Codifica/trascodifica

La codifica di un file consiste nel passaggio da un formato senza perdita, raw, non compresso (per esempio, WAV) ad un formato di bitstream con codice con perdita (per esempio, MP4).

La transcodifica di un file consiste nel passaggio da un formato con perdita a un altro (per esempio, dal formato FLV al formato mP4). Può anche essere lo stesso formato, ma con risoluzione, bit rate, ecc. diversi.

I file video master creati con apparecchiature di produzione video e software di montaggio video sono spesso troppo grandi e non nel formato corretto per la consegna a destinazioni online.

Per convertire i video digitali nel formato e nelle specifiche adeguati per la riproduzione su schermi diversi, i file video vengono codificati o transcodificati.

Durante il processo di codifica o transcodifica, il video viene compresso in un file di dimensioni più piccole ed efficienti, ottimale per la consegna su web e ai dispositivi mobili.

Formati di file video

Simile a un file ZIP, un formato di file video determina come i file sono contenuti nel file video. È un file contenitore.

Un file video di solito contiene più tracce - una traccia video (senza audio) e una o più tracce audio (senza video) - che sono correlate e sincronizzate.

Il formato del file video determina l’organizzazione di queste diverse tracce di dati e metadati.

Alcuni esempi di formati di file video includono MPEG, mpg, mov, mxf, wmv e avi.

Codec video (codifica/decodifica)

Il formato del file da solo non è sufficiente a determinare come il video viene inviato o codificato.

Un codec video descrive l’algoritmo di codifica di un video.

Un lettore video decodifica il video in base al suo codec e quindi visualizza sullo schermo una serie di immagini o fotogrammi.

I codec riducono al minimo la quantità di informazioni che i file video richiedono per la riproduzione video.

Piuttosto che informazioni su ogni singolo fotogramma, vengono memorizzate solo le informazioni sulle differenze tra un fotogramma e il successivo.

Poiché la maggior parte dei video cambia poco da un fotogramma all’altro, i codec consentono elevati tassi di compressione, con conseguente riduzione delle dimensioni dei file.

I codec comuni includono H.264 (aka MPEG-4/AVC, lo standard), On2 VP6 (acquisito da Google - non eccellente), Sorenson Media Spark H.263

La compressione H.264 è solitamente 4 - 1.

Risoluzione

L’altezza e la larghezza del video in pixel. La maggior parte dei video sorgente è memorizzata con una risoluzione più alta, come 1920 x 1080, ma questa viene ridotta a risoluzioni minori per lo streaming, di solito 640 x 480 o inferiori.

La risoluzione viene generalmente ridotta durante la fase di transcodifica.

Raddoppiando la risoluzione si ottiene un aumento delle dimensioni di 4 volte.

Lo streaming multi-bit rate basato sulla larghezza di banda degli utenti permette una risoluzione più alta e più bassa

Spesso viene considerata l’altezza, o dimensioni minori. 1080p, per esempio. Che significa 1920 x 1080.

Proporzioni

Rapporto tra larghezza e altezza del video. Due rapporti comuni sono 4:3 e 16:9.

  • 4:3 (1,33:1) - Utilizzato per quasi tutti i contenuti televisivi a definizione standard.
  • 16:9 (1,78:1) - Utilizzato per quasi tutti i contenuti televisivi ad alta definizione (HDTV) e per il grande schermo e i film.

La maggior parte dei clienti usa 4:3 (640x480)

Bitrate o data rate video

La quantità di dati codificati per comporre un singolo secondo di video in riproduzione (in kilobit al secondo)

Maggiore è il bitrate video, maggiore è la qualità del video.

Frequenza immagini

Fotogrammi al secondo o fps

Il numero di fotogrammi, o immagini fisse per ogni secondo di video

Tipicamente, la televisione nordamericana (NTSC) viene trasmessa in 29,97 fps.

La TV europea e asiatica (PAL) viene trasmessa in 25 fps e i film sono in 23,976 o 24 fps.

Streaming

Larghezza di banda illimitata - nessun rallentamento dovuto a visione eccessiva

Il contenuto è protetto (Scene non sfrutta questa caratteristica)

Supporta la ricerca in file di grandi dimensioni

Utilizza la RAM per fornire video

Buffer dinamico lato client

Supporto delle trasmissioni video in diretta

Migliore supporto mobile

Download progressivo

Più vecchio; pochi lo usano oggi

Utilizza una maggiore larghezza di banda su server e client

Nessuna protezione dei file

Ricerca in file di grandi dimensioni non supportata

Nessuna informazione approfondita relativa all’esperienza video

Affidabile su disco per fornire video

Gestione del buffer assente

Supporto per eventi in diretta assente

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online