Nota:

in Photoshop CS5 e Photoshop CS6, la funzionalità 3D era disponibile in Photoshop Extended. Tutte le funzioni di Photoshop Extended sono ora incluse in Photoshop CC. Photoshop CC non dispone di una versione Extended a parte.

Modificare le impostazioni di rendering 3D

Le impostazioni di rendering determinano la modalità di disegno dei modelli 3D. Con Photoshop vengono installati diversi predefiniti con le impostazioni più comuni. Potete inoltre personalizzare le impostazioni per creare i vostri predefiniti.

Nota:

le impostazioni di rendering sono specifiche per il livello. Se un documento contiene più livelli 3D, specificate impostazioni di rendering separate per ciascuno.

Selezionare un predefinito di rendering

Il predefinito di rendering standard è Predefinito e visualizza le superfici visibili dei modelli. I predefiniti Wireframe e Vertici rivelano la struttura sottostante. Per combinare il rendering opaco con wireframe, scegliete il predefinito Wireframe opaco. Per visualizzare un modello come rettangolo semplice che riflette le dimensioni esterne, scegliete il predefinito Rettangolo di selezione.

  1. Nella parte superiore del pannello 3D, fate clic sul pulsante Scena .

  2. Nella parte inferiore del pannello, scegliete un’opzione nel menu Predefinito.

Predefiniti di rendering installati con l’applicazione

A. Predefinito (Qualità impostata su Interattivo) B. Predefinito (Qualità impostata su Tracce raggi e piano terreno visibile) C. Rettangolo di selezione D. Mappa profondità E. Wireframe nascosto F. Illustrazione al tratto G. Normali H. Maschera di pittura I. Illustrazione ombreggiata J. Vertici ombreggiati K. Wireframe ombreggiato L. Wireframe opaco M. Contorno rettangolo di selezione trasparente N. Rettangolo di selezione trasparente O. Piano a due lati P. Vertici Q. Wireframe 

Nota:

Il predefinito Piano a due lati si applica solo alle sezioni trasversali, visualizzando un modello opaco in una metà della sezione e un wireframe nell’altra.

Personalizzare le impostazioni di rendering

  1. Nella parte superiore del pannello 3D, fate clic sul pulsante Scena .

  2. A destra del menu Impostazioni rendering, fate clic su Modifica.

  3. (Facoltativo) Per visualizzare l’effetto delle nuove impostazioni durante la modifica, selezionate Anteprima. Oppure, deselezionate questa opzione per migliorare leggermente le prestazioni.

    Nota:

    Per specificare le impostazioni univoche per ciascuna metà della sezione trasversale, fate clic sui pulsanti della sezione trasversale   nella parte superiore della finestra di dialogo.

  4. Attivate il rendering Stile lato, Bordo, Stile vertice, Volume o Tipo stereo facendo clic sulle caselle di selezione sul lato sinistro della finestra di dialogo. Quindi regolate le impostazioni relative di seguito.

Nota:

Per informazioni sulle opzioni Volume, utilizzate principalmente con le immagini DICOM, consultate Visualizzare un volume 3D in diversi metodi di rendering.

Opzioni Lati

Le opzioni dei lati determinano l’aspetto delle superfici del modello.

Stile lato

Consente di disegnare superfici usando uno di questi metodi:

Wireframe

Consente di disegnare senza ombre o riflessi usando la GPU di una scheda video OpenGL.

Texture non illuminata

Consente di disegnare senza illuminazione anziché visualizzare solo l’opzione Texture selezionata. L’opzione di diffusione è selezionata per impostazione predefinita.

Piatto

Consente di applicare la stessa superficie normale per tutti i vertici in un lato, creando un aspetto ricco di lati.

Costante

Consente di sostituire le texture con il colore specificato correntemente.

Nota:

Per regolare il colore dei lati, del bordo o dei vertici, fate clic sul riquadro Colore.

Rettangolo di selezione

Consente di visualizzare i riquadri che riflettono le dimensioni esterne di ogni componente.

Normali

Visualizza i componenti X, Y e Z per le normali della superficie nei diversi colori RGB.

Mappa profondità

Visualizza un modello grigio, usando la luminosità per rivelare la profondità.

Maschera di pittura

Visualizza le regioni colorabili in bianco, le regioni di oversampling in rosso e quelle di undersampling in blu. Consultate Identificare le aree colorabili.

Texture

Quando Stile lato è impostato su Texture non illuminata, specifica la mappa texture. (Consultate Impostazioni Materiali 3D.)

Rendering per output finale

Per le animazioni video esportate, produce ombre più morbide e fusioni colore realistiche da oggetti e ambienti riflessi. Tuttavia, questa opzione richiede un maggiore tempo di elaborazione.

Riflessi, Rifrazioni, Ombre

Consentono di mostrare o nascondere le funzioni di rendering di Tracce raggi.

Rimuovi lati posteriori

Nasconde le superfici dietro ai componenti a due lati.

Opzioni Bordo

Le opzioni Bordo determinano l’aspetto delle linee del wireframe.

Stile bordo

Riflette le opzioni Costante, Piatto, Opaco e Riquadro di selezione descritte per la selezione precedente Stile lato.

Soglia piega

Regola il numero delle linee strutturali presenti nel modello. Quando due poligoni di un modello si incontrano a un determinato angolo, si forma una piega o linea. Se i bordi si incontrano a un angolo inferiore all’impostazione di Soglia piega (0-180), la linea che formano viene rimossa. Con un’impostazione di 0, viene visualizzato l’intero wireframe.

Larghezza linea

Specifica la larghezza in pixel.

Rimuovi lati posteriori

Nasconde i bordi dietro i componenti a due lati.

Rimuovi linee nascoste

Rimuove le linee sovrapposte dalle linee in primo piano.

Opzioni Vertice

Le opzioni Vertice regolano l’aspetto dei vertici (intersezioni di poligoni che generano il modello wireframe).

Stile vertice

Riflette le opzioni Costante, Piatto, Opaco e Riquadro di selezione descritte per la selezione precedente Stile lato.

Raggio

Determina il raggio dei pixel di ogni vertice.

Rimuovi lati posteriori

Nasconde i vertici dietro ai componenti a due lati.

Rimuovi vertici nascosti

Rimuove vertici sovrapposti dai vertici in primo piano.

Opzioni Stereo

Le opzioni Stereo regolano le impostazioni per le immagini che verranno visualizzate con vetri rosso-blu o stampati su oggetti che includono obiettivi lenticolari.

Tipo stereo

Specifica i valori di rosso/blu per immagini visualizzate con vetri colorate o Interlacciato verticale per le stampe lenticolari.

Parallasse

Regola la distanza tra due videocamere stereo. Le impostazioni più elevate aumentano la profondità tridimensionale ma riducono la profondità di campo, determinando se gli elementi davanti o dietro il piano focale vengono visualizzati a fuoco o sfocati.

Spaziatura lenticolare

Per le immagini interlacciate verticalmente, specifica di quante linee per pollice dispone l’obiettivo lenticolare.

Piano focale

Determina la posizione del piano focale relativo al centro del riquadro di selezione del modello. Immettete valori negativi per spostare il piano in avanti e positivi per spostarlo indietro.

Salvare o eliminare un predefinito di rendering

  1. Nella parte superiore del pannello 3D, fate clic sul pulsante Scena .

  2. Fate clic su Impostazioni rendering.

  3. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per salvare un predefinito, personalizzate le impostazioni e fate clic sul pulsante Salva .

    • Per eliminare un predefinito, selezionatelo nel menu Predefinito e fate clic sul pulsante Elimina .

Rendering di un file 3D per l’output finale

Al termine dell’elaborazione del file 3D, create un rendering finale per produrre la versione con la qualità migliore per l’output su Web, la stampa o l’animazione. Nel rendering finale vengono utilizzate il ray tracing e una frequenza di campionatura più elevata per acquisire in modo più realistico gli effetti di illuminazione e ombreggiatura.

Usate il metodo di rendering finale per migliorare i seguenti effetti nella scena 3D:

  • Illuminazione basata sull’immagine e colore ambientale globale.

  • Illuminazione da un oggetto riflettente (fusione colore).

  • Disturbo ridotto nelle ombre morbide.

Nota:

un rendering finale può a volte richiedere molto tempo, in base al modello, alla luce e alle mappe nella scena 3D.

  1. Apportate eventuali modifiche o regolazioni al modello, inclusi gli effetti di illuminazione e ombreggiatura.

    Nota:

    Non dovete modificare le impostazioni Anti-alias per la scena prima del rendering. Per impostazione predefinita, viene utilizzata l’impostazione Migliore.

  2. Nella parte superiore del pannello 3D, fate clic sul pulsante Scena , quindi fate clic sulla voce Scena nell’elenco sottostante.

  3. Dal menu Qualità nella parte inferiore del pannello, selezionate Ray tracing finale.

Al termine del rendering, potete appiattire la scena 3D per l’output in un altro formato, comporre la scena 3D con contenuto 2D o stampare direttamente dal livello 3D.

Nota:

Per animazioni video esportate, l’opzione Rendering per output finale è disponibile nella finestra di dialogo Impostazioni rendering 3D. Consultate Personalizzare le impostazioni di rendering.

Salvare ed esportare i file 3D

Per mantenere il contenuto 3D nel file, salvatelo nel formato Photoshop o in un altro formato di immagine supportato. Potete anche esportare un livello 3D come un file in un formato file 3D supportato.

Esportare un livello 3D

Potete esportare i livelli 3D in tutti i formati 3D supportati: Collada DAE, Wavefront/OBJ, U3D e Google Earth 4 KMZ. Quando scegliete il formato di esportazione, tenete presente i seguenti fattori:

  • I formati Wavefront/OBJ non salvano le impostazioni della videocamera, le luci o l’animazione.

  • Solo Collada DAE salva le impostazioni di rendering.

Per esportare un livello 3D, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Scegliete 3D > Esporta livello 3D.

  2. Scegliete un formato per esportare le texture:

    • U3D e KMZ supportano JPEG e PNG come formati texture.

    • DAE e OBJ supportano tutti i formati di immagine per texture supportati da Photoshop.

  3. (Facoltativo) Se esportate in formato U3D, scegliete un’opzione di codifica. ECMA 1 è compatibile con Acrobat 7.0; ECMA 3 è compatibile con Acrobat 8.0 e versione successiva e offre funzioni di compressione delle trame.

  4. Fate clic su OK per effettuare l’esportazione.

Limitazioni durante l'esportazione al formato U3D

Assicuratevi che i livelli 3D esportati come formato U3D contangano solo oggetti geometrici triangolari. Inotre, quando esportate livelli 3D come formato U3D, tenete a mente le limitazioni seguenti:

  • Le primitive di livello più alto, come ad esempio NURBS, spline e curve, non sono supportate.
  • La mappatura texture è limitata a solo a una mappa diffusa per materiale. Le mappe texture ambiente, speculare, luminoso o opacità non sono supportate.
  • L'animazione materiale non è supportata.

Salvare un file 3D

Per conservare la posizione, la luce, il metodo di rendering e le sezioni trasversali, salvate i file con livelli 3D nei formati PSD, PSB, TIFF o PDF.

  1. Scegliete File > Salva o File > Salva con nome e selezionate il formato Photoshop (PSD), Photoshop PDF o TIFF, quindi fate clic su OK.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online