Utilizzate questo documento per risolvere i problemi che si verificano in Adobe Premiere Pro quando cercate di importare file video o durante la riproduzione dei file video importati. I file video includono file AVI, Apple QuickTime [MOV], MPEG e così via.

Problemi semplici relativi alla riproduzione

Se un file video importato presenta errori di riproduzione di base, accedete alla Sequenza di risoluzione dei problemi e impostazioni di interpretazione dei file. Questi problemi di riproduzione includono una riproduzione frammentata o tremolante o video che appaiono sfocati, distorti, troppo allungati in orizzontale o verticale.

Problemi seri di riproduzione

Se un file video importato presenta problemi di riproduzione più gravi, accedete a Risoluzione dei problemi relativi ai formati di file e ai codec. Problemi di riproduzione gravi includono video rovesciato, assenza di video, assenza di audio, video distorto con blocchi o strisce colorate o riproduzione che termina prima del tempo.

Blocchi, chiusure o errori

Se Adobe Premiere Pro si blocca, si chiude o restituisce un errore, come ad esempio "frequenza audio non supportata nel file" o "formato non supportato o file danneggiato", quando tentate di importare un file video o di riprodurre un file importato, accedete a Risoluzione dei problemi relativi ai formati di file e ai codec.

File video specifici

Se state lavorando con file video in formato MPEG-2, VOB, MOD o TOD, file video registrati con una fotocamera digitale, file video da una videocamera ultracompatta senza nastro, file video da Apple Final Cut Pro, o file video acquistati da un negozio multimediale online, consultate anche Note su tipi specifici di file video.

Risoluzione delle impostazioni di sequenza e di interpretazione dei file

Completate queste soluzioni procedendo nell'ordine indicato. Al termine di ogni soluzione, testate la riproduzione dei file video importati in Adobe Premiere Pro. Se i file importati vengono ancora riprodotti in modo non corretto, accedete a Risoluzione dei problemi relativi ai formati di file e ai codec.

Soluzione 1: utilizzate una sequenza le cui impostazioni sono corrette per i file importati.

I problemi di riproduzione possono essere causati da una corrispondenza errata tra un file importato e le impostazioni per la sequenza Adobe Premiere Pro su cui si sta lavorando. Ad esempio, i file video in formato widescreen hanno un aspetto schiacciato se vengono utilizzati in una sequenza con formato che non è widescreen. I file ad alta risoluzione possono apparire sfuocati se vengono utilizzati in una sequenza a definizione standard.

La conoscenza delle informazioni di base sui file importati consente di scegliere le impostazioni di sequenza adatte. Fate clic con il pulsante destro del mouse sul file nel pannello del progetto e scegliete Proprietà. La finestra Proprietà mostra le dimensioni dei fotogrammi del file (come “dimensione immagine”), la frequenza fotogrammi e le proporzioni pixel.

Per creare una sequenza e scegliere le impostazioni di sequenza, effettuate una delle seguenti operazioni:

Adobe Premiere Pro CS 4

  1. Scegliete File > Nuovo > Sequenza.
  2. Nel riquadro Predefiniti sequenza della finestra Nuova sequenza, selezionate le impostazioni predefinite che corrispondono ai file. Se non è presente alcuna impostazione predefinita corrispondente, selezionate un'impostazione predefinita. Passate al riquadro Generali della finestra di dialogo Nuova sequenza e modificate le impostazioni. Per impostare una dimensione dei fotogrammi personalizzata, scegliete Desktop dal menu Modalità di modifica.
  3. Immettete un nome per la sequenza e fate clic su OK.

Adobe Premiere Pro CS5 e versioni successive

  1. Trovate la clip che desiderate per creare una Nuova sequenza nel pannello progetto.
  2. Trascinate la clip nell'icona Nuovo elemento nella parte inferiore del pannello progetto.

Viene creata automaticamente una nuova sequenza con la risoluzione e la frequenza di fotogrammi desiderate e corrispondenti al metraggio sorgente. 

Per ulteriori informazioni sulle impostazioni per le sequenze, consultate°Predefiniti e impostazioni delle sequenze (Premiere Pro CS4), o°Creazione e modifica delle sequenze per le versioni successive di Premiere Pro.

Soluzione 2: eseguite il rendering delle anteprime di clip nella timeline.

Il rendering delle anteprime consente di migliorare l'uniformità della riproduzione dei file video importati inseriti nella timeline.

Per eseguire il rendering delle anteprime delle clip nell'area di lavoro della timeline effettuare una delle seguenti operazioni:

  • Premete Invio.
  • Scegliete Sequenza > Esegui rendering area di lavoro.

Per ulteriori informazioni sul rendering delle anteprime, consultate l'anteprima delle sequenze (Premiere Pro CS4), o°Rendering e anteprima delle sequenze per le versioni successive di Premiere Pro.

Soluzione 3: regolate il ridimensionamento, la frequenza dei fotogrammi, le proporzioni pixel o le impostazioni dei campi.

Utilizzate questi metodi aggiuntivi, a seconda dei casi, per correggere i problemi di riproduzione non risolti mediante le soluzioni 1 e 2:

  • Se un file video importato non riempie l'area disponibile o appare ingrandito, selezionate la clip nella Timeline. Scegliete Clip > Opzioni video > Ridimensiona a dimensione fotogramma.
  • Se un file video importato viene visualizzato troppo schiacciato o allungato, è possibile che le proporzioni pixel del file siano state interpretate erroneamente in Adobe Premiere Pro. È possibile assegnare le proporzioni pixel corrette utilizzando il comando Interpreta metraggio. Per istruzioni, consultate Correzione delle singole interpretazioni errate delle proporzioni (Premiere Pro CS4) o Utilizzo delle proporzioni per le versioni successive di Premiere Pro.
  • Qualora un file video importato venga riprodotto troppo velocemente o lentamente, è possibile che Adobe Premiere Pro non interpreti correttamente la frequenza dei fotogrammi. Questo problema si manifesta anche come riproduzione a singhiozzi dopo il rendering delle anteprime. È possibile assegnare la frequenza di fotogrammi corretta utilizzando il comando Interpreta metraggio. Per istruzioni, consultate°Modifica delle frequenze di fotogrammi di un file (Premiere Pro CS4), o°Modifica delle sequenze di fotogrammi delle clip per le versioni successive di Premiere Pro.

    Nota: la riproduzione sarà inevitabilmente frammentata se il video è stato registrato a una frequenza fotogrammi ridotta (circa 15 fotogrammi al secondo o inferiore).
  • Se un file video importato interlacciato viene riprodotto con bordi scalettati o sottili linee orizzontali sugli oggetti in movimento, è molto probabile che l'ordine dei campi non sia interpretato correttamente in Adobe Premiere Pro. Un ordine dei campi sbagliato può anche provocare uno sfarfallio della clip. È possibile assegnare la frequenza di fotogrammi corretta utilizzando il comando Interpreta metraggio. Per istruzioni, consultate Modifica ordine campi di una clip (Premiere Pro CS4), o°Modifica ordine campi di una clip per le versioni successive di Premiere Pro. Altri strumenti per la correzione dei problemi nell'ordine campi sono disponibili nella finestra di dialogo Opzioni di campo. Per istruzioni sull'utilizzo della finestra di dialogo relativa alle opzioni di campo, consultate Creazione di clip interlacciate o non interlacciate (Premiere Pro CS4). Oppure, consultate°Creazione di clip interlacciate o non interlacciate per le versioni successive di Premiere Pro.

Risoluzione dei problemi relativi ai formati di file e ai codec

I dispositivi e le applicazioni per la registrazione di video codificano i file con un formato file specifico, quale AVI, QuickTime (MOV) e Windows Media (WMV). Per un elenco dei formati di file supportati da Adobe Premiere Pro, consultate Formati di file supportati per l'importazione (Premiere Pro CS4). Oppure consultate°Formati di file supportati per le versioni successive di Premiere Pro.

Nota: non tutti i formati sono disponibili sia su Mac OS sia su Windows. Visualizzate i collegamenti alla Guida per informazioni specifiche su quali piattaforme sono supportate per ciascun formato.

Alcuni formati di file video, tra cui AVI e MOV, sono formati di file contenitore. I dati in tali file contenitore vengono codificati in base a un codec particolare. I codec sono algoritmi per la compressione di dati video e audio. Esistono molti codec differenti.

Ad esempio, un file AVI può essere codificato con i seguenti tipi di codec, tra cui:

  • codec DV (utilizzati da videocamere che registrano su nastri miniDV)
  • codec commerciali (ad esempio codec DivX)
  • codec Motion JPEG (alcune fotocamere che hanno la modalità filmato utilizzano questo codec)

Adobe Premiere Pro potrebbe non essere in grado di decodificare i file video con codec creati in modo troppo elementare o non installati nel computer.

Essere a conoscenza del formato e, se applicabile, del codec dei file utilizzati è utile nella scelta della soluzione adatta. Per raccogliere queste informazioni, procedete in uno dei modi indicati di seguito:

  • Aprite il file in Apple QuickTime Player e scegliete Finestra > Mostra ispettore filmato.
  • Se si tratta di un file di una videocamera, una fotocamera o un altro dispositivo di videoregistrazione, consultate la documentazione del dispositivo oppure individuate le specifiche di dispositivo sul sito Web del produttore.
  • Aprite il file in un'applicazione di terze parti che analizza file multimediali, quale MediaInfo o GSpot 2.70.

Soluzione 4: installate il codec richiesto.

Alcuni file video vengono codificati con codec (DivX, Xvid, 3ivx e così via) che non vengono installati per impostazione predefinita con Windows o Apple QuickTime. Potete scaricare e installare codec aggiuntivi sul computer. Ad esempio, per riprodurre file AVI con codifica DivX, scaricate e installate il codec DivX.

L'installazione di un codec consente in genere di utilizzare le applicazioni di riproduzione multimediale, ad esempio Windows Media Player, per riprodurre i file creati con tale codec. Il codec richiesto consente talvolta la riproduzione corretta di tali file in Adobe Premiere Pro.

Tuttavia, l'installazione dei codec non risolve necessariamente i problemi che si verificano in Adobe Premiere Pro quando importate o riproducete file creati con tali codec. I requisiti tecnici per la modifica di file video sono più rigorosi rispetto ai requisiti per la riproduzione di file video. A volte è necessario per transcodificare i file problematici. (Consultate Soluzione 6.)

I codec sono disponibili nei siti Web dei produttori di codec.

Attenzione: scaricate solo codec di produttori software riconosciuti e verificabili. Evitate di scaricare codec pack. L'installazione di un codec nuovo può comportare l'impossibilità di leggere alcuni file audio o video. Prima di iniziare, eseguite il backup di tutti i file.

Soluzione 5: rimuovete uno o più codec installati (Windows).

In caso di problemi durante l'importazione o la riproduzione di file dello stesso formato, ma provenienti da origini diverse, è possibile che il problema sia dovuto a un codec di qualità non soddisfacente. Oppure è possibile che siano installati più codec per lo stesso formato video. Queste situazioni possono causare conflitti tra i codec.

Per risolvere tali conflitti, disattivate o rimuovete i codec di terzi.

Per rimuovere alcuni codec di terzi, in particolare download di pacchetti di codec, utilizzare Installazione applicazioni nel Pannello di controllo (Windows XP) o Programmi e funzionalità nel Pannello di controllo (Windows Vista).

Non tutti i codec possono essere rimossi utilizzando il pannello di controllo. Per istruzioni su come disattivare o rimuovere altri codec installati, consultate i seguenti documenti:

Soluzione 6: eseguite la transcodifica dei file video problematici

Utilizzate altri software per eseguire la transcodifica (conversione) dei file video che creano problemi quando cercate di importarli o di riprodurli in Adobe Premiere Pro. Importate quindi i file convertiti.

Potete eseguire la transcodifica di un file nello stesso formato (ad esempio, convertire un file AVI con codifica 3ivx in un file AVI con codifica DV). Oppure potete utilizzare un formato diverso (ad esempio, convertire un file MPEG-2 in un file AVI).

Per mantenere la qualità delle immagini quando eseguite la conversione di un file video, scegliete un'opzione di output a bassa compressione o senza compressione nel software di conversione utilizzato.

Consultate l'elenco seguente di alcune applicazioni di Windows per la transcodifica dei file video. Sono tuttavia disponibili altre applicazioni di conversione che potrebbero essere più adatte al vostro flusso di lavoro.

Dichiarazione di non responsabilità: Adobe non offre supporto per software di terze parti e fornisce queste informazioni a titolo puramente indicativo. Per assistenza con il software di terze parti, contattate il produttore del software o consultate la documentazione fornita con il software.

  • File AVI: VirtualDub; Microsoft Windows Movie Maker.
  • File QuickTime (MOV) e MPEG-4: Apple QuickTime Player per Windows con QuickTime Pro.
  • File MPEG-2 e VOB: MPEG Streamclip; Apple QuickTime Player per Windows con QuickTime Pro e il Componente di riproduzione MPEG-2.

Per ulteriore assistenza con i metodi di conversione di file video, utilizzate i forum degli utenti di Adobe o VideoHelp.

Note su tipi specifici di file video

File MPEG-2

I file MPEG-2 presentano una compressione elevata. Per migliorare l'uniformità di riproduzione delle clip MPEG-2 nella timeline, effettuarne il rendering delle anteprime (consultate la soluzione 2).

Poiché i file MPEG-2 possono essere codificati con impostazioni molto diverse, non tutti i file MPEG-2 importati vengono riprodotti correttamente in Adobe Premiere Pro CS4. Transcodificate i file MPEG-2 problematici (consultate la soluzione 6) e quindi importate i file transcodificati.

VOB, file

I file VOB ("video object"), utilizzati su DVD, sono varianti di MPEG-2. Adobe Premiere Pro CS4 (con tutti gli aggiornamenti applicati, scegliete Aiuto > Aggiornamenti) e Adobe Premiere Pro CS5 e versioni successive supportano l'importazione di file VOB adatti a DVD. Se si verificano problemi durante l'importazione di un file VOB nativo, è possibile che vi sia un problema con il modo in cui VOB è stato creato. Ad esempio, potrebbero verificarsi problemi con software per l'estrazione di contenuti da DVD. Potrebbe essere necessario transcodificare i file VOB (consultate la soluzione 6) e quindi importate i file transcodificati.

File MOD e TOD

Alcune videocamere senza nastro (inclusi alcuni modelli Canon, JVC Everio e Panasonic) registrano video in definizione standard come file MOD o registrano video in alta definizione come file TOD. MOD e TOD sono varianti di MPEG-2.

Adobe Premiere Pro CS4 in modalità nativa non supporta l'importazione di file TOD o MOD. Transcodificate questi file utilizzando il software che è stato fornito con la videocamera (se presente) o utilizzando il software (consultate la soluzione 6). Importate quindi i file convertiti.

File video di fotocamere

Molte fotocamere digitali sono dotate di modalità “filmato” che consentono di creare file video (in genere AVI o QuickTime). Tuttavia, questi file video non sono paragonabili ai video registrati con videocamere digitali. Molte videocamere a immagine fissa utilizzano codec di compressione proprietari non conformi agli standard di editing video professionali.

Se utilizzate file video realizzati con una fotocamera, consultate la documentazione fornita con la fotocamera. In alternativa, contattate il produttore per informazioni sui file video generati.

Se non è possibile importare o riprodurre i file da una videocamera a immagine fissa, è necessario installare un codec (consultate la soluzione 4). Molte fotocamere digitali codificano il video con un codec Motion JPEG (MJPEG). I codec Motion JPEG sono disponibili da diversi produttori.

Nota: Motion JPEG utilizza un livello relativamente basso di compressione. Pertanto le prestazioni potrebbero essere inferiori a quelle normali o potrebbero essere visualizzati messaggi di avviso sull'esaurimento della memoria se utilizzate file video Motion JPEG di grandi dimensioni in Adobe Premiere Pro. Transcodificare file Motion JPEG (consultate la soluzione 6) per risolvere questi problemi.

Se non riuscite a importare o riprodurre file realizzati con una fotocamera che non utilizza un codec particolare per il video, convertite i file (consultate la soluzione 6). Importate i file convertiti.

File video realizzati con videocamere senza nastro ultracompatte

Le videocamere senza nastro ultracompatte, fra cui i modelli Aiptek, Flip Video, Sanyo Xacti e Kodak Zi6, registrano video in vari formati. Alcune videocamere senza nastro ultracompatte utilizzano inoltre codec speciali per codificare video.

Se utilizzate file video realizzati con una videocamera senza nastro ultracompatta, consultate la documentazione fornita con la videocamera. In alternativa, contattate il produttore per informazioni sui file video generati.

Se non riuscite a importare o riprodurre file realizzati con una videocamera senza nastro ultracompatta, potrebbe essere necessario installare un codec (consultate la soluzione 4). Ad esempio, alcune videocamere Flip Video codificano il video utilizzando un codec 3ivx. Se la videocamera non utilizza un codec particolare, transcodificate i file utilizzando il software fornito con la videocamera (se presente). O utilizzate un altro software (consultate la soluzione 6) per la transcodifica video. Importate quindi i file convertiti.

Se potete importare i file da videocamere senza nastro ultracompatte, lavorate in sequenza con la dimensione, la frequenza dei fotogrammi e le impostazioni di campo appropriate. (Consultate Soluzione 1.) Se utilizzate file da una videocamera senza nastro che registra video progressivi (ad esempio 720p), lavorate in una sequenza progressiva (senza campi). Se utilizzate file da una videocamera senza nastro che registra video interlacciati, i file possono avere un ordine dei campi con i campi superiori per primi.

File video da Apple Final Cut Pro

Alcuni flussi di lavoro di Final Cut Pro creano file QuickTime codificati con il codec intermedio Apple ("AIC"), non disponibile per Windows. Adobe Premiere Pro CS4 per Windows, quindi, non è in grado di leggere i file QuickTime con codifica AIC.

Per risolvere questo problema, utilizzate Final Cut Pro per transcodificare i file con codifica AIC nei file codificati con un codice QuickTime. Il codec è disponibile sia per Mac OS che per Windows.

File video acquistati da negozi multimediali online

I file video acquistati presso negozi multimediali online, ad esempio iTunes Music Store, includono normalmente la protezione contro la copia o la protezione DRM ("Digital Rights Management). Questi file non possono essere utilizzati in Adobe Premiere Pro.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online