Scopri come implementare Adobe Connect Edge Server per migliorare la protezione, ridurre la latenza, bilanciare il carico e fornire un failover.

Flusso di lavoro per l'installazione di Adobe Connect Edge Server

Progettare le aree di server periferici.

Potete installare server periferici o cluster di server periferici in diverse ubicazioni, o aree, per allocare e bilanciare l'accesso ad Adobe Connect. Potete ad esempio installare un server periferico a San Francisco per gli utenti della costa occidentale e uno a Boston per gli utenti della costa orientale.

Installare Adobe Connect Edge Server.

Installate Adobe Connect Edge Server su ciascun computer in ogni area. Ad esempio, se disponete di un cluster di server periferici in un’area, installate Adobe Connect Edge Server su ogni computer presente nel cluster. Vedete Installare Adobe Connect Edge Server.

Modificare il server DNS per ogni area.

Mappate il nome di dominio completo (FQDN) del server Adobe Connect di origine sull’indirizzo IP statico di Adobe Connect Edge Server in ogni area. Vedete Implementazione di Adobe Connect Edge Server.

Configurare il server periferico.

Aggiungi parametri di configurazione al file custom.ini su ciascun Adobe Connect Edge Server. Vedi Implementazione di Adobe Connect Edge Server.

Configurare il server di origine.

Aggiungi parametri di configurazione al file custom.ini su ciascun Adobe Connect Server. Dovete inoltre impostare il nome esterno del server periferico nella console di gestione applicazione sul server di origine. Vedete Implementazione di Adobe Connect Edge Server.

Installare un sistema di bilanciamento del carico.

Se installate più server periferici in un’area, dovete usare un sistema di bilanciamento del carico tra i server periferici e configurarlo in modo che usi la porta 80. I server periferici usano la porta 8080. Per ulteriori informazioni, consultate la documentazione fornita con il sistema di bilanciamento del carico.

Implementare Adobe Connect Edge Server

Prima di implementare i server Edge, assicurati che Adobe Connect e qualsiasi altra funzionalità aggiuntiva (ad esempio, SSL, un'integrazione con un servizio di directory, Single Sign-On o un sistema di memorizzazione condivisa per i contenuti) siano in esecuzione correttamente.

  1. Sul server DNS mappate il nome di dominio completo (FQDN) del server di origine sull’indirizzo IP statico del server periferico. Se installate server periferici in più aree, ripetete questo passaggio per ogni area.

    Nota:

    in alternativa potete usare un file host. In questo caso ogni client deve avere un file host che colleghi l’indirizzo IP statico del server periferico al nome FQDN del server di origine.

  2. In Adobe Connect Edge Server, aprite il file [direct_install_principale]\edgeserver\win32\conf\HttpCache.xml e sostituite il nome del computer nel tag HostName con l'FQDN del computer del server periferico, ad esempio edge1.mycompany.com.
    <!-- The real name of this host. -->          
    <HostName>edge1.yourcompany.com</HostName>
  3. In Adobe Connect Edge Server, crea un file [root_install_dir]\edgeserver\custom.ini e immetti i seguenti parametri e valori.

    FCS_EDGE_HOST

    Nome di dominio completo (FQDN) del server periferico, ad esempio FCS_EDGE_HOST=edge1.nomeazienda.com.

    FCS_EDGE_REGISTER_HOST

    L'FQDN del server di origine Adobe Connect, ad esempio, FCS_EDGE_REGISTER_HOST=connect.yourcompany.com.

    FCS_EDGE_CLUSTER_ID

    Nome del cluster. A ogni cluster di server periferici, o area, deve essere assegnato un ID univoco. Ogni computer del cluster deve avere lo stesso ID. Il formato consigliato è nomeazienda-nomecluster, ad esempio FCS_EDGE_CLUSTER_ID=nomeazienda-us. Configura questo parametro, anche se stai implementando solo un Adobe Connect Edge Server.

     

    FCS.HTTPCACHE_BREEZE_SERVER_NORMAL_PORT

    L'indirizzo IP o il nome di dominio e il numero di porta del computer in cui è installato Adobe Connect, ad esempio FCS.HTTPCACHE_BREEZE_SERVER_NORMAL_PORT=connect.yourcompany.com:80. Adobe Connect Edge Server si connette al server di origine di Adobe Connect in questa posizione.

    FCS_EDGE_PASSWORD

    (Facoltativo) Password per il server periferico. Se impostate un valore per questo parametro, dovete impostare lo stesso valore per ogni server periferico e server di origine.

    FCS_EDGE_EXPIRY_TIME

    (Facoltativo) Numero in millisecondi entro il quale il server periferico deve registrarsi presso il server di origine prima che scada dal cluster e il sistema esegua il failover a un altro server periferico. Iniziate con il valore predefinito, FCS_EDGE_EXPIRY_TIME=60000.

    FCS_EDGE_REG_INTERVAL

    (Facoltativo) Intervallo, in millisecondi, entro il quale il server periferico tenta di registrarsi presso il server di origine. Questo parametro determina la frequenza con cui il server periferico si rende disponibile per il server di origine. Iniziate con il valore predefinito, FCS_EDGE_REG_INTERVAL=30000.

    DEFAULT_FCS_HOSTPORT

    (Facoltativo) Per configurare le porte dei server periferici, aggiungete la seguente riga: DEFAULT_FCS_HOSTPORT=:1935,80,‑443.

    Il segno meno (-) davanti a 443 indica che la porta 443 è una porta protetta che riceve solo connessioni RTMPS. Se tenti una connessione RTMPS sulla porta 1935 o 80, la connessione non riesce. Analogamente, una richiesta di connessione RTMP non sicura sulla porta 443 non riesce.

    Se il server periferico usa un acceleratore hardware esterno, la porta 443 non deve essere configurata come porta protetta.

    Di seguito sono disponibili valori di esempio per il file config.ini: FCS_EDGE_HOST=edge.yourcompany.com FCS_EDGE_REGISTER_HOST=connect.yourcompany.com FCS_EDGE_CLUSTER_ID=yourcompany-us FCS.HTTPCACHE_BREEZE_SERVER_NORMAL_PORT=connect.yourcompany.com:80

    FCS_EDGE_HOST=edge.yourcompany.com 
    FCS_EDGE_REGISTER_HOST=connect.yourcompany.com 
    FCS_EDGE_CLUSTER_ID=yourcompany-us 
    FCS.HTTPCACHE_BREEZE_SERVER_NORMAL_PORT=connect.yourcompany.com:80
  4. Riavviate il server periferico.
  5. Nel server di origine Adobe Connect, aprite il file [direct_install_principale]\custom.ini in un editor di testo e mappate il valore del parametro FCS_EDGE_CLUSTER_ID su un ID di area; la sintassi è edge.FCS_EDGE_CLUSTER_ID=zone-id. Anche se state implementando un solo server periferico, dovete mappare l’ID del cluster su un ID di area.

    Ogni cluster di server periferici deve avere un ID di area. L’ID di area può essere un numero intero positivo maggiore di 0. Potete avere ad esempio tre cluster mappati sulle aree da 1 a 3:

    edge.yourcompany‑us=1 
    edge.yourcompany‑apac=2 
    edge.yourcompany‑emea=3

    Esempio di file custom.ini per il server di origine: DB_HOST=localhost DB_PORT=1433 DB_NAME=breeze DB_USER=sa DB_PASSWORD=#V1#4cUsRJ6oeFwZLnQPpS4f0w== # DEBUG LOGGING SETTINGS HTTP_TRACE=yes DB_LOG_ALL_QUERIES=yes # EDGE SERVER SETTINGS edge.yourcompany-us=1

    DB_HOST=localhost                                                                              
    DB_PORT=1433                                                                             
    DB_NAME=breeze                                                                             
    DB_USER=sa                                                                             
    DB_PASSWORD=#V1#4cUsRJ6oeFwZLnQPpS4f0w==                                                                            
    # DEBUG LOGGING SETTINGS                                                                            
    HTTP_TRACE=yes                                                                            
    DB_LOG_ALL_QUERIES=yes 
    # EDGE SERVER SETTINGS 
    edge.yourcompany-us=1

    Nota:

    se avete impostato un parametro FCS_EDGE_PASSWORD nel file config.ini del server periferico, impostate la stessa password anche nel file custom.ini sul server di origine.

  6. Riavviate il server di origine.
  7. Nel server di origine, aprite la console di gestione applicazione (Start > Programmi > Adobe Connect Server > Configura Adobe Connect Server). Selezionate la scheda Impostazioni applicazione, quindi selezionate Impostazioni server e nella sezione Mappature host immettete il nome esterno per il server periferico. Il nome esterno deve essere identico al valore impostato per il parametro FCS_EDGE_HOST sul server periferico.
  8. Sul server di origine configurate Windows Firewall in modo che i server periferici possano accedere alla porta 8506.
  9. Ripetete i passaggi da 2 a 4 per ogni server periferico di ogni area.
  10. Ripetete i passaggi da 5 a 7 per ogni server di origine di ogni area.

Per assistenza durante l’implementazione di server Edge, contatta il supporto di Adobe all’indirizzo www.adobe.com/it/support/programs/connect.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online