Utilizzare le risorse quali immagini, filmati, colori, script, collegamenti e voci di libreria in Dreamweaver.

Informazioni sulle risorse

Con Adobe Dreamweaver potete individuare e visualizzare facilmente l'anteprima di vari tipi di risorse archiviate nel sito, ad esempio immagini, filmati, colori, script e collegamenti. Una risorsa può inoltre essere trascinata direttamente in una pagina del documento corrente.

Le risorse possono provenire da varie fonti. Ad esempio, potete creare risorse in un'applicazione come Adobe® Fireworks® o Adobe® Flash®, riceverle da un collaboratore o copiarle da un CD di clip art o da un sito Web di immagini.

Dreamweaver consente inoltre di accedere a due tipi speciali di risorse: le librerie e i modelli. In entrambi i casi si tratta di risorse collegate: quando modificate una voce di libreria o un modello, Dreamweaver aggiorna tutti i documenti che utilizzano tali risorse. Le voci di libreria sono generalmente risorse di progettazione di piccole dimensioni, come il logo di un sito o il simbolo di copyright. Per controllare un'area più ampia del progetto, è meglio utilizzare un modello.

Informazioni sulle voci di libreria

Una libreria è un file speciale di Dreamweaver contenente una raccolta di risorse singole o copie di risorse che possono essere inserite nelle pagine web. Le risorse di una libreria vengono definite voci di libreria. In una libreria potete archiviare immagini, tabelle, suoni e file creati con Adobe Flash. Potete aggiornare automaticamente tutte le pagine che utilizzano una voce di libreria ogni volta che la modificate.

Ad esempio, supponete di dover realizzare un sito di grandi dimensioni per una società che desidera visualizzare uno slogan su tutte le pagine. Potete creare una voce di libreria contenente lo slogan e utilizzarla in ogni pagina. Se lo slogan cambia, è sufficiente modificare la voce di libreria e aggiornare automaticamente tutte le pagine in cui è inserita.

Dreamweaver archivia le voci di libreria nella sottocartella Library della cartella principale locale del sito. Ogni sito dispone di una libreria distinta.

Per creare una voce di libreria potete utilizzare qualunque elemento contenuto nella sezione body di un documento, ad esempio testo, tabelle, moduli, applet Java, plugin, elementi ActiveX, barre di navigazione e immagini.

Per gli elementi collegati, ad esempio le immagini, la libreria archivia solo un riferimento all'elemento e la voce di libreria può funzionare correttamente solo se il file originale rimane nella posizione specificata.

In alcuni casi, tuttavia, può essere comunque utile archiviare un'immagine in una voce di libreria. Se archiviate un tag img completo in una voce di libreria, ad esempio, potete modificare facilmente il testo alt o addirittura l'attributo src dell'immagine in tutto il sito. Potete utilizzare questo metodo per modificare gli attributi width e height di un'immagine solo se utilizzate un editor di immagini per cambiare le dimensioni effettive dell'immagine.

Nota:

gli eventuali collegamenti contenuti nella voce di libreria potrebbero non funzionare nel nuovo sito. Inoltre, le immagini presenti in una voce di libreria non vengono copiate nel nuovo sito.

Quando usate una voce di libreria, Dreamweaver inserisce nella pagina web un collegamento ad essa, anziché l'elemento vero e proprio. In altre parole, Dreamweaver colloca una copia del codice di origine HTML della voce nel documento e aggiunge un commento HTML contenente un riferimento alla voce originale esterna. È questo riferimento esterno che rende possibile l'aggiornamento automatico.

Quando create una voce di libreria che contiene un elemento a cui è stato applicato un comportamento di Dreamweaver, l'elemento viene copiato e il relativo gestore di eventi (l'attributo che specifica l'evento che attiva l'azione, ad esempio, onClick, onLoad o onMouseOver e l'azione che deve essere chiamata quando si verifica tale evento) nel file della voce di libreria. Dreamweaver non copia le funzioni JavaScript associate nella voce di libreria. Al contrario, quando si inserisce la voce di libreria in un documento, Dreamweaver inserisce automaticamente le funzioni JavaScript appropriate nella sezione intestazione del documento (se non sono già presenti).

Nota:

se create il codice JavaScript manualmente (ovvero senza utilizzare i comportamenti di Dreamweaver), potete includerlo in una voce di libreria se per la sua esecuzione si utilizza il comportamento Chiama JavaScript. Se non utilizzate un comportamento di Dreamweaver per l'esecuzione, il codice non viene mantenuto nella voce di libreria.

La modifica dei comportamenti nelle voci di libreria è soggetta a regole speciali. Le voci di libreria non possono contenere fogli di stile perché il codice associato a questi elementi fa parte della sezione head.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online