Nota:

Non verranno più aggiunte ulteriori funzioni ad Adobe Muse, e il supporto verrà sospeso a partire dal giovedì 26 marzo 2020. Per ulteriori informazioni e assistenza, consultate la pagina dedicata alla fine del ciclo di vita di Adobe Muse.

Creazione di pacchetti, distribuzione e attivazione di Adobe Muse

Adobe Muse è disponibile come parte di Creative Cloud Team, oltre che Creative Cloud for Enterprise (CCE e EEA). Puoi distribuire Adobe Muse in un ambiente gestito facilmente tramite Creative Cloud Packager.

Con l’introduzione di Creative Cloud Packager 1.5, il flusso di lavoro di distribuzione e creazione di pacchetti di Adobe Muse per utenti Team ed Enterprise è stato ulteriormente ottimizzato. Non richiede più il flusso di lavoro di provisioning.

Visualizza l’articolo Creazione o modifica di pacchetti per assistenza nella creazione di un pacchetto per la distribuzione tramite il numero di serie di Creative Cloud Enterprise.

Gli utenti di Muse for Enterprise non necessitano più di un numero di serie separato e la serializzazione viene eseguita tramite il numero di serie di Creative Cloud Enterprise in base al processo sopra.

Avvio di Adobe Muse dopo l’attivazione

Una volta completati correttamente i comandi sopra, attiva Adobe Muse con il numero di serie di Adobe Muse e avvialo come versione con abbonamento tramite qualsiasi Adobe ID valido (con o senza abbonamento associato). Segui i passaggi seguenti per avviare e utilizzare Adobe Muse dopo l’attivazione:

  1. Avvia Adobe Muse.
  2. Nella schermata di benvenuto, scegli la prima opzione Accedi a un abbonamento esistente.
  3. Immetti qualsiasi Adobe ID valido esistente e la relativa password associata. Oppure, crea un Adobe ID e accedi.

Adobe ID non più necessario

In precedenza, a differenza di altre applicazioni con licenza CCE o EEA installata tramite numero di serie Enterprise, Muse richiedeva un Adobe ID valido per il corretto avvio. Non è più così.

Muse richiede un Adobe ID valido per essere collegato ai servizi Typekit e Business Catalyst, totalmente integrati con Muse. Non utilizza l’Adobe ID per convalidare l’abbonamento o la proprietà della licenza, ma verifica i server Adobe per verificare che l’Adobe ID immesso esista e possa essere correttamente collegato ai servizi Typekit e Business Catalyst.

Facoltativamente, l’accesso a Creative Cloud consente di pubblicare un sito di prova nella piattaforma di hosting di Business Catalyst.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online