Impostazione manuale del cluster

Domanda / Problema

Al fine di soddisfare i requisiti di fail-over e/o prestazioni, si raccomanda di configurare un ambiente cluster composto da 2 o più istanze di cluster CRX individuali. Questo articolo tratta di come configurare manualmente un cluster di 2 istanze CRX.

Risposta/Risoluzione

I nodi cluster comunicano tra loro su diversi livelli: via TCP/IP e il filesystem tramite una cartella condivisa. Quest'ultimo deve essere accessibile in lettura e scrittura per tutte le istanze che partecipano ad un cluster. Solo l'istanza master scriverà in questa cartella. Se l'istanza master va in crash o si ferma, un'altra istanza diventa automaticamente la nuova master.

Ci sono diversi modi per installare un cluster. Uno è quello di cambiare il file repository-template.xml e installare ogni istanza normalmente, un altro è quello di creare un'istanza 'template' e copiarla in ogni nodo cluster aggiuntivo.

Installazione utilizzando un repository-template.xml personalizzato

Solo CRX 2.x.

  • Prima di installare la prima istanza, estrai il file crx-explorer_crx.war.
  • Modifica il file repository-template.xml: imposta il percorso condiviso.
  • Metti nuovamente il file crx-explorer_crx.war nel pacchetto.

Per ogni istanza, installa questo file personalizzato crx-explorer_crx.war. Tutti i nodi del cluster puntano allo stesso percorso condiviso.

Per includere la directory condivisa nel backup online, crea un symlink al percorso condiviso in ogni nodo del cluster. Questo può essere fatto mentre CRX è in esecuzione. Il symlink viene utilizzato solo durante il backup online; il symlink non viene utilizzato durante il normale funzionamento. Per questo non è necessario modificare la configurazione. Per creare un symlink:

  • Passa a crx-quickstart/repository
  • Crea un symlink di nome condiviso che punta alla cartella condivisa: ln -s <path_to_network_share> shared

Questo è necessario solo sui nodi del cluster in cui si desidera utilizzare lo strumento di backup online. Il nome del symlink raccomandato è condiviso, tuttavia può essere usato un nome diverso. Il symlink deve trovarsi all'interno della cartella crx-quickstart per lo strumento di backup online.

Installazione usando l'istanza del modello

Installare la prima istanza

Iniziare con l'installazione della prima istanza. Poiché è necessaria una cartella condivisa (ad esempio NFS o CIFS), si raccomanda di utilizzare symlink sul filesystem per rendere disponibile in modo trasparente questa condivisione di rete.

Per impostare la condivisione di rete prima dell'installazione, procedi come segue:

  • Togliere dal pacchetto il file jar CRX quickstart per generare la struttura di cartelle iniziale: java -jar *.jar -unpack
  • Passa a crx-quickstart/repository
  • Crea un symlink di nome condiviso che punta alla condivisione di rete dove dovrebbe essere memorizzata la cartella condivisa: ln -s <path_to_network_share> shared
  • Avvia CRX/CQ: java -Xmx256m -jar *.jar

Durante l'installazione, CRX utilizzerà in modo trasparente la condivisione di rete tramite il symlink condiviso per installare i file e le cartelle condivise. Una volta completata l'installazione, verificare che la condivisione di rete sia stata effettivamente utilizzata e che CRX funzioni correttamente. Quindi ferma l'istanza e procedi alla fase successiva.

Installa un nodo cluster aggiuntivo

  • Copia lo stesso file jar CRX quickstart dall'alto, incluso un file license.properties valido su una seconda macchina, ad esempio /opt/day/crx
  • Copia l'intera cartella crx-quickstart dalla prima istanza alla seconda macchina, sotto /opt/day/crx
  • Sulla seconda macchina, passa a /opt/day/crx/crx-quickstart/repository
  • Elimina il file cluster_node.id che verrà ricreato automaticamente all'avvio (l'ID del cluster deve essere unico)
  • Assicurati che il symlink condiviso punti verso la stessa condivisione di rete della prima istanza
  • Avvia entrambe le istanze una dopo l'altra

A questo punto, un cluster CRX a 2 nodi è in funzione. I contenuti creati/modificati in entrambe le istanze sono visibili dall'altra.

Versioni interessate

CRX 1.4.1, 1.4.2, 2.0

Logo Adobe

Accedi al tuo account