Dopo l’aggiunta di elementi video e audio alla coda di codifica, potete codificarli ed esportarli dalla coda utilizzando i predefiniti o impostazioni personalizzate.

Codificare mediante i predefiniti

  1. Aggiungere elementi al pannello Coda. Per ulteriori informazioni, consultate Aggiungere e gestire gli elementi nella coda di codifica.

  2. Scegliete il formato video più adatto all’output desiderato, dal menu a comparsa Formato.

  3. Scegliete il predefinito video più adatto all’output desiderato, dal menu a comparsa Predefiniti. Oppure trascinate un predefinito dal Browser predefiniti e rilasciatelo nella coda.

  4. Scegliete un percorso per l’output esportato: fate clic sul testo File di output, quindi individuate la directory o cartella in cui esportare il file, nella finestra di dialogo Salva con nome. Fate clic su Salva.

  5. Attendete che la codifica venga avviata automaticamente oppure fate clic sul pulsante Inizia coda.

I file vengono codificati nel formato scelto e in base al predefinito scelto, quindi salvati nel percorso indicato.

Codificare con impostazioni personalizzate

  1. Aggiungere elementi al pannello Coda. Per ulteriori informazioni, consultate Aggiungere e gestire gli elementi nella coda di codifica.

  2. Selezionate uno o più elementi nella coda e scegliete Modifica > Impostazioni di esportazione per aprire la relativa finestra di dialogo. Potete anche fare clic con il pulsante destro del mouse sul file e scegliere Impostazioni di esportazione, oppure fate clic sul nome del formato o predefinito per aprire la finestra di dialogo Impostazioni di esportazione.

  3. Impostate le opzioni di esportazione. Per ulteriori informazioni, consultate Impostazioni di esportazione - Riferimento.
  4. Fate clic su OK. Con la finestra di dialogo Impostazioni di esportazione chiusa, fate clic su Inizia coda per iniziare a codificare i file.

Nota:

Per migliorare le prestazioni in fase di codifica, potete chiudere il pannello Codifica. L’avanzamento del processo di codifica viene indicato dalle barre di avanzamento nel pannello Coda.

Nella finestra di dialogo Impostazioni di esportazione potete effettuare le seguenti operazioni:

  • Scegliete un formato video, audio o di immagine fissa nel menu Formato. Per ulteriori informazioni, consultate Formati di file supportati per l’esportazione.

  • (Facoltativo) Scegliete un predefinito di codifica nel menu Predefinito.

  • Selezionate Esporta video, Esporta audio, o entrambi.

  • (Facoltativo) Specificate le opzioni di precodifica, comprese le opzioni di taglio e ritaglio. Per ulteriori informazioni, consultate la sezione Ritagliare e tagliare la sorgente prima della codifica.

  • (Facoltativo) Impostate le opzioni per l’esportazione dei metadati XMP. Per ulteriori informazioni consultate Esportazione e metadati XMP sottili.

  • (Facoltativo) Selezionate Usa massima qualità di rendering o Rendering a profondità massima.

    Nota: il rendering con una profondità colore in bit superiore richiede più RAM e rallenta notevolmente il rendering.

  • (Facoltativo) Selezionate Usa fusione fotogrammi.

  • Facendo clic sul testo sottolineato accanto a Nome output, nella sezione in alto a destra della finestra di dialogo Opzioni di esportazione, e specificate un nome file e un percorso per il file codificato. Se non specificate un nome file, verrà usato il nome file della clip video sorgente.

    Nota: se il formato è impostato su Filmato P2, non viene applicato il nome file assegnato dall’utente. Viene invece assegnato da Adobe Media Encoder un nome composto di sei caratteri alfanumerici. Il nome specificato per Nome output viene salvato nei metadati della clip e visualizzato come nome della clip in Adobe Premiere Pro.

    Potete specificare la cartella di destinazione in cui salvare il file codificato, in relazione alla cartella contenente la clip video sorgente. Quando specificate una cartella di destinazione verificate che la cartella di destinazione specificata esista. Se specificate una cartella che ancora non esiste, un messaggio di errore vi informa che il file non può essere codificato perché non è possibile trovare la cartella.

Nota:

Selezionate Preferenze > Specifica la destinazione del file di output e fate clic su Sfoglia per specificare la destinazione dei file codificati. Per ulteriori informazioni, consultate Preferenze.

Monitorare l’avanzamento della codifica

Durante la codifica di un elemento, la colonna Stato della coda di codifica fornisce informazioni sullo stato di ciascun elemento. Adobe Media Encoder è in grado di codificare simultaneamente output diversi da una singola sorgente. Tuttavia, i file sorgente vengono elaborati in sequenza a seconda del loro ordine nella coda.

Mentre è in corso un processo di codifica, potete continuare a lavorare nell'applicazione. Potete aggiungere, rimuovere o riordinare gli elementi in coda o nella cartella esaminata. Tuttavia, gli output per i quali è in corso la codifica non possono essere modificati.

Pronto

L’elemento si trova nella coda di codifica, ma non è ancora stato codificato. Potete rimuovere dalla coda un file che non è ancora stato codificato e che non è in fase di codifica.

Chiudi

L’elemento è stato codificato con successo.

Completato con avvertenze L’elemento è stato codificato ma presenta una condizione di avvertenza. Per ulteriori informazioni, consultate i registri della codifica e degli errori.

Interrotto

L’utente ha annullato il processo di codifica mentre l’elemento era in fase di codifica.

Non riuscito

Adobe Media Encoder ha riscontrato un errore nel tentativo di codificare l’elemento specificato.

Ignora

L’utente può ignorare uno o più file selezionati. Con i file selezionati, scegliete Modifica > Ignora selezione.

Segnali acustici per il completamento dei processi (corretto o con errori)

Adobe Media Encoder emette dei segnali acustici al completamento dei processi presenti nella coda. Se si verifica una condizione di errore, viene emesso un segnale acustico diverso. Se necessario, è possibile disattivare tali segnali acustici nelle Preferenze.

Nota:

Per interrompere la codifica durante il processo di codifica, fate di nuovo clic sul pulsante Inizia coda.

Nota:

Passate il puntatore sull’icona di stato per visualizzare un suggerimento con il messaggio di errore. Fate clic sull’icona di stato per aprire il registro per un qualsiasi elemento codificato correttamente, interrotto o non riuscito.

Codifica parallela

Adobe Media Encoder codifica tutte le sorgenti in sequenza, ma codifica tutti gli output di una sorgente in modalità parallela.

Nota:

La codifica parallela è attivata per impostazione predefinita. Per disattivare la codifica parallela, selezionate Modifica > Preferenze e deselezionate Abilita codifica parallela.

Per la codifica simultanea di più output, nel pannello Codifica viene visualizzata una miniatura di anteprima, la barra di avanzamento e la stima del tempo richiesto per il completamento di ciascun output di codifica.

In alcuni casi, le impostazioni di esportazione richiedono un output per la codifica in serie anziché in parallelo. In questi casi, la coda ritorna alla modalità di codifica parallela al termine della codifica in serie temporanea.

Questo video video2brain illustra la codifica parallela in Adobe Media Encoder.

Note importanti

Codifica parallela
Pannello Coda

A. Aggiungi sorgente B. Aggiungi output C. Rimuovi sorgente/output D. Duplica 
  • Potete associare più output a una sorgente. A ogni output può essere associato un diverso formato, predefinito e percorso per il file di output.
  • Potete riordinare gli output nell’elenco degli output. Potete anche riordinare le sorgenti nella coda. Tuttavia, non è possibile spostarli in altre sorgenti.
  • Se fate clic sul percorso del file di output, si apre la cartella contenente il file codificato. Prima della codifica viene comunque visualizzata la finestra di dialogo Salva con nome.
    • Per modificare il percorso e il nome file dell’output, fate clic sul relativo collegamento File di output
    • Per accedere a un file codificato, fate clic sul relativo collegamento File di output.
  • Usate il pulsante Aggiungi output per aggiungere rapidamente un output a una sorgente.
  • Sia le sorgenti che gli output possono essere duplicati. La sorgente duplicata utilizza tutti gli output dalla sorgente originale.

Nota:

Seguire i passaggi descritti di seguito per modificare il percorso File di output per più output (contemporaneamente):

  1. Selezionate più output nella coda mediante Maiusc-clic o trascina-seleziona.
  2. Fate clic sul collegamento File di output di un output nella selezione corrente.
  3. Scegliete un percorso nella finestra di dialogo Seleziona una cartella di output e fate clic su Scegli.

Gli output selezionati saranno presenti nella nuova directory ma manterranno i loro nomi univoci di file di output.

Utilizzare file di anteprima di Adobe Premiere Pro

Quando eseguite la codifica di sequenze di Adobe Premiere Pro, scegliete Usa anteprime per usare i file di anteprima esistenti (già sottoposti a rendering e codifica) per le parti della sequenza per le quali sono disponibili.

Nota:

per usare i file di anteprima, avviate Adobe Media Encoder da Adobe Premiere Pro. In Premiere Pro, scegliete File > Esporta > File multimediali per avviare Adobe Media Encoder. Accertatevi che sia selezionata l’opzione Come impostazioni sequenza.

L’uso dei file di anteprima esistenti può rendere la codifica molto più rapida. Tuttavia, lo svantaggio è che i file di anteprima potrebbero non essere stati codificati usando impostazioni diverse da quelle usate per il resto della sequenza—ad esempio, i file i anteprima potrebbero essere stati codificati mediante la compressione con perdita di informazioni.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online