Nota:

in Photoshop CS6, la funzionalità 3D era disponibile in Photoshop Extended. Tutte le funzioni di Photoshop Extended sono ora incluse in Photoshop CC. Photoshop CC non dispone di una versione Extended a parte.

Panoramica del pannello 3D

Quando selezionate un livello 3D, il pannello 3D mostra i componenti del file 3D associato. La sezione superiore del pannello elenca le trame, i materiali e le luci presenti nel file. La sezione inferiore del pannello mostra le impostazioni e le opzioni per il componente 3D selezionato nella sezione superiore.

Pannello 3D con le opzioni Scena in Photoshop
Pannello 3D con le opzioni Scena

A. Visualizza le opzioni di Scena, Trame, Materiali o Luci. B. Menu dei predefiniti di rendering C. Personalizzare le impostazioni di rendering D. Consente di selezionare una texture su cui dipingere. E. Impostazioni Sezione trasversale F. Consente di attivare/disattivare le sovrapposizioni. G. Aggiungi nuova luce H. Elimina luce 

I pulsanti nella parte superiore del pannello 3D consentono di filtrare i componenti visualizzati nella sezione superiore. Fate clic sul pulsante Scena per mostrare tutti i componenti, su Materiali per visualizzare solo i materiali e così via.

Visualizzare il pannello 3D

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Scegliete Finestra > 3D

    • Fate doppio clic sull’icona del livello 3D  nel pannello Livelli.

    • Scegliete Finestra > Area di lavoro > 3D avanzato.

Filtrare le opzioni 3D visualizzate

  1. Fate clic sul pulsante Scena, Trama, Materiali o Luci nella parte superiore del pannello 3D.

Mostrare o nascondere una trama o una luce 3D

  1. Fate clic sull’icona dell’occhio accanto alla trama o alla luce nella sezione superiore del pannello 3D.

    Nota:

    non potete attivare o disattivare la visualizzazione del materiale dal pannello 3D. Per mostrare o nascondere i materiali, modificate le impostazioni di visibilità per le texture associate nel pannello Livelli. Consultate Impostazioni Materiali 3D.

Accedere alle impostazioni per la scena 3D

  1. Fate clic sul pulsante Scena.

  2. Se non è già selezionata, fate clic sulla voce Scena nella parte superiore dell’elenco dei componenti.

Accedere alle impostazioni per trama, materiali o luci

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic sul pulsante Scena per mostrare tutti i componenti della scena. Quindi selezionate una trama, un materiale o una luce nella sezione superiore.

    • Fate clic sul pulsante Trame, Materiali o Luci per visualizzare temporaneamente solo tali componenti. Quindi selezionate un solo elemento trama, materiale o luce.

Espandere o ridurre i materiali per una trama

  1. Fate clic sul pulsante Scena.

  2. Fate clic sul triangolo a sinistra dell’icona della trama.

Visualizzare il piano terreno

Il piano terreno è una griglia che riflette la posizione del terreno rispetto al modello 3D.

  • Per visualizzare il piano terreno, fate clic sulla relativa icona di attivazione/disattivazione  nella parte inferiore del pannello 3D e selezionate Piano terreno 3D.

Nota:

l’icona di attivazione/disattivazione è disponibile solo se OpenGL è presente sul sistema.

Mostrare o nascondere le guide delle luci

  1. Nella parte inferiore del pannello 3D, fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione  e selezionate Luce 3D

Evidenziare la trama o il materiale selezionato nella finestra del documento

  1. Nella parte inferiore del pannello 3D, fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione  e selezionate Selezione 3D.

Quando selezionate dei materiali o delle trame nel panello, nella finestra del documento compare un contorno colorato che consente di identificare l’elemento corrente.

Nota:

per cambiare il colore delle sovrapposizioni 3D come i contorni per materiali e trame, potete personalizzare le opzioni nella sezione 3D della finestra di dialogo Preferenze.

Contorno degli elementi selezionati in Photoshop
Contorno degli elementi sezionati nella finestra del documento

A. I materiali sono identificati da una linea colorata. B. Le trame sono identificate da un rettangolo di selezione. 

Impostazioni Scena 3D

Usate le impostazioni Scena 3D per modificare i metodi di rendering, selezionare la texture su cui colorare o creare sezioni trasversali. Per accedere alle impostazioni della scena, fate clic sul pulsante Scena  nel pannello 3D, quindi selezionate la voce Scena nella parte superiore del pannello.

Impostazioni rendering

Consente di specificare il predefinito di rendering da usare per il modello. Per personalizzare le opzioni, fate clic su Modifica. Per ulteriori informazioni, consultate Modificare le impostazioni di rendering 3D.

Qualità

Scegliete l’impostazione che fornisce la qualità di visualizzazione migliore mantenendo prestazioni ottimali:

Interattivo (pittura)

Effettua il rendering con OpenGL utilizzando la GPU della scheda grafica, per risultati di alta qualità ma senza riflessi e ombre particolareggiati. Per la maggior parte dei sistemi questa opzione rappresenta la scelta migliore per la fase di modifica.

Bozza tracce raggi

Effettua il rendering utilizzando la CPU della scheda madre del computer, con qualità bozza per riflessi e ombre. Se il sistema dispone di una scheda grafica potente, potete ottenere risultati più rapidi scegliendo l’opzione Interattivo (pittura).

Tracce raggi finali

Indicata per l’output finale, questa opzione effettua il rendering completo di riflessi e ombre. Per ulteriori informazioni, consultate Rendering di un file 3D per l’output finale.

Nota:

durante il rendering con ray tracing, sull’immagine vengono temporaneamente disegnate delle porzioni. Per interrompere il processo di rendering fate clic o premete la barra spaziatrice. Per cambiare il numero di passaggi per le porzioni, e cambiare così le preferenze tra velocità di elaborazione e qualità, modificate l’opzione Soglia alta qualità nelle preferenze 3D.

Porzioni disegnate temporaneamente sull'immagine in Photoshop
Durante il rendering con traccia dei raggi, sull’immagine vengono temporaneamente disegnate delle porzioni.

Pittura su

Quando colorate direttamente sul modello 3D; usate questo menu per scegliere su quale mappa texture desiderate colorare. Consultate Pittura 3D.

Nota:

potete anche scegliere la texture di destinazione dal menu 3D > Modalità pittura 3D.

Colore ambiente globale

Imposta il colore per l’ambiente globale visibile su superfici riflettenti. Questo colore interagisce con il colore ambiente per materiali specifici. Consultate Impostazioni Materiali 3D.

Sezione trasversale

Selezionate questa opzione per creare una sezione trasversale planare che intersechi il modello all’angolazione scelta. Questa opzione consente di sezionare un modello e di visualizzarne il contenuto interno. Consultate Visualizzare sezioni trasversali

Visualizzare le sezioni trasversali

Per visualizzare una sezione trasversale di un modello 3D, potete intersecare il modello con un piano invisibile che lo divide in sezioni a qualsiasi angolazione e ne rivela il contenuto solo su un lato del piano.

  1. Selezionate Sezione trasversale nella parte inferiore della scheda Scena.

  2. Scegliete le opzioni per l’allineamento, la posizione e l’orientamento:

    Piano

    Selezionate questa opzione per visualizzare il piano intersecante che genera la sezione trasversale. Potete scegliere il colore e l’opacità del piano.

    Intersezione

    Selezionate questa opzione per evidenziare le aree del modello intersecate dal piano della sezione trasversale. Fate clic sul campione colore per selezionare il colore di evidenziazione.

    Capovolge la sezione trasversale

    Sposta l’area visualizzata del modello sul lato opposto del piano di intersezione.

    Spostamento e inclinazione

    Usate Spostamento per spostare il piano lungo il suo asse, senza modificarne l’inclinazione. Con uno spostamento predefinito di 0, il piano interseca il modello 3D nel suo punto intermedio. Con spostamento positivo o negativo massimo, il piano si sposta oltre qualsiasi intersezione con il modello. Usate le impostazioni di inclinazione per ruotare il piano fino a 3600 in entrambe le direzioni possibili. Per un asse particolare, le impostazioni di inclinazione ruotano il piano lungo gli altri due assi. Ad esempio, un piano allineato all’asse y può essere ruotato attorno all’asse x (Inclinazione 1) o all’asse z (Inclinazione 2).

    Allineamento

    Selezionate un asse (x, y o z) per il piano di intersezione. Il piano è perpendicolare all’asse selezionato.

Applicare diverse modalità di rendering a ogni sezione trasversale

Potete variare le impostazioni di rendering per ogni sezione trasversale per combinare diverse viste dello stesso modello 3D, ad esempio Wireframe con Opaco.

  1. Selezionate Sezione trasversale e scegliete le opzioni nella parte inferiore della scheda Scena. Le impostazioni di rendering correnti vengono applicate alla sezione trasversale visibile.

  2. Fate clic su Impostazioni rendering oppure scegliete 3D > Impostazioni rendering.

  3. Nella parte superiore della finestra di dialogo, fate clic sul pulsante Sezione trasversale  correntemente non selezionato.

    Per impostazione predefinita, tutte le impostazioni sono disattivate per la sezione trasversale alternativa, rendendola invisibile.

  4. Scegliete le opzioni di rendering per la sezione trasversale alternativa e fate clic su OK.

Impostazioni Trama 3D

Ogni trama nel modello 3D viene visualizzata su una riga separata nella sezione superiore del pannello 3D. Selezionate una trama per accedere alle relative impostazioni e informazioni nella sezione inferiore del pannello 3D.

Le informazioni includono il numero di materiali e texture applicati alla trama, nonché il numero di vertici e facce contenuti. Potete anche impostare le seguenti opzioni di visualizzazione della trama:

Nota:

per visualizzare le ombre, impostate le luci e selezionate la qualità di rendering Ray tracing. Consultate Impostazioni Scena 3D.

Acquisisci ombre

Consente di definire se sulla superficie della trama selezionata si formano delle ombre proiettate da altre trame.

Nota:

per acquisire sulle trame le ombre dal piano terreno, selezionate 3D > Acquisizione ombre piano terreno. Per allineare tali ombre con gli oggetti, selezionate 3D > Allinea oggetto al piano del terreno

Genera ombre

Consente di definire se la trama selezionata genera ombre sulle superfici di altre trame.

Invisibile

Consente di nascondere la trama, ma vengono visualizzate eventuali ombre sulla sua superficie.

Opacità ombra

Consente di definire la morbidezza delle ombre generate dalla trama selezionata. Questa impostazione è utile per la fusione di oggetti 3D con livelli sottostanti.

Mostrare o nascondere una trama

  1. Fate clic sull’icona dell’occhio accanto al nome della trama nella sezione superiore del pannello 3D.

Manipolare trame singole

Usate gli strumenti di posizionamento della trama per spostare, ruotare o ridimensionare una trama selezionata senza spostare il modello. Gli strumenti di posizionamento funzionano allo stesso modo degli strumenti principali di posizione 3D nel pannello degli strumenti. Per informazioni su ogni strumento, consultate Spostare, ruotare o ridimensionare un modello 3D.

  1. Selezionate una trama nella sezione superiore del pannello 3D. La trama selezionata viene evidenziata con una casella rossa nella sezione inferiore del pannello.

  2. Per spostare la trama, selezionate e usate uno strumento di posizionamento della trama nella parte inferiore del pannello.

Nota:

per manipolare l’intero modello mentre è selezionata una singola trama, usate gli strumenti 3D nel pannello Strumenti.

Impostazioni Materiali 3D

La parte superiore del pannello 3D elenca i materiali usati nel file 3D. Per creare l’aspetto generale del modello, potete usare uno o più materiali. Se un modello contiene diverse trame, è possibile che vi sia un materiale specifico associato a ogni trama. Oppure, un modello può essere realizzato da una singola trama ma usare diversi materiali in diverse aree.

Materiale selezionato e mappe texture associate in Photoshop
Materiale selezionato e mappe texture associate

A. Per visualizzare le opzioni Materiali B. Materiale selezionato C. Selettore dei materiali D. Strumenti rilascio materiale e selezione E. Icona del menu della mappa texture F. Tipi di mappa texture 

Per un materiale selezionato nella parte superiore del pannello 3D, la parte inferiore mostra le mappe texture specifiche usate dal materiale. Alcuni tipi di texture, quali Diffusione e Rilievo, si basano generalmente su file 2D per la definizione di particolari colori o pattern che creano la texture. Per altri tipi di texture, potrebbe non essere necessario un file 2D a parte. Ad esempio, potete regolare direttamente Superficie, Brillantezza, Opacità o Riflesso immettendo i valori desiderati.

Le mappe texture usate dal materiale vengono visualizzate come Texture nel pannello Livelli, raggruppate secondo la categoria di mappa texture.

Nota:

per ottenere una miniatura di un’immagine di mappa texture, passate il mouse sul nome della texture (ad esempio, Riflesso o Illuminazione).

Diffusione

Colore del materiale. La mappa di diffusione può essere un colore a tinta unita o qualsiasi contenuto 2D. Il valore del campione colore Diffusione imposta il colore diffuso se scegliete di rimuovere la mappa texture di diffusione. Potete anche creare una mappa diffusa colorando direttamente sul modello. Consultate Pittura 3D.

Opacità

Consente di aumentare o ridurre l’opacità del materiale (0-100%). Per controllare l’opacità potete usare una mappa texture o un cursore di scorrimento. I valori della scala di grigio della mappa texture controllano l’opacità del materiale. I valori bianchi generano un’opacità completa mentre i valori neri generano trasparenza totale.

Rilievo

Consente di creare rilievi sulla superficie del materiale senza alterare la trama sottostante. Una mappa dei rilievi è un’immagine in scala di grigio in cui i valori più chiari creano aree di superficie rialzate e i valori più scuri creano aree di superficie piane. Potete creare o caricare un file di mappa dei rilievi o colorare sul modello per crearne uno automaticamente. Consultate Pittura 3D.

Il campo Rilievo consente di aumentare o ridurre i rilievi. È attivo solo se esiste una mappa dei rilievi. Immettete un numero nel campo o usate il cursore di scorrimento per aumentare o ridurre l’intensità del rilievo.

Nota:

i rilievi sono più pronunciati quando la superficie viene visualizzata di fronte piuttosto che da un angolo.

Normale

Come la texture della mappa dei rilievi, la mappa normale aumenta i dettagli della superficie. A differenza della mappa dei rilievi di una texture, che si basa su un’immagine in scala di grigio con un singolo canale, una mappa normale si basa su un’immagine a più canali (RGB). I valori di ogni canale di colore rappresentano i componenti x, y e z di una normale sulla superficie del modello. Una mappa normale può essere usata per rendere più uniformi le superfici delle trame poligonali basse.

Nota:

Photoshop utilizza mappe normali nello spazio mondo, per un’elaborazione più rapida.

Ambiente

Memorizza l’immagine dell’ambiente circostante al modello 3D. Le mappe di ambiente vengono applicate come panorama sferico. Il contenuto della mappa di ambiente è visibile nell’area di riflettanza del modello.

Nota:

per impedire che la mappa di ambiente si rifletta su un determinato materiale, impostate il valore Riflettanza su 0%, aggiungete una mappa di riflettanza che mascheri l’area del materiale o rimuovete la mappa di ambiente per il materiale.

Riflesso

Consente di aumentare il riflesso di altri oggetti nella scena 3D e nella mappa dell’ambiente sulla superficie del materiale.

Illuminazione

Consente di definire un colore che non si affida all’illuminazione per la visualizzazione. Crea l’effetto che l’oggetto 3D sia illuminato dall’interno.

Superficie

Consente di definire la quantità di luce da una sorgente che si riflette sulla superficie e torna indietro. Per regolare la lucentezza, immettete un valore nel campo o usate il cursore di scorrimento. Se create una mappa della lucentezza separata, l’intensità dei colori nella mappa controlla la lucentezza nel materiale. Le aree nere creano una lucentezza totale, mentre le aree bianche rimuovono completamente la lucentezza; i valori intermedi invece riducono la dimensione del punto di luce.

Brillantezza

Consente di definire la dispersione della luce riflessa generata dall’impostazione Superficie. Un valore di brillantezza basso (dispersione alta) produce una luce più evidente e più diffusa. Un valore di brillantezza alto (dispersione bassa) produce una luce meno evidente e punti luce più chiari e nitidi.

Esempi di diverse percentuali di superficie e brillantezza in Photoshop
Regolazione di Superficie (numero a sinistra) e Brillantezza (numero a destra)

Nota:

se un oggetto 3D dispone di un numero superiore di tipi di texture rispetto ai nove supportati da Photoshop, le texture extra vengono visualizzate nel pannello Livelli e nell’elenco Modalità pittura 3D. Per visualizzare questo elenco, scegliete 3D > Modalità pittura 3D oppure usate il menu Pittura su, nella sezione Scena del pannello 3D.

Speculare

Colore visualizzato per le proprietà speculari (ad esempio, lucentezza e brillantezza della luce).

Ambiente

Imposta il colore della luce ambiente visibile sulle superfici riflettenti. Questo colore interagisce con il Colore ambiente globale dell’intera scena. Consultate Impostazioni Scena 3D.

Rifrazione

Imposta l’indice di rifrazione, quando la Qualità della scena è impostato su Ray tracing e l’opzione Rifrazioni è selezionata nella finestra di dialogo 3D >Impostazioni rendering. La rifrazione è il mutamento della direzione della luce che si verifica nel punto di intersezione di due mezzi (ad esempio, aria e acqua) che hanno indici di rifrazione diversi. Il valore predefinito per i nuovi materiali è 1,0 (valore approssimativo dell’aria).

Campionare e applicare i materiali direttamente sugli oggetti

Lo strumento rilascio materiale 3D funziona in modo molto simile al classico strumento secchiello e consente di prelevare e applicare i materiali direttamente sugli oggetti 3D.

  1.  Nel pannello 3D, selezionate lo strumento rilascio materiale 3D .

  2.  Portate il puntatore del mouse sull’oggetto 3D nella finestra del documento. Quando viene visualizzato il materiale che desiderate prelevare, fate clic tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS).

  3.  Spostate il puntatore fino a evidenziare il materiale che desiderate cambiare e fate clic.

Nota:

per un esempio visivo del materiale evidenziato, consultate Evidenziare la trama o il materiale selezionato nella finestra del documento.

Selezionare i materiali direttamente sugli oggetti

  1.  Nel pannello 3D, tenete premuto il mouse sullo strumento rilascio materiale 3D  e selezionate lo strumento selezione materiale 3D .

  2.  Portate il puntatore del mouse sull’oggetto 3D nella finestra del documento. Quando viene visualizzato il materiale che desiderate selezionare, fate clic.

Applicare, salvare o caricare i predefiniti di materiale

I predefiniti di materiale consentono di applicare rapidamente gruppi di impostazioni di texture. I predefiniti forniti prevedono diversi materiali come acciaio, stoffa e legno.

Applicare, salvare o caricare i predefiniti di materiale in Photoshop
Fate clic sull’anteprima del materiale per visualizzare il pannello a comparsa dei predefiniti.

  1. Nel pannello 3D, fate clic sull’anteprima del materiale.

  2. Nel pannello a comparsa dei predefiniti, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per applicare un predefinito, fate doppio clic sull’anteprima di una miniatura.

    • Per creare un predefinito dalle impostazioni texture correnti, fate clic sull’icona del menu a comparsa  e scegliete Nuovo materiale.

    • Per rinominare o eliminare i predefiniti selezionati, fate clic sull’icona del menu a comparsa e scegliete Rinomina o Elimina materiale.

    • Per salvare il gruppo di predefiniti corrente, fate clic sull’icona del menu a comparsa e scegliete Salva materiali.

    • Per visualizzare un altro gruppo di predefiniti, fate clic sull’icona del menu a comparsa. Quindi scegliete Ripristina materiali per ripristinare un gruppo salvato, Carica materiali per aggiungere un gruppo salvato o Sostituisci materiali.

Creare una mappa texture

  1. Fate clic sull’icona cartella  accanto al tipo di mappa texture.

  2. Scegliete Nuova texture

  3. Immettete il nome, le dimensioni, la risoluzione e il metodo colore per la nuova mappa, quindi fate clic su OK.

    Nota:

    per rispettare le proporzioni di una mappa esistente, visualizzatene le dimensioni passando il puntatore del mouse sul nome della mappa texture nel pannello Livelli.

    Il nome della nuova mappa texture è visualizzata accanto al tipo di mappa texture nel pannello Materiali. Inoltre, viene aggiunto all’elenco delle texture nel livello 3D all’interno del pannello Livelli. Il nome predefinito è il tipo di mappa texture aggiunto al nome del materiale.

Caricare una mappa texture

Potete caricare un file texture 2D esistente per uno dei nove tipi di mappa texture disponibili.

  1. Fate clic sull’icona cartella  accanto al tipo di texture.

  2. Scegliete Carica texture, quindi selezionate e aprite il file di texture 2D.

Creare una mappa texture dei rilievi

Una mappa texture dei rilievi riempita con un valore in scala di grigio neutro fornisce un intervallo maggiore durante la pittura sulla mappa.

  1. Nel pannello Strumenti, fate clic sul campione Imposta il colore di sfondo.

  2. Nel Selettore colore, impostate la luminosità su 50% e i valori R, G, B su valori uguali. Fate clic su OK.

  3. Nel pannello 3D, fate clic sull’icona cartella  accanto a Rilievo.

  4. Scegliete Nuova texture

  5. Scegliete le seguenti impostazioni nella finestra di dialogo Nuovo:

    • Per Metodo colore, scegliete Scala di grigio.

    • Per Contenuto sfondo, scegliete Colore di sfondo.

    • (Facoltativo) Impostate Larghezza e Altezza in modo che corrispondano alle dimensioni della mappa texture di diffusione per il materiale.

  6. Fate clic su OK.

La mappa texture dei rilievi viene creata e aggiunta ai file di mappa texture elencati nel pannello Materiali. Viene anche visualizzata come texture nel pannello Livelli.

Aprire una mappa texture per la modifica

  1. Fate clic sull’icona immagine  e scegliete Apri texture.

    La mappa texture si apre come Oggetto avanzato in una propria finestra di documento. Dopo aver modificato la texture, rendete attiva la finestra del documento del modello 3D per visualizzare gli aggiornamenti al modello. Consultate Modifica di texture 3D.

Eliminare una mappa texture

  1. Fate clic sull’icona immagine  accanto al tipo di texture.

  2. Scegliete Rimuovi texture.

Nota:

se la texture eliminata è un file esterno, potete ricaricarlo usando il comando Carica texture nel menu della mappa texture. Per le texture che si riferiscono a un file 3D interno, scegliete Annulla o Passo indietro per ripristinare una texture eliminata.

Modificare le proprietà della texture

Una mappa texture viene applicata a una particolare area di superficie del modello, in base ai relativi parametri di mappatura UV. Se necessario, potete regolare la scala e lo spostamento UV per migliorare l’applicazione delle mappe texture al modello.

  1. Fate clic sull’icona immagine  accanto al tipo di texture.

  2. Scegliete Modifica proprietà.

  3. Scegliete un livello di destinazione e impostate i valori di scala e spostamento UV. Potete immettere i valori direttamente oppure usare i cursori di scorrimento.

    Destinazione

    Stabilisce se le impostazioni si applicano a un livello specifico o all’immagine composita.

    Scala U e V

    Ridimensionate le texture mappate. Per creare un pattern ripetuto, riducete il valore.

    Spostamento U e V

    Riposizionate le texture mappate.

Impostazioni Luci 3D

Le luci 3D illuminano i modelli da diversi angoli, aggiungendo profondità e ombre realistiche.

Aggiungere o eliminare luci singole

  1. Nel pannello 3D, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per aggiungere una luce, fate clic sul pulsante Crea una nuova luce  e scegliete il tipo di luce:

      • Le luci puntiformi illuminano in tutte le direzioni, come le lampadine.

      • I faretti generano un cono di luce che può essere regolato.

      • Le luci infinite illuminano da un piano direzionale, come la luce del sole.

      • Le luci basate su immagine mappano un’immagine illuminata attorno alla scena 3D.

    • Per eliminare una luce, selezionatela dall’elenco sopra alla sezione Luci . Quindi fate clic sul pulsante Elimina  in fondo al pannello.

Regolare le proprietà delle luci

  1. Nella sezione Luci  del pannello 3D, selezionate una luce dall’elenco.

  2. Nella parte inferiore del pannello, impostate le seguenti opzioni:

    Menu

    Consente di applicare un gruppo di luci e impostazioni precedentemente salvato. Consultate Salvare, sostituire e aggiungere gruppi di luci.

    Tipo luce

    Scegliete tra le opzioni descritte in Aggiungere o eliminare singole luci.

    Intensità

    Consente di regolare la luminosità.

    Colore

    Consente di definire il colore della luce. Fate clic sulla casella per accedere al selettore del colore.

    Immagine

    Per le luci basate su immagine, consente di specificare un file bitmap o 3D. Per ottenere effetti di maggior impatto, provate a usare immagini HDR a 32 bit.

    Crea ombre

    Genera ombre delle superfici in primo piano su quelle di sfondo, di una trama singola su se stessa o da una trama a un’altra. Per migliorare leggermente le prestazioni, disattivate questa opzione.

    Morbidezza

    Sfoca il bordo delle ombre, producendo un decadimento graduale.

  3. Per le luci puntiformi e i faretti, impostate le seguenti opzioni aggiuntive:

    Angolo centrale

    (Solo faretti) Consente di impostare la larghezza del centro luminoso della luce.

    Angolo totale

    (Solo faretti) Consente di impostare la larghezza complessiva della luce.

    Usa attenuazione

    Le opzioni Interno ed Esterno determinano il cono di attenuazione e la velocità di riduzione di intensità di illuminazione quando la distanza dagli oggetti aumenta. Quando l’oggetto è più vicino del limite Interno, l’intensità della luce è al suo valore massimo. Quando l'oggetto è più lontano del limite Esterno, l'intensità della luce è pari a zero. Alle distanze intermedie, le luci si attenuano linearmente dal valore massimo a zero.

    Nota:

    passate il puntatore del mouse sulle opzioni di attenuazione Angolo centrale, Angolo totale, Interno e Esterno. L’elemento di luce interessato è indicato in rosso sull’icona a destra.

Posizionare le luci

  1. Nella sezione Luci  del pannello 3D, selezionate uno dei seguenti strumenti:

    Strumento rotazione

    (Faretti, luci infinite e luci basate su immagine) Ruota la luce mantenendone la posizione nello spazio 3D.

    Nota:

    per richiamare rapidamente una luce in un’area particolare, tenete premuto il tasto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e fate clic nella finestra del documento.

    Strumento panning

    (Solo faretti e luci puntiformi) Sposta la luce in un’altra posizione nello stesso piano 3D.

    Strumento scorrimento

    (Solo faretti e luci puntiformi) Sposta la luce in un altro piano 3D.

    Orienta luce a origine

    (Solo faretti) Dirige la luce al centro del modello.

    Passa alla vista corrente

    Colloca la luce nella stessa posizione della videocamera.

Nota:

per posizionare con precisione le luci basate su immagine, servitevi dell’asse 3D, in modo da avvolgere l’immagine attorno a una sfera. (Consultate Asse 3D.)

Aggiungere guide per le luci

Le guide per le luci fornisco punti di riferimento spaziali per effettuare le regolazioni. Queste guide riflettono il tipo, l’angolo e l’attenuazione di ciascuna luce. Le luci puntiformi vengono visualizzate sotto forma di sfere, i faretti di coni e le luci infinite di linee.

  1. Nella parte inferiore del pannello 3D, fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione  e selezionate Luce 3D.

Nota:

potete modificare il colore delle guide nella sezione 3D della finestra di dialogo Preferenze.

Diverse guide per luci in Photoshop
Guide per luci

A. Luce puntiforme B. Faretto C. Luce infinita 

Salvare, sostituire e aggiungere gruppi di luci

Potete salvare come un predefinito i gruppi di luci in modo da poterli utilizzare in un secondo momento. Per includere il predefinito in un altro progetto, potete aggiungere o sostituire le luci esistenti.

  1. Nel menu del pannello 3D , selezionate una delle seguenti opzioni:

    Salva predefinito luci

    Salva il gruppo corrente di luci come un predefinito che può essere caricato con i seguenti comandi.

    Aggiungi luci

    Consente di aggiungere un predefinito di luci selezionato alle luci esistenti.

    Sostituisci luci

    Consente di sostituire le luci esistenti con quelle del predefinito selezionato.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online