Cos'è la Modalità protetta?

La Modalità protetta è stata introdotta in Adobe Reader X e continua a essere la strategia di protezione principale di Adobe attuata per ridurre e prevenire vulnerabilità della protezione. Questa modalità garantisce protezione limitando le operazioni che i file dannosi possono eseguire e gli elementi ai quali possono accedere. La Modalità protetta è attivata per impostazione predefinita ed è progettata per essere eseguita in modo trasparente in background mentre protegge l'hardware e i dati.

Ulteriori informazioni

In questo documento sono elencati gli elementi non supportati dalla Modalità protetta e le modifiche apportate nelle varie versioni. La funzione Vista protetta in Acrobat condivide parte del comportamento di Modalità protetta.

Per ulteriori informazioni sulla sandbox e la Modalità protetta, consultate i seguenti riferimenti:

  • Per domande frequenti e informazioni sulla configurazione del registro di sistema e sulla creazione di policy personalizzate, leggete il capitolo sulla Modalità protetta nella guida alla protezione dell'applicazione.
  • Per ulteriori informazioni sull'architettura, consultate il blog del team ASSET.

Configurazioni non supportate

Quando la Modalità protetta non può essere avviata a causa di una configurazione non supportata, una finestra di dialogo avvisa che tale modalità non è disponibile.

“Adobe Reader cannot open in Protected Mode due to a problem with your system configuration. Would you like to open Adobe Reader with Protected Mode disabled?”

Modalità protetta: finestra di dialogo di configurazione non supportata

Configurazioni non supportate in modalità protetta

Configurazioni non supportate e altre limitazioni

Questo elenco non viene sottoposto a manutenzione regolare, poiché la Modalità protetta viene eseguita in modo trasparente in background ed è improbabile che si verifichino dei problemi. 

Problemi risolti nella versione 10.1.3

  • Attivando la Modalità protetta in Reader, i collegamenti in un PDF a cartelle locali ora funzionano.
  • È ora possibile eseguire la stampa in Modalità protetta in Win Server 2003 a 64 bit.
  • Nei sistemi Windows Server 2003 a 64 bit, la finestra di dialogo di incompatibilità non viene visualizzata quando avviate Reader per la prima volta dopo un riavvio del sistema.

Problemi risolti nella versione 10.1.2

  • Reader può bloccarsi quando selezionate File > Apri durante l'installazione del software Symantec PGP Whole Disk Encryption.
  • Reader e il software Entrust vengono installati sullo stesso computer.

Problemi risolti nella versione 10.1.1

  • Non è possibile inserire file PDF in MS WordPad.

Problemi risolti nella versione 10.1

  • Non è possibile inserire file PDF in MS Office XP e Office 2007.
  • Hosting su server Citrix o Windows Terminal (compresa la funzione Vista protetta di Acrobat).
  • L'estensione shell iFilter utilizzata per la ricerca di PDF tramite Microsoft Desktop Search non funziona e non è installata con Reader X. Il problema è stato risolto, tuttavia gli utenti XP devono installare Windows Desktop Search 4 (WDS4) per poter utilizzare questa funzionalità.
  • Un uso specifico di API JavaScript non è possibile. La funzione SaveAs di JavaScript non viene eseguita correttamente: doc.saveAs() non riesce a causa di restrizioni di protezione. La modalità protetta consente agli script eseguiti in Reader di scrivere solo nella posizione %temp% e nell'area AppData di Reader X.
  • Non è possibile aprire file PDF la cui origine è DFS o NFS: i file PDF nelle posizioni condivise di un file system distribuito o di rete (DFS/NFS) non vengono aperti. Se tentate di aprire tali file, viene visualizzato l'errore "Accesso negato".

Funzionalità non supportate

  • In Reader 11, la funzione Vista protetta è supportata solo quando la Modalità protetta è attivata. Non possono essere presenti preferenze del registro della Modalità protetta HKLM o HKCU impostate su 0 (disattivato) quando la funzione Vista protetta è abilitata.
  • Installazione di Reader in un'unità di rete mappata.
  • Esecuzione di Reader in WinXP quando il sistema operativo è installato in una cartella pubblica.
  • Esecuzione di Reader in modalità compatibile con XP in Vista e Win7.
  • Solo su XP e 10.x, esecuzione di Reader facendo clic con il pulsante destro del mouse su AcroRd32.exe e scegliendo Esegui come.
  • Uso di smart card PKCS#11 in flussi di lavoro con firma. Alcune smart card sono compatibili con policy personalizzate in modalità protetta. Per una soluzione alternativa, consultate Soluzione per smart card P 11.
  • Collaborazione in tempo reale mediante la funzione Collabora in tempo reale.
  • Alcune configurazioni di software antivirus per le quali il file AcroRd32.exe non è ancora stato aggiunto alla whitelist. Consultate la sezione Conflitti con software antivirus riportata di seguito.
  • Processi richiamati via JS: l'esecuzione di un processo tramite JavaScript non è consentito se la modalità protetta è attivata.
  • Consultate anche le sezioni sottostanti.

Conflitti relativi al software antivirus

Per impostazione predefinita, la modalità protetta è attivata in Adobe Reader X. Reader presenta problemi di compatibilità con programmi antivirus quando quei programmi intercettano alcune chiamate di sistema per la sandbox di Reader. In tali casi, Reader potrebbe non aprirsi o arrestarsi in modo anomalo dopo la visualizzazione di una finestra di dialogo di configurazione non compatibile.

Ad esempio, sono noti i problemi di compatibilità della modalità protetta con:

  • Talune configurazioni di Symantec Endpoint Protection. Adobe consiglia agli utenti di eseguire l'aggiornamento a Symantec Endpoint Protection 11.0 RU6 MP2 o versioni successive.
  • McAfee VirusScan Enterprise per determinate azioni di Reader. Le azioni note sono:
    • Clic su ? o un collegamento Web da un widget Flash incorporato, ad esempio uno strumento di spostamento in un portfolio (problema risolto nella versione 10.1).
    • Avvio di alcuni strumenti IME. Nota: la disattivazione della protezione per l'overflow del buffer può essere una soluzione per molti utenti McAfee. 
    • Talvolta, Reader rimuove le credenziali dell'utente memorizzate nella cache quando questo si scollega da Adobe.com. Ciò può costituire un problema nel caso di un computer multiutente. Problema risolto nella versione 10.1.2 con MVE 8.8.

Adobe collabora con i produttori di antivirus per risolvere i problemi in questione.

Accessibilità

Solo per XP: a volte le funzioni di accessibilità non sono utilizzabili. La funzione di lettura a voce alta non è supportata. Di conseguenza, i programmi di lettura dello schermo come JAWS, Windows Eyes e Windows Narrator non sono sempre in grado di leggere il contenuto di PDF. Molti dei menu di accessibilità con comandi di verifica rapida, modifica delle opzioni di lettura e così via, vengono rimossi. La navigazione a tastiera non è implementata.

Nota: se un programma di lettura dello schermo come JAWS, Windows Eyes o Narrator è in esecuzione al primo avvio di Reader in XP, la modalità protetta è disattivata. In Vista e Windows 7, i programmi di lettura dello schermo funzionano normalmente.

Soluzione per la smart card P11

L'installazione di alcune smart card non riesce in Reader X se è attivata la modalità protetta. Poiché la modalità protetta comporta l'applicazione della tecnologia sandbox ad alcuni processi che eseguono chiamate di sistema, l'installazione della smart card potrebbe non riuscire o visualizzare la finestra "configurazione non supportata". È tuttavia disponibile una semplice soluzione. Installate il software della smart card con la modalità protetta disattivata come descritto di seguito: 

  1. Disattivate la modalità protetta scegliendo Modifica > Preferenze > Generali e deselezionate la casella di controllo di abilitazione della modalità protetta all'avvio.
  2. Riavviate Reader. 
  3. Installate il software della smart card seguendo le istruzioni fornite dal produttore. 
  4. Attivate di nuovo la modalità protetta. 
  5. Riavviate Reader.  

 

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online