Scopri come apportare regolazioni cromatiche e tonali in Adobe Camera Raw.

Istogramma e livelli RGB

Un istogramma è una rappresentazione del numero di pixel presenti per ogni valore di luminanza di un’immagine. Un istogramma con valori diversi da zero per ogni valore di luminanza indica un’immagine che utilizza tutta la gamma cromatica. Un istogramma che non utilizza tutta la gamma tonale corrisponde a un’immagine piatta, senza contrasto. Un istogramma con un picco sul lato sinistro indica ombre ritagliate; un istogramma con un picco sul lato destro indica luci ritagliate.

Nota:

Selezionate Ombre o Luci per vedere nell’immagine di anteprima quali pixel vengono ritagliati. Per ulteriori informazioni, consulta Vedere l’anteprima di luci e ombre ritagliate.

Molte immagini vengono in genere regolate in modo che i valori dei pixel siano distribuiti in maniera più uniforme da sinistra a destra sull’istogramma, evitando “affollamenti” di pixel (picchi) a una delle estremità.

Un istogramma è composto da tre livelli di colore che rappresentano i canali rosso, verde e blu. Il bianco compare quando tutti e tre i livelli sono sovrapposti; giallo, magenta e cyan compaiono quando due canali RGB sono sovrapposti (giallo = canali rosso + verde, magenta = canali rosso + blu, cyan = canali verde + blu).

L’istogramma viene modificato sulla base delle impostazioni nella finestra di dialogo di Camera Raw.

Sotto l’istogramma vengono visualizzati i valori RGB del pixel che si trova immediatamente sotto al puntatore nell’immagine di anteprima.

Nota:

potete anche usare lo strumento Campionatore colore per posizionare fino a nove campionatori di colore nell’immagine di anteprima. Sopra l’immagine appaiono i relativi valori RGB. Per rimuovere un campionatore colore, tenete premuto Alt (Windows) oppure Opzione (Mac OS) e fate clic su di esso. Per cancellare i campionatori, fate clic su Cancella campionatori.

Visualizzazione dei valori RGB
Nella finestra di dialogo di Camera Raw vengono visualizzati i valori RGB del pixel che si trova sotto al puntatore.

Vedere l’anteprima di luci e ombre ritagliate

Il ritaglio si verifica quando i valori cromatici di un pixel sono superiori al valore massimo o minimo che possa essere riprodotto nell’immagine. I valori troppo luminosi ritagliati vengono riprodotti come bianco, quelli troppo scuri come nero. Nell’immagine si verifica quindi una perdita di particolari.

  • Per vedere quali pixel vengono ritagliati nel contesto dell’immagine di anteprima, fate clic sui pulsanti Ombre o Luci sopra all’istogramma. In alternativa, premete U per il ritaglio nelle aree di ombra e O per il ritaglio nelle aree di luce.
  • Per vedere solo i pixel ritagliati, premete Alt (Windows) oppure Opzione (Mac OS) mentre trascinate i cursori Esposizione, Recupero o Neri.

Per i cursori Esposizione e Recupero, l’immagine diventa nera e le aree con ritaglio sono evidenziate in bianco. Per il cursore Neri, l’immagine diventa bianca e le aree con ritaglio sono evidenziate in nero. Le aree a colori indicano che si è verificato il ritaglio in uno dei canali di colore (rosso, verde, blu) o in due canali di colore (cyan, magenta, giallo).

Nota:

in alcuni casi, si verificano ritagli poiché la gamma dello spazio cromatico che si sta utilizzando è troppo ridotta. Se i colori vengono ritagliati, può essere utile usare uno spazio cromatico con una gamma più ampia, come ProPhoto RGB.

Controlli del bilanciamento bianco

Per regolare il bilanciamento del bianco, identificate gli oggetti che nell’immagine devono avere colori neutri (bianco o grigio) e quindi regolate i colori per rendere neutri i colori di questi oggetti. Un oggetto bianco o grigio assume il colore emanato dalla luce ambiente o dal flash usato per scattare la foto. L’utilizzo dello strumento Bilanciamento del bianco  per specificare un oggetto originariamente bianco o grigio permette a Camera Raw di determinare il colore della luce nelle condizioni in cui è stata scattata la foto e quindi di regolare l’immagine di conseguenza.

Per misurare la luce di una scena viene utilizzata la temperatura cromatica, in gradi Kelvin. Le fonti di luce naturale e incandescente irradiano luce con distribuzione prevedibile in base alla loro temperatura.

Il bilanciamento del bianco viene registrato dalla fotocamera digitale come voce nei metadati al momento dell’esposizione. Questo valore viene letto dal plug-in Camera Raw e applicato come impostazione iniziale all’apertura dell’immagine nella finestra di dialogo di Camera Raw. Questa impostazione fornisce generalmente la giusta temperatura cromatica. Nel caso non sia corretta, potete regolare il bilanciamento del bianco.

Nota:

non tutte le dominanti di colore sono il risultato di un bilanciamento del bianco errato. Usate DNG Profile Editor per correggere un’eventuale dominante di colore rimasta dopo il bilanciamento del bianco. Consulta Regolare la riproduzione dei colori della fotocamera in Camera Raw.

La scheda Base nella finestra di dialogo di Camera Raw presenta tre controlli per correggere una dominante di colore dell’immagine.

Bilanciamento bianco

Camera Raw applica l’impostazione di bilanciamento del bianco e modifica di conseguenza le proprietà Temperatura e Tinta nella scheda Base. Usate questi controlli per perfezionare il bilanciamento del colore.

Come scattato

Utilizza le impostazioni di bilanciamento del bianco della fotocamera, se disponibili.

Automatico

Calcola il bilanciamento del bianco in base ai dati dell’immagine.

I file raw da fotocamera e DNG hanno inoltre le seguenti impostazioni di bilanciamento del bianco: Luce diurna, Nuvolo, Ombreggiatura, Tungsteno, Fluorescente e Flash.

Nota:

se Camera Raw non riconosce l’impostazione di bilanciamento del bianco della fotocamera, Come scattato ha lo stesso effetto di Auto.

Temperatura

Imposta il bilanciamento del bianco in base a una temperatura cromatica personalizzata. Per correggere una foto scattata in condizioni di luce con bassa temperatura cromatica, diminuite il valore di Temperatura. Il plug-in Camera Raw renderà i colori dell’immagine più blu per compensare l’inferiore temperatura cromatica (giallastra) della luce ambiente. Allo stesso modo, aumentate il valore di Temperatura per correggere una foto scattata con una temperatura cromatica della luce più alta; i colori dell’immagine diventano più caldi (giallastri) per compensare la temperatura cromatica superiore (bluastra) della luce ambiente.

Nota:

la portata e le unità di misura dei controlli Temperatura e Tinta sono diverse per le immagini TIFF o JPEG. Ad esempio, Camera Raw offre per la regolazione dei file raw un cursore di regolazione della temperatura reale da 2.000 Kelvin a 50.000 Kelvin. Per i file JPEG o TIFF, Camera Raw tenta invece di approssimare una diversa temperatura cromatica o bilanciamento del bianco. Poiché il valore originale è già stato usato per modificare i dati dei pixel nel file, Camera Raw non offre una scala di temperature Kelvin reale. In questi casi viene invece usata una scala approssimativa da -100 a 100.

Correzione del bilanciamento bianco
Correzione del bilanciamento bianco

A. Sposta il cursore verso destra per correggere una foto scattata con luce a temperatura cromatica più alta. B. Sposta il cursore verso sinistra per correggere una foto scattata con luce a temperatura colore più bassa. C. Risultato dopo la regolazione della temperatura 

Tinta

Imposta il bilanciamento del bianco per compensare le tinte verdi o magenta. Diminuite il valore di Tinta per rendere l’immagine più verde; aumentatelo per rendere l’immagine più magenta.

Nota:

per regolare rapidamente il bilanciamento del bianco, seleziona lo strumento Bilanciamento bianco e fai clic su una zona dell’immagine di anteprima che deve essere di colore grigio neutro. Le proprietà Temperatura e Tinta si spostano per rendere il colore selezionato esattamente neutro (se possibile). Se fate clic su un’area bianca, scegliete un’area di luce contenente dei particolari bianchi significativi, anziché un’area di bianco speculare. Fai doppio clic sullo strumento Bilanciamento bianco per reimpostare l’opzione Bilanciamento bianco su Come scattato.

Regolare le tonalità

Per regolare la gamma cromatica di un’immagine, usate i controlli per i toni nella scheda Base.

Se si fa clic su Automatico nella parte superiore della sezione dei controlli dei toni nella scheda Base, viene analizzata l’immagine e vengono apportate le regolazioni automatiche ai controlli dei toni.

Potete inoltre applicare impostazioni automatiche separatamente per ognuno di questi controlli di toni. Per applicare una regolazione automatica per un singolo controllo, ad esempio Esposizione o Contrasto, premete Maiusc e fate doppio clic sul cursore corrispondente. Per ripristinare il valore originale di un singolo controllo, fate doppio clic sul cursore corrispondente.

Durante la regolazione automatica del tono, Camera Raw ignora eventuali regolazioni effettuate in precedenza in altre schede, ad esempio la regolazione della tonalità nella scheda Curve di viraggio. Per questo motivo, applicate le regolazioni automatiche dei toni, in modo da avere un’approssimazione iniziale delle migliori impostazioni per l’immagine. Se avete scattato le foto scegliendo appositamente varie esposizioni, vorrete forse evitare di applicare regolazioni automatiche che vanificherebbero le scelte e impostazioni effettuate al momento dello scatto. D’altra parte, potete sempre fare clic su Auto, valutare i risultati e annullare le regolazioni se non sono di vostro gradimento.

Le anteprime in Adobe Bridge si basano sulle impostazioni predefinite dell’immagine. Se desideri che le impostazioni predefinite dell’immagine includano la regolazione automatica dei toni, seleziona Applica la regolazione automatica dei toni nella sezione Impostazioni immagine predefinite nelle preferenze di Camera Raw.

Nota:

se confrontate varie immagini sulla base delle loro anteprime in Adobe Bridge, lasciate l’opzione Applica la regolazione automatica dei toni deselezionata (impostazione predefinita). In caso contrario, confrontereste immagini a cui saranno già state applicate delle regolazioni.

Mentre apportate le regolazioni, controllate le estremità dell’istogramma o usate le anteprime di ombre e luci ritagliate.

Nota:

mentre spostate i cursori di controllo delle tonalità, tenete premuto il tasto Alt (Windows) oppure Opzione (Mac OS) per vedere le aree in cui luci e ombre vengono ritagliate. Spostate il cursore fino a dove inizia il ritaglio, quindi regolate leggermente in direzione inversa. Per ulteriori informazioni, consulta Vedere l’anteprima di luci e ombre ritagliate.

  • Per regolare manualmente un controllo dei toni, trascinate il cursore, digitate un numero nella casella oppure selezionate il valore nella casella e premete il tasto freccia su o giù.
  • Per ripristinare un valore sulla sua impostazione predefinita, fate doppio clic sul cursore.

Nota:

i controlli delle tonalità disponibili nel pannello Base dipendono dalla Versione di elaborazione indicata (PV2012, PV2010 o PV2003).

Esposizione (tutte)

Regola la luminosità generale dell'immagine. Regolare il cursore fino ad ottenere un´immagine con la giusta luminosità. I valori di esposizione sono espressi in incrementi equivalenti ai valori “f” di diaframma della fotocamera. Una regolazione di +1,00 equivale ad aumentare l’apertura di uno stop. Allo stesso modo, una regolazione di -1,00 corrisponde a ridurre l’apertura di uno stop.

Contrasto (tutte)

Aumenta o diminuisce il contrasto dell’immagine, agendo principalmente sui mezzitoni. Se aumentate il contrasto, le aree semiscure dell’immagine diventano più scure, mentre le aree semichiare diventano più chiare. La riduzione del contrasto influisce in modo inverso sulla tonalità dell´immagine.

Luci (PV2012)

Regola le aree luminose dell'immagine. Trascinate a sinistra per scurire le luci e recuperare dettagli nelle luci sovraesposte. Trascinate a destra per aumentare la luminosità delle luci riducendo al tempo stesso il ritaglio.

Ombre (PV2012)

Regola le aree scure dell'immagine. Trascinate a sinistra per scurire le ombre riducendo al tempo stesso il ritaglio. Trascinate a destra per aumentare la luminosità delle ombre e recuperare dettagli nelle ombre.

Bianchi (PV2012)

Regola l´eccesso di bianco. Trascinate a sinistra per ridurre l´eccesso nelle luci. Trascinate verso destra per aumentare l´eccesso nelle luci. Un maggiore eccesso può essere desiderabile per le luci speculari quali superfici metalliche.

Neri (PV2012)

Regola l´eccesso di nero. Trascinate a sinistra per incrementare l´eccesso di nero (per mappare più ombre a nero puro). Trascinate verso destra per ridurre l´eccesso di ombre.

Neri (PV2010 e PV2003)

Specifica quali valori dell´immagine sono mappati a nero. Spostando il cursore a destra si incrementa le aree che diventano nere, creando in alcuni casi l´impressione di un maggiore contrasto dell´immagine. Questa regolazione produce un effetto più evidente sulle ombre, mentre mezzitoni e luci restano quasi inalterati.

Recupero (PV2010 e PV2003)

Tenta di recuperare i particolari nelle aree di luce. Camera Raw può ricostruire alcuni particolari dalle aree in cui uno o due canali di colore sono ritagliati e convertiti in bianco.

Luce di schiarita (PV2010 e PV2003)

Tenta di recuperare i particolari nelle aree in ombra, senza schiarire i neri. Camera Raw può ricostruire alcuni particolari dalle aree in cui uno o due canali di colore sono ritagliati e convertiti in nero. L’effetto del controllo Luce di schiarita equivale all’effetto della sezione delle ombre della funzione Luci/Ombre di Photoshop o dell’effetto Luci/Ombre di After Effects.

Luminosità (PV2010 e PV2003)

Regola quanto l’immagine sia luminosa o scura, in modo simile alla proprietà Esposizione. Tuttavia, il controllo Luminosità non ritaglia le luci o le ombre dell’immagine, ma comprime le prime ed espande le seconde se spostate il cursore verso destra. In genere conviene impostare inizialmente la gamma tonale complessiva regolando i controlli Esposizione, Recupero e Neri, quindi impostare il controllo Luminosità. Regolazioni di grande entità del valore Luminosità possono influire su luci e ombre ritagliate; è quindi consigliabile regolare di nuovo i controlli Esposizione, Recupero o Neri dopo aver regolato il controllo Luminosità.

Ulteriori informazioni: guarda le esercitazioni video Novità in Camera Raw di Matt Kloskowski e Perché impostare Photoshop per l’apertura dei file JPG in Adobe Camera RAW di Terry White.

Perfezionare le curve di viraggio

I controlli della scheda Curva di viraggio consentono di regolare le immagini dopo la regolazione dei toni nella scheda Base. Le curve di viraggio rappresentano modifiche apportate alla scala dei toni di un’immagine. L’asse orizzontale indica i valori tonali originali dell’immagine (valori di input), con il nero sul lato sinistro e, progressivamente, valori più chiari verso destra. L’asse verticale indica i valori tonali modificati dell’immagine (valori di output), con il nero in basso e, progressivamente, valori più bianchi verso l’alto.

Spostando un punto della curva verso l’alto, si ottiene un tono più chiaro; spostandolo verso il basso, si ottiene un tono più scuro. Una linea retta a 45 gradi indica che non è apportata alcuna modifica alla curva di risposta tonale: i valori di input originali corrispondono esattamente ai valori di output.

La curva di viraggio nella scheda nidificata Parametrica consente di regolare i valori in intervalli specifici all’interno dell’immagine. Le aree della curva interessate dalle proprietà delle zone Luci, Colori chiari, Colori scuri o Ombre dipendono da dove impostate i controlli di suddivisione sotto il grafico. Le proprietà delle zone intermedie (Colori scuri e Colori chiari) interessano principalmente l’area centrale della curva. Le proprietà Luci e Ombre interessano principalmente gli estremi della gamma tonale.

  1. Per regolare le curve di viraggio, effettuate una delle seguenti operazioni:
    • Trascinate il cursore Luci, Colori chiari, Colori scuri o Ombre nella scheda nidificata Parametrica. Per espandere o contrarre le zone della curva interessate dai relativi cursori, trascinate i divisori delle zone sull’asse orizzontale del grafico.
    • Trascinate un punto sulla curva nella scheda nidificata Punti. Quando trascinate il punto, i valori tonali di input e output vengono visualizzati sotto la curva di viraggio.
    • Scegliete un’opzione dal menu Curva nella scheda nidificata Punti. L’impostazione scelta viene rappresentata nella scheda Punti, ma non nella scheda Parametrica. L’impostazione predefinita è Contrasto medio.
    • Nella barra degli strumenti, selezionate lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata per curva parametrica  e trascinate sull’immagine. Lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata per curva parametrica regola l’area di curva di Luci, Colori chiari, Colori scuri o Ombre in base ai valori su cui si fa clic nell’immagine.

    Nota:

    lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata non agisce sulle curve dei punti.

Controlli di Chiarezza, Vividezza e Saturazione

Potete modificare la saturazione (vivacità o purezza del colore) di tutti i colori regolando i controlli Chiarezza, Vividezza e Saturazione nella scheda Base. Per regolare la saturazione di una gamma di colori specifica, usate invece i controlli della scheda HSL/Scala di grigio.

Chiarezza

Aggiunge profondità aumentando il contrasto locale, con maggior effetto nei mezzitoni. Questa impostazione è simile all’applicazione di Maschera di contrasto con un valore di raggio elevato. Quando si usa questa impostazione, è bene impostare lo zoom su almeno 100%. Per massimizzare l’effetto, aumentate l’impostazione fino a ottenere un alone nei particolari dei bordi dell’immagine, quindi riducetela gradualmente.

Vividezza

Regola la saturazione in modo da ridurre l’incidenza di ritaglio per i colori a piena saturazione. Questa impostazione modifica la saturazione di tutti i colori con saturazione ridotta mentre agisce in modo minore sui colori con maggior saturazione. Il controllo Vividezza evita, inoltre, che i toni della pelle diventino troppo saturi.

Saturazione

Regola in ugual misura la saturazione di tutti i colori dell’immagine, da -100 (monocromia) a +100 (saturazione doppia).

Controlli HSL / Scala di grigio

I controlli della scheda HSL/Scala di grigio consentono di regolare singoli intervalli di colori. Ad esempio, se un oggetto ha un colore rosso troppo vivace, potete diminuire il valore dell’opzione Rosso nella scheda secondaria Saturazione.

Le schede secondarie riportate di seguito contengono i controlli per regolare un componente di colore per un intervallo di colori specifico:

Tonalità

Cambia il colore. Ad esempio, potete cambiare il colore di un cielo blu e di tutti gli altri oggetti blu da cyan a viola.

Saturazione

Cambia la vivacità o la purezza del colore. Ad esempio, puoi cambiare il colore di un cielo blu da grigio a blu molto saturo.

Luminanza

Cambia la luminosità dell’intervallo di colori.

Selezionando Converti in scala di grigio, vedrai solo una scheda secondaria:

Miscela scala di grigio

I controlli in questa scheda consentono di specificare quanto contribuisce ogni intervallo di colori alla versione in scala di grigio dell’immagine.

Regolare colore o tono con lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata

Lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata consente di apportare correzioni tonali e cromatiche trascinando direttamente sulla foto. Con lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) potete ad esempio trascinare verso il basso su un cielo azzurro per renderlo meno saturo oppure potete trascinare verso l’alto su una giacca rossa per intensificarne la tonalità.

  1. Per apportare correzioni cromatiche con lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) , fate clic nella barra degli strumenti e scegliete il tipo di correzione da apportare: Tonalità, Saturazione, Luminanza o Miscela scala di grigio. Quindi, trascinate nell’immagine.

    Per aumentare i valori, trascinate verso l’alto o verso destra; per ridurli, trascinate invece verso il basso o verso sinistra. Quando trascinate con lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool), è possibile che vengano regolati i cursori di più colori. Se selezionate Miscela scala di grigio, l’immagine viene convertita in scala di grigio.

  2. Per apportare regolazioni di tipo curva di viraggio con lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) , fai clic nella barra degli strumenti e scegli Curva parametrica. Quindi, trascinate nell’immagine.

    Lo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) per la regolazione mirata per curva parametrica regola l’area di curva di Luci, Colori chiari, Colori scuri o Ombre in base ai valori su cui si fa clic nell’immagine.

    Nota:

    La scelta rapida da tastiera T consente di passare all’ultimo strumento TAT (Targeted Adjustment Tool) utilizzato.

Regolare i toni di un’immagine in scala di grigio

I controlli nella scheda Divisione toni consentono di colorare un’immagine in scala di grigio. Potete aggiungere un colore a tutta la gamma tonale, ad esempio una colorazione seppia, o creare un effetto di tono suddiviso applicando un colore diverso a ombre e luci. Le ombre e le luci più estreme rimangono nere e bianche.

Per colorare un’immagine potete anche applicare modifiche speciali, come un effetto di cross-processing.

  1. Selezionate un’immagine in scala di grigio. Può trattarsi anche di un’immagine convertita in scala di grigio mediante l’opzione Converti in scala di grigio della scheda HSL/Scala di grigio.

  2. Nella scheda Divisione toni regolate le proprietà Tonalità e Saturazione per luci e ombre. Tonalità imposta il colore dei toni, mentre Saturazione imposta l’entità del risultato.
  3. Regolate il controllo Bilanciamento per bilanciare il rapporto tra i controlli Luci e Ombre. I valori positivi aumentano l’influenza dei controlli Luci, mentre i valori negativi aumentano l’influenza dei controlli Ombre.

Modifica di immagini HDR in Camera Raw

In Camera Raw 7.1 o versioni successive, potete utilizzare immagini a virgola mobile a 16, 24 e 32 bit, comunemente denominate immagini HDR (high dynamic range). Camera Raw consente di aprire immagini HDR in formato TIFF e DNG. Assicuratevi che le immagini siano nella versione di elaborazione 2012. Consulta Versioni di elaborazione in Camera Raw.

Per modificare le immagini HDR, potete utilizzare i controlli della scheda Base. Quando utilizzate le immagini HDR, il controllo Esposizione della scheda Base ha una gamma espansa (da +10 a -10).

Al termine della modifica, fate clic su Fine o Apri immagine per aprire l’immagine in Photoshop. L´immagine viene aperta in 16 o 8 bit a seconda delle Opzioni flusso di lavoro impostate.

Per aprire un´immagine HDR in Camera Raw:

  1. Selezionate l’immagine in Bridge e scegliete File > Apri in Camera Raw. In mini Bridge, fate clic sul file con il pulsante destro del mouse (Ctrl-clic su Mac), quindi scegliete Apri con > Camera Raw.

Create and edit HDR images in Photoshop and Lightroom 4.1

Create and edit HDR images in Photoshop and Lightroom 4.1
Julieanne Kost mostra come creare un file a 32 bit da esposizioni diverse in Photoshop, apportando regolazioni a colore e tonalità dell'immagine in Lightroom 4.1.
Julieanne Kost

Per ulteriori informazioni sulle immagini HDR, consulta Immagini HDR nell'Aiuto di Photoshop.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online