Crea flusso di lavoro

  1. Guida utente Bridge
  2. Introduzione
    1. Novità di Bridge
    2. Requisiti di sistema di Bridge
    3. Area di lavoro di Adobe Bridge
    4. Importare foto con Photo Downloader
    5. Organizzare contenuto e risorse con Adobe Bridge
  3. Operazioni con le risorse
    1. Creative Cloud Libraries in Bridge
    2. Creare un provino a contatto PDF nell’area di lavoro Output
    3. Visualizzare e gestire file in Adobe Bridge
    4. Utilizzare i metadati in Adobe Bridge
    5. Utilizzare la cache di Adobe Bridge
    6. Utilizzare parole chiave in Adobe bridge
    7. Avviare Adobe Bridge
    8. Regolare la visualizzazione del pannello Contenuto di Adobe Bridge
    9. Eseguire l’anteprima delle immagini e modificare l’ora di acquisizione
    10. Utilizzare le raccolte in Adobe Bridge
    11. Disporre i file in stack in Adobe Bridge
    12. Automatizzare le operazioni in Adobe Bridge
    13. Crea flusso di lavoro
    14. Visualizzare in anteprima i file multimediali dinamici in Adobe Bridge
    15. Creare gallerie Web e PDF
    16. Lavorare con la cache condivisa di Bridge
    17. Gestire la cache multimediale
  4. Bridge e altre applicazioni Adobe
    1. Utilizzare Adobe Media Encoder
    2. Utilizzare Adobe Premiere Pro
  5. Esportare e pubblicare
    1. Conversione delle risorse con il pannello Esporta
    2. Pubblicare immagini su Adobe Stock
    3. Pubblicare risorse su Adobe Portfolio
  6. Scelte rapide da tastiera
    1. Scelte rapide da tastiera di Adobe Bridge
  7. Adobe Camera Raw
    1. Gestione delle impostazioni di Camera Raw
    2. Ruotare, ritagliare e regolare le immagini
    3. Riparare le immagini con lo strumento per la rimozione dei punti ottimizzato in Camera Raw
    4. Filtro radiale in Camera Raw
    5. Correzione prospettica automatica in Camera Raw
    6. Creare panorami
    7. Versioni di processo in Camera Raw
    8. Regolazioni locali in Camera Raw

 

Scoprite come utilizzare l’area di lavoro Flusso di lavoro per combinare facilmente varie attività e unirle insieme per creare i vostri flussi di lavoro per l’uso ripetuto.

Area di lavoro flusso di lavoro

L’area di lavoro Flusso di lavoro è accessibile dalla barra delle applicazioni in alto. Potete anche passare all’area di lavoro Flusso di lavoro posizionandovi su Windows > Area di lavoro > Flusso di lavoro.

Area di lavoro flusso di lavoro

L’area di lavoro è composta dai seguenti pannelli:

  • Diagramma attività: viene visualizzato al centro dell’area di lavoro. Utilizzate questo spazio per aggiungere attività nell’ordine desiderato per creare i vostri flussi di lavoro.
  • Dettagli flusso di lavoro: sul lato destro, vengono visualizzati i dettagli del flusso di lavoro e le sue attività. Utilizzate questo pannello per assegnare un nome alle preimpostazioni del flusso di lavoro, specificare la cartella di destinazione del vostro output e personalizzare le impostazioni delle attività.
  • Pannello flusso di lavoro: in basso a sinistra, accanto al pannello Filtri e Collezione viene visualizzato il pannello Flusso di lavoro.  Tutti i vostri preset di flusso di lavoro verranno visualizzati qui. Nella parte inferiore del pannello Flusso di lavoro, sono presenti le opzioni Avvia flusso di lavoro e Visualizza avanzamento.
  • Il pannello Contenuto viene visualizzato nella parte centrale in basso e i pannelli Cartelle Preferiti vengono visualizzati in alto a sinistra.

Create il vostro flusso di lavoro

Per iniziare a creare i vostri flussi di lavoro, passate all’area di lavoro Flusso di lavoro. L’area di lavoro Flusso di lavoro dovrebbe essere visualizzata sulla barra dell’applicazione insieme alle altre aree di lavoro come Essenziali, Librerie, ecc. Potete anche passare all’area di lavoro Flusso di lavoro posizionandovi su Windows Area di lavoro Flusso di lavoro.

Create un nuovo flusso di lavoro

  1. Per creare un nuovo predefinito, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic sull’icona + nel pannello Flusso di lavoro.
    • Fate clic sull’opzione Crea nuovo flusso di lavoro nel pannello Flusso di lavoro.
    • Tenete premuto il tasto Ctrl (macOS) o fate clic con il pulsante destro del mouse (Win) nel pannello Flusso di lavoro per aprire il menu di scelta rapida. Selezionate Crea nuovo predefinito.
    Create nuovo flusso di lavoro

    Create un nuovo predefinito

  2. Viene creato un nuovo flusso di lavoro predefinito con il nome Il mio flusso di lavoro e viene visualizzato nel pannello Flusso di lavoro.

Aggiungere attività al flusso di lavoro

Una volta creato il flusso di lavoro vuoto, iniziate ad aggiungere le attività desiderate per iniziare a unire il flusso di lavoro.

  1. Per aggiungere un’attività, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Fate clic su Aggiungi attività nella sezione Diagramma attività.
    • Fate clic sull’icona + nell’angolo in basso a sinistra della sezione Diagramma attività.
    Aggiungi un’attività

  2. Scegliete dall’elenco delle attività disponibili: Rinomina batch, Cambia formato, Ridimensiona a e Applica metadati e aggiungeteli nella sequenza desiderata per creare il vostro flusso di lavoro.

Specificate i dettagli del vostro flusso di lavoro e delle vostre attività

Nella sezione Dettagli flusso di lavoro, potete specificare il nome predefinito del flusso di lavoro, Opzioni di salvataggio del flusso di lavoro (posizione di output) e Dettagli attività in base all’attività selezionata.

Nome del predefinito del flusso di lavoro

  • Nome predefinito: immettete il nome del predefinito del flusso di lavoro.
Nome del predefinito del flusso di lavoro

Nota:

L’opzione Salva sovrascriverebbe il predefinito esistente. Se desiderate creare una copia di un flusso di lavoro, fate clic con il pulsante destro del mouse su di esso per duplicare prima il predefinito del flusso di lavoro, quindi modificatelo e salvatelo. 

 

Opzioni di salvataggio del flusso di lavoro

  • Salva in: consente di espandere l’opzione del menu a discesa per scegliere una posizione Posizione del file originale e Cartella specifica.
  • Se selezionate l’opzione Cartella specifica potete inoltre utilizzare il campo Sfoglia anche per impostare una posizione per i file esportati. 
  • Attivate la casella di controllo Salva in sottocartella con nome e digitare un nome per specificare la posizione di una sottocartella. 
  • È inoltre possibile effettuare l’operazione Gestisci conflitti selezionando una qualsiasi delle opzioni dal menu a discesa Crea nome file univoco, Sovrascrivi file esistente, o Ignora file.
Opzioni di salvataggio del flusso di lavoro

Dettagli dell’attività

Cambia formato

Utilizzate questa opzione per cambiare il formato utilizzando il pannello Flusso di lavoro. Per la conversione Bridge supporta i formati JPEG, DNG, TIFF e PNG.

Cambia formato

Applicare i metadati:

  • Includi metadati originali: selezionate questa casella di controllo e utilizzate il menu a discesa per scegliere tra i metadati associati ai file che desiderate conservare.
  • Selezionate la casella di controllo Rimuovi informazioni posizione per rimuovere i metadati specifici della posizione dai file salvati.
  • Applica modello metadati: selezionate questa casella di controllo e scegliete uno dei campi seguenti:
    • Nome: scegliete uno dei metadati disponibili dal menu a discesa Nome.
    • Metodo: selezionate un metodo tra Aggiungi metadati o Sostituisci metadati.
    • Parole chiave aggiuntive (separate da punto e virgola): utilizzate questo campo per aggiungere parole chiave aggiuntive ai file da esportare.

Per ulteriori informazioni sull’applicazione dei modelli di metadati, consultate Utilizzare i modelli di metadati.

Applica metadati

Ridimensiona in

Questa opzione è applicabile solo per JPEG, PNG, e TIFF.

  • Ridimensiona immagine: selezionate questa opzione per impostare una percentuale di ridimensionamento.
  • Ridimensiona in: selezionate questa opzione per ridimensionare le risorse in modo da adattarle o riempire un’area del rettangolo di destinazione e impostare le dimensioni. Potete ridimensionare le immagini sulla base di Lato lungo, Lato corto, o Altezza e larghezza
    • Quando selezionate Adatta, potete adattare l’immagine per eseguire il ridimensionamento in base a Lato lungo, Lato corto e Altezza e larghezza.
      1. Lato lungo: potete modificare manualmente la Dimensione e la Risoluzione prima di esportare le immagini.
      2. Lato corto: potete modificare manualmente la Dimensione e la Risoluzione prima di esportare le immagini.
      3. Altezza e larghezza: potete modificare manualmente Larghezza, Altezza e Risoluzione prima di esportare le immagini. Quando selezionate Altezza e larghezza come opzione Adatta, l’immagine viene ridimensionata in base al rettangolo di destinazione.
    • Quando selezionate Riempi, potete eseguire il ridimensionamento in base ad Altezza e larghezza. Potete anche visualizzare le miniature dell’immagine, le dimensioni nuove e originali delle immagini saranno menzionate sotto ogni miniatura.
    • Potete specificare la Risoluzione dell’immagine in pixel per pollice o pixel per centimetro e le metriche Dimension in pixel per pollici o centimetri.
  • Non allargare: selezionate questa opzione per assicurarvi che l’immagine non venga ingrandita durante il ridimensionamento.
  • Metodo di ricampionamento: scegliete uno qualsiasi tra i seguenti disponibili: Metodo di ricampionamento - Bilineare, Bicubica (migliore per sfumature omogenee) o Bicubica più nitida (migliore per la riduzione).
Ridimensiona in

Rinomina batch

  • Nome predefinito: selezionate un predefinito dal menu Predefiniti per la ridenominazione in base a schemi di utilizzo frequente per la denominazione. Importante: i predefiniti di ridenominazione batch vengono utilizzati come riferimento nella creazione dei flussi di lavoro. Eventuali modifiche apportate alle impostazioni di ridenominazione devono essere prima salvate per essere selezionate nel flusso di lavoro.

    Nota:
    • Se modificate un predefinito di ridenominazione batch al di fuori della creazione di flussi di lavoro e se tale predefinito è indicato in un flusso di lavoro, le modifiche apportate al predefinito di ridenominazione batch verranno rispettate
    • Se eliminate un predefinito di ridenominazione batch al di fuori della creazione di flussi di lavoro, quel riferimento al predefinito andrà perso nel flusso di lavoro.
  • Nuovo nome file: scegliete gli elementi dai menu e immettete del testo in modo appropriato per creare nuovi nomi file. Fate clic sull’icona del Più (+) o su Elimina icona ( ) per aggiungere o eliminare elementi.
  • Opzioni: per conservare il nome file originale nei metadati, selezionate Mantieni il nome del file corrente nei metadati XMP. In Compatibilità, selezionate i sistemi operativi con i quali desiderate che i file rinominati siano compatibili. Il sistema operativo in uso è preselezionato e non può essere deselezionato.
Nota:

Dopo aver inserito i dettagli del flusso di lavoro, i dettagli dell’attività e aver salvato il predefinito del flusso di lavoro, vengono visualizzati nel pannello del flusso di lavoro, pronti per essere utilizzati.

 

Rinomina batch

Esegui il flusso di lavoro

Dopo aver inserito i dettagli del flusso di lavoro, i dettagli dell’attività e aver salvato il predefinito del flusso di lavoro, vengono visualizzati nel Pannello flusso di lavoro.

  1. Per avviare il flusso di lavoro, effettuate quanto segue:

    • Trascinate e rilasciate le risorse selezionate dal pannello Contenuto su un predefinito nel pannello flusso di lavoro e fate clic su Avvia flusso di lavoro.
    • Selezionate le risorse nel pannello Contenuto e fate clic su Ctrl (macOS) o fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) per visualizzare il menu di scelta rapida. Selezionate Flusso di lavoro  e scegliere il predefinito desiderato
    • Accedete a File  > Flusso di lavoro  e scegliete il predefinito desiderato
    Nota:

    Se un predefinito del flusso di lavoro non viene salvato dopo aver apportato modifiche, verrà richiesto di salvare tali modifiche e procedere con esse o di scartare le modifiche e procedere senza di esse.

     

     

Visualizza avanzamento del flusso di lavoro

È possibile visualizzare l’intero elenco di lavori di flussi di lavoro che include: processi in sospeso, processi attivi e processi completati. Per verificare l’avanzamento dei flussi di lavoro, procedete come indicato di seguito:

  1. Fate clic su Visualizza avanzamento  dalla parte inferiore del pannello Flusso di lavoro

    Visualizza avanzamento

  2. Nella finestra di dialogo di Avanzamento flusso di lavoro che viene aperta, è possibile visualizzare lo stato di avanzamento dei processi di flussi di lavoro. 

    Avanzamento del flusso di lavoro

  3. Fate clic su Cancella per rimuovere l’elenco dei lavori o fate clic su Chiudi per uscire dalla finestra di avanzamento. 

Annulla un flusso di lavoro

Per annullare un flusso di lavoro, effettuate quanto segue:

  1. Fate clic su Visualizza avanzamento dalla parte inferiore del pannello Flusso di lavoro

    Visualizza avanzamento

  2. Nella finestra di dialogo di Avanzamento flusso di lavoro, fate clic sull’icona Annulla visibile accanto allo stato di un processo selezionato, per interrompere il processo di flusso di lavoro in qualsiasi momento.

    Annulla flusso di lavoro

Imposta preferenze flusso di lavoro

Per impostare le preferenze del flusso di lavoro, procedete come segue:

  1. Accedete a Adobe Bridge > Preferenze > Flusso di lavoro (masOS) o Modifica > Preferenze > Flusso di lavoro (Windows)

  2. Nel pannello Opzioni potete impostare le vostre preferenze per le informazioni visualizzate nella finestra di dialogo di Avanzamento flusso di lavoro.

    • Numero massimo di processi del flusso di lavoro da mantenere nell’elenco dei lavori: immettete manualmente il valore desiderato. Per impostazione predefinita, il numero massimo di dettagli del processo nella finestra di dialogo di avanzamento dei processi è pari a un valore massimo di 100. Bridge elimina la cronologia precedente che supera il numero di 100 dettagli di processo.
    • Numero massimo di processi del flusso di lavoro in corso: immettete manualmente il valore desiderato. È possibile mettere in coda fino a 20 processi di esportazione contemporaneamente.
    Preferenze flusso di lavoro

Formati immagine supportati

Sono supportati i seguenti formati di immagine per l’attività Cambia formato:

JPEG

Qualità immagine: utilizzate il cursore per impostare la qualità dell’immagine. I valori possono oscillare tra 1 (qualità minima immagine) a 12 (qualità massima immagine).

Cambia formato JPG

PNG

  • Profondità di bit: versione a 16 o 8 bit
  • Spazio cromatico: per la maggior parte dei flussi di lavoro di gestione del colore, è consigliabile utilizzare un predefinito colore già collaudato da Adobe Systems, ad esempio sRGB. Scegliete un’opzione di spazio cromatico in base alle vostre esigenze.
  • Salva trasparenza: ciò vi consente di mantenere la trasparenza dell’immagine.
Cambia formato PNG

TIFF

  • Compressione: quando salvate le immagini in formato TIFF, potete scegliere di comprimere i file.
  • Spazio cromatico: per la maggior parte dei flussi di lavoro di gestione del colore, è consigliabile utilizzare un predefinito colore già collaudato da Adobe Systems, ad esempio sRGB. Sceglietene uno in base alle vostre esigenze.
  • Profondità di bit: gli utenti possono scegliere di memorizzare le informazioni sul colore in due schemi: 8 bit per componente o 16 bit per componente.
  • Salva trasparenza: ciò vi consente di mantenere la trasparenza dell’immagine.
Cambia formato TIFF

DNG

  • Anteprima JPEG: potete selezionare un’opzione di anteprima tra Nessuna, Media e Intera.
  • Incorpora file RAW originale: attivate questa opzione per incorporare il file raw originale.
  • Elimina file originale: abilitate questa opzione per eliminare il file originale dopo che il formato del file è stato modificato correttamente.
Cambia formato DNG

Usate il predefinito del flusso di lavoro di esempio per vedere un predefinito del flusso di lavoro in azione

Potete utilizzare il predefinito del flusso di lavoro di esempio con il nome Rinomina, Cambia formato e Ridimensiona disponibile in Bridge per impostazione predefinita. Fate clic su questo flusso di lavoro predefinito per visualizzare i dettagli.

Flusso di lavoro di esempio

Potete anche duplicare questo predefinito e salvarlo con un nuovo nome per modificare ed esplorare le opzioni.

Duplica predefinito

Logo Adobe

Accedi al tuo account