Le informazioni contenute in questo documento vengono fornite per consentirvi di utilizzare al meglio Shockwave 3D. Se si verifica un problema con Shockwave Player, la soluzione potrebbe essere riportata di seguito. Si consiglia inoltre di inviare una segnalazione di errore.

  1. Confrontate il sistema in uso con i requisiti di sistema.
  2. Aggiornate i driver della scheda video e altri componenti software del sistema quando possibile.
  3. Utilizzate il rendering hardware anziché il rendering software.
  4. Consultate la sezione sulle domande frequenti riportata di seguito se si verificano ancora dei problemi.

Domande frequenti

Qual è la differenza tra il rendering hardware e quello software?
Con Shockwave 3D è possibile utilizzare due metodi diversi per il rendering di contenuto 3D: il rendering software e quello hardware.

Il rendering hardware utilizza le funzionalità di una scheda video, spesso progettate per accelerare la grafica 3D mediante l'uso di interfacce di programmazione, ad esempio DirectX e OpenGL.

Il rendering software, anziché utilizzare una scheda video per supportare la riproduzione 3D, utilizza il processore principale di un computer (la CPU) per disegnare la grafica 3D. La CPU esegue tutti i calcoli necessari per disegnare un'immagine 3D. La scheda video del sistema visualizza semplicemente ciò che la CPU ha elaborato. Consente agli utenti che dispongono di una scheda video 3D scadente o non 3D di vedere il contenuto 3D.
Come è possibile passare dal rendering hardware a quello software e viceversa quando si utilizza Shockwave Player 3D?
Per attivare il modulo di rendering 3D, avviate la riproduzione di un qualsiasi filmato Shockwave nel browser. Quando il filmato viene visualizzato, accedete al menu di scelta rapida:

Windows: fate clic con il pulsante destro del mouse sul filmato
Macintosh: tenete premuto il tasto Ctrl e fate clic sul filmato

Nel menu di scelta rapida, scegliete l’opzione relativa al modulo di rendering 3D e selezionate quello desiderato. Nota: per un rendering ottimale, è consigliabile utilizzare l’impostazione predefinita, ovvero "Obey Content Settings". Se un modulo di rendering non è selezionabile, significa che non è disponibile nel sistema.
Come è possibile correggere le imperfezioni e le anomalie visibili sullo schermo durante il rendering degli oggetti 3D?
Assicuratevi di aver scaricato ed installato i driver più recenti per la scheda video in uso. Alcune schede non supportano tutte le funzionalità 3D più recenti utilizzate in Shockwave 3D. Le schede non in grado di gestire il rendering hardware di alcuni elementi 3D forzano la CPU a disegnare le immagini (rendering software). Ciò influisce notevolmente sulle prestazioni di creazione e riproduzione di contenuto di Shockwave 3D. Un supporto grafico 3D scadente e una CPU lenta riducono le prestazioni di Shockwave 3D. Consultate i requisiti minimi.
Cosa si può fare per migliorare le prestazioni quando già si dispone di una scheda video 3D. con accelerazione hardware e dei driver più recenti?
Provate a modificare il desktop da 256 colori (colore a 8 bit), a migliaia (16 bit) o milioni (32 bit) di colori. In 3D, l’accelerazione hardware è utilizzata soltanto in modalità di visualizzazione a 16 bit o superiori.
Cosa si deve fare se si verificano problemi di rendering 3D anche dopo aver installato i driver più recenti?
Assicuratevi di aver installato la versione necessaria di DirectX (Windows) o OpenGL (Macintosh). Questi sono i componenti software di sistema utilizzati dalla scheda video per eseguire il rendering delle immagini sullo schermo. Leggete il documento LEGGIMI o le note sulla versione del driver per stabilire quale versione di DirectX o OpenGL è necessaria per il driver utilizzato. È possibile che il rendering hardware 3D in Shockwave 3D e in altre applicazioni presenti delle anomalie se il sistema dispone di una versione di DirectX o OpenGL che è meno recente di quella necessaria per il driver video installato. Questo problema non è specifico di Shockwave. È possibile che sia necessario scaricare una versione più recente di DirectX o OpenGL dai siti degli aggiornamenti di sistema di terze parti elencati oltre.

Nota: un driver video per DirectX 5 può funzionare correttamente in un sistema con DirectX 7. Al contrario, un driver video per DX7 potrebbe non funzionare correttamente in un sistema con DX5.
Cosa si deve fare per essere certi di utilizzare al meglio il rendering 3D con accelerazione hardware dopo aver eseguito l’upgrade a Windows XP o aver comprato una nuova scheda video per un computer con Windows XP?
I driver di Windows XP potrebbero non fornire il supporto 3D per il prodotto utilizzato. In tal caso, è necessario scaricare i driver del produttore della scheda video.
Perché gli oggetti 3D appaiono più scuri con il rendering hardware OpenGL che con i moduli di rendering software o DirectX? Perché le lumeggiature speculari non sono visibili?
Nella modalità di rendering software, o quando si utilizza DirectX, le lumeggiature speculari vengono applicate "sopra" le texture. Per impostazione predefinita, OpenGL aggiunge le lumeggiature speculari "sotto" le texture. Shockwave 3D utilizza le estensioni OpenGL per ottenere un risultato simile a quando si utilizza DirectX e il rendering software, ma non tutte le schede video o le implementazioni OpenGL supportano queste estensioni.
Se si dispone di una scheda video 3D per il sistema Macintosh e il relativo software driver è installato, perché il rendering hardware 3D OpenGL non è disponibile anche dopo aver scaricato e installato OpenGL dal sito del supporto Apple?
Il programma di installazione di OpenGL di Apple può sovrascrivere alcune delle estensioni della scheda video durante l'installazione di OpenGL. Provate a reinstallare il software driver della scheda video dopo l’installazione di OpenGL di Apple.

Requisiti minimi di sistema per la riproduzione 3D

I seguenti requisiti di sistema sono relativi alla visualizzazione di contenuto 3D con Shockwave Player. Tenete presente che questi sono requisiti minimi di sistema. Le prestazioni dei sistemi di fascia bassa che soddisfano comunque questi requisiti saranno probabilmente di molto inferiori a quelle dei sistemi di fascia alta.

Windows

  • Pentium II a 266 MHz (con una scheda video 3D con accelerazione hardware corrente)
  • Pentium II a 300 MHz (senza scheda video 3D con accelerazione hardware)
  • Windows 95 (o versioni successive)
  • DirectX versione 5 (o versioni successive)
  • 32 MB di RAM di sistema per la riproduzione
  • 4 MB di RAM video per l’uso a 16 bit con scheda video 3D con accelerazione hardware
  • Browser: Netscape 4.x, IE 4.x, AOL 4.0

Macintosh

  • PPC 233 (con una scheda video 3D con accelerazione hardware corrente)
  • G3 300 (senza scheda video 3D con accelerazione hardware)
  • OS 8.1 (o versioni successive)
  • OPEN GL 1.1.2 (o versioni successive)
  • 32 MB di RAM di sistema per la riproduzione
  • 4 MB di RAM video per l’uso a 16 bit con scheda video 3D con accelerazione hardware
  • Browser: Netscape 4.x, IE 4.5, AOL 4.0

Nota: il termine "corrente" applicato alle schede video 3D con accelerazione hardware intende i prodotti commercializzati a partire dal 1998. Le prestazioni variano da una scheda video all’altra. Questi prodotti sono in genere denominati "schede video 3D di seconda generazione". Le schede video 3D più recenti utilizzano funzionalità come il rendering a 32 bit, multi-texturing, fusione alfa (trasparenza), anti-aliasing e così via.

Aggiornamenti di terze parti

Driver/chipset hardware 3D supportati

Le prestazioni di Shockwave 3D risultano migliori quando è utilizzato con i software driver per schede video più recenti. È importante aggiornare tutti i driver periodicamente, ad esempio ogni sei o nove mesi, se possibile. Il supporto per DirectX (versione 5 o successiva) è essenziale per i PC Windows. Il supporto per OpenGL (versione 1.1.2 o successiva) è essenziale per Macintosh.

Raccomandazioni per i driver

Aggiornamenti di sistema di Windows

In genere, l'aggiornamento dei componenti principali di un sistema operativo comporta un miglioramento delle prestazioni.

Aggiornamenti di sistema di Macintosh

In genere, l'aggiornamento dei componenti principali di un sistema operativo comporta un miglioramento delle prestazioni. Gli utenti Macintosh devono mantenere aggiornato il sistema operativo in uso.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online