State visualizzando l'articolo corretto?

L'articolo fa riferimento a Digital Publishing Suite. Per l'articolo AEM Mobile, consultate Amministrazione account.

Il pannello Folio Builder, il Dashboard di Digital Publishing Suite e DPS App Builder richiedono tutti un Adobe ID verificato per l’accesso.

L’accesso al pannello Folio Builder è opzionale. Se non effettuate l’accesso, potete creare folio locali e visualizzarli in anteprima con Desktop Viewer o con Adobe Content Viewer su un dispositivo mobile. L’accesso al pannello Folio Builder consente di caricare i folio sul server acrobat.com. Potete scaricare tali folio sul vostro dispositivo mobile o condividerli con altri utenti.

Creazione e verifica di un Adobe ID (iscritti non DPS)

Se disponete di una copia di InDesign CS6 o versione successiva, potete utilizzare gli strumenti DPS per creare e condividere folio. Per creare Adobe ID individuali, visitate https://digitalpublishing.acrobat.com/it/ e fate clic su Creazione account. Registratevi per un account usando un indirizzo e-mail valido. Adobe vi invierà un messaggio di verifica. Aprite il messaggio ed effettuate la verifica. Usate l’Adobe ID per accedere al pannello Folio Builder o al Dashboard.

Adobe ID associato all’applicazione (utenti con iscrizione Professional e Enterprise)

Potete usare l’Adobe ID di un utente (ad esempio “johnsmith@gmail.com”) per accedere al pannello Folio Builder e creare i folio. Tuttavia, se pubblicate un’app visualizzatore multi-folio, come una rivista mensile, si consiglia di usare un Adobe ID specifico per tale applicazione, ad esempio “dps.publication@publisher.com”. Utilizzate lo strumento Amministrazione account per assegnare il ruolo applicazione a un account e-mail.

Adobe ID per l’applicazione
Adobe ID per l’applicazione

A. Pannello Folio Builder B. DPS App Builder C. App visualizzatore personalizzata creata con DPS App Builder e folio creati con il pannello Folio Builder 

L’Adobe ID usato per accedere al pannello Folio Builder è associato all’Adobe ID (chiamato “ID titolo”) che avete specificato durante la creazione dell’app visualizzatore in DPS App Builder. A questo Adobe ID dovrebbe essere assegnato un ruolo "Applicazione" mediante lo strumento Amministrazione account.

Ad esempio, se lavorate per la società Sporty e pubblicate riviste sul kayak e il ciclismo, usate un Adobe ID denominato “dps.kayaking@sporty.com” e un altro denominato “dps.cycling@sporty.com” per ottenere risultati ottimali.

Quando create e pubblicate dei folio sul kayak, utilizzate l’Adobe ID kayaking per accedere al pannello Folio Builder e a Folio Producer. Quando create l’app visualizzatore personalizzata per il kayak, specificate l’Adobe ID kayaking nel campo ID titolo di DPS App Builder. L’Adobe ID che usate per accedere a DPS App Builder potrebbe essere diverso, a seconda delle impostazioni dello strumento Amministrazione account.

Analogamente, per l’app di ciclismo, usate l’Adobe ID cycling per creare e pubblicare i folio e specificate lo stesso Adobe ID nel campo ID titolo di DPS App Builder.

I folio che pubblicate utilizzando l’Adobe ID kayaking appaiono nell’app kayaking e quelli pubblicati con l’Adobe ID cycling vengono visualizzati nell’app omonima.

Creazione di Adobe ID delegati (utenti iscritti)

Un Adobe ID delegato è associato a un account di pubblicazione specifico e può essere utilizzato solo per tale account. Se desiderate utilizzare un indirizzo e-mail come Adobe ID delegato, usate lo strumento Amministrazione account per creare l’Adobe ID. Se impiegate un metodo diverso per usare un indirizzo e-mail come Adobe ID, tale indirizzo non può diventare un Adobe ID delegato.

Se disponete di un’iscrizione Professional o Enterprise, usate lo strumento Amministrazione account per assegnare un ruolo differente all’Adobe ID in modo da poterlo usare per creare un’applicazione o per accedere a DPS App Builder. Consultate Strumento Amministrazione account.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online