Scoprite come risolvere i problemi dei cataloghi in Elements Organizer.

Risoluzione di errori di conversione dei cataloghi

  • Verificate che nel computer in uso non sia aperta una versione precedente di Elements Organizer.
  • Chiudete iTunes e verificate che iTunes (iTunes e iTunesHelper) non sia in esecuzione in Gestione attività (Windows)/Monitoraggio attività (Mac OS).

Se nel computer in uso sono in esecuzione uno o più dei seguenti processi di una versione precedente, chiudeteli e riprovate:

  • Analisi automatica: effettuate una delle seguenti operazioni per disattivare Analisi automatica:

(Windows) Per disattivare Analisi automatica, selezionate Modifica > Preferenze > Analisi file multimediali e deselezionate Analizza i file multimediali per tag avanzati. Quindi, verificate che il file ElementsAutoAnalyzer non sia in esecuzione in Gestione attività.

(Mac OS) Per disattivare Analisi automatica, selezionate Elements OrganizerPreferenze Analisi file multimediali e deselezionate Analizza i file multimediali per tag avanzati. Quindi, verificate che il file ElementsAutoAnalyzer non sia in esecuzione in Monitoraggio attività.

  • Riconoscimento dei volti: effettuate una delle seguenti operazioni per disattivare il riconoscimento dei volti:

(Windows) Per disattivare il riconoscimento dei volti, selezionate Modifica > Preferenze Analisi file multimediali e deselezionate Esegui riconoscimento dei volti automaticamente

(Mac OS) Per disattivare il riconoscimento dei volti, selezionate Elements Organizer > Preferenze Analisi file multimediali e deselezionate Esegui riconoscimento dei volti automaticamente.

Riparare un catalogo

Se il catalogo viene danneggiato da un’interruzione di alimentazione o da un difetto tecnico, Elements Organizer visualizza un messaggio di errore. Il catalogo può essere riparato grazie al comando Ripara.

Nota:

Per gli utenti macOS:

  • A partire da Elements 2018, è stata rimossa l’opzione Ripara da Gestione cataloghi.
  • Con Elements 15 o versioni precedenti non è possibile accedere ai cataloghi che si trovano su unità di rete.

  1. Chiudete Photoshop Elements e Premiere Elements.

  2. Aprite Elements Organizer e selezionate File > Gestisci cataloghi.

  3. In Gestione cataloghi, selezionate il catalogo da riparare.
  4. Fate clic su Ripara.

  5. Viene visualizzata una delle seguenti finestre di dialogo.
    • Nessun errore trovato: se una finestra di dialogo segnala che nel catalogo non è stato trovato alcun errore, fate clic su OK o Ripara comunque.

    • Il catalogo non contiene errori: se una finestra di dialogo segnala che il catalogo non contiene errori ma la cache delle miniature sì, fate clic su Elimina cache miniature. Photoshop Elements elimina e rigenera la cache.

    • Errori trovati: se una finestra di dialogo segnala che sono stati rilevati alcuni errori, fate clic su OK o su Annulla. Se vengono rilevati errori nella cache delle miniature, Photoshop Elements elimina e rigenera la cache.

    • Impossibile recuperare il catalogo: se una finestra di dialogo segnala che il catalogo non può essere recuperato, provate a caricare una precedente copia di backup del catalogo. Per ulteriori informazioni, consultate Eseguire il backup o il ripristino dei cataloghi.

Catalogo predefinito non trovato

Se Elements Organizer non è in grado di connettersi al catalogo predefinito, avviate Gestione cataloghi per trovare il catalogo.

  1. Tenete premuto il tasto Maiusc e aprite Elements Organizer.

  2. In Gestione cataloghi, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Selezionate un catalogo dall’elenco.
    • Sfogliate e individuate un catalogo.
  3. Fate clic su Apri.

Ricollegare i file mancanti in un catalogo

Se spostate, rinominate o eliminate un file all’esterno di Elements Organizer, quando tentate di aprirlo o modificarlo viene visualizzata un’icona di file mancante .

Per impostazione predefinita, Elements Organizer tenta automaticamente di ricollegare i file mancanti e quelli rinominati una volta individuati. Per ricollegare i file mancanti al catalogo vengono utilizzati i file con nome, data di modifica e dimensioni uguali a quelli dei file mancanti.

Per operazioni quali la stampa, l’invio tramite e-mail, la modifica o l’esportazione del file, i file mancanti vengono segnalati solo quando tentate di utilizzarli. In questi casi, si apre la finestra di dialogo Ricollega file mancanti.

Nota:

L’icona di file mancante viene visualizzata anche per file di grandi dimensioni per i quali non è possibile generare una miniatura.

  1. Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per ricollegare i file specifici, selezionate uno o più elementi contrassegnati dall’icona di file mancante , quindi selezionate File > Ricollega > File mancante.

    • Per ricollegare tutti gli elementi mancanti, selezionate File > Ricollega > Tutti i file mancanti.

  2. Se conoscete la posizione corrente dei file, fate clic su Sfoglia. Individuate la posizione nel computer in cui si trovano i file mancanti.

    Se non conoscete il percorso dei file, attendete che Elements Organizer completi la ricerca sul computer.

  3. Selezionate uno o più file mancanti nella finestra di dialogo Ricollega file mancanti. Fate clic tenendo premuto Maiusc per selezionare una sequenza di file. Fate clic tenendo premuto Ctrl (Windows)/Comando (Mac OS) per selezionare file non contigui.

    Nota:

    Se non vengono trovati file corrispondenti, fate clic su Sfoglia. Nella finestra di dialogo Ricollega file mancanti, individuate e ricollegate manualmente i file mancanti.

  4. Fate clic su Ricollega.

Quando importate tutti i file multimediali in Elements Organizer e un errore segnala che il file è già presente nel catalogo, effettuate le seguenti operazioni:

  • Abilitate la vista File multimediali da Visualizza > Tipi di file > Foto/Video/Audio/Progetto

      Una volta attivata la vista File multimediali, potete verificare se il file esiste già nel catalogo.

Gestire i file offline

I file offline sono elementi di un catalogo contenuti in un disco/unità esterna al momento offline (non disponibile). L’icona Offline contrassegna gli elementi offline (memorizzati su un disco/unità e non sul disco rigido locale).

Quando importate file da un’unità esterna, la finestra di dialogo di importazione consente di copiare i file sul computer al termine dell’importazione. Se deselezionate l’opzione Copia file all’importazione e selezionate Genera anteprime, vengono create delle copie a bassa risoluzione, chiamate file di anteprima.

Quando eseguite operazioni su un elemento offline, vi viene chiesto di inserire il disco o l’unità contenente il file in questione.

Nota:

Per alcune operazioni quali Photo Mail, allegati e-mail e presentazioni PDF, nella finestra di dialogo Trova file offline viene visualizzata l’opzione Usa anteprime per elementi offline. Selezionate questa opzione per procedere con l’operazione utilizzando i file di anteprima a bassa risoluzione.

Quando eseguite un’operazione su un file offline, si apre la finestra di dialogo Trova unità offline.

Offline file
Finestra di dialogo Trova unità offline

Potete eseguire una delle seguenti operazioni:

  • Inserite il disco/unità contenente gli elementi. I file offline vengono collegati. Se utilizzate un’unità di rete, verificate di essere connessi e fate clic su Aggiorna. Se per tutti gli elementi del catalogo contrassegnati come offline viene ripristinato lo stato online, su di essi potrete eseguire varie operazioni.

Nota:

Se nella finestra di dialogo Trova unità offline sono elencati diversi dischi/unità, inserite tutti i dischi/unità per collegare tutti i file.

  • Se la selezione contiene sia file collegati che file offline e desiderate ignorare momentaneamente quelli offline, fate clic su Ignora. L’operazione selezionata viene eseguita su tutti i file collegati. I file offline conservano lo stato offline e rimangono invariati.
  • Se la selezione contiene elementi che sono stati spostati/copiati in un’altra posizione, selezionate Ricollega file. Individuate la posizione corrente dei file e selezionate gli elementi desiderati. Tutti gli elementi offline ricollegati sono ora collegati e su di essi viene eseguita l’operazione selezionata.
  • Se avete copiato o spostato gli elementi in un’altra unità, collegate l’unità al computer e selezionate Ricollega unità. Selezionate l’unità dall’elenco a discesa. Per tutti gli elementi offline del catalogo contenuti in tale unità viene ripristinato lo stato online e l’operazione selezionata viene eseguita sugli elementi collegati.

Nota:

Verificate che tutti i file offline siano presenti nella struttura di cartelle originale dell’unità.

Spostare il catalogo contenente file offline in un diverso sistema operativo

Quanto ripristinate in Mac OS un catalogo creato in Windows, gli elementi offline del catalogo non vengono collegati automaticamente anche se inserite l’unità. Per ulteriori informazioni sul ripristino di un catalogo, consultate Ripristinare un catalogo.

  1. Eseguite le operazioni necessarie sul file offline. Viene visualizzata la finestra di dialogo Trova unità offline.

  2. Selezionate Ricollega unità.

  3. Selezionate l’unità contenente gli elementi dall’elenco a discesa e fate clic su OK.

Analogamente, eseguite la stessa operazione per ripristinare in Windows un catalogo Mac OS contenente file offline.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online