State visualizzando l'articolo corretto?

L'articolo fa riferimento a Digital Publishing Suite. Per l'articolo AEM Mobile, consultate Novità di questa release.

Le funzioni di seguito sono pianificate per essere disponibili nella release v32.

Per un elenco completo di note sulla versione, consultate Note sulla versione: nuove funzioni - Cronologia.

Per un elenco delle correzioni di bug, consultate DPS - Correzioni di bug - Note sulla versione.

Novità della versione v32.5.6 (3 settembre 2015)

Compatibilità con iOS 6

L'aggiornamento del 3 settembre 2015 del visualizzatore iOS Digital Publishing Suite (DPS) supporta iOS 7.0 e versioni successive e non è compatibile con iOS 6. Le versioni dispositivo minime supportate (telefono e tablet) su iOS 7 sono iPhone 4 e iPad 2, rispettivamente (iPhone 3GS non è più supportato perché non può essere aggiornato a iOS 7). Per i dettagli, consultate le domande frequenti sulla compatibilità di iOS 6.

Modifiche alla gestione delle ricevute

Questo aggiornamento include modifiche alla gestione delle ricevute nel visualizzatore iOS. Il visualizzatore ora supporta i formati di ricevuta più recenti di Apple. I formati di ricevuta precedenti non saranno più recuperati dalla versione più recente del visualizzatore iOS. Le app iOS esistenti create con le versioni precedenti di DPS continueranno a funzionare. Inoltre, gli utenti finali con folio esistenti e acquisti di abbonamento non saranno interessati da questa modifica e continueranno ad avere accesso ai propri acquisti.

Tuttavia, se utilizzate l'API JS per convalidare le ricevute direttamente con Apple in uno storefront HTML personalizzato, dovrete aggiornare il codice per gestire il nuovo formato di ricevuta. Per i dettagli sulle modifiche dell'API JS, consultate SDK di Library e Store v2 (in inglese).

Novità della v32.5.3 (27 aprile 2015)

Questa release include correzioni di bug secondarie per i visualizzatori iOS e Android. Per informazioni dettagliate, consultate Correzioni di bug - Note sulla versione.

Novità della v32.5.2 (6 aprile 2015)

Modifiche all'API Reading

Nome articolo ora incluso nei metadati dell'articolo (iOS)

FolioDataService in precedenza includeva le proprietà Title, Description, Byline e Kicker nell'API Reading. Con questa release, il campo Name è ora disponibile per i visualizzatori iOS. Ciò consente agli editori di ottenere l'Article Name e di creare collegamenti navto: in modo dinamico.

Supporto per AuthenticationService ora disponibile (iOS)

L'API Reading ora include AuthenticationService, precedentemente disponibile sono nelle API Library/Store ma non nell'API Reading. L'API AuthenticationService è utilizzata per l'autenticazione dell'adesione diretta nei visualizzatori iOS. L'API, tuttavia, non include tutte le stesse funzionalità delle API Library/Store. È possibile verificare se l'utente ha effettuato l'accesso e recuperare i token di autenticazione e nome utente, ma non è possibile accedere, disconnettersi o visualizzare la finestra di dialogo di accesso nativa.

Per informazioni dettagliate, consultate la pagina relativa all'Reading SDK (in lingua inglese).

Correzioni di bug per visualizzatore iOS

Sono stati corretti diversi bug per i visualizzatori iOS, incluso il problema di visualizzazione della barra nera che si verificava nelle app in cui era selezionata l'opzione "Abilita disattivazione automatica della barra di scorrimento folio verticale". Per informazioni dettagliate, consultate Correzioni di bug- Note sulla versione.

Novità della v32.4.4 (16 marzo 2015)

Requisiti della nuova versione di DPS App Builder per dispositivi iPhone 6/6 Plus

DPS App Builder richiede adesso nuove icone di app e immagini di lancio per supportare le linee guida di Apple. Le icone di app necessarie includono le dimensioni 87x87 e 180x180 per i dispositivi iPhone 6 e 6 Plus. L'icona 120x120, precedentemente facoltativa, è ora obbligatoria. Le nuove immagini di lancio includono le dimensioni 750x1334 e 1242x2208. L'immagine di lancio 1136x640 è ora obbligatoria.

Adesso tutte le app devono fornire un'immagine di 1024x1024 per l'App Store. In precedenza DPS App Builder richiedeva immagini grafiche facoltative di 1024x1024 e 512x512.

DPS App Builder prevede nuovi requisiti per le icone Edicola, che devono attualmente includere 512 (SD) o 1024 (HD) pixel sul bordo più lungo. In precedenza, DPS App Builder richiedeva un'immagine di 96x128 per i dispositivi SD e un'immagine di 192x256 per i dispositivi HD. Per Edicola, DPS App Builder richiede adesso immagini di 384x512/512x384 o 768x1024/1024x768.

DPS Asset Generator supporta queste nuove dimensioni. Per informazioni, consultate la pagina Working with the DPS Asset Generator (Utilizzo di DPS Asset Generator).

Supporto delle rappresentazioni di iPhone 6/6 Plus per il visualizzatore iOS

Adesso sono supportate ulteriori dimensioni di rappresentazioni per i dispositivi iPhone 6 (1334x750) e 6 Plus (1920x1080 fisica; 2208x1242 logica).

Sebbene per le rappresentazioni siano adesso supportate queste dimensioni folio aggiuntive, vi consigliamo di creare folio 1136x640 per iPhone 5 e modelli successivi.

Correzioni di bug per visualizzatore iOS

È stato corretto un bug per i visualizzatori iOS in cui Apple rifiutava alcune app perché la stringa del bundle aveva una lunghezza maggiore di 18 caratteri. La stringa del bundle per i visualizzatori iOS ora inizia con v32.5. Per informazioni dettagliate, consultate Correzioni di bug - Note sulla versione.

Novità della v32.4.3 (2 marzo 2015)

Lancio dell'app di Fast Company

La collaborazione tra Fast Company e Adobe ha portato alla creazione di una nuova app mobile che offre un'anteprima sull'esperienza mobile completamente rivoluzionata che Adobe lancerà sul mercato nell'estate 2015. Per ulteriori informazioni, consultate la pagina relativa alla nuova app di Fast Company che rivela la vision di Adobe per il futuro del publishing digitale.

Nuove risorse per la creazione di app

  • DPS Asset Generator è una risorsa eccellente per la creazione di icone di app e immagini di lancio. Creando, ad esempio, un'icona di app in Photoshop tutte le dimensioni appropriate verranno generate in cartelle separate per ciascuna piattaforma. Non dovrete fare altro che trascinare i file e rilasciarli in DPS App Builder. Per ulteriori informazioni, consultate la pagina Working with the DPS Asset Generator (Utilizzo di DPS Asset Generator).
  • Volete provare a utilizzare l'adesione diretta in un'app di prova? Usate DPS Entitlement Service per il testing delle app di sviluppo. Per ulteriori informazioni, consultate la pagina How to Use DPS Entitlement Service (Utilizzo di DPS Entitlement Service).
  • Per sfruttare DPS Entitlement Service in un'app di produzione, consultate la pagina How to Install the DPS Entitlement Server (Installazione di DPS Entitlement Server).
  • Per un elenco di strumenti e servizi aggiuntivi da usare per il testing di funzionalità DPS in app di sviluppo, consultate la pagina Creating Proof of Concept Apps for DPS (Creazione di app di prova per DPS).

Correzioni di bug per visualizzatore iOS

Un team dedicato ha corretto un bug che causava la visualizzazione del pulsante Acquista in alcune istanze dei folio con adesione. Per informazioni dettagliate, consultate Correzioni di bug - Note sulla versione.

Novità della v32.4.2 (2 febbraio 2015)

DPS App Builder non offre più la possibilità di creare o aggiornare app v31 perché queste non includono il supporto a 64 bit. Con la nuova versione di DPS App Builder, è possibile creare app v32 con supporto a 64 bit conformi ai requisiti Apple. Per informazioni dettagliate sul supporto a 64 bit, consultate la sezione di seguito.

Novità della v32.4.1 (12 gennaio 2015)

Supporto per app iOS a 64 bit

Grazie all'aggiornamento lato server a DPS App Builder, è possibile creare app v32 che includono il supporto a 64 bit, in conformità ai più aggiornati requisiti degli App Store di Apple.

Non è necessario rigenerare le app esistenti: a partire dal 1° febbraio, sarà possibile inviare ad Apple solamente app che includano il supporto a 64 bit. Tutte le app v32 create a partire dal 12 gennaio 2015 devono includere il supporto a 64 bit. È possibile aggiornare le app in qualsiasi momento.

Adobe non presenterà una versione con supporto 64 bit per le app v31. Di conseguenza, non sarà più possibile creare app v31 su DPS App Builder a partire dalla release pianificata per il 2 febbraio 2015. È tuttavia possibile aggiornare le app da v31 a v32 (con supporto a 64 bit) in base alle proprie esigenze.

Novità della release v32.4.0 (8 dicembre 2014)

Le seguenti funzionalità sono incluse nella release v32.4 dell'8 dicembre 2014.

Download in background nelle app non Edicola

Quando viene inviata una notifica push per un nuovo folio, il folio viene scaricato in background di tutte le app non Edicola se gli utenti hanno abilitato le notifiche push e utilizzano un dispositivo con iOS 8 o versione successiva. Tale funzionalità è supportata per la release v32.1 e le app successive.

Per informazioni dettagliate, consultate l'articolo dell'aiuto Notifiche push e Attivazione di download in background tramite push per i visualizzatori iOS 8 (in inglese).

Supporto della modalità immersiva per i visualizzatori Android

Le app DPS ora possono avvalersi di un'area di schermo intero sui dispositivi Android supportati. Per i dispositivi Android che supportano i tasti software invece dei tasti hardware per tornare indietro, andare alla schermata principale e per la navigazione dei menu, le app Android v32.4 e versioni successive utilizzano lo schermo intero per visualizzare il contenuto.

Modalità offline per il visualizzatore Web nel browser Chrome

Adobe Content Viewer offline extension per Chrome consente ai lettori di visualizzare offline il contenuto del visualizzatore Web DPS. Se desiderate consentire ai clienti di leggere offline il contenuto del visualizzatore Web, rendete disponibile questo collegamento e chiedete loro di aprire questo URL nel browser Chrome e di seguire le istruzioni:

https://chrome.google.com/webstore/detail/adobe-content-viewer-offl/kdblggiagcmfpfnkjpfinhllihpkebag

Per ulteriori informazioni, consultate Esplorazione con il visualizzatore Web offline in Chrome.

Miglioramenti a Store Configurator

Store Configurator è un servizio basato su Web che vi consente di creare librerie e store personalizzati per le app DPS. Store Configurator ora include opzioni per creare schermate di benvenuto e banner di presentazione delle librerie. Per un articolo sulla creazione di banner di libreria, consultate Creating Slideshow Library Banners Using the Store Configurator (Creazione di banner di presentazione delle librerie mediante Store Configurator) in DPS Developer Center. Store Configurator è un servizio complementare. Il supporto Gold non fornisce assistenza nella risoluzione dei problemi.

Correzioni dei bug

La release v32.4 include correzioni di bug per i visualizzatori iOS. Per informazioni dettagliate, consultate DPS - Correzioni di bug - Note sulla versione.

Annunci e promemoria DPS

Supporto per iOS a 64 bit

A partire dal 1 febbraio 2015, Apple richiederà che tutte le nuove app inviate all'App Store includano il supporto a 64 bit e che siano create con l'SDK iOS 8. La release DPS pianificata per gennaio 2015 includerà un aggiornamento alla versione del visualizzatore v32 iOS conforme a questo requisito Apple.

Se disponete di un'app esistente nell'App Store, NON dovrete creare nuovamente l'app.

Compatibilità iOS

Tenete presente quanto segue:

  • Se non avete aggiornato le app con più folio dal 13 settembre 2014, aggiornate le vostre app a v31 o v32 per migliorare le prestazioni sui dispositivi iOS 8.
  • Il visualizzatore iOS v32 è completamente supportato su iOS 7 e iOS 8. Il visualizzatore v32 funziona su iOS 6; tuttavia, il team DPS non effettua più la correzione dei bug per iOS 6.
  • Il visualizzatore v31 supporta iOS 6 e iOS 7 e offre supporto limitato per iOS 8 (solo correzione dei bug). L'opzione per creare app v31 sarà disponibile fino a gennaio 2015.

La versione precedente di Content Viewer per Android è stata ritirata

Per offrire un'esperienza di lettura più accattivante su tablet e telefoni Android, incoraggiamo gli utenti a utilizzare la versione nativa di Content Viewer per Android. Il visualizzatore Android nativo offre maggiori funzionalità rispetto alla versione precedente di Content Viewer per Android basato su AIR. Con la release di DPS di dicembre 2014, il visualizzatore Android precedente basato su AIR sarà ritirato e non verrà più supportato. Per ulteriori informazioni, rivedete Domande frequenti su Content Viewer nativo per Android.

Per ulteriori informazioni sul visualizzatore Android nativo, consultate Creazione di app DPS native per Android.

Ritiro di DPS Single Edition

il servizio Digital Publishing Suite Single Edition sarà disponibile per l'uso fino al 1 maggio 2015. I clienti possono riscattare i numeri di serie acquistati in precedenza e allo stesso tempo creare o modificare le app. Tuttavia, dopo il 1 maggio 2015, non sarà più possibile utilizzare DPS Single Edition per creare o modificare le app. Il 4 dicembre 2014, Single Edition non sarà più disponibile come prodotto acquistabile da Adobe.com store.

Supporto di InDesign CS5.5/CS5 e di DPS in v32

Con la release v32, DPS non supporta più InDesign CS5/CS5.5. Gli utenti InDesign CS5/CS5.5 non potranno più creare folio o articoli oppure caricare contenuti nel servizio Folio Producer. Per informazioni dettagliate, consultate DPS and InDesign CS5 and CS5.5 Support (Supporto di DPS e InDesign CS5 e CS5.5).

Requisiti di DPS App Builder

Tenete presente quanto segue:

  • Per Mac OSX 10.10 (Yosemite), gli utenti dovranno aggiornare JRE (Java Runtime Environment) per utilizzare App Builder. Per scaricare JRE, visitate http://support.apple.com/kb/DL1572.
  • DPS App Builder supporta Mac OSX 10.7 o versioni successive. DPS App Builder non può più essere installato su Mac OSX 10.6.8 o versioni precedenti.

Limitazione relativa al numero di folio in Folio Producer

Con la v32, gli editori possono pubblicare solo fino a 1.000 folio nello stesso account Folio Producer e fino a 1.200 articoli in un folio. Se desiderate pubblicare più di 1.000 folio in un'app, potete utilizzare la soluzione descritta in Flusso di lavoro per elevato volume DPS.

Novità della v32.3 (10 novembre)

Le seguenti funzionalità sono incluse nella release v32.3 del 10 novembre 2014.

Supporto di DPS App Builder per le app Windows

DPS App Builder basato su Web ora supporta la creazione di app Windows. Consultate Creazione di app DPS per Windows.

DPS App Builder basato su Web

Novità della v32.2 (20 ottobre)

La release v32.2 include diverse correzioni di bug importanti per i visualizzatori iOS e Android. Per informazioni dettagliate, consultate DPS - Correzioni di bug - Note sulla versione.

Adobe Content Viewer supporta l'accesso AEM

La versione v32.2 di Adobe Content Viewer (solo iOS) ora include un'opzione per accedere mediante un account AEM (Adobe Experience Manager). La versione v32.2 di Adobe Content Viewer non è stata ancora approvata da Apple, ma potete utilizzare DPS App Builder per creare una versione personalizzata di Adobe Content Viewer fino a quando non sarà disponibile la versione aggiornata.

Se selezionate la scheda AEM nella finestra di dialogo di accesso ed eseguite l'accesso con un account AEM, potete visualizzare l'anteprima dei folio senza pubblicarli nel servizio Folio Producer.

Le immagini di copertina nella libreria di Adobe Content Viewer includono nuovi simboli per indicare l'origine del folio.

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di AEM e di altri sistemi di gestione dei contenuti con DPS, consultate Efficient DPS workflows leveraging CMS systems (Flussi di lavoro DPS efficienti che utilizzano i sistemi CMS).

Finestra di dialogo di accesso ad AEM

Novità della v32.1 (29 settembre)

Le seguenti funzionalità erano incluse nella release v32.1 del 29 settembre 2014.

DPS Export for PowerPoint

DPS Export for PowerPoint è un componente aggiuntivo di PowerPoint che converte le presentazioni Microsoft PowerPoint 2010 e 2013 in folio Adobe DPS. Quando installate DPS Export for PowerPoint in un computer Windows, viene visualizzata una scheda “DPS Export” del componente aggiuntivo in PowerPoint. Potete quindi specificare le impostazioni di esportazione e creare un folio dal gruppo di diapositive. Ogni diapositiva della presentazione diventa un articolo PNG distinto. Le animazioni possono essere convertite in sovrapposizioni di sequenze di immagini e i collegamenti ipertestuali vengono conservati.

Per informazioni dettagliate, consultate DPS Export for PowerPoint.

DPS Export for PowerPoint

Miglioramenti delle notifiche push per iOS 8

Ora le notifiche locali sono supportate nelle app v32 sui dispositivi iOS 8. Quando inviate una notifica push in background, potete inviare un messaggio agli utenti che hanno accettato le notifiche push ma che non dispongono dell'accesso al folio. Gli utenti possono quindi visualizzare il messaggio o fare clic su un pulsante di promemoria per ricevere il messaggio in seguito.

Inoltre, ora è supportato il download in background nelle app non Edicola sui dispositivi iOS 8.

Per informazioni dettagliate, consultate Notifiche push.

Finestra di dialogo delle notifiche DPS

Visualizzatore Android

  • Gli articoli PDF nelle app Android ora vengono caricati più rapidamente, tra il 40 e il 60 percento più rapidamente nei test.
  • Ora è possibile archiviare i folio sulle schede SD.

Visualizzatore Windows

Le API di integrazione CRM ora sono supportate nei visualizzatori Windows. Consultate Integrating DPS with CRM systems such as Salesforce.com (Integrazione di DPS con sistemi CRM quali Salesforce.com).

Novità della release v32 (8 settembre)

Le seguenti funzionalità erano incluse nella release v32 dell'8 settembre 2014.

Miglioramenti a livello di authoring

Ripristino di un folio

Se create un pulsante con il formato navto://relative/reset, gli utenti possono toccarlo per passare al primo articolo e cancellare le posizioni di lettura dell'articolo. Questa opzione è particolarmente utile per le app edicola e demo. Questo formato è supportato nei visualizzatori iOS, Android e Windows, ma non nel visualizzatore Web.  

Ripristino di un folio

API di integrazione CRM

Gli editori possono archiviare le informazioni sui clienti in formato codificato sul dispositivo iOS. Le API Library e Store ora includono l'API EncryptedStorageService che codifica e archivia gli oggetti in un database SQLCipher nell'archivio app locale. Questa opzione è specifica di iOS. Per ulteriori informazioni, consultate Integrating DPS with CRM systems such as Salesforce.com (Integrazione di DPS con sistemi CRM quali Salesforce.com) in DPS Developer Center.

API di notifica push ora disponibili

Gli editori Enterprise ora possono personalizzare i loro flussi di lavoro mediante API di notifica push. Tali API al momento sono presenti esclusivamente in iOS. La documentazione relativa alle API sarà disponibile a breve in DPS Developer Center.  

Modifiche al visualizzatore iOS

Nuova esperienza opzionale Anteprima articolo

Il team DPS ha creato un'esperienza Anteprima articolo alternativa, progettata per effettuare una distinzione più chiara tra folio gratuiti e protetti e per consentire ai lettori di accedere in modo semplice all'articolo gratuito seguente. Per abilitare l'esperienza di anteprima articolo alternativa, gli editori Enterprise dovranno aggiungere un codice di configurazione personalizzato al proprio file .zip di banner del titolo personalizzato.

Questa esperienza di anteprima alternativa funziona solo sugli iPad con iOS 7 o versione successiva. Gli articoli controllati sono trattati come protetti. Inoltre, l'app richiede un banner titolo personalizzato. Per ulteriori informazioni sull'abilitazione dell'esperienza Anteprima articolo alternativa, consultate Configuring the Alternate Free Article Preview Experience (Configurazione dell'esperienza Anteprima articolo gratuita alternativa).

Anteprima di un articolo

Ulteriori modifiche al visualizzatore iOS

  • Su iOS 7, la casella di dialogo di registrazione per le notifiche push non apparirà finché non verrà chiusa la schermata di benvenuto.
  • Dopo l'iscrizione a iTunes o l'accesso a Direct Entitlement viene visualizzato un promemoria di registrazione push.
  • La registrazione push ora consente testo, audio, simboli e download in background.
  • Se l'utente disabilita l'impostazione iOS "Aggiornamento app in background" e acquista un abbonamento oppure effettua l'accesso all'autorizzazione per un'app Edicola, viene visualizzata una finestra di dialogo che indica che l'impostazione Aggiornamento app in background è disattivata e che gli utenti devono attivarla se desiderano i download in background. Per iOS 8, le opzioni sono distinte, per cui è possibile disattivare Aggiornamento app in background e continuare a consentire i download in background. La stringa di testo in questa finestra di dialogo può essere personalizzata tramite DPS App Builder.
  • La finestra di dialogo di accesso a Direct Entitlement ora dispone di una casella di controllo per ricordare il nome utente. Gli utenti possono attivare o disattivare questa opzione al momento dell'accesso (è disattivata per impostazione predefinita). Questa casella di controllo è presente esclusivamente in iOS.

Modifiche al visualizzatore Android

  • Ora ai lettori viene richiesto di confermare i download sulle connessioni controllate (non WiFi).
  • Tracciamento delle sovrapposizioni delle analisi per le sovrapposizioni audio ed evento di raggiungimento della fine dell'articolo.
  • Ora è supportato l'audio sullo sfondo.
  • Ora sono supportate le visualizzazioni Web in-app. Se si crea un pulsante con un'azione Vai a URL e si seleziona l'opzione "Apri nel folio" nel pannello Folio Overlays, la pagina HTML viene visualizzata all'interno di un browser in-app. Se si tocca il pulsante Indietro del dispositivo si ritorna all'articolo.

Per informazioni sulla creazione di app Android native, consultate Creazione di app DPS native per Android.

Modifiche al visualizzatore Windows

  • Ora sono supportati nuovi eventi di analisi (Viste contenuto, Viste annunci, Modifica viste).
  • Per le app Windows con acquisti in-app ora è richiesto un segreto condiviso. L'opzione "Nome identità pacchetto principale Windows" ora viene visualizzata nello strumento Amministrazione account. Questo segreto condiviso viene specificato automaticamente per le app Windows con IAP.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di app Windows, consultate Creazione di app DPS per Windows Store.

Per un grafico di confronto delle funzioni, consultate Elenco delle funzioni DPS supportate.

Miglioramenti alle notifiche push (parte della release v31.3)

I certificati delle notifiche push vengono ora gestiti tramite il servizio di notifica push nel dashboard DPS; in questo modo, aggiornarli e riceverne la notifica di scadenza diventa molto più semplice.

Usate DPS App Builder per segnalare che l'app è abilitata per le notifiche push e che state utilizzando il server di notifica push di Adobe o un servizio push di terzi. Usate il servizio di notifica push per specificare i certificati push e le password. I certificati push vengono memorizzati in un server, non all'interno dell'app.

Tenete presente quanto segue:

  • Quando i certificati push scadono o mancano 30 giorni alla loro scadenza, viene visualizzato un messaggio di avviso durante l'accesso al servizio di notifiche push.
  • I certificati push delle app esistenti vengono trasferiti automaticamente da DPS App Builder al Folio Producer.
  • Verificate che i certificati siano stati migrati correttamente nel servizio di notifica push (Dashboard DPS > Notifiche). In alcuni casi i certificati potrebbero non essere stati migrati correttamente, ad esempio quando si usano account diversi per i certificati di produzione e di sviluppo.
  • Quando si fa clic su Notifica in Folio Producer Organizer, ora viene avviato il servizio Notifiche push, che consente di pianificare una notifica push.

Per informazioni sulle notifiche push, consultate Notifiche push.

Aggiungi/modifica notifiche push

Per vedere un elenco delle altre funzioni DPS incluse nelle release v31, consultate Note sulla versione: nuove funzioni - Cronologia.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online