Adobe Creative Cloud consente di accedere a diversi servizi basati su Internet, ad esempio, Risorse, Font e Behance. Adobe Creative Cloud comprende inoltre app che si basano innanzitutto su Internet quali Adobe XD e Adobe Dimension. Per limitare e controllare l’accesso a Internet, in molte organizzazioni è implementato un server proxy.

In questo articolo sono illustrati i diversi livelli di supporto per gli ambienti proxy nelle applicazioni e nei servizi Creative Cloud.

Autenticazione del proxy

Se l’ambiente aziendale è configurato per utilizzare un server proxy con un’autenticazione di base, si può osservare il seguente comportamento.

Nota:

Alcuni server proxy consentono agli amministratori di sistema di autorizzare i domini. Se sei l’amministratore di sistema dell’organizzazione, utilizza questo documento per autorizzare i domini appropriati. Di conseguenza, agli utenti finali non verrà richiesto di immettere le credenziali del server proxy all’avvio di un’applicazione Creative Cloud.

Per le applicazioni desktop

Quando gli utenti finali aprono un’applicazione Creative Cloud, verrà richiesta l’immissione delle credenziali del proxy:

  1. Solo per utenti di macOS:

    Se sei un utente di macOS e non hai inserito le credenziali del proxy nelle Preferenze di sistema, verrà visualizzata la seguente finestra di dialogo:

    Autenticazione del proxy in macOS

    Immetti le credenziali del proxy nelle Preferenze di sistema del computer, quindi fai clic su Riprova.

  2. Immetti le credenziali del proxy.

    Credenziali del server proxy

    Nota:

    Per gli utenti di Windows, questa finestra di dialogo è visualizzata non appena si avvia l’applicazione Creative Cloud.

  3. Seleziona Memorizza credenziali proxy e fai clic su OK.

Per l’app desktop Creative Cloud

Al primo avvio dell’app desktop Creative Cloud, il proxy è rilevato con conseguente richiesta delle credenziali.

Password del proxy

Immetti le credenziali del server proxy e seleziona Ricorda i miei dati.

Esperienza offline

Se sei offline, verrà visualizzato il seguente messaggio:

Problema con la verifica dello stato dell’abbonamento

Se la connessione a Internet è attiva, consulta la guida alla risoluzione dei problemi di connettività per ulteriori informazioni.

Requisiti del proxy per Creative Cloud Libraries

Per consentire la corretta sincronizzazione del pannello Librerie nelle applicazioni in ambiente aziendale, è necessario che Creative Cloud Libraries sia connesso a localhost. Se utilizzi le Librerie, devi pertanto configurare localhost e l’indirizzo 127.0.0.1 in modo tale da ignorare il server proxy per l’ambiente aziendale.

Nei computer Mac, se utilizzi Configurazione proxy automatica (PAC) o il protocollo WPAD (Web Proxy Autodiscovery Protocol), devi anche attivare l’impostazione Escludi nomi host semplici.

Nota: questa impostazione è necessaria se immetti manualmente l’URL o l’indirizzo IP del server proxy.

Per ulteriori informazioni sui dettagli per la configurazione del proxy inerenti a CC Libraries, consulta Configurate il proxy per lavorare con le librerie e Configurazione di un proxy da un amministratore di rete.

Impostazioni del proxy

Tipi supportati di impostazioni del proxy

Le seguenti configurazioni del proxy sono supportate in Mac e Windows:

  • Impostazioni del proxy che utilizzano l’URL PAC, con o senza autenticazione
  • Protocollo WPAD (Web Proxy Autodiscovery Protocol)
  • Autenticazione di base. Se l’utente immette le credenziali nell’app Creative Cloud, Creative Cloud Libraries utilizzerà tali credenziali. Se l’utente non immette le credenziali nell’app Creative Cloud, verranno richieste nel pannello Creative Cloud Libraries.
  • L’autenticazione Kerberos è supportata in Creative Cloud Libraries e nell’app desktop Creative Cloud. Tuttavia, l’autenticazione Kerberos non è attualmente supportata per i prodotti Creative Cloud 2015.

Tipi di impostazioni del proxy non supportati

Le seguenti configurazioni del proxy non sono supportate:

  • Autenticazione NTLM
  • Supporto per file PAC locale   

Supporto per file PAC

  • L’applicazione desktop Creative Cloud e Creative Cloud Packager supportano i file PAC remoti con l’autenticazione di base (file PAC memorizzato in un server remoto con riferimento da un URL). 
  • L’applicazione desktop Creative Cloud e Creative Cloud Packager non supportano i file PAC memorizzati localmente.
  • L’autenticazione NTLM non è supportata.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online