Lavorare con i file WebP su Photoshop

Potete salvare facilmente i documenti Photoshop RGB a 8 bit nel formato WebP. Il formato WebP consente la compressione sia con la perdita dei dati che senza quando lavorate su immagini presenti sul Web. 

Supporto completo per WebP in Photoshop

Supporto nativo per WebP

Con Photoshop 23.2, Photoshop supporta completamente il formato di file WebP. I file WebP ora possono essere aperti, creati, modificati e salvati in Photoshop senza dover usare un plug-in o impostare delle preferenze.

Per aprire un file WebP, è sufficiente selezionare e aprire il file come qualsiasi altro file o documento supportato. Oltre alle funzionalità di apertura, ora è possibile anche creare, modificare e salvare i file WebP. Una volta modificato un documento, per salvarlo come file WebP scegliete Salva una copia, quindi selezionate WebP nel menu a discesa Formato file. WebP è anche disponibile in Salva con nome quando non ci sono rischi di sovrascrittura di file o perdita di dati.

Download del plug-in per Photoshop 23.1 e versioni precedenti

Per aprire e salvare le immagini WebP direttamente da Photoshop 23.1, è sufficiente scaricare e installare il plug-in WebPShop. Potete scaricare il plug-in WebPShop (con supporto universale/ARM) direttamente da Google, che detiene e gestisce il formato WebP. Se disponete di una licenza Apache 2.0, potete scaricare WebPShop anche da GitHub.

Per scaricare il plug-in WebPShop:

Collegamenti diretti per il download:

Installare il plug-in

  1. Il plug-in scaricato può essere installato al seguente percorso:

    Posizione condivisa su Creative Cloud: il plug-in verrà caricato automaticamente su tutte le versioni installate di Photoshop, senza bisogno di caricarlo su ciascuna singolarmente.

    Windows: \Program Files\Common Files\Adobe\Plug-Ins\CC

    macOS: /Library/Application Support/Adobe/Plug-Ins/CC

  2. Avviate Photoshop.

Per ulteriori informazioni, consultate Plug-in per il formato di file WebP per Photoshop.

Mettere il plug-in in quarantena (solo macOS)

Su macOS versione 10.15 e successive è possibile risolvere il messaggio di errore “WebPShop.plugin non può essere eseguito, in quanto non è stato possibile verificarne lo sviluppatore” mettendo in quarantena il plug-in. Questo problema viene riscontrato poiché il plug-in non riporta alcuna firma. Per mettere in quarantena il plug-in, trascinatelo nella finestra del terminale nella quale è stato installato. In questo modo, la versione e il percorso coincideranno.

Per avviare la quarantena, eseguite il seguente codice nella finestra del terminal (Finder > Applicazioni > Utilities):

sudo xattr -r -d com.apple.quarantine /Library/Application\ Support/Adobe/Plug-Ins/CC/WebPShop.plugin

Logo Adobe

Accedi al tuo account