Scoprite come gestire i dischi di memoria virtuale in Photoshop. Risolvete l’errore del disco di memoria virtuale pieno.

Che cos’è un disco di memoria virtuale?

Un disco di memoria virtuale è un’unità disco o SSD utilizzata per la memorizzazione temporanea durante l’esecuzione di Photoshop. Photoshop utilizza questo spazio per memorizzare parti dei documenti e i relativi stati del pannello Storia che non trovano spazio nella memoria RAM. I file di memoria virtuale vengono inseriti in cartelle invisibili specificate dal sistema operativo, ad eccezione dei volumi non di avvio in Windows, nella directory principale dell’unità. Quando un’unità non di avvio viene utilizzata come disco di memoria virtuale, i file temporanei vengono posizionati nella directory principale dell’unità.

Per impostazione predefinita, Photoshop usa il disco rigido su cui è installato il sistema operativo come disco primario di memoria virtuale. 

Come si regolano le preferenze del disco di memoria virtuale?

Potete modificare le impostazioni del disco di memoria virtuale nella sezione Preferenze > Dischi di memoria virtuale.

  1. Scegliete Modifica > Preferenze > Dischi di memoria virtuale (Windows) o Photoshop > Preferenze > Dischi di memoria virtuale (Mac).

  2. Nella finestra di dialogo Preferenze, selezionate o deselezionate la casella di controllo attiva per attivare o disattivare un disco di memoria virtuale. Per cambiare l’ordine dei dischi di memoria virtuale, fate clic sui pulsanti con le frecce.

  3. Fate clic su OK. Per applicare le modifiche, riavviate Photoshop.

Quanto spazio è necessario sul disco di memoria virtuale?

Lo spazio di memoria virtuale necessario dipende dal modo in cui eseguite le modifiche e dal numero di stati Storia in memoria.

  • Se apportate solo piccole modifiche, avete bisogno di almeno 1,5 GB di spazio sul disco di memoria virtuale per Photoshop (con preferenze, pennelli, pattern e altro predefiniti ecc.) e due volte le dimensioni di tutti i file aperti contemporaneamente.
  • Se apportate grandi modifiche a livelli di pixel densi (cioè utilizzando diversi filtri per immagini di sfondo complesse o apportando molte modifiche a oggetti avanzati di grandi dimensioni), potreste dover modificare le dimensioni del file originale in base agli stati Storia. 

Photoshop riserva sempre 6 GB di spazio sulle unità di avvio e 1 GB sulle unità non di avvio per evitare di causare problemi al sistema operativo eseguendo un’unità con lo spazio completamente esaurito. Il caricamento di centinaia di pattern o pennelli aumenta notevolmente lo spazio necessario per l’avvio di Photoshop.

Impostazioni consigliate per i dischi di memoria virtuale

  • Per ottenere prestazioni ottimali, collegate i dischi di memoria virtuale a una porta compatibile con il limite massimo di larghezza di banda rispetto a tutte le porte disponibili. I limiti di larghezza di banda per le diverse porte sono i seguenti:
    Thunderbolt = 10 GB/sec
    eSATA = 600 MB/sec
    PCIe = 500 MB/sec
    USB3 = 400 MB/sec
  • Per migliorare le prestazioni, impostate il disco di memoria virtuale su un disco rigido deframmentato che disponga di spazio inutilizzato e di velocità di lettura/scrittura elevate. Se disponete di più di un disco rigido, potete specificare dischi di memoria virtuale aggiuntivi. Photoshop supporta fino a 64 exabyte di spazio sul disco di memoria virtuale per un massimo di quattro volumi. (Un exabyte equivale a 1 miliardo di GB).
  • Se il disco di avvio è un disco rigido, anziché un’unità di memoria a stato solido (SSD), provate a utilizzare un disco rigido diverso per il disco primario di memoria virtuale. Un’unità SSD, d’altro canto, offre buone prestazioni sia come disco di avvio sia come disco di memoria virtuale primario. In effetti, l’utilizzo di un’unità SSD è probabilmente migliore rispetto all’utilizzo di un disco rigido separato come disco primario di memoria virtuale.
  • I dischi di memoria virtuale dovrebbero trovarsi su un’unità diversa rispetto ai file di grandi dimensioni in corso di modifica.
  • I dischi di memoria virtuale dovrebbero trovarsi su unità diverse da quella usata dal sistema operativo per la memoria virtuale.
  • I dischi/set di dischi RAID costituiscono un’ottima soluzione se usati come volumi di dischi virtuali dedicati.
  • Deframmentate regolarmente le unità con i dischi di memoria virtuale.

Unità non consigliate per il disco di memoria virtuale

  • Unità di rete
  • Chiavette USB
  • Qualsiasi unità USB-2

Risolvere l’errore “disco di memoria virtuale pieno”

Liberare lo spazio su disco aggiuntivo

L’errore “disco di memoria virtuale pieno” spesso indica che l’unità o le unità utilizzate per i dischi di memoria virtuale sta esaurendo o stanno esaurendo lo spazio disponibile.
Liberate ulteriore spazio sul disco rigido eliminando i file non necessari dal disco di memoria virtuale o spostando i file dal disco di memoria virtuale a un’altra posizione di archiviazione.

Specificare le unità appropriate per il disco di memoria virtuale

Per impostazione predefinita, come disco di memoria virtuale di Photoshop viene selezionata solo l’unità del sistema operativo. Se disponete di più unità o partizioni, assicuratevi di selezionare le unità più veloci con più spazio libero come dischi di memoria virtuale. Potete inoltre risolvere una condizione “disco di memoria virtuale pieno” selezionando unità aggiuntive da utilizzare come dischi di memoria virtuale. Consultate Come si regolano le preferenze del disco di memoria virtuale?

Reimpostare le preferenze di Photoshop

Nei rari casi in cui Photoshop o il sistema si bloccano, il file delle preferenze di Photoshop può essere danneggiato e ciò può influire sulla gestione dei dischi di memoria virtuale di Photoshop. Ripristinando le preferenze di Photoshop e riconfigurando le preferenze del disco di memoria virtuale, potete risolvere l’errore “disco di memoria virtuale pieno”. Consultate Reimpostare le preferenze di Photoshop.

Disattivare il salvataggio di ripristino automatico

Per impostazione predefinita, Photoshop tenta di ripristinare automaticamente il documento in caso di chiusura imprevista del programma, ad esempio in caso di arresto anomalo o riavvio del computer. 

La disattivazione di Modifica (Win) / Photoshop (Mac) > Preferenze > Gestione file > Salva automaticamente informazioni di recupero ogni [n minuti] riduce le dimensioni del file temporaneo di Photoshop (memoria virtuale) con il rischio di non eseguire il ripristino automatico.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online