7 febbraio 2013. Questo è l'aggiornamento di sicurezza di Flash Player 11.5 e AIR 3.5, originariamente rilasciati il 6 novembre 2012. Questa versione contiene miglioramenti della sicurezza e correzioni di bug.


Problemi risolti

  • Un exploit Windows ActiveX inganna gli utenti ad aprire un documento Microsoft Word consegnato come allegato e-mail con contenuto Flash dannoso dell'istantaneo (SWF) (3492336)
  • Arresto anomalo segnalato per Safari e Firefox (3493470)

Nuove funzioni

Non sono presenti nuove funzioni in questa versione.

Per un elenco completo delle funzioni di Flash Player e AIR, incluse le funzioni introdotte nelle versioni precedenti, consultate questo documento

Versioni rilasciate al pubblico

Prodotto Versione rilasciata al pubblico
 Flash Player Desktop (Windows®, Mac)  11.5.502.149

Problemi noti

N/D

Miglioramenti della sicurezza

Bollettino sulla sicurezza Prodotti interessati
 APSB13-04  Flash Player Desktop Windows® e Mac

Nuove funzioni: linee guida di utilizzo

Le seguenti funzioni sono state rilasciate il 6 novembre 2012 

Miglioramento dell'evento di attivazione

1) OpenURL
Una nuova stringa di motivo, InvokeEventReason.OPEN_URL, è stata aggiunta a InvokeEvent.reason solo per i dispositivi mobili. InvokeEvent.reason ora restituisce "openUrl" per indicare che l'evento InvokeEvent si è verificato perché l'applicazione è stata chiamata da un'altra applicazione o dal sistema. Il primo elemento dell'array di argomenti contiene ancora l'URL con il quale l'applicazione è stata chiamata. Se vengono passati ulteriori parametri all'applicazione dal sistema, questi devono essere passati allo sviluppatore actionscript nell'array InvokeEvent.arguments.

La proprietà arguments della classe InvokeEvent contiene l'array di opzioni con il quale l'applicazione è stata avviata. L'elenco di argomenti per iOS comprende:

InvokeEvent.arguments[0] = The URL which the application was invoked to handle.
InvokeEvent.arguments[1] = Bundle ID of the application which is invoking another application to open the URL (InvokeEvent.arguments[0]), or null if the system invoked the application.
InvokeEvent.arguments[2] = String representation of any property list object supplied by the source application to communicate information to the receiving application or null.

2) Notifiche push
Un utente può anche avviare un'applicazione (non eseguita in background) quando riceve una notifica push facendo clic sul pulsante di avvio o sul banner visualizzato in iOS. Per questi casi è stata aggiunta a InvokeEvent.reason una nuova stringa di motivo, InvokeEventReason.NOTIFICATION. La proprietà arguments della classe InvokeEvent contiene l'oggetto che specifica il payload di notifica ricevuto dopo l'avvio dell'applicazione. Questo comportamento è supportato solo in iOS. Poiché arguments è un array di stringhe, lo sviluppatore dell'applicazione si aspetta che sia inserito nel tipo Object.

InvokeEvent.arguments[0] = notification payload received


Compilazione di più librerie in un ANE

Questa funzione consente agli sviluppatori di riutilizzare le librerie statiche che hanno creato o ricevuto nel proprio ANE, senza dover copiare l'origine nell'ANE. Per l'uso di questa funzione è necessario utilizzare lo spazio dei nomi 3.5 del descrittore della piattaforma con un nuovo tag, packagedDependencies. Questa funzione può essere utilizzata sia nel dispositivo iOS che in iOS Simulator. Il collegamento delle librerie viene gestito dal runtime, al momento di compilare il file IPA. Lo sviluppatore deve utilizzare un file descrittore della piattaforma con spazio dei nomi 3.5 e includere il seguente tag come elemento secondario del tag <platform>:

<packagedDependencies>
                                <packagedDependency>foo.a</packagedDependency>
                                <packagedDependency>abc/x.framework</packagedDependency>
                                <packagedDependency>lib.o</packagedDependency>
</packagedDependencies>

Uno sviluppatore può specificare il nome o il percorso relativo di qualsiasi dipendenza compilata che desidera includere nell'ANE. Una dipendenza compilata deve essere una libreria statica con estensione .a, .framework o .o. La dipendenza compilata deve supportare l'architettura armv7 per il dispositivo e i386 per iOS Simulator. La dipendenza può essere utilizzata dal file di libreria principale (specificato nel tag <nativeLibrary> nel descrittore dell'estensione) semplicemente dichiarando le funzioni ecc. da packagedDependency nei file di intestazione oppure in qualsiasi posizione prima dell'uso. Al momento della compilazione con ANE, le dipendenze compilate specificate nel file platform.xml devono essere incluse in qualsiasi posizione successiva allo switch -platform iPhone-ARM e prima del successivo switch -platform nel caso di un dispositivo oppure dopo lo switch --platform iPhone-x86 e prima del successivo switch -platform nel caso di iOS Simulator. Ad esempio, per la specifica riportata sopra nel file platform.xml per un dispositivo iOS, il comando di compilazione sarebbe simile al seguente:

Nota: se la dipendenza packagedDependency non viene aggiunta nel file descrittore della piattaforma ma viene specificata nel comando di compilazione, viene compilata come normale risorsa e non trattata come dipendenza nel file IPA definitivo.

adt –package –target ane –swc abc.swc extension.xml -platform iPhone-ARM mainlib.a foo.a –platformoptions platformdevice.xml abc/x.framework lib.o library.swf other_resources_for_device –platform iPhone-x86 library.swf mainlibSimulator.a resources_for_simulator –platform default library.swf

Supporto di iPhone 5

Per poter creare un'applicazione a schermo intero per iPhone 5, è necessario compilare un'immagine 640x1136 (solo verticale) insieme all'applicazione. Se il nome dell'immagine è Default-568h@2x.png, deve essere compilata con l'applicazione come risorsa nella directory di livello superiore. Una riga di comando ADT per lo stesso scopo sarebbe simile alla seguente:

adt –package –target (ipa-app-store | ipa-ad-hoc | ipa-test | ipa-debug | ipa-test-interpreter | ipa-debug-interpreter) SIGNING_OPTIONS <output ipa> <application xml> <root swf> Default-568h@2x.png <other application resources>


Se utilizzate Flash Builder, includete il PNG nella cartella src; se invece utilizzate Flash Professional, includetelo in Impostazioni AIR for iOS>File inclusi.

Tuttavia, se desiderate dare un nome diverso al PNG, sostituite "Default" con il nome desiderato, ad es. myLaunchImage-568h@2x.png (notate che -568h@2x deve essere incluso per supportare un'applicazione a schermo intero nei dispositivi iPhone 5). In questo caso, dovrete anche modificare il file application.xml dell'applicazione per includere questa immagine di avvio:

<InfoAdditions>
         <![CDATA[
                 <key>UILaunchImageFile</key>
                 <string>myLaunchImage</string>
           ]]>
</InfoAdditions>

Linee guida per la creazione di contenuto

Creazione di contenuto per Flash Player 11.5

Per utilizzare il nuovo Flash Player, è necessario specificare SWF versione 18 passando un argomento del compilatore aggiuntivo al compilatore Flex: - swf-version=18. Le istruzioni sono riportate di seguito. Se utilizzate Adobe Flex SDK:

  • Scaricate il nuovo playerglobal.swc per Flash Player 11.5
  • Scaricate Flex 4.5.1 SDK (4.5.1.21328) dalla tabella Flex 4.5 SDK.
  • Installate la build nell'ambiente di sviluppo
  • In Flash Builder, create un nuovo progetto ActionScript: File -> Nuovo -> progetto ActionScript.
  • Aprite il pannello Proprietà del progetto (fate clic con il pulsante destro del mouse e scegliete Proprietà). Selezionate il compilatore ActionScript dall'elenco a sinistra.
  • Utilizzate l'opzione 'Configura Flex SDK' nell'angolo superiore destro per fare riferimento al progetto nella build 21328 di Flex. Fate clic su ok.
  • Configurate il progetto per SWF versione 18
  • Aprite il pannello Proprietà del progetto (fate clic con il pulsante destro del mouse e scegliete Proprietà). Selezionate il compilatore ActionScript dall'elenco a sinistra.
  • Aggiungete all'input 'argomenti aggiuntivi del compilatore': -swf-version=18. In questo modo l'SWF risultante farà riferimento a SWF versione 18. Se compilate dalla riga di comando e non in Flash Builder, dovete aggiungere lo stesso argomento del compilatore.
  • Assicuratevi di avere installato la nuova build Flash Player 11.5 nel browser.

Creazione di contenuto per AIR 3.5 - Aggiornamento allo spazio dei nomi AIR 3.5

Per accedere alle nuove API e al nuovo comportamento di AIR 3.5, dovete aggiornare il file descrittore dell'applicazione allo spazio dei nomi 3.5. Se l'applicazione non richiede le nuove API e il nuovo comportamento di AIR 3.5, non è necessario aggiornare lo spazio dei nomi. Tuttavia, si consiglia a tutti gli utenti di iniziare a utilizzare lo spazio dei nomi di AIR 3.5 anche se ancora non si sfruttano le nuove funzionalità 3.5. Per aggiornare lo spazio dei nomi, modificate l'attributo xmlsn nel descrittore dell'applicazione in: <application xmlns="http://ns.adobe.com/air/application/3.5">

Segnalazione di un bug

Se è stato individuato un bug, inviate eventuali segnalazioni di bug al database dei bug di Flash Player e Adobe AIR.

Flash Player e AIR possono sfruttare le capacità del vostro hardware grafico per decodificare e riprodurre i video H.264. Determinati problemi relativi al video potrebbero essere riproducibili solo con una combinazione particolare di hardware grafico e driver. Quando segnalate un problema relativo al video, è essenziale che specifichiate l'hardware grafico e il driver, nonché il sistema operativo e il browser (quando usate Flash Player), in modo da consentirci di riprodurre e studiare i problemi. Ricordatevi sempre di includere queste informazioni, così come spiegato nelle Istruzioni per la segnalazione di problemi di riproduzione video. Nota: a causa dell'elevato numero di e-mail ricevute, non è possibile rispondere a tutte le richieste.

Grazie per aver utilizzato Adobe® Flash Player® e AIR® e per il tempo che dedicherete all'invio dei vostri commenti e suggerimenti.

Requisiti di sistema

Per i requisiti di sistema Flash Player più recenti, consultate questo documento

Per i requisiti di sistema AIR più recenti, consultate questo documento

Cronologia versioni runtime

 

Data di rilascio Versione runtime Miglioramenti della sicurezza
8 gennaio 2013 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.5.502.146
AIR Windows, Mac, Android, iOS: 3.5.0.1060
AIR SDK: 3.5.0.1060
 APSB13-01
11 dicembre 2012 Flash Player Desktop Windows: 11.5.502.135
Flash Player Desktop Mac: 11.5.502.136
AIR Windows, Android: 3.5.0.880
AIR Mac: 3.5.0.890
 APSB12-27
6 novembre 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.5.502.110
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.5.0.600
AIR SDK: 3.5.0.600
 APSB12-24
8 ottobre 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.4.402.287
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.4.0.2710
AIR SDK: 3.4.0.2710
 APSB12-22
21 agosto 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.4.402.265
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.4.0.2540
AIR SDK: 3.4.0.2540
 APSB12-19

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online