loro svolgimento.

Modelli modificabili e statici

AEM offre ora due tipi di modelli di base:

  • Modelli modificabili

    • Possono essere creati e modificati dagli autori di modelli usando la console e l’editor Modelli. La console Modelli è accessibile nella sezione Generale della console Strumenti.
    • Dopo la creazione della nuova pagina, viene mantenuta una connessione dinamica tra la pagina e il modello. Le modifiche alla struttura del modello e/o al contenuto bloccato verranno quindi applicate a tutte le pagine create con questo modello. Le modifiche apportate al contenuto sbloccato (cioè iniziale) non verranno applicate.
    • I criteri per i contenuti, che è possibile definire dall’Editor modelli, permettono di applicare proprietà di progettazione persistenti. La modalità di progettazione nell’editor di pagine non viene più utilizzata per i modelli modificabili.
  • Modelli statici

    • I modelli statici sono disponibili da diverse versioni di AEM.
    • Sono forniti dagli sviluppatori, e non possono essere creati o modificati dagli autori.
    • Vengono copiati per creare una nuova pagina, ma non esiste alcuna connessione dinamica (il nome del modello viene registrato solo a titolo informativo).
    • La modalità Progettazione di applicare proprietà di progettazione persistenti.
    • Poiché la modifica di modelli statici è compito esclusivo di uno sviluppatore, per ulteriori informazioni consulta il documento per sviluppatori Modelli di pagina - Statici.

Per definizione, la console e l’editor dei modelli consentono di creare e modificare solo i modelli modificabili. Pertanto questo documento si concentra esclusivamente sui modelli modificabili.

Utilizzo di un modello per creare una pagina

Quando si utilizza un modello per creare una nuova pagina, non vi è alcuna differenza visibile e nessuna indicazione tra modelli statici e modificabili. Per l’autore della pagina, il processo è trasparente.

Creazione e gestione di modelli

Durante la creazione di un nuovo modello modificabile:

Nota:

I Modelli consentiti sono spesso predefiniti al momento della configurazione iniziale del sito Web.

Attenzione:

Non inserire mai informazioni che devono essere internazionalizzate in un modello.

Creazione di una cartella di modelli - Amministratore

È necessario creare una cartella di modelli per il progetto, che conterrà i modelli specifici per il progetto. Si tratta di un’operazione amministrativa descritta nel documento Modelli di pagina - Modificabili.

Creazione di un nuovo modello - Autore del modello

  1. Apri la Console modelli (da Strumenti -> Generale) e passa alla cartella desiderata.

    Nota:

    In un’istanza AEM standard la cartella globale esiste già nella console dei modelli. Questa contiene i modelli predefiniti e funge da fallback se nella cartella corrente non sono presenti criteri e/o tipi di modello.

    Si consiglia di utilizzare una cartella di modelli creata per il progetto.

  2. Seleziona Crea, seguito da Crea modello per aprire la procedura guidata.

  3. Scegli un Tipo di modello, quindi seleziona Avanti.

    Nota:

    I tipi di modello sono layout predefiniti e possono essere pensati come modelli per un modello. Questi sono predefiniti dagli sviluppatori o dall’amministratore di sistema. Per ulteriori informazioni consulta il documento per sviluppatori Modelli di pagina - Modificabili.

  4. Completa i Dettagli modello:

    • Nome modello
    • Descrizione

     

  5. Seleziona Crea. Viene visualizzata una conferma; seleziona Apri per iniziare a modificare il modello o Fine per tornare alla console dei modelli.

    Nota:

    Quando viene creato un nuovo modello, questo viene contrassegnato come Bozza nella console, a indicare che non è ancora disponibile per l’uso da parte degli autori di pagine.

Definizione delle proprietà del modello - Autore del modello

Un modello può avere le seguenti proprietà:

  • Immagine
    • Immagine da utilizzare come miniatura del modello per facilitarne la selezione, ad esempio nella procedura guidata Crea pagina.
      • Può essere caricata
      • Può essere generata in base al contenuto del modello
  • Titolo
    • Titolo utilizzato per identificare il modello, ad esempio nella procedura guidata Crea pagina.
  • Descrizione
    • Una descrizione opzionale per fornire informazioni sul modello e sul suo utilizzo, che possono essere visualizzate, ad esempio, nella procedura guidata Crea pagina.

Per visualizzare e/o modificare le proprietà:

  1. Nella console Modelli, seleziona il modello.

  2. Seleziona Visualizza proprietà dalla barra degli strumenti o le opzioni rapide per aprire la finestra di dialogo.

  3. Ora è possibile visualizzare o modificare le proprietà del modello.

Nota:

Lo stato di un modello (bozza, attivato o disattivato) è indicato nella console.

Immagine della miniatura del modello

Per definire la miniatura del modello:

  1. Modifica le proprietà del modello.

  2. Scegli se caricare una miniatura o generarla dal contenuto del modello.

    • Per caricare una miniatura, tocca o fai clic su Carica immagine.
    • Per generare una miniatura, tocca o fai clic su Genera anteprima.
  3. Per entrambi i metodi verrà visualizzata un’anteprima della miniatura.

    Se non è soddisfacente, tocca o fai clic su Cancella per caricare un’altra immagine o rigenerare l’anteprima.

  4. Una volta ottenuta la miniatura desiderata, tocca o fai clic su Salva e chiudi.

Abilitazione e autorizzazione di un modello - Autore del modello

Per poter utilizzare un modello quando si crea una pagina, è necessario svolgere le seguenti operazioni:

  • Attiva i modelli per renderli disponibili per l’uso durante la creazione di pagine.
  • Consenti ai modelli di specificare i rami di contenuto in cui è possibile utilizzare il modello.

Abilitazione di un modello - Autore del modello

Un modello può essere attivato o disattivato per renderlo disponibile o non disponibile nella procedura guidata Crea pagina.

Attenzione:

Una volta abilitato un modello, verrà visualizzato un avviso quando un autore inizia ad aggiornarlo ulteriormente. In tal modo l’utente viene informato di un potenziale riferimento al modello, e che eventuali modifiche potrebbero quindi influenzare le pagine che vi fanno riferimento.

  1. Nella console Modelli, seleziona il modello.

  2. Seleziona Abilita o Disabilita nella barra degli strumenti e di nuovo nella finestra di dialogo di conferma.

  3. È ora possibile utilizzare il modello quando si crea una nuova pagina, anche se probabilmente si vorrà modificare il modello in base a specifiche esigenze.

Nota:

Lo stato di un modello (bozza, attivato o disattivato) è indicato nella console.

Consentire un modello - Autore

Un modello può essere reso disponibile o non disponibile per alcuni rami di pagina.

  1. Apri le Proprietà pagina per la pagina principale del ramo in cui desideri rendere disponibile il modello.

  2. Apri la scheda Avanzate.

  3. In Impostazioni modello utilizza Aggiungi campo per specificare il percorso del modello.

    Il percorso può essere esplicito o utilizzare schemi ricorrenti. Esempio:

    /conf/<your-folder>/settings/wcm/templates/.*

    L’ordine dei percorsi è irrilevante; tutti i percorsi vengono scansionati e gli eventuali modelli recuperati.

    Nota:

    Se l’elenco dei Modelli consentiti viene lasciato vuoto, l’albero viene asceso fino a quando non viene trovato un valore o un elenco.

    Consulta Disponibilità dei modelli: i principi per i modelli consentiti rimangono gli stessi.

  4. Fai clic su Salva per salvare le modifiche alle proprietà della pagina.

Nota:

Spesso i modelli consentiti sono predefiniti per l’intero sito quando è configurato.

Pubblicazione di un modello - Autore del modello

Poiché al modello viene fatto riferimento quando viene eseguito il rendering di una pagina, il modello completamente configurato deve essere pubblicato in modo che sia disponibile nell’ambiente di pubblicazione.

  1. Nella console Modelli, seleziona il modello.

  2. Seleziona Pubblica nella barra degli strumenti per aprire la procedura guidata.

  3. Seleziona Criteri per contenuto da pubblicare in tandem.

  4. Seleziona Pubblica nella barra degli strumenti per completare l’azione.

Modifica dei modelli - Autori dei modelli

Quando si crea o si modifica un modello, è possibile definire vari aspetti. La modifica dei modelli è simile alla creazione delle pagine.

È possibile modificare i seguenti aspetti di un modello:

  • Struttura

    I componenti aggiunti qui non possono essere spostati o rimossi dalle pagine risultanti, dagli autori delle pagine. Se si desidera permettere agli autori delle pagine di aggiungere e rimuovere componenti alle pagine risultanti, è necessario aggiungere un sistema di paragrafi al modello.

    Quando i componenti sono bloccati, è possibile aggiungere contenuti e questi ultimi possono essere modificati dagli autori delle pagine. È possibile sbloccare i componenti per consentire la definizione del Contenuto iniziale.

    Nota:

    In modalità Struttura, tutti i componenti che sono l’elemento padre di un componente sbloccato non possono essere spostati, tagliati o cancellati.

  • Contenuto iniziale

    Quando un componente è stato sbloccato, è possibile definire il contenuto iniziale che verrà copiato nelle pagine risultanti, create dal modello. I componenti sbloccati possono essere modificati nella pagina o nelle pagine risultanti.

    Nota:

    Nella modalità Contenuto iniziale e nelle pagine risultanti, tutti i componenti sbloccati che hanno un elemento padre accessibile (ad esempio i componenti all’interno di un contenitore di layout) possono essere eliminati.

  • Layout

    Qui è possibile predefinire il layout del modello per i formati di dispositivo richiesti. La modalità Layout per la creazione dei modelli ha le stesse funzionalità della modalità Layout per la creazione delle pagine.

  • Criteri di pagina

    Sotto Criteri di pagina è possibile collegare alla pagina i criteri di pagina predefiniti. I criteri di pagina definiscono le varie configurazioni di progettazione.

  • Il sistema di stili consente all’autore del modello di definire le classi di stile nel criterio del contenuto di un componente, in modo che un autore di contenuto possa sceglierli quando modifica un componente in una pagina. Gli stili possono essere varianti visive alternative di un componente, per renderlo più flessibile.

    Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sul sistema di stili.

Il selettore Modalità nella barra degli strumenti consente di selezionare e modificare l’aspetto appropriato del modello:

chlimage_1

L’opzione Criterio pagina nel menu Informazioni pagina consente invece di selezionare i criteri di pagina richiesti:

screen_shot_2018-03-23at120604

Attenzione:

Se un autore inizia a modificare un modello che è già stato abilitato, verrà visualizzato un avviso. In tal modo l’utente viene informato di un potenziale riferimento al modello, e che eventuali modifiche potrebbero quindi influenzare le pagine che vi fanno riferimento.

Modifica di un modello - Struttura - Autore del modello

In modalità Struttura si definiscono i componenti e i contenuti per il modello, nonché i criteri per il modello e i suoi componenti.

  • I componenti definiti nella struttura del modello non possono essere spostati su una pagina risultante, né eliminati da alcuna pagina risultante.
  • Se desideri che gli autori delle pagine siano in grado di aggiungere e rimuovere componenti, aggiungi un sistema di paragrafi al modello.
  • I componenti possono essere sbloccati e bloccati di nuovo per consentire di definire il contenuto iniziale.
  • Vengono definiti i criteri di design per i componenti e la pagina.
screen_shot_2018-03-23at120819

In modalità Struttura dell’Editor modelli:

  • Aggiungi componenti

    Ci sono diversi meccanismi per aggiungere componenti ai modelli:

    • Dal browser Componenti nel pannello laterale.
    • Utilizzando l’opzione Inserisci componente (icona +) nella barra degli strumenti dei componenti già presenti nel modello, oppure il riquadro Trascina qui i componenti.
    • Trascinando una risorsa (dal browser Risorse nel pannello laterale) direttamente sul modello per generare il componente appropriato in situ.

    Una volta aggiunto, ogni componente è contrassegnato con:

    • Un bordo
    • Un marcatore che indica il tipo di componente
    • Un marcatore che indica se il componente è stato sbloccato

    Nota:

    Quando si aggiunge al modello un componente Titolo pronto per l’uso, questo conterrà la struttura di testo predefinita.

    Se si modifica questa impostazione e si aggiunge un proprio testo, questo testo aggiornato verrà utilizzato quando si crea una pagina dal modello.

    Se si lascia il testo (struttura) predefinito, il titolo predefinito corrisponde al nome della pagina risultante.

    Nota:

    Sebbene non sia identica, l’aggiunta di componenti e risorse a un modello ha molte somiglianze con azioni simili durante la creazione di pagine.

  • Azioni dei componenti

    Una volta aggiunte al modello, esegui le azioni sui componenti. Ogni singola istanza ha una barra degli strumenti che permette di accedere alle azioni disponibili e che dipende dal tipo di componente.

    screen_shot_2018-03-23at120909

    Può anche dipendere dalle azioni intraprese, ad esempio se un criterio è stato associato al componente, in tal caso l’icona di configurazione del progetto diventa disponibile.

  • Modifica e Configura

    Con queste due azioni è possibile aggiungere contenuti ai componenti.

  • Bordo per indicare la Struttura

    Quando si lavora in modalità Struttura, un bordo arancione indica il componente attualmente selezionato. Una linea tratteggiata indica il componente padre.

    Ad esempio, nella schermata qui sotto, il componente Testo è selezionato all’interno di un Contenitore di layout (responsivegrid).

    chlimage_1
  • Criteri e proprietà (Generali)

    I criteri relativi ai contenuti (o alle progettazioni) definiscono le proprietà di progettazione (o design) di un componente. Ad esempio, i componenti disponibili o le dimensioni minime e massime. Questi sono applicabili al modello (e alle pagine create con tale modello).

    Crea un criterio per i contenuti o selezionane uno esistente per un componente. In questo modo è possibile definire i dettagli del progetto.

    chlimage_1
    chlimage_1

    La finestra di configurazione è divisa in due parti.

    • Nella parte sinistra, in Criteri, è possibile selezionare un criterio esistente.
    • Nella parte destra, in Proprietà è possibile impostare le proprietà specifiche del tipo di componente.

    Le proprietà disponibili dipendono dal componente selezionato. Ad esempio, per un componente di testo, le proprietà definiscono, tra le altre opzioni, quelle di copia e incolla, formattazione e stile del paragrafo.

    Criterio

    I criteri relativi ai contenuti (o alle progettazioni) definiscono le proprietà di progettazione (o design) di un componente. Ad esempio, i componenti disponibili o le dimensioni minime e massime. Questi sono applicabili al modello (e alle pagine create con tale modello).

    In Criterio puoi selezionare un criterio esistente da applicare al componente tramite il menu a discesa.

    chlimage_1

    Puoi aggiungere un nuovo criterio selezionando il pulsante di aggiunta accanto alla casella di riepilogo Seleziona criterio. Quindi devi assegnare un nuovo titolo nel campo Titolo criterio.

    chlimage_1

    Il criterio esistente selezionato nel menu a discesa Seleziona criterio può essere copiato come nuovo criterio utilizzando il pulsante Copia, accanto al menu a discesa. Quindi devi assegnare un nuovo titolo nel campo Titolo criterio. Per impostazione predefinita, il criterio copiato si chiama Copia di X, dove X è il titolo del criterio da cui è stato copiato.

    chlimage_1

    La descrizione del criterio nel campo Descrizione criterio è facoltativa.

    Nella sezione Altri modelli che utilizzano il criterio selezionato, è possibile vedere facilmente quali altri modelli utilizzano i criteri selezionati nell’elenco a discesa Seleziona criterio.

    chlimage_1

    Nota:

    Se vengono aggiunti come contenuto iniziale più componenti dello stesso tipo, lo stesso criterio si applica a tutti i componenti. Questo riflette la stessa restrizione nella Modalità Progettazione per i modelli statici.

    Proprietà

    In Proprietà puoi definire le impostazioni del componente. Sono disponibili due schede:

    • Principale
    • Funzioni

    Principale

    Nella scheda Principale sono definite le impostazioni più importanti del componente.

    Ad esempio, per un componente immagine è possibile definire le larghezze consentite e abilitare il caricamento lento.

    Se per un’impostazione sono consentite più configurazioni, tocca o fai clic sul pulsante Aggiungi per aggiungerne un’altra.

    chlimage_1

    Per rimuovere una configurazione, tocca o fai clic sul pulsante Elimina situato a destra della configurazione.

    Per rimuovere una configurazione, tocca o fai clic sul pulsante Elimina.

    chlimage_1

    Funzioni

    La scheda Funzioni consente di attivare o disattivare funzioni aggiuntive del componente.

    Ad esempio, per un componente immagine è possibile definire le proporzioni di ritaglio, gli orientamenti consentiti e se il caricamento è ammesso.

    chlimage_1

    Attenzione:

    In AEM i rapporti di ritaglio sono definiti come altezza/larghezza. Questo differisce dalla definizione tradizionale di larghezza/altezza, per ragioni di compatibilità con versioni precedenti. Gli utenti che creano le pagine non noteranno alcuna differenza, purché sia stato definito chiaramente il Nome, che verrà visualizzato nell’interfaccia utente.

  • Criteri e proprietà (contenitore di layout)

    Le impostazioni di criteri e proprietà di un contenitore di layout sono simili a quelle di uso generale, ma con alcune differenze.

    Nota:

    La configurazione di un criterio è obbligatoria per i componenti contenitore, in quanto consente di definire i componenti che saranno disponibili nel contenitore.

    La finestra di configurazione è divisa in due, come la finestra per uso generale.

    Criterio

    I criteri relativi ai contenuti (o alle progettazioni) definiscono le proprietà di progettazione (o design) di un componente. Ad esempio, i componenti disponibili o le dimensioni minime e massime. Questi sono applicabili al modello (e alle pagine create con tale modello).

    In Criterio puoi selezionare un criterio esistente da applicare al componente tramite il menu a discesa. Questo funziona come nell’uso generale della finestra.

    Proprietà

    In Proprietà è possibile scegliere quali componenti sono disponibili per il contenitore layout e definirne le impostazioni. Sono disponibili tre schede:

    • Componenti consentiti
    • Componenti standard
    • Impostazioni reattive

    Componenti consentiti

    Nella scheda Componenti consentiti, definisci quali componenti sono disponibili per il contenitore layout.

    • I componenti sono raggruppati in base ai gruppi di componenti, che possono essere espansi e ridotti.
    • Per selezionare tutti i componenti di un gruppo, attiva la casella del nome del gruppo; per deselezionare tutti i componenti di un gruppo, disattiva questa casella.
    • Se la casella contiene un meno (-) significa che è selezionato almeno un elemento del gruppo, ma non tutti.
    • È disponibile un sistema di ricerca per filtrare i componenti in base al nome.
    • Il numero a destra del nome di un gruppo di componenti indica quanti sono i componenti selezionati in tale gruppo, a prescindere dal filtro.
    chlimage_1

    Componenti standard

    Nella scheda Componenti standard, definisci quali componenti vengono associati automaticamente a determinati tipi di file multimediali in modo che, quando un autore trascina una risorsa dal browser delle risorse, AEM sappia a quale componente associarla. Per questa configurazione sono disponibili solo componenti con zone di rilascio.

    Tocca o fai clic su Aggiungi mappatura per aggiungere un componente completamente nuovo e la mappatura del tipo MIME.

    Seleziona un componente nell’elenco e o fai clic su Aggiungi tipo per aggiungere un ulteriore tipo MIME a un componente già mappato. Fai clic sull’icona Elimina per rimuovere un tipo di MIME.

     

    chlimage_1

    Impostazioni reattive

    Nella scheda Impostazioni reattive è possibile configurare il numero di colonne nella griglia risultante del contenitore layout.

  • Sblocca/Blocca componenti

    Sblocca o blocca i componenti per definire se il contenuto è disponibile per la modifica in modalità Contenuto iniziale.

    Quando un componente è stato sbloccato:

    • Sul bordo è visualizzato un indicatore di lucchetto aperto.
    • La barra degli strumenti dei componenti verrà regolata di conseguenza.
    • I contenuti già inseriti non verranno più visualizzati in modalità Struttura.
      • Il contenuto già inserito è considerato contenuto iniziale ed è visibile solo nella modalità Contenuto iniziale.
    • L’elemento padre di un componente sbloccato non può essere spostato, tagliato o cancellato.
    chlimage_1

    Questo include lo sblocco dei componenti del contenitore in modo che possano essere aggiunti altri componenti, sia in modalità Contenuto iniziale che nelle pagine risultanti. Se sono già stati aggiunti componenti o contenuti al contenitore prima di sbloccarlo, questi non verranno più visualizzati in modalità Struttura, ma in modalità Contenuto iniziale. In Modalità struttura, verrà mostrato solo il componente del contenitore stesso con il suo elenco di Componenti consentiti.

    chlimage_1

    Per risparmiare spazio, il contenitore layout non cresce per accogliere l’elenco dei componenti consentiti. Piuttosto il contenitore diventa un elenco scorrevole.

    I componenti configurabili vengono visualizzati con un’icona Criteri, che può essere toccata o cliccata per modificare i criteri e le proprietà di tale componente.

    chlimage_1
  • Relazione con le pagine esistenti

    Se la struttura viene aggiornata dopo la creazione di pagine basate sul modello, a tali pagine verranno applicate le modifiche apportate al modello. Questo fatto è segnalato da un avviso nella barra degli strumenti e da finestre di dialogo di conferma.

    chlimage_1

Modifica di un modello - Contenuto iniziale - Autore

La modalità Contenuto iniziale viene utilizzata per definire il contenuto che verrà visualizzato quando una pagina viene creata per la prima volta in base al modello. Il contenuto iniziale può quindi essere modificato dagli autori delle pagine.

Sebbene tutto il contenuto creato in modalità Struttura sia visibile nel Contenuto iniziale, solo i componenti sbloccati possono essere selezionati e modificati.

Nota:

La modalità Contenuto iniziale è in pratica una modalità di modifica per le pagine create con quel modello. Pertanto, i criteri non vengono definiti in modalità Contenuto iniziale, ma in modalità Struttura.

  • I componenti sbloccati disponibili per la modifica sono contrassegnati. Quando sono selezionati, hanno un bordo blu:

    chlimage_1
  • I componenti sbloccati dispongono di una barra degli strumenti che consente di modificare e configurare il contenuto:

    chlimage_1
  • Se un componente del contenitore è stato sbloccato (in modalità Struttura), è possibile aggiungervi nuovi componenti (in modalità Contenuto iniziale). I componenti aggiunti in modalità Contenuto iniziale possono essere spostati o eliminati dalle pagine risultanti.

    È possibile aggiungere un componente utilizzando l’area Trascina qui i componenti o l’opzione Inserisci nuovo componente dalla barra degli strumenti del contenitore appropriato.

    chlimage_1
    chlimage_1
  • Se il contenuto iniziale del modello viene aggiornato dopo la creazione delle pagine basate sul modello, tali pagine non saranno influenzate dalle modifiche apportate al contenuto iniziale del modello.

Modifica di un modello - Layout - Autore del modello

È possibile definire il layout del modello per una serie di dispositivi. Il Layout reattivo per i modelli funziona come per la creazione delle pagine.

Nota:

Le modifiche al layout verranno applicate in modalità Contenuto iniziale, ma non in modalità Struttura.

chlimage_1

Modifica di un modello - Progettazione pagina - Autore/sviluppatore del modello

La progettazione (o il design) della pagina, incluse le librerie lato client necessarie e i criteri di pagina, viene gestita tramite l’opzione Progettazione pagina del menu Informazioni pagina.

Per accedere alla finestra di dialogo Progettazione pagina:

  1. Dall’Editor modelli, seleziona Informazioni pagina dalla barra degli strumenti, quindi Progettazione pagina per aprire la finestra di dialogo.

  2. Si apre la finestra di dialogo Progettazione pagina, divisa in due sezioni:

    chlimage_1

Criteri pagina

È possibile applicare un criterio per i contenuti al modello o alle pagine risultanti. In tal modo si definiscono i criteri dei contenuti per il sistema di paragrafi principale della pagina.

chlimage_1
  • Puoi selezionare un criterio esistente per la pagina dal menu a discesa Seleziona criterio.

    chlimage_1

    Puoi aggiungere un nuovo criterio selezionando il pulsante di aggiunta accanto alla casella di riepilogo Seleziona criterio. Quindi devi assegnare un nuovo titolo nel campo Titolo criterio.

    chlimage_1

    Il criterio esistente selezionato nel menu a discesa Seleziona criterio può essere copiato come nuovo criterio utilizzando il pulsante Copia, accanto al menu a discesa. Quindi devi assegnare un nuovo titolo nel campo Titolo criterio. Per impostazione predefinita, il criterio copiato si chiama Copia di X, dove X è il titolo del criterio da cui è stato copiato.

    chlimage_1
  • Aggiungi un titolo al criterio nel campo Titolo criterio. Un criterio deve avere un titolo che permetta di riconoscerlo facilmente nel menu a discesa Seleziona criterio.

    chlimage_1
  • La descrizione del criterio nel campo Descrizione criterio è facoltativa.

  • Nella sezione Altri modelli che utilizzano il criterio selezionato, è possibile vedere facilmente quali altri modelli utilizzano i criteri selezionati nell’elenco a discesa Seleziona criterio.

    chlimage_1

Proprietà pagina

Con le proprietà della pagina è possibile definire le librerie lato client richieste mediante la finestra di dialogo Progettazione pagina. Le librerie lato client includono fogli di stile e Javascript da caricare con il modello e le pagine create con tale modello.

chlimage_1
  • Specifica le librerie lato client da applicare alle pagine create con questo modello. Immetti il nome di una libreria nel campo di testo nella sezione Librerie lato client.

    chlimage_1
  • Se sono necessarie più librerie, fai clic sul pulsante Aggiungi per aggiungere un ulteriore campo di testo al nome della libreria.

    chlimage_1

    Aggiungi tutti i campi di testo necessari per le librerie lato client.

    chlimage_1
  • Se necessario, definisci la posizione relativa delle librerie trascinando i campi con la maniglia di trascinamento.

    chlimage_1

Nota:

L’autore del modello può specificare il criterio della pagina sul modello, ma dovrà ottenere i dettagli delle librerie appropriate lato client dallo sviluppatore.

Modifica di un modello - Proprietà pagina iniziale - Autore

L’opzione Proprietà pagina iniziale consente di definire le proprietà della pagina iniziale da utilizzare per la creazione delle pagine risultanti.

  1. Dall’editor dei modelli, seleziona Informazioni pagina dalla barra degli strumenti, quindi Proprietà pagina iniziale per aprire la finestra di dialogo.

  2. Nella finestra di dialogo è possibile definire le proprietà che si desidera applicare alle pagine create con questo modello.  

    chlimage_1
  3. Conferma le definizioni con Fine.

Best practice

Quando si creano modelli, è necessario considerare i seguenti aspetti:

  1. L’impatto delle modifiche apportate al modello, una volta che sono state create delle pagine da quel modello.

    Ecco un elenco delle diverse operazioni possibili sui modelli e di come influenzano le pagine create da essi:

    • Modifiche alla struttura:
      • Vengono immediatamente applicate alle pagine risultanti.
      • È comunque necessario pubblicare il modello modificato affinché i visitatori possano vedere le modifiche.
    • Modifiche ai criteri dei contenuti e alle configurazioni di progettazione:
      • Vengono applicate immediatamente alle pagine risultanti. 
      • È necessario pubblicare le modifiche affinché i visitatori possano vederle.
    • Modifiche al contenuto iniziale:
      • Vengono applicate solo alle pagine create dopo la modifica del modello.
    • Le modifiche al layout dipendono dal ruolo del componente modificato:
      • Solo struttura: vengono applicate immediatamente.
      • Con contenuto iniziale: vengono applicate immediatamente solo alle pagine create dopo la modifica

    Si consiglia di prestare particolare attenzione nei seguenti casi:

    • Blocco o sblocco di componenti su modelli abilitati.
    • Questo può avere effetti collaterali, in quanto le pagine esistenti possono già essere in uso. In genere:
      • I componenti sbloccati (precedentemente bloccati) saranno assenti dalle pagine esistenti.
      • I componenti bloccati (che erano modificabili) nascondono il contenuto dalla visualizzazione sulle pagine.

    Nota:

    AEM fornisce avvisi espliciti quando si modifica lo stato di blocco di componenti su modelli che non sono più bozze.

  2. Creazione di cartelle personalizzate per i modelli specifici del sito.

  3. Pubblica i modelli dalla console Modelli.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online