11 giugno 2013. Benvenuti in Flash Player 11.7 e AIR 3.7. Questo è un aggiornamento previsto. Questa versione contiene alcune correzioni di bug e miglioramenti della sicurezza

Problemi risolti

  • La videocamera non funziona per stageVideo (iOS) (3558247)
  • Nessuna opzione per disattivare l'accelerazione hardware (3560209)
  • Nessuna opzione di fallback per l'audio WAV (3553459)

Nuove funzioni

Non sono presenti funzioni in questa versione. 
 
Le seguenti funzioni sono state rese disponibili nella versione di Flash Player del 9 aprile 2013
Nuove funzioni:
  • Miglioramento della funzionalità sandbox
  • Blocco del backup Cloud per gli oggetti condivisi (iOS)
  • Utilizzo della modalità di rendering CPU per dispositivi selezionati (iOS)
  • Hosting esterno dei file SWF secondari (iOS)
  • API GameInput (Android)
 
Per un elenco completo delle funzioni di Flash Player e AIR, incluse le funzioni introdotte nelle versioni precedenti, consultate questo documento.
 

Versioni rilasciate al pubblico

Prodotto Versione rilasciata al pubblico
 Flash Player Desktop (Mac)  11.7.700.225
 Flash Player Desktop (Win)  11.7.700.224
 AIR Desktop (Mac)  3.7.0.2100
 AIR Desktop (Win)  3.7.0.2090
 AIR Mobile  3.7.0.2090
 SDK e compilatore AIR (Mac)  3.7.0.2100
 SDK e compilatore AIR (Win)  3.7.0.2090

Problemi noti

  • Alcuni driver AMD Graphics Processing Unit registrano problemi di rendering in determinate circostanze (3431502)
  • La webcam non funziona se utilizzata con Microsoft Kinect (3482709)
  • In AIR per iOS non è possibile includere in un pacchetto i nomi di SWF localizzati (3518195)
  • In AIR per iOS l'attivazione di un componente Spark TextArea può determinare la troncatura del testo (3514889)
  • La descrizione estesa dell'applicazione nella finestra di dialogo di installazione di AIR nasconde i pulsanti (3515305)
  • Si rileva un lieve ritardo nel looping video FLVPlayback (3515066)
  • Le bitmap di grandi dimensioni ridotte in scala non vengono rese correttamente al momento della pubblicazione (3520589)
  • In AIR, le voci di menu contestuale personalizzate attivano eventi aggiuntivi(3493614)
  • Nel browser Chrome la sostituzione del microfono in fase di runtime non riesce (3493587)
  • In Internet Explorer, quando il contenuto Flash viene fatto scorrere e allontanato dalla visualizzazione, è possibile che l'audio non venga riprodotto correttamente (3520586)
  • L'audio AAC viene distorto quando si associa un microfono avanzato con AEC (3523551)

Miglioramenti della sicurezza

Bollettino sulla sicurezza Prodotti interessati
 APSB13-16  Flash Player Desktop Windows® e Mac
 APSB13-16  Flash Player AndroidTM

Nuove funzioni: linee guida di utilizzo

Blocco del backup Cloud per gli oggetti condivisi (iOS)

Attualmente nelle applicazioni AIR per iOS lo sviluppatore non può impedire il backup dei dati oggetto locale condivisi su Apple iCloud. Con AIR 3.7 è stata introdotta nella classe SharedObject ActionScript la nuova proprietà statica 'preventBackup', che consentirà agli sviluppatori di superare tale limitazione. La proprietà può essere utilizzata esclusivamente con spazi dei nomi 3.7 o successivi (swf-version=>20). Se si imposta la proprietà su true, verrà impedito il backup di tutti gli oggetti condivisi. Il valore predefinito della proprietà è false. La proprietà funziona soltanto su dispositivi con iOS 5.1 o versioni successive.

var mySO:SharedObject;
mySO = SharedObject.getLocal("test");
mySO.data.userName = "developer";
mySO.data.itemNumbers = new Array(1,2,3);
SharedObject.preventBackup = true;
mySO.flush();


Utilizzo della modalità di rendering per dispositivi selezionati e utilizzo della modalità GPU per gli altri dispositivi (iOS)

È stato aggiunto il nuovo tag <forceCPURenderModeForDevices> per dispositivi iOS che possono imporre la modalità di rendering CPU per un determinato insieme di dispositivi iOS e mantenere la modalità di rendering (renderMode) GPU per tutti i dispositivi rimanenti. Questa funzione risulta utile se la modalità di rendering GPU determina problemi di memoria insufficiente su dispositivi meno recenti (quali iPad1 e iPod4).
Se ad esempio si specifica <renderMode> GPU </renderMode> e <forceCPURenderModeForDevices> iPhone1 iPad1 </forceCPURenderModeForDevices> tutti i dispositivi iOS diversi da iPad1 e iPhone1 avranno renderMode GPU. 
Tenete presente che al momento questo tag funziona solo in iOS. Il tag va aggiunto alla sezione specifica della piattaforma, sotto il tag iPhone.

<iPhone>
    <InfoAdditions>
      <![CDATA[
         <key>UIDeviceFamily</key>
         <array>
           <string>1</string>
           <string>2</string>
         </array>
         <key>UIStatusBarStyle</key>
         <string>UIStatusBarStyleBlackOpaque</string>
         <key>UIRequiresPersistentWiFi</key>
         <string>YES</string>
      ]]>
    </InfoAdditions>
    <forceCPURenderModeForDevices> iPhone3,1 iPad </forceCPURenderModeForDevices>
</iPhone>


Il tag <forceCPURenderModeForDevices> è stato aggiunto sotto il tag iPhone ed accetta un elenco di nomi di modello di dispositivi separati da spazi. Alcuni nomi di modello di dispositivi validi sono elencati di seguito.

"iPod4,1"   // iPod Touch Fourth Generation
"iPod5,1"   // iPod Touch Fifth Generation
"iPhone2,1" // iPhone 3GS
"iPhone3,1" // iPhone 4
"iPhone3,2" // iPhone 4 CDMA
"iPhone4,1" // iPhone 4S
"iPhone5,1" // iPhone 5
"iPad1,1"   // iPad
"iPad2,1"   // iPad 2
"iPad2,2"   // iPad 2 (GSM)
"iPad2,3"   // iPad 3 (CDMA)
"iPad2,4"   // iPad 3 (CDMAS)
"iPad2,5"   // iPad Mini Wifi
"iPad3,1"   // iPad 3 (WIFI)
"iPad3,2"   // iPad 3 (CDMA)
"iPad3,3"   // iPad 3 GSM
"iPad3,4"   // iPad 4 (Wifi)


Hosting esterno dei file SWF secondari (iOS)

Gli sviluppatori di applicazioni potranno ora ospitare i file SWF secondari su un server esterno e caricarli a richiesta, in base alle istruzioni del codice dell'applicazione. I file SWF secondari con codice ABC in modalità AOT che funzionavano soltanto per i file SWF con packaging locale ora funzioneranno anche per il caricamento esterno di SWF.
Lo sviluppatore dovrà sostituire l'URL URLRequest del Loader con l'URL dei file SWF stripped su host esterno. Una richiesta URL di esempio per l'utilizzo di questa funzione è la seguente

private var externalSwfUrl:String= "http://www.xyz.com/ExternalSwf.swf";
private var urlRequest:URLRequest = new URLRequest(externalSwfUrl);

Per attivare questa funzione lo sviluppatore deve creare un file di testo contenente i dettagli dei file SWF da sottoporre a stripping e salvare su un host esterno. Nel file di testo, lo sviluppatore specificherà percorsi separati da righe dei file SWF che verranno salvati in un host esterno. Il formato per l'indicazione di file SWF in un file Sample.txt di esempio è il seguente:

assets/Level1.swf
assets/Level2.swf
assets/Level3/asset/Level3.swf

Questo file di testo va citato nel tag <externalSwfs> sotto il tag <iPhone> nel descrittore dell'applicazione, come indicato di seguito:

<iPhone>
       .
       .
       <externalSwfs>assets/SampleSWFInfoFile.txt</externalSwfs>
       .
       .
</iPhone>

Durante il packaging ADT lo sviluppatore dovrà specificare il file di testo come una risorsa, oltre al set di SWF specificati nel file di testo. Un comando ADT di esempio per l'utilizzo di questa funzione è il seguente:

adt -package -target ipa-app-store -provisioning-profile <Provisioning Profile> -storetype pkcs12 -keystore <Certificate> -storepass <Password> ResultantIPA.ipa SampleMainSwf-app.xml SampleMainSwf.swf assets/SampleSWFInfoFile.txt assets/Level1.swf assets/Level2.swf assets/Level3/asset/Level3.swf

Durante il packaging IPA, ADT estrae il codice Actionscript da tutti i file SWF secondari specificati nel file di testo di esempio, aggiunge il codice all'eseguibile finale e sposta i file SWF stripped nella sottocartella "externalStrippedSwfs" creata nella directory di lavoro corrente. La struttura di directory nella sottocartella "externalStrippedSwfs" è la stessa specificata nel file di testo. I file SWF stripped generati possono essere ospitati esternamente su un server Web.
Di seguito viene mostrato un esempio di codice Actionscript che carica un file SWF secondario derivato da un server esterno mediante il flusso di lavoro descritto in precedenza:

package
{
    import flash.display.Loader;
    import flash.display.Sprite;
    import flash.events.Event;
    import flash.events.IOErrorEvent;
    import flash.net.URLRequest;
    import flash.system.ApplicationDomain;
    import flash.system.LoaderContext;
 
    public class SampleMainSwf extends Sprite
    {
        private var externalLoader:Loader;
        private var url:String= "http://www.xyz.com/Level1.swf";
        private var urlRequest:URLRequest = new URLRequest(url);
        private var ldrContext:LoaderContext;
 
        public function SampleMainSwf()
        {
            externalLoader = new Loader();
            externalLoader.contentLoaderInfo.addEventListener(Event.COMPLETE,completeHandler);
            externalLoader.contentLoaderInfo.addEventListener(IOErrorEvent.IO_ERROR,errorHandler);
            ldrContext=new LoaderContext(false,ApplicationDomain.currentDomain,null);
 
            try
            {
                externalLoader.load(urlRequest, ldrContext);
            }
            catch(e:Error)
            {
                trace("Error ID : "+e.errorID+"\nError Message : "+e.message);
            }
        }
 
        private function completeHandler(e:Event):void
        {
            addChild(externalLoader);
        }
 
        private function errorHandler(e:IOErrorEvent):void
        {
            trace("In IO ErrorEvent Handler");
        }
 
    }
}

Nota:
1. Questa funzione non è supportata dalle versioni correnti di Flash Builder 4.7/Flash Professional CS6. Per attivare la generazione di SWF stripped per l'hosting esterno, è necessario utilizzare il packaging ADT a livello di riga di comando.
2. Il caricamento di SWF secondari Flex determina l'arresto anomalo dell'applicazione.

API GameInput (Android)

L'API GameInput è un'interfaccia che consente alle applicazioni di comunicare con dispositivi di input connessi (joystick, gamepad, wand e così via). Esiste una vasta gamma di dispositivi di input per i giochi, con varie capacità e controlli. Questa API è supportata soltanto per i dispositivi Android OS versione 4.1 o versioni successive. L'API viene implementata in modo da funzionare adeguatamente con vari tipi di dispositivi di input per giochi (inclusi dispositivi sconosciuti).
Questa funzione è utilizzabile soltanto con lo spazio dei nomi 3.7 o successivi. La versione SWF minima deve essere la 20.

private var gameInput:GameInput;
    public function TestGameInput()
    {
        trace("GameInput.isSupported - "+ GameInput.isSupported);
        trace("GameInput.numDevices - "+ GameInput.numDevices);
 
        gameInput = newGameInput();
        gameInput.addEventListener(GameInputEvent.DEVICE_ADDED, inputDeviceAddedEvent);
        gameInput.addEventListener(GameInputEvent.DEVICE_REMOVED, inputDeviceRemovedEvent);
 
        function inputDeviceRemovedEvent(e:GameInputEvent):void
        {
            trace("inputDeviceRemovedEvent - "+ e.device);
        }
 
        function inputDeviceAddedEvent(e:GameInputEvent):void
        {
            trace("inputDeviceAddedEvent - "+ e.device);
            getDeviceInformation(e.device);
        }
 
        function getDeviceInformation(device:GameInputDevice):void
        {
            trace("device.enabled - "+ device.enabled);
            trace("device.id - "+ device.id);
            trace("device.name - "+ device.name);
            trace("device.numControls - "+ device.numControls);
            trace("device.sampleInterval - "+ device.sampleInterval);
 
            for(var i:Number=0; i < device.numControls; i++)
            {
                var control:GameInputControl = device.getControlAt(i);
                getControlInformation(control);
                control.addEventListener(Event.CHANGE, changeEvent);
            }
        }
 
        function changeEvent(e:Event):void
        {
            var control:GameInputControl = e.target as GameInputControl;
            getControlInformation(control);
        }
 
        function getControlInformation(control:GameInputControl):void
        {
            trace("control.device - "+ control.device);
            trace("control.value - "+ control.value);
            trace("control.minValue - "+ control.minValue);
            trace("control.maxValue - "+ control.maxValue);
            trace("control.id - "+ control.id);
 
        }
    }

Linee guida per la creazione di contenuto

Creazione di contenuto per Flash Player 11.7

Per utilizzare il nuovo Flash Player, è necessario specificare SWF versione 20 passando un argomento del compilatore aggiuntivo al compilatore Flex: - swf-version=20. Le istruzioni sono riportate di seguito. Se utilizzate Adobe Flex SDK:

  • Scaricate il nuovo playerglobal.swc per Flash Player 11.7
  • Scaricate Flex 4.5.1 SDK (4.5.1.21328) dalla tabella Flex 4.5 SDK.
  • Installate la build nell'ambiente di sviluppo
  • In Flash Builder, create un nuovo progetto ActionScript: File -> Nuovo -> progetto ActionScript.
  • Aprite il pannello Proprietà del progetto (fate clic con il pulsante destro del mouse e scegliete Proprietà). Selezionate il compilatore ActionScript dall'elenco a sinistra.
  • Utilizzate l'opzione 'Configura Flex SDK' nell'angolo superiore destro per fare riferimento al progetto nella build 21328 di Flex. Fate clic su ok.
  • Configurate il progetto per SWF versione 20
  • Aprite il pannello Proprietà del progetto (fate clic con il pulsante destro del mouse e scegliete Proprietà). Selezionate il compilatore ActionScript dall'elenco a sinistra.
  • Aggiungete all'input 'argomenti aggiuntivi del compilatore': -swf-version=20. In questo modo l'SWF risultante farà riferimento a SWF versione 20. Se compilate dalla riga di comando e non in Flash Builder, dovete aggiungere lo stesso argomento del compilatore.
  • Assicuratevi di avere installato nel browser la nuova build Flash Player 11.7.

Creazione di contenuto per AIR 3.7 Aggiornamento allo spazio dei nomi AIR 3.7

Per accedere alle nuove API di AIR 3.7 e alle nuove funzioni, dovete aggiornare il file descrittore dell'applicazione allo spazio dei nomi 3.7. Se l'applicazione non necessita delle nuove API di AIR 3.7 e delle nuove funzioni, non è necessario aggiornare lo spazio dei nomi. Tuttavia, si consiglia a tutti gli utenti di iniziare a utilizzare lo spazio dei nomi di AIR 3.7 anche se ancora non si sfruttano le nuove funzionalità 3.7. Per aggiornare lo spazio dei nomi, modificate l'attributo xmlsn nel descrittore dell'applicazione in: <application xmlns="http://ns.adobe.com/air/application/3.7">

Segnalazione di un bug

Se è stato individuato un bug, inviate eventuali segnalazioni di bug al database dei bug di Flash Player e Adobe AIR.

Flash Player e AIR possono sfruttare le capacità del vostro hardware grafico per decodificare e riprodurre i video H.264. Determinati problemi relativi al video potrebbero essere riproducibili solo con una combinazione particolare di hardware grafico e driver. Quando segnalate un problema relativo al video, è essenziale che specifichiate l'hardware grafico e il driver, nonché il sistema operativo e il browser (quando usate Flash Player), in modo da consentirci di riprodurre e studiare i problemi. Ricordatevi sempre di includere queste informazioni, così come spiegato nelle Istruzioni per la segnalazione di problemi di riproduzione video. Nota: a causa dell'elevato numero di e-mail ricevute, non è possibile rispondere a tutte le richieste.

Grazie per aver utilizzato Adobe® Flash Player® e AIR® e per il tempo che dedicherete all'invio dei vostri commenti e suggerimenti.

Requisiti di sistema

Per i requisiti di sistema Flash Player più recenti, consultate questo documento

Per i requisiti di sistema AIR più recenti, consultate questo documento

Cronologia versioni runtime


Data di rilascio Versione runtime Miglioramenti della sicurezza
21 maggio 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.7.700.203
Flash Player (Chrome): 11.7.700.203
 - 
14 maggio 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.7.700.202
AIR Desktop, iOS, Android: 3.7.0.1860
AIR SDK e Compilatore: 3.7.0.1860
 APSB13-14
9 aprile 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.7.700.169
Flash Player per Chrome: 11.7.700.179
AIR Desktop, iOS: 11.7.0.1530
AIR Android: 11.7.0.1660
AIR SDK: 11.7.0.1530
AIR SDK e Compilatore: 11.7.0.1530
 APSB13-11
12 marzo 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.6.602.280
AIR Windows, Mac, Android, iOS: 3.6.0.6090
AIR SDK: 3.6.0.6090
AIR SDK & Compiler: 3.6.0.6090
 APSB13-09
26 febbraio 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.6.602.171  APSB13-08
12 febbraio 2013 Flash Player per Desktop (Windows): 11.6.602.168
Flash Player per Desktop (Mac): 11.6.602.167
AIR Windows, Mac, Android, iOS: 3.6.0.597
AIR SDK e Compilatore: 3.6.0.599
 APSB13-05
7 febbraio 2013 Flash Player per Desktop (Windows, Mac): 11.5.502.149  APSB13-04
8 gennaio 2013 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.5.502.146
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.5.0.1060
AIR SDK: 3.5.0.1060
 APSB13-01
11 dicembre 2012 Flash Player Desktop Windows: 11.5.502.135
Flash Player Desktop Mac: 11.5.502.136
AIR Windows, Android: 3.5.0.880
AIR Mac: 3.5.0.890
 APSB12-27
6 novembre 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.5.502.110
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.5.0.600
AIR SDK: 3.5.0.600
 APSB12-24
8 ottobre 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.4.402.287
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.4.0.2710
AIR SDK: 3.4.0.2710
 APSB12-22
21 agosto 2012 Flash Player Desktop (Windows, Mac): 11.4.402.265
AIR (Windows, Mac, dispositivi mobili): 3.4.0.2540
AIR SDK: 3.4.0.2540
 APSB12-19

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online