Informazioni sul flusso di lavoro di installazione, l'architettura, il flusso dei dati, gli adattatori di telefonia e i server Edge prima dell'installazione di Adobe Connect.

Informazioni tecniche di Adobe Connect

Un'installazione di Adobe Connect è formata da diversi componenti, a seconda della selezione dell'utente nella schermata del programma di installazione: Adobe Connect Central Application Server, Adobe AEM, Adobe Media Server, Adobe Connect, Adobe Media Gateway (Universal Voice), un database, il servizio di telefonia di Adobe Connect e gli adattatori per telefonia per le audioconferenze.

Adobe Connect Central Application Server si basa su un'applicazione Web J2EE eseguita sul motore servlet Tomcat. Denominato anche server applicazioni, gestisce utenti, gruppi, contenuto on-demand e sessioni client. Tra i compiti del server applicazioni figurano il controllo dell’accesso, la protezione, la gestione di quote e licenze nonché funzioni di gestione e controllo quali la replica e il failover del cluster. Trascrive inoltre i contenuti multimediali, compresa la conversione di Microsoft PowerPoint e audio. Il server applicazioni gestisce le richieste di riunione e di trasferimento di contenuto (diapositive, pagine HTTP, file SWF e file nel contenitore Condivisione file) attraverso una connessione HTTP o HTTPS.

Alcuni componenti di Adobe Media Server (AMS), denominati anche server riunioni, vengono installati con Adobe Connect in modo da poter gestire i flussi audio e video in tempo reale, la sincronizzazione dei dati e la fornitura di contenuto multimediale incluse le interazioni delle riunioni di Adobe Connect. Tra le attività di Adobe Media Server figurano la riproduzione e la registrazione di riunioni, la tempistica di audio e video e la transcodifica, ovvero la conversione e la preparazione dei dati per l'interazione e la condivisione dello schermo in tempo reale. Adobe Media Server riduce inoltre la latenza e il carico del server grazie alla memorizzazione nella cache dei flussi, dei dati condivisi e delle pagine Web a cui si accede di frequente. Adobe Media Server trasferisce audio, video e i dati delle riunioni attraverso il protocollo ad alte prestazioni di Adobe RTMP o RTMPS (Real Time Messaging Protocol).

Adobe Media Gateway consente di integrare Adobe Connect con l’infrastruttura SIP/RTP. Adobe Media Gateway riceve l'audio da un server SIP e lo invia alle stanze riunioni di Adobe Connect. Adobe Media Gateway trasmette inoltre flussi audio e video dai dispositivi per le videoconferenze al contenitore Videotelefonia. Tale soluzione è denominata Universal Voice.

Adobe Connect richiede un database per la memorizzazione permanente dei metadati delle applicazioni e dei metadati transazionali, incluse le informazioni relative a utenti, gruppi, contenuto e le informazioni di reporting. Puoi utilizzare il motore del database incorporato (SQL 2016 Express Edition) incluso nel programma di installazione di Adobe Connect oppure acquistare e installare un Microsoft SQL Server Enterprise Edition supportato. Per informazioni sui database supportati, vedi Specifiche tecniche di Adobe Connect.

Adobe Connect supporta diversi adattatori per telefonia mediante i quali è possibile abilitare la funzionalità di audioconferenza. Durante il processo di installazione potete scegliere se installare uno o più adattatori.

Flusso di dati

Nel diagramma seguente è illustrato il flusso di dati tra un’applicazione client e Adobe Connect.

Flusso di dati tra il server Adobe Connect e l'applicazione client.
Flusso di dati tra il server Adobe Connect e l'applicazione client.

Il flusso può passare attraverso una connessione non crittografata o una connessione crittografata.

Connessione non crittografata

Le connessioni non crittografate avvengono su HTTP ed RTMP e seguono i percorsi descritti nella tabella. I numeri riportati nella tabella corrispondono ai numeri nel diagramma del flusso di dati.

Numero

Descrizione

1

Il browser del client richiede un URL di riunione o contenuto attraverso HTTP:80.

2

Il server Web risponde e trasferisce il contenuto o fornisce al client le informazioni necessarie per la connessione alla riunione.

3

Il client richiede una connessione alla riunione attraverso RTMP:1935.

3a

Il client richiede una connessione alla riunione ma può connettersi solo attraverso RTMP:80.

4

Adobe Media Server risponde e apre una connessione permanente per il traffico dei flussi di Adobe Connect.

4a

Adobe Media Server risponde e apre una connessione con tunnel per il traffico dei flussi di Adobe Connect.

Connessione crittografata

Le connessioni crittografate avvengono attraverso HTTPS e RTMPS e seguono i percorsi descritti nella tabella. Le lettere riportate nella tabella corrispondono alle lettere nel diagramma del flusso di dati.

Lettera

Descrizione

A

Il browser del client richiede un URL di riunione o contenuto attraverso una connessione protetta su HTTPS:443.

B

Il server Web risponde e trasferisce il contenuto attraverso una connessione protetta o fornisce al client le informazioni necessarie per la connessione alla riunione in modo protetto.

C

Il client richiede una connessione protetta ad Adobe Media Server attraverso RTMPS:443.

D

Adobe Media Server risponde e apre una connessione protetta e permanente per il traffico dei flussi di Adobe Connect.

Flusso di dati per telefonia

Nel diagramma seguente è illustrato il flusso di dati tra i servizi di telefonia e Adobe Connect.

Flusso di dati tra il server Adobe Connect e i servizi di telefonia.
Flusso di dati tra il server Adobe Connect e i servizi di telefonia.

A. Permanenza. B. Gestione del servizio e failover, connessione al servizio e broker di sessione, provisioning dei dati utente e accesso. C. Comandi nativi ed eventi che utilizzano API proprietarie di fornitori per il controllo della conferenza. D. Comandi ed eventi che utilizzano le chiamate RPC. E. Provisioning. F. Richiesta del servizio di telefonia. G. Comandi e stato telefonia. 

Flusso di lavoro di installazione

La seguente procedura vi consente di progettare, installare e configurare un sistema Adobe Connect. In alcuni passaggi dovrete prendere una decisione mentre in altri dovrete semplicemente completare un’attività. In ogni passaggio si rimanda a informazioni di base sulla decisione o sull’attività.

Scegliere il database da usare.

Per ulteriori informazioni, consultate Scegliere un database.

Se al passaggio 1 avete scelto SQL Server, installatelo.

Per ulteriori informazioni, consultate la documentazione di SQL Server.

Nota: saltate questo passaggio se state installando il database incorporato.

(Facoltativo) Scegliete e acquisite le informazioni necessarie per installare gli adattatori per telefonia.

Se state installando uno o più adattatori per telefonia integrata, acquisite le informazioni necessarie per il programma di installazione. Per ulteriori informazioni, consultate Scelta dell'installazione degli adattatori per telefonia integrata.

Installate Adobe Connect e i componenti selezionati.

Durante l’installazione di Adobe Connect, puoi inoltre installare i server Adobe AEM Author e Publish, il motore di database incorporato, uno o più adattatori per telefonia e Adobe Media Gateway (Universal Voice). Consulta Installazione di Adobe Connect 9.

Verificate che Adobe Connect e i componenti selezionati siano stati installati correttamente.

Per ulteriori informazioni, consultate Verificare l’installazione.

Implementare Adobe Connect.

Per ulteriori informazioni, consultate Implementazione di Adobe Connect.

(Facoltativo) Integrare Adobe Connect nell’infrastruttura.

Esistono diverse opzioni per integrare Adobe Connect nell’infrastruttura aziendale esistente. È consigliabile verificare il funzionamento di Adobe Connect dopo la configurazione di ciascuna di queste funzioni.

Integrazione con Adobe Omniture

Adobe Connect 9 utilizza la tecnologia Adobe Omniture per fornire dei rapporti analitici sugli eventi accuratamente dettagliati. L'integrazione di Adobe SiteCatalyst prevede la fornitura delle credenziali per il sito Web Omniture di Adobe nella configurazione di Adobe Connect. Per ulteriori informazioni, contattate il supporto Omniture alla pagina http://www.omniture.com/en/contact/support.

Integrazione con un fornitore SIP

Per fornire audioconferenze di qualità, integrate Adobe Connect con il server SIP della vostra azienda o con un fornitore SIP esterno (denominato anche fornitore VoIP ). Consultate Implementazione di Universal Voice.

Integrare una directory LDAP

Per evitare di gestire più directory utente, integrate Adobe Connect con il server di directory LDAP dell’azienda. Consultate Integrazione con un servizio di directory.

Configurare SSL (Secure Sockets Layer)

Gestite tutte le comunicazioni di Adobe Connect in modo protetto.

Memorizzare il contenuto su periferiche NAS/SAN

Usate periferiche di rete per condividere i compiti di memorizzazione del contenuto. Consultate Configurazione della memorizzazione condivisa.

Hosting dell’applicazione Adobe Connect per desktop

Gli utenti possono scaricare facilmente l’applicazione Adobe Connect per desktop dalla pagina dei download sul sito web Adobe. Tuttavia, se la politica di protezione dell’organizzazione non consente il download da server esterni, puoi ospitare l’applicazione sul server interno e continuare a garantire un’ottima esperienza utente. Vedi Hosting dell’applicazione Adobe Connect.

(Facoltativo) Scegliete se installare Adobe Connect in un cluster.

Per ulteriori informazioni, consultate Scelta dell'implementazione di Adobe Connect in un cluster.

(Facoltativo) Scegliete se installare server periferici.

Per ulteriori informazioni, vedete Scelta per implementare Adobe Connect Edge Server.

Scelta dell’implementazione di Adobe Connect in un cluster

Potete installare tutti i componenti di Adobe Connect, incluso il database, su un solo server, ma questo tipo di configurazione è più indicato per gli ambienti di testing che per quelli di produzione.

Un gruppo di server connessi, ognuno con una funzione identica, è denominato cluster. In un cluster di Adobe Connect, installate una copia identica di Adobe Connect su ogni server presente nel cluster.

Nota:

Quando installate Adobe Connect in un cluster, usate un SQL Server supportato e installatelo in un computer a parte.

Se un host del cluster è guasto, un altro host prende il suo posto e ospita la stessa riunione. Per garantire il bilanciamento del carico del cluster, utilizzate hardware o software di terze parti. Spesso, l’hardware di bilanciamento del carico può anche fungere da acceleratore SSL.

Nota:

Nella console di gestione applicazione potete configurare la memorizzazione condivisa in modo che il contenuto sia memorizzato su periferiche esterne e nella cache del server di Adobe Connect. Per una nuova installazione è anche possibile configurare il NAS.

I sistemi in rete affidabili sono progettati con componenti ridondanti. Se un componente è guasto, un altro componente identico (ridondante) prende il suo posto. Quando un componente prende il posto di un componente guasto, si verifica il failover.

È consigliabile che non solo Adobe Connect ma ogni componente del sistema sia ridondante. Ad esempio, potete utilizzare più periferiche hardware per il bilanciamento del carico (come BIG-IP di F5 Networks), un cluster di server in cui è installato Adobe Connect e database SQL Server su più computer esterni. Assicuratevi che il sistema che create sia dotato di numerosi componenti ridondanti e aggiungetene di nuovi quando necessario.

Tre opzioni di cluster
Tre opzioni di cluster

A. Un cluster con software per il bilanciamento del carico di rete e due database esterni B. Periferiche hardware per il bilanciamento del carico BIG-IP e due database esterni C. Due periferiche per il bilanciamento del carico BIG-IP, cluster e due database esterni 

Scegliere un database

Adobe Connect usa un database per memorizzare le informazioni relative a utenti, contenuto, corsi, riunioni e rapporti. Potete usare il motore di database incorporato (incluso nel programma di installazione), oppure installare un SQL Server supportato (da acquistare separatamente).

Nota:

il motore database incorporato in Adobe Connect 9.5 è Microsoft SQL Server 2016 Express Edition.

Database incorporato

Il motore database incorporato è consigliato solo per uso a scopo di testing e sviluppo. Il motore usa le stesse strutture dati di SQL Server 2012 Enterprise Edition, ma non è altrettanto potente.

Il motore database incorporato presenta i seguenti limiti:

  • A causa di restrizioni della licenza, il motore di database incorporato deve essere installato sullo stesso computer in cui è installato Adobe Connect. Tale computer deve essere dotato di un solo processore.

  • Le dimensioni massime del database sono pari a 2 GB.

  • Il motore del database incorporato non dispone di un'interfaccia grafica utente, bensì di un'interfaccia della riga di comando.

Database esterno

Il programma di installazione di Adobe Connect contiene e installa Microsoft SQL Server 2016 Express Edition. Tuttavia, per gli ambienti di produzione, Adobe raccomanda l’utilizzo di Microsoft SQL Server 2016 Enterprise Edition, un sistema di gestione di database (DBMS) più scalabile e progettato per supportare un gran numero di utenti simultaneamente. SQL Server 2012 Standard Edition offre inoltre un’interfaccia utente grafica per la gestione del database e la creazione di query.

Potete installare SQL 2012 Standard Edition sullo stesso computer in cui è installato Adobe Connect oppure su un computer diverso. Se lo installate su un computer diverso, sincronizzate i computer sulla stessa origine.

Installate SQL Server in modalità di login mista per poter usare l’autenticazione SQL. Impostate il database in modo che non faccia distinzione tra maiuscole e minuscole.

È necessario usare SQL Server nei seguenti scenari di implementazione:

  • Per installare il database su un computer in cui non è installato Adobe Connect.

  • Adobe Connect è implementato in un cluster.

  • Adobe Connect è installato su computer multiprocessore con tecnologia Hyper-Threading.

Scelta per l'installazione degli adattatori per telefonia integrata

Durante il processo di installazione di Adobe Connect, potete installare uno o più adattatori per telefonia.

Per ogni adattatore è necessario fornire informazioni specifiche. Se disponete già di tali informazioni, potete configurare l'adattatore durante l'installazione iniziale di Adobe Connect. Se lo preferite, potete installare l'adattatore senza configurarlo. Una volta pronti per la configurazione dell'adattatore, eseguite nuovamente il programma di installazione. Per ulteriori informazioni, consultate Preparazione all'installazione di adattatori per telefonia integrata.

Scelta dell’implementazione di Adobe Connect Edge Server

Con l’implementazione di Adobe Connect Edge Server nella rete, i client si connettono al server periferico, che a sua volta si collega ad Adobe Connect (denominato anche server di origine). Questa connessione si verifica in modo trasparente. Gli utenti hanno infatti l’impressione di essere connessi direttamente al server della riunione.

I server periferici offrono i seguenti vantaggi:

Latenza ridotta della rete

I server periferici memorizzano nella cache il contenuto on-demand (ad esempio presentazioni e riunioni registrate) e suddividono i flussi dal vivo, riducendo così il traffico verso l’origine. I server periferici collocano le risorse in prossimità dei client.

Protezione

I server periferici sono un livello aggiuntivo tra la connessione Internet del client e l’origine.

Se la licenza di cui disponete lo consente, potete installare e configurare un cluster di server periferici. L’implementazione di server periferici in un cluster offre i seguenti vantaggi:

Failover

Quando un server periferico è guasto, i client vengono instradati verso un altro server periferico.

Supporto per eventi di grandi dimensioni

Se vi occorrono più di 500 connessioni simultanee alla stessa riunione, un singolo server periferico non disporrà di socket sufficienti. Un cluster supporta un numero maggiore di connessioni alla stessa riunione.

Bilanciamento del carico

Se avete bisogno di più di 100 riunioni simultanee, un singolo server periferico potrebbe non disporre di memoria sufficiente. I server periferici possono essere implementati in un cluster con dispositivo per il bilanciamento del carico.

Funzionamento dei server periferici

I server periferici eseguono l’autenticazione degli utenti e ne autorizzano le richieste relative a servizi Web quale Adobe Connect Meeting anziché inoltrare ogni richiesta al server di origine e usarne le risorse per queste attività. Se i dati richiesti vengono trovati nella cache del server periferico, tali dati vengono restituiti al client richiedente senza chiamare Adobe Connect.

Se i dati richiesti non sono memorizzati nella cache del server periferico, quest’ultimo inoltra la richiesta del client al server di origine, dove viene eseguita l’autenticazione dell’utente e viene autorizzata la richiesta di servizi. Il server di origine restituisce i risultati al server periferico richiedente, che consegna quindi i risultati al client richiedente. Il server periferico memorizza quindi queste informazioni nella cache, da cui altri utenti autenticati possono accedervi.

Esempio di implementazione di server periferici

Considerate il seguente esempio di implementazione di server periferici:

Esempio di implementazione di Edge Server.
Esempio di implementazione di Edge Server.

I client della sede di Chicago usano l’origine ubicata in un centro dati a Chicago. I server periferici di Boston e San Francisco raccolgono le richieste dei client locali e le inoltrano all’origine. I server periferici ricevono le risposte dall’origine a Chicago e le trasmettono ai client nelle proprie zone di pertinenza.

Creazione e ottimizzazione di un ambiente VMWare

L'installazione di Adobe Connect su VMWare segue le stesse modalità dell'installazione su un computer fisico. Per informazioni sui requisiti hardware, software e di configurazione, vedete il documento tecnico sull'esecuzione di Adobe Connect in un ambiente virtuale.

Opzioni di audio e videoconferenza in Adobe Connect

Connect supporta due modalità di connessione ai fornitori di audioconferenze: Universal Voice e gli adattatori per telefonia integrata. Ciascuna soluzione presenta vantaggi diversi. Per ciascun fornitore audio potete configurare una sola soluzione o entrambe. Per ogni account Adobe Connect potete configurare quanti fornitori di audioconferenze desiderate.

Universal Voice consente ad Adobe Connect di inviare e ricevere l'audio da qualunque fornitore di audioconferenze. L'audio può essere registrato insieme alla conferenza Web e inviato ai partecipanti VoIP.

Utilizzate Universal Voice per integrare i dispositivi di videotelefonia che supportano SIP/H.264. Adobe Connect supporta ufficialmente i dispositivi per videoconferenza Tandberg 990MXP e Edge 95, ma anche altri dispositivi Tandberg H.264 possono funzionare. Per ulteriori informazioni, consultate il sito web Tandberg.

La soluzione Universal Voice utilizza un componente denominato Adobe Media Gateway che viene installato con Adobe Connect. Adobe Media Gateway riceve l'audio da un server SIP e lo invia ad Adobe Connect mediante RTMP. Per utilizzare Universal Voice è necessario disporre di un proprio server SIP o di un account con un fornitore SIP. Per informazioni sulla configurazione di Adobe Media Gateway, consultate Implementazione di Universal Voice.

Dopo l'implementazione di Universal Voice, gli amministratore di account possono utilizzare Adobe Connect Central per configurare le informazioni relative alle audioconferenze. Per ulteriori informazioni, consultate Configurazione di fornitori audio per Universal Voice.

Gli adattatori per telefonia integrata sono estensioni Java che consentono la comunicazione tra Adobe Connect e determinati fornitori di audioconferenze. Gli adattatori per telefonia integrata offrono controlli di chiamata avanzati. Durante l'installazione di Adobe Connect potete installare uno o più adattatori per telefonia. Per ulteriori informazioni, vedete Scelta dell'installazione degli adattatori per telefonia integrata.

Potete inoltre utilizzare l'API Java per telefonia di Adobe Connect per sviluppare un adattatore per telefonia integrata per qualsiasi fornitore di audioconferenze.

Nella tabella seguente sono descritte le funzioni di entrambe le soluzioni:

 

Fornitore audio Universal Voice

Adattatore telefonico integrato

Trasmissione audio a partecipanti VoIP

No (a meno che non sia configurato un adattatore per Universal Voice)

Controllo avanzato delle chiamate. Ad esempio, disattivazione dell'audio e pausa

No

Registrazione dell'audio con Adobe Connect Meeting

Richiede Adobe Media Gateway (incluso nel programma di installazione di Adobe Connect)

No (a meno che non sia configurato un adattatore per Universal Voice)

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online