Microsoft Word/PowerPoint:

Video su Word/PowerPoint
Fai clic per riprodurre la demo
Video su Outlook
Fai clic per riprodurre la demo
Video su Teams
Fai clic per riprodurre la demo

Azione richiesta:
L’11 gennaio 2021 un aggiornamento dell’applicazione per Office 365 richiederà di accettare nuovamente l’autorizzazione dell’applicazione prima che l’utente possa accedere alle integrazioni Office

L’11 gennaio 2021, alle ore 11:00 (Eastern Time) Adobe Sign aggiornerà Adobe Sign per Office 365, l’applicazione comune per le integrazioni Word/PowerPoint, Outlook e Teams. Questo aggiornamento offrirà miglioramenti a livello di sicurezza per tutte e tre queste integrazioni.

Una volta completato l’aggiornamento, agli amministratori e agli utenti verrà richiesto di accettare una richiesta di autorizzazione per l’applicazione, poiché verrà utilizzato un nuovo ID applicazione. Il set di autorizzazioni richiesto corrisponde all’autenticazione precedente; non vengono aggiunte altre autorizzazioni.

  • Gli utenti non devono eseguire alcuna procedura di installazione o aggiornamento. Dovranno semplicemente accettare di nuovo la richiesta di autorizzazione.
  • Il token di accesso ha una validità di un’ora. Agli utenti che risultano autenticati al momento dell’aggiornamento dell’applicazione verrà richiesto di accettare nuovamente la richiesta di autorizzazione alla scadenza del token di accesso.
    • Agli utenti che non risultano autenticati al momento dell’aggiornamento verrà richiesto di accettare nuovamente la richiesta di autorizzazione la prossima volta che accederanno all’integrazione (a meno che un amministratore non abbia già acconsentito per conto dell’organizzazione).

La richiesta di autorizzazione è valida per tutte e tre le integrazioni; gli utenti devono quindi accettare nuovamente la richiesta una sola volta e tale accettazione verrà applicata a tutte le integrazioni di Office utilizzate.

L’esperienza utente dipende dalle impostazioni per il consenso dell’utente per l’applicazione (configurato da un amministratore globale nel portale Microsoft Azure)

Opzioni Microsoft per il consenso dell’utente

  • Amministratori:

    Al primo tentativo di accedere a una delle integrazioni dopo l’aggiornamento, gli amministratori di Office 365 attiveranno la richiesta di autorizzazione.

    Quando accettano la richiesta di autorizzazione, gli amministratori hanno la possibilità di acconsentire per conto dell’organizzazione. Se viene selezionata questa opzione, l’accesso verrà accordato a tutti gli utenti dell’organizzazione, per i quali non verrà più attivata alcuna ulteriore richiesta di autorizzazione.

    Se l’amministratore accetta senza selezionare l’opzione di consenso per conto dell’organizzazione, l’accesso verrà accordato solo per l’utente amministratore.

    Consenso dell’amministratore richiesto - Vista per amministratori

    Attenzione:

    Gli amministratori di Office possono accettare la richiesta di autorizzazione per il proprio singolo utente e non per conto dell’organizzazione. Questo può creare una situazione in cui nell’interfaccia a comparsa non verrà più presentata l’opzione di accordare il consenso per gli utenti non amministratore.

    In tal caso, un amministratore globale, amministratore applicazione o amministratore di applicazioni cloud può accordare il consenso per l’organizzazione nelle applicazioni Enterprise di Azure Active Directory.

  • Utenti non amministratore:

    Agli utenti non amministratore non verrà accordato l’accesso all’app finché un amministratore di Office 365 non avrà concesso l’autorizzazione per l’organizzazione.

    Se viene visualizzato questo messaggio, gli utenti devono contattare l’amministratore di Office 365.

    Consenso dell’amministratore richiesto - Vista per gli utenti

    Nota:

    Per individuare il proprio amministratore Office 365, gli utenti possono accedere al portale Azure e cercare Amministratori globali nella sezione Ruoli e amministratori.

  • Utenti non amministratore con il flusso di lavoro di consenso dell’amministratore attivato:

    Agli utenti non amministratore non verrà accordato l’accesso all’app finché un amministratore di Office 365 non avrà concesso l’autorizzazione.

    Se per l’organizzazione è stato attivato il flusso di lavoro di consenso dell’amministratore, l’utente potrà richiedere il consenso dell’amministratore direttamente dalla schermata delle autorizzazioni per il proprio utente.

    Questo processo di autorizzazione accorda l’accesso a un utente alla volta (quando l’amministratore approva le singole richieste).

    Consenso dell’amministratore richiesto - Vista per gli utenti - Flusso di lavoro di consenso

  • Amministratori:

    Al primo tentativo di accedere a una delle integrazioni dopo l’aggiornamento, gli amministratori di Office 365 attiveranno la richiesta di autorizzazione.

    Quando accettano la richiesta di autorizzazione, gli amministratori hanno la possibilità di acconsentire per conto dell’organizzazione. Se viene selezionata questa opzione, l’accesso verrà accordato a tutti gli utenti dell’organizzazione, per i quali non verrà più attivata alcuna ulteriore richiesta di autorizzazione.

    Se l’amministratore accetta senza selezionare l’opzione di consenso per conto dell’organizzazione, l’accesso verrà accordato solo per l’utente amministratore.

    Editore verificato - Vista per l’amministratore

    Attenzione:

    Gli amministratori di Office possono accettare la richiesta di autorizzazione per il proprio singolo utente e non per conto dell’organizzazione. Questo può creare una situazione in cui nell’interfaccia a comparsa non verrà più presentata l’opzione di accordare il consenso per gli utenti non amministratore.

    In tal caso, un amministratore globale, amministratore applicazione o amministratore di applicazioni cloud può accordare il consenso per l’organizzazione nelle applicazioni Enterprise di Azure Active Directory.

  • Utenti non amministratore:

    Agli utenti non amministratore non verrà accordato l’accesso all’app finché un amministratore di Office 365 non avrà concesso l’autorizzazione per l’organizzazione.

    Se viene visualizzato questo messaggio, gli utenti devono contattare l’amministratore di Office 365.

    Editore verificato - Vista per gli utenti

    Nota:

    Per individuare il proprio amministratore Office 365, gli utenti possono accedere al portale Azure e cercare Amministratori globali nella sezione Ruoli e amministratori.

  • Amministratori:

    Al primo tentativo di accedere a una delle integrazioni dopo l’aggiornamento, gli amministratori di Office 365 attiveranno la richiesta di autorizzazione.

    Quando accettano la richiesta di autorizzazione, gli amministratori hanno la possibilità di acconsentire per conto dell’organizzazione. Se viene selezionata questa opzione, l’accesso verrà accordato a tutti gli utenti dell’organizzazione, per i quali non verrà più attivata alcuna ulteriore richiesta di autorizzazione.

    Se l’amministratore accetta senza selezionare l’opzione di consenso per conto dell’organizzazione, l’accesso verrà accordato solo per l’utente amministratore.

    Consenso dell’utente - Vista per l’amministratore
  • Utenti non amministratore:

    Al primo tentativo di accedere a una delle integrazioni dopo l’aggiornamento, per gli utenti non amministratore verrà attivata la richiesta di autorizzazioni.

    Se l’utente accetta la richiesta di autorizzazione, l’accesso verrà accordato solo per l’utente in questione.

    Consenso dell’utente - Vista per gli utenti