Il Browser predefiniti offre opzioni che consentono di semplificare il flusso di lavoro in Adobe Media Encoder.

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo del browser dei predefiniti, guardate questo video di video2brain.

Predefiniti di sistema

I predefiniti di sistema nel browser sono organizzati in categorie basate sul loro utilizzo (come Standard di trasmissione, Video Web) e sulla destinazione del dispositivo (ad esempio DVD, Blu-ray, Videocamera, Tablet). È possibile modificare questi predefiniti per crearne di personalizzati, detti anche predefiniti utente.

Nel Browser predefiniti, potete trovare rapidamente un predefinito mediante la ricerca oppure la navigazione avanzata fornita dalla struttura comprimibile delle cartelle.

Predefiniti personalizzati, gruppi di predefiniti e alias

Per creare un nuovo predefinito utente personalizzato, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Scegliete Predefinito > Crea predefinito di codifica per creare un nuovo predefinito di codifica.
  • Scegliete Predefinito > Crea predefinito di assimilazione per creare un nuovo predefinito di assimilazione. Per ulteriori informazioni su questa funzione, consultate Predefinito di assimilazione.
  • Fate clic sul pulsante Crea nuovo predefinito nel Browser predefiniti e, dal menu a comparsa, scegliete Nuovo predefinito di codifica oppure Nuovo predefinito di assimilazione.

Per creare un nuovo gruppo di predefiniti, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Scegliete Predefinito > Crea gruppo.
  • Fate clic sul pulsante Crea nuovo gruppo di predefiniti nel Browser predefiniti.

I gruppi di predefiniti possono contenere predefiniti utente, alias per predefiniti o altri gruppi di predefiniti.

Per creare un alias di un predefinito utente o di sistema, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Selezionate un predefinito utente o di sistema nel Browser predefinito e scegliete Predefinito > Crea alias.
  • Trascinate un predefinito di sistema nella sezione Gruppi e predefiniti utente del Browser predefiniti.
  • Tenete premuto il tasto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) e trascinate un predefinito utente in una posizione diversa nella sezione Gruppi e predefiniti utente del Browser predefiniti.

Gestione dei predefiniti

Per gestire i predefiniti, usate il menu Predefinito oppure le opzioni del Browser predefiniti (Finestra > Browser predefiniti). Potete anche fare clic con il pulsante destro del mouse su un Browser predefiniti per visualizzare il menu di scelta rapida per le opzioni disponibili.

1-Preset Browser
Il browser predefiniti

A. Predefinito personale B. Gruppo di predefiniti C. Crea nuovo predefinito D. Elimina predefinito E. Crea nuovo gruppo di predefiniti F. Impostazioni predefinito G. Importa predefiniti H. Esporta predefiniti I. Ricerca predefiniti 

Modificare i predefiniti utente

  • Per rinominare un predefinito, fate clic sul nome di un predefinito selezionato. Digitate un nome per il predefinito e premete Invio. In alternativa, selezionate Predefinito > Rinomina.
  • Per modificare le impostazioni del predefinito, selezionate un predefinito, quindi selezionate Predefinito > Impostazioni.
  • Per eliminare un predefinito, selezionatelo e premete Canc. In alternativa, selezionate Predefinito > Elimina.

Nota:

è possibile modificare solo i predefiniti personalizzati. Le modifiche ai predefiniti di sistema possono essere salvate come nuovi predefiniti personalizzati facendo clic sul pulsante Salva una copia nella finestra di dialogo Impostazioni del predefinito.

Visualizzare la posizione di un predefinito in Finder o Esplora risorse

Fate clic con il pulsante destro del mouse nel Browser predefiniti e selezionate Mostra file del predefinito.

Individuare rapidamente un predefinito nel browser

Mentre digitate nel campo di ricerca, l’elenco dei predefiniti nel Browser predefiniti viene filtrato a seconda della stringa di ricerca. Tutte le colonne sono analizzate alla ricerca di risultati corrispondenti.

Importare ed esportare i predefiniti

I predefiniti possono essere importati ed esportati come file EPR. I file EPR vengono salvati in formato XML.

  • Selezionate Predefinito > Importa per importare i file EPR. I predefiniti importati vengono visualizzati nella sezione Gruppi e predefiniti utente.
  • Selezionate Predefinito > Esporta per esportare i predefiniti selezionati come file EPR.

Nota:

potete anche trascinare i file EPR nelle sezioni Predefiniti utenti e Gruppi.

Applicare predefiniti o gruppi di predefiniti alla coda

Per applicare i predefiniti alle sorgenti nella coda, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Trascinate i predefiniti, i gruppi di predefiniti o gli alias dal Browser predefiniti e rilasciateli sulle sorgenti o gli output nella coda.
    • Trascinando un predefinito su una sorgente, si aggiunge un output alla stessa.
    • Trascinando un predefinito su un output esistente, le impostazioni dell’output vengono sostituite con le impostazioni del predefinito.
  • Per aggiungere un output alla sorgente, trascinate la sorgente dalla coda a un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti
  • Per sostituire le impostazioni dell’output con le impostazioni del predefinito, trascinate un output dalla coda a un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti.
  • Selezionate una sorgente nella coda e fate doppio clic su un predefinito, un gruppo di predefiniti o un alias nel Browser predefiniti.
  • Selezionate una sorgente nella coda. Selezionate i predefiniti, gruppi di predefiniti o gli alias nel Browser predefiniti. Fate clic su Applica predefinito.

Applicare predefiniti o gruppi di predefiniti alle cartelle esaminate

Per applicare i predefiniti alle cartelle esaminate nel pannello Cartelle esaminate, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Trascinate i predefiniti, i gruppi di predefiniti o gli alias dal Browser predefiniti e rilasciateli sulle cartelle esaminate o sugli output nel pannello Cartelle esaminate.
    • Trascinando i predefiniti su una cartella esaminata, si aggiungono nuovi output alla stessa.
    • Trascinando i predefiniti su un output esistente, le impostazioni dell’output vengono sostituite con le impostazioni del predefinito.
  • Per aggiungere un output alla cartella esaminata, trascinate una cartella esaminata dal pannello Cartelle esaminate su un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti.
  • Per sostituire le impostazioni dell’output con le impostazioni del predefinito, trascinate un output dal pannello Cartelle esaminate su un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti.
  • Selezionate una cartella esaminata nel pannello Cartelle esaminate. Alt + doppio clic (Windows) o Opzione + doppio clic (Mac) su un predefinito, un gruppo di predefiniti o un alias nel Browser predefiniti.
  • Selezionate una cartella esaminata nel pannello Cartelle esaminate . Selezionate i predefiniti, gruppi di predefiniti o gli alias nel Browser predefiniti. Alt + clic (Windows) o Opzione + clic (Mac) sul pulsante Applica predefinito.

Applicare i predefiniti a sequenze di Premiere Pro, composizioni di After Effects e risorse multimediali durante l’importazione

Per applicare i predefiniti alle sequenze di Adobe Premiere Pro, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Individuate il progetto di Adobe Premiere Pro nel Browser multimediale e trascinate le sequenze su un predefinito, un gruppo di predefiniti o un alias nel Browser predefiniti.
  • Trascinate una sequenza dal pannello Progetto di un progetto aperto di Adobe Premiere Pro e rilasciatela su un predefinito, un alias o un gruppo di predefiniti nel Browser predefiniti.

Nota:

questa procedura è l’unico modo per aggiungere più predefiniti alle sequenze di Adobe Premiere Pro con un singolo passaggio. La finestra di dialogo Impostazioni di esportazione in Adobe Premiere Pro consente di applicare singoli predefiniti durante l’esportazione di sequenze in Adobe Media Encoder.

Applicare i predefiniti alle composizioni di After Effects

  • Individuate il progetto Adobe After Effects nel Browser multimediale e trascinate le composizioni su un predefinito, un gruppo di predefiniti o un alias nel Browser predefiniti.
  • Trascinate una composizione dal pannello Progetto di un progetto aperto di After Effects su un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti.

Applicare i predefiniti a risorse audio e video

  • Trascinate i file multimediali dal Browser multimediale su un predefinito, un gruppo di predefiniti o un alias nel Browser predefiniti.
  • Trascinate le risorse audio e video dal Finder (Mac OS) o da Esplora risorse (Windows) e rilasciatele su un predefinito, un gruppo di predefiniti oppure un alias nel Browser predefiniti.

Considerazioni importanti sull’applicazione dei predefiniti

  • Trascinando un singolo predefinito su un output, quest’ultimo viene sostituito. I nuovi output ereditano il percorso, il nome e le impostazioni dell’intervallo sorgente dell’output di destinazione
  • Trascinando un singolo predefinito su un sorgente, viene aggiunto un output.
  • Trascinando un gruppo di predefiniti (o più predefiniti selezionati) su un output, vengono aggiunti degli output. I nuovi output ereditano il percorso, il nome e le impostazioni dell’intervallo sorgente dell’output di destinazione.
  • Trascinando un gruppo di predefiniti (o più predefiniti selezionati) su una sorgente, vengono aggiunti degli output. Le impostazioni relative, ad esempio, al percorso degli output esistenti non vengono ereditate.

Utilizzo dei predefiniti di assimilazione con Media Encoder

Adobe Media Encoder ora consente di assimilare i file dalla videocamera al disco rigido locale, per poter iniziare rapidamente a effettuare il montaggio in Premiere Pro. Potete avviare Adobe Media Encoder, selezionare le clip da assimilare mediante il Browser multimediale e, se necessario, impostare i punti di attacco e stacco. 

Per assimilare le clip è sufficiente trascinarle su un predefinito di Assimilazione nel browser dei predefiniti oppure direttamente nella coda e applicare qui un predefinito di assimilazione alle nuove sorgenti. Viene visualizzata la finestra di dialogo Impostazioni predefinite di assimilazione. Questa consente di scegliere la destinazione sul computer locale in cui copiare i file dalla videocamera e il formato di transcodifica, nonché di impostare i metadati o rinominare le risorse. Al termine dell’elaborazione della coda, i file sono pronti per essere importati in un progetto Premiere Pro per il montaggio.

2-Ingest Preset settings-small50
Impostazioni del predefinito di assimilazione

Per copiare i file da una videocamera o un volume in rete, selezionate “Copia file nella destinazione” e specificate il percorso in cui salvare i file assimilati facendo clic su Cerca percorso e selezionando una cartella di destinazione. Per fare in modo che i file copiati corrispondano agli originali, selezionate verifica e scegliete una delle seguenti opzioni:

  • Confronto MD5: esegue un controllo MD5 e verifica che il file di origine sia uguale al file assimilato.
  • Confronto dimensioni file: consente di controllare se la dimensione del file assimilato è uguale a quella della clip filmato originale.
  • Confronto bit per bit: consente di effettuare un controllo CRC e verificare se il valore checksum del file sorgente è uguale a quello del file assimilato. Se i file sono diversi, i valori checksum non corrispondono e la verifica dà esito negativo.

Per transcodificare i file durante l’assimilazione, selezionate “Transcodifica file nella destinazione” e specificate il percorso in cui salvare i file assimilati facendo clic su Cerca percorso e selezionando una cartella di destinazione. Quindi, scegliete un formato e un predefinito di transcodifica tra quelli installati sul sistema oppure scegliete un predefinito di codifica personalizzato, precedentemente creato o importato nel Browser predefinito.

Aggiungere i metadati ai file durante l’assimilazione

Potete aggiungere i metadati durante l’assimilazione creando un modulo (o schema) personalizzato da applicare a ogni file assimilato come metadati XMP.Per aggiungere i metadati, selezionate Aggiungi metadati file nella sezione Metadati del file. Per creare un predefinito, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic sull’icona con la freccia rivolta verso il basso accanto all’elenco dei predefiniti per metadati e scegliete Nuovo predefinito.
  2. Fate clic su + per aggiungere un campo di metadati.
  3. Immettete un nome per il campo di metadati. Verificate che il nome non contenga spazi vuoti.
  4. Per i campi obbligatori, fate clic sulla casella di controllo accanto all’asterisco *.
  5. Facoltativamente, in Inserisci il valore metadati, immettete il valore per il predefinito.
  6. Per aggiungere altri campi, fate di nuovo clic sul pulsante +.
  7. Fate clic su Salva per salvare il predefinito.

Nota:

il nome e il valore dei metadati vengono definiti coppia di metadati o coppia chiave-valore. È possibile scegliere di immettere un valore predefinito al nome o aggiungere il valore in modo dinamico durante l’assimilazione. 

Per modificare un predefinito, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Selezionate un predefinito dal menu.
  2. Fate clic sull’icona con freccia rivolta verso il basso accanto al menu e selezionate Modifica. Modificate i valori come richiesto e fate clic su Salva.
  3. Per salvare il predefinito con un nome diverso, selezionate Salva con nome e specificate un nuovo nome.
  4. Per tornare al pannello Metadati senza salvare le modifiche, fate clic sulla x. Per eliminare un predefinito, fate clic sull’icona Cestino.

I predefiniti per metadati possono essere condivisi con altri utenti inviando loro il file del predefinito. Questo può essere utile affinché tutto il team coinvolto nel lavoro possa organizzare risorse e contenuti utilizzando lo stesso set di metadati. Per individuare i predefiniti sul computer, fate clic sull’icona con freccia rivolta verso il basso accanto al menu Predefinito e selezionate Mostra in Esplora risorse o Mostra nel Finder. Per importare un predefinito, fate clic sulla freccia rivolta verso il basso accanto al menu Predefinito e selezionate Importa predefinito. Selezionate i predefiniti da importare e fate clic su Apri. I predefiniti per metadati sono salvati come file .PLMP nel seguente percorso:

  • Windows: C:\Utenti\Documenti\Adobe\Adobe Media Encoder\10.0\Presets\Metadata\
  • Mac: HD/Utenti/Documenti/Adobe/Adobe Media Encoder/10.0/Presets/Metadata/

Rinominare i file durante l’assimilazione

Potete rinominare i file durante l’assimilazione mediante predefiniti di ridenominazione che aggiungono specifici suffissi al nome del file generato.

Nota:

i file che fanno parte di una struttura di cartelle complessa (come P2) non vengono rinominati. 

Per rinominare i file durante l’assimilazione, selezionate Rinomina file nella sezione Ridenominazione file. Per creare un predefinito per la denominazione di file, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic sull’icona con la freccia rivolta verso il basso accanto all’elenco di predefiniti di ridenominazione e scegliete Nuovo predefinito.
  2. Fate clic su “+” per aggiungere un elemento al predefinito di denominazione personalizzato.
  3. Testo personalizzato: digitate i caratteri da aggiungere al nome del file generato. Ad esempio, potete aggiungere il nome dell’azienda, del progetto e un separatore tra due elementi.
  4. Data: scegliete Data assimilazione per usare la data in cui i file sono stati aggiunti alla coda. Scegliete Data creazione per usare la data dei file sorgente.
  5. Ora: scegliete Ora assimilazione per usare l’ora in cui i file sono stati aggiunti alla coda. Scegliete Ora creazione per usare l’ora dei file sorgente.
  6. Nome file: consente di aggiungere il nome del file sorgente (senza estensione) come elemento nel nuovo nome.

Per aggiungere altri elementi, fate clic sul pulsante “+” di nuovo. Fate clic su Salva per salvare il predefinito. Immettete il nome da assegnare al predefinito, senza spazi.

Per modificare un predefinito di ridenominazione, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Selezionate il predefinito dal menu.
  2. Fate clic sull’icona con la freccia rivolta verso il basso accanto al menu e selezionate
  3. Modificate i valori come richiesto e fate clic su Salva.
  4. Per salvare il predefinito con un nome diverso, selezionate Salva con nome e specificate un nuovo nome.
  5. Per tornare al pannello Ridenominazione file senza salvare le modifiche, fate clic sull’icona X.
  6. Per eliminare un predefinito, fate clic sull’icona Cestino.

Nei flussi di lavoro in collaborazione è molto utile adottare convenzioni di denominazione coerenti. I predefiniti di ridenominazione possono essere condivisi con altri utenti inviando loro il file del predefinito. Per individuare i predefiniti sul computer, fate clic sull’icona con la freccia rivolta verso il basso accanto al menu Predefinito e selezionate Mostra in Esplora risorse oppure Mostra nel Finder. Per importare un predefinito, fate clic sulla freccia rivolta verso il basso accanto al menu Predefinito e selezionate Importa predefinito. Selezionate i predefiniti da importare e fate clic su Apri. I predefiniti di ridenominazione sono salvati come file .PLRP nel seguente percorso:

  • Windows: C:\Utenti\Documenti\Adobe\Adobe Media Encoder\10.0\Presets\Rename\
  • Mac: HD/Utenti/Documenti/Adobe/Adobe Media Encoder/10.0/Presets/Rename/

Utilizzo degli output di assimilazione nel pannello Coda

Gli output del processo di assimilazione dei file nella coda funziona in modo simile alla codifica, ma con alcune importanti differenze. Il formato dei file di output dell’assimilazione è sempre indicato come “Assimilazione”. Se è attivata la transcodifica, nella descrizione dell’output dell’assimilazione sono riportati il formato e il predefinito di codifica utilizzati. Ad esempio: “H.264 (Come sorgente - Bitrate elevato)”

Per cambiare un output di assimilazione in output di codifica, scegliete un formato diverso dal menu a comparsa Formato. Viceversa, potete cambiare un output di codifica in output di assimilazione impostando il formato su Assimilazione. Per modificare l’output di assimilazione, effettuate una delle seguenti operazioni:

  • Selezionate l’output e scegliete Predefinito > Impostazioni.
  • Fate clic sul testo con collegamento nelle colonne Formato o Predefinito.

Viene aperta la finestra di dialogo Impostazioni di assimilazione, dove potete apportare le modifiche necessarie. Per salvare le impostazioni, fate clic sul pulsante OK. Nella coda, il nome del predefinito per l’output di assimilazione viene impostato su Personalizzato.

Le destinazioni di assimilazione sono riportate nella colonna File di output. Se sono selezionate entrambe le opzioni Copia e Transcodifica, potete passare da un percorso all’altro tramite la freccia a comparsa che si trova a sinistra del percorso di destinazione. Fate clic sul testo con collegamento della destinazione per aprire la cartella di destinazione.

3-Ingest job in Queue
Lavoro di assimilazione in coda

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online