Leggete questo articolo per sapere come utilizzare la composizione tipografica e dei caratteri in Adobe Muse.

Nota:

Non verranno più aggiunte ulteriori funzioni ad Adobe Muse, e il supporto verrà sospeso a partire dal giovedì 26 marzo 2020. Per ulteriori informazioni e assistenza, consultate la pagina dedicata alla fine del ciclo di vita di Adobe Muse.

Nota:

  Typekit è ora chiamato Adobe Fonts ed è incluso in Creative Cloud e altri abbonamenti. Ulteriori informazioni.

Quando progettate delle pagine Web con Adobe Muse, potete scegliere tra tre tipi di font da applicare al testo. Quando pubblicate o esportate le pagine, il tipo di font applicato determina come viene riprodotto il contenuto testuale. I tre tipi di font influiscono inoltre sul comportamento e sulle prestazioni del sito ed è quindi importante comprenderne le differenze.

Per aggiungere del testo a una pagina Web, potete:

  • Utilizzare lo strumento testo per digitare il testo direttamente sulla pagina
  • Scegliere File > Inserisci e selezionare un file TXT esterno per inserirne il contenuto
  • Copiare del testo da una fonte esterna e incollarlo nella pagina

Dopo aver creato una cornice contenente il testo, con le opzioni del pannello Testo o di controllo potete impostare il colore, la dimensione e lo stile del font, l’allineamento e altre opzioni di formattazione. Potete anche utilizzare il menu Font per scegliere un font (ad esempio Arial o Helvetica) adatto al design della pagina.

In questo articolo vengono descritti i tre tipi di font che è possibile applicare con il menu Font, i vantaggi e potenziali problemi dei vari tipi, e le strategie per controllare il testo e modificare le cornici di testo.

Differenza tra font Web, font standard e font di sistema

Per applicare un font e formattare del testo sono disponibili tre opzioni:

  • Font Web
  • Font standard
  • Font di sistema

Di seguito è riportata una breve descrizione di ciascuna opzione.

In Adobe Muse sono disponibili i seguenti tipi di font Web: Typekit, Edge e font Web con self-hosting. Questi consentono di accedere a una vasta libreria (con centinaia di tipi di font) che potete applicare alle pagine in Adobe Muse. Quando applicate i font Web al contenuto di testo, Adobe Muse aggiunge automaticamente alla pagina il codice necessario per i collegamenti alla relativa famiglia di font. Quando un browser visita la pagina, potrà scaricare i font Web necessari per il rendering della pagina e per visualizzarne il contenuto come testo. Questo approccio presenta molti vantaggi perché consente di progettare titoli e altro contenuto di testo importante avvalendosi di un’ampia gamma di font. Inoltre nelle pagine pubblicate o esportate il testo verrà visualizzato come testo selezionabile. Tuttavia, prestate attenzione a non usare troppi font Web in una stessa pagina. Come nel caso di pagine con immagini pesanti, il browser potrebbe richiedere più tempo per caricare una pagina a cui sono associati numerosi file. È meglio limitarsi all’utilizzo di un massimo di tre font Web per pagina, con dimensioni di font piuttosto elevate per garantire una migliore leggibilità del testo. Per ulteriori informazioni, consultate Utilizzare font Typekit e altri font Web.

I font standard (con fallback) sono font molto probabilmente installati sui computer dei visitatori del sito. Questi font includono le famiglie di font standard, quali Arial, Georgia e Times New Roman. Potete scegliere tra un piccolo gruppo di font standard di uso comune, che vengono visualizzati nel sito pubblicato come testo. I font standard si caricano velocemente ma non sono decorativi. Rappresentano la scelta migliore per formattare paragrafi lunghi, poiché sono ottimizzati per la leggibilità sul Web. Si consiglia di ricorrere ove possibile ai font standard, per prestazioni ottimali ed evitare tempi di caricamento estesi.

I font di sistema consentono di scegliere una composizione tipografica particolare, in base ai font installati sul computer utilizzato dal designer. Ad esempio, se dovete progettare un sito con un tema specifico, come un sito di giardinaggio, potete installare un font particolare dall’aspetto floreale non disponibile nella libreria di font Web di Typekit. È consigliabile applicare al testo i font di sistema con parsimonia, ricordando che il contenuto del testo verrà esportato come immagine. Questo significa che la pagina impiegherà più tempo per caricarsi e i visitatori non potranno selezionare, copiare o incollare il testo sulla pagina. I font di sistema sono inoltre più adatti per piccoli blocchi di testo, come titoli. Per rendere il sito di facile utilizzo, evitate di usare font di sistema per indirizzi, numeri di telefono e altro contenuto che i visitatori potrebbero voler copiare e incollare in un calendario o in un messaggio e-mail. Tenete presente che alcuni visitatori possono leggere con difficoltà testo di piccole dimensioni e potrebbero impostare il browser in modo da aumentare le dimensioni dei font; questo, tuttavia, non avrà alcun effetto sulla leggibilità del testo esportato come file immagine. Inoltre ricordate che i motori di ricerca indicizzano i siti ricercando i contenuti di testo, per determinare l’ordine di rilevanza del sito nei risultati di ricerca. Per tali motivi, è meglio applicare i font di sistema solo se effettivamente necessario per creare un particolare effetto. Tuttavia, se è disponibile un font Web o standard di aspetto simile, è preferibile applicare tale font.

Per applicare uno di questi tre tipi di font, selezionate il testo tramite lo strumento testo e scegliete l’opzione desiderata nel menu dei font.

Menu Font
Dal menu dei font, scegliete il font che desiderate utilizzare.

Nella parte superiore del menu dei font sono elencati i font usati di recente. In questo modo sarà più facile riapplicarli durante la progettazione delle pagine. Se preferite ridurre l’elenco dei font utilizzati o desiderate cancellare tutti i font usati di recente, potete aggiornare le impostazioni nelle preferenze di Adobe Muse.

Font utilizzati di recente
Impostate il numero di font recenti o cancellate l’elenco di font recenti nel menu dei font.

Nelle sezioni che seguono potrete trovare ulteriori informazioni su questi tipi di font e su come incidono sulla riproduzione del testo in un sito Web online.

Applicazione di font al testo selezionato

Per risultati ottimali nella riproduzione del testo, scegliete un font adatto all’uso previsto. Ad esempio, quando scegliete un font da applicare ai paragrafi (grandi quantità di testo continuo visualizzato con dimensioni ridotte), evitate di scegliere font ornati (indicati invece per i titoli, con dimensioni più grandi).

Uno dei fattori più importanti per il testo nei siti Web è assicurarsi che sia leggibile. I font ornati non vengono riprodotti bene a dimensioni ridotte perché la risoluzione delle pagine Web non è sufficiente per riprodurre la quantità di dettagli che contengono.

Inoltre, il font da applicare ai paragrafi dovrebbe disporre degli stili per testo normale, grassetto, corsivo e grassetto-corsivo, in modo che sia possibile evidenziare ad esempio i nomi di persone, i titoli di libri o film e altri contenuti all’interno di un paragrafo. Molte famiglie di font ornati o complessi non comprendono queste opzioni di stile.

Inoltre, alcuni font possono essere stati ottimizzati per scopi particolari. Un font può utilizzare un formato bordato per una migliore riproduzione con dimensioni più grandi, oppure potrebbe contenere la funzione hinting dei font per renderlo più leggibile a dimensioni ridotte su piattaforme diverse. Come accennato in precedenza, quando accedete ai font Web in Adobe Muse, la libreria di font Web consente di filtrare i font per visualizzare quelli consigliati per i paragrafi o per i titoli. Se non siete sicuri se un particolare font sia adatto per il testo dei titoli o dei paragrafi di testo nel vostro design, sceglietelo tra quelli consigliati per titoli o paragrafi per garantire una corretta leggibilità delle pagine.

Per formattare il testo con font Web si utilizza la stessa procedura usata per applicare i font standard e di sistema. Per formattare il testo con i font Web, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Con lo strumento testo, selezionate del testo in una cornice di testo.

  2. Per selezionare il font desiderato, nel menu Font scegliete Font Web, quindi il nome della famiglia di font.

    Scelta dei font Web
    Per applicare un font Web al contenuto di testo selezionato, scegliete il nome del font.

    Dopo aver applicato un font, potete usare il pannello Testo o le opzioni del pannello di controllo per impostarne la dimensione, il colore e altri attributi.

    Nota:

    i font Web si comportano come qualsiasi altro tipo di font durante la progettazione delle pagine. Potete modificare la formattazione del testo, modificare e ridimensionare la cornice di testo e posizionarla sulla pagina in cui dovrà essere visualizzata.

  3. Completato il progetto del sito, fate clic su Anteprima per verificare il risultato in Adobe Muse. Oppure scegliete File > Anteprima pagina nel browser per verificare il risultato in una finestra del browser.

    Come già accennato, i font Web sono particolarmente utili per creare pagine interessanti perché potete scegliere tra le centinaia di font e (a differenza dei font di sistema) la composizione tipografica specifica della pagina viene esportata come testo e non come file di immagine.

  4. Quando visualizzate un’anteprima della pagina in un browser, il testo con font Web viene riprodotto come contenuto testuale, che potete selezionare e copiare come testo.

    Testo selezionabile con font Web
    Il testo con font Web può essere selezionato in un browser Web perché viene esportato come testo, e non come immagine.

È preferibile esportare il testo come testo anziché come immagine. Quando applicate dei font di sistema, il contenuto del testo viene esportato come immagine e questo rallenta il caricamento delle pagine.

Se utilizzate i font Web, i visitatori potranno copiare e incollare il testo direttamente dalle pagine del sito, ad esempio possono copiare l’indirizzo, il numero di telefono e altre informazioni che desiderano condividere con qualcuno o salvare nella propria rubrica.

La riproduzione dei font Web come testo consente anche di migliorare la classificazione del sito nei motori di ricerca, in quanto tutto il contenuto testuale potrà essere indicizzato e analizzato con maggiore facilità rispetto ai file di immagine. L’utilizzo dei font Web può quindi contribuire a incrementare il traffico verso il sito.

Infine, il contenuto testuale semplifica notevolmente la navigazione per i visitatori che utilizzano dispositivi per la lettura dello schermo. La riproduzione di aree importanti del sito, come i titoli, come contenuto testuale rende il sito più accessibile per tutti gli utenti.

Utilizzo dei font standard

Il menu Font contiene una sezione in cui sono elencati i font standard. Potete applicare liberamente i font standard per progettare le pagine, poiché sono installati in tutti i computer moderni. Non è necessario installare nulla sul vostro computer e i visitatori dispongono già dei font necessari per la riproduzione del testo presente sulle pagine del vostro sito.

I font standard sono un piccolo set di font utilizzati comunemente dai computer per visualizzare i contenuti testuali. Il testo formattato con font standard viene riprodotto come testo nelle pagine dei siti online.

Come i font Web, anche i font standard offrono tutti i vantaggi del testo che viene riprodotto come testo e non come immagine:

  • I visitatori possono selezionare, copiare e incollare il contenuto di una pagina Web.
  • Le pagine con contenuti testuali vengono caricate più rapidamente rispetto alle pagine contenenti molte immagini.
  • I motori di ricerca possono indicizzare i contenuti testuali, a beneficio della classificazione del sito nei risultati di ricerca.
  • I visitatori che utilizzano dispositivi di lettura dello schermo possono accedere più facilmente al testo che non alle immagini.

Tuttavia, i font standard offrono una scelta più limitata per la progettazione grafica delle pagine.

Quando usate il menu Font per scegliere i font standard, viene visualizzato l’elenco completo.

Elenco completo dei font standard
Scegliete Font standard dal menu Font per visualizzare l’elenco completo.

I font standard sono:

  • Arial
  • Comic Sans
  • Courier New
  • Geneva
  • Georgia
  • Helvetica
  • Lucida Sans
  • Palatino
  • Times
  • Trebuchet
  • Verdana

Se passate il mouse su un’opzione, viene visualizzata una descrizione contenente un elenco di font alternativi.

Nel caso in cui il visitatore non disponga del font nel proprio sistema, il font applicato verrà automaticamente sostituito con uno dall’aspetto simile. La pagina manterrà un aspetto simile a quello originale e il visitatore non si renderà conto del font mancante. Non verrà visualizzato alcun messaggio di errore e il contenuto della pagina verrà regolarmente caricato. Il testo sarà semplicemente visualizzato con un font alternativo disponibile sul computer del visitatore.

In genere, i font standard sono utili per quei contenuti che devono essere leggibili e facilmente navigabili, ma data la scelta limitata può risultare difficile trovare un font che rifletta in modo appropriato il design grafico del sito.

Utilizzo dei font di sistema

I font di sistema sono quelli installati nel computer. Potete utilizzarli in diversi programmi, compresi quelli per il ritocco di immagini e Adobe Muse, per applicarli al testo nelle pagine che create.

Per esempio, se dovete creare un sito Web su un terremoto, potete installare un font dall’aspetto mosso o incrinato, per conferire ai titoli della pagina uno stile in linea con il tema trattato. Potete usare in Adobe Muse uno qualsiasi dei font installati, per poter personalizzare liberamente i layout delle pagine o utilizzare, ad esempio, il font aziendale di un cliente per il suo sito. I font di sistema consentono di scegliere da un’ampia gamma di font con cui conferire alle pagine un aspetto unico.

I visitatori vedranno il testo esattamente come lo avrete formattato, anche se i font utilizzati non sono installati sul loro computer. A tale scopo, Adobe Muse esporta automaticamente come file di immagine tutto il testo a cui sono stati applicati i font di sistema. Tutto accade in background, senza che sia necessario alcun intervento. Mentre lavorate sulle pagine, il testo con font di sistema rimane modificabile e potete continuare a modificarlo.

Quando scegliete Font di sistema nel menu Font, viene visualizzato l’elenco dei font installati sul computer.

Elenco dei font di sistema
Nella sezione Font di sistema sono elencati i font installati sul computer.

Tuttavia, nelle pagine del sito online il testo formattato con font di sistema viene riprodotto come immagine e quindi richiede tempi di caricamento più lunghi rispetto ai contenuti testuali.

L’utilizzo dei font di sistema comporta una scelta di priorità: è possibile, infatti, scegliere font particolari per la composizione tipografica, in base ai font installati sul computer utilizzato per la progettazione grafica, a scapito di tempi di caricamento più lunghi per i visitatori. L’uso dei font di sistema influisce sulle prestazioni del sito.

Applicateli con moderazione.

Inoltre, è consigliabile selezionare il testo a cui viene applicato un font di sistema (anche se il testo non è collegato) e fornire un titolo descrittivo nel campo Titolo del menu Collegamento ipertestuale.

Quando visualizzate la pagina in anteprima in un browser, questo titolo compare come descrizione quando passate il cursore sul testo.

Testo del titolo visualizzato come descrizione
Il testo inserito nel campo Titolo compare come descrizione.

Questo titolo è utile per i visitatori che utilizzano un dispositivo per la lettura dello schermo, che non possono leggere il contenuto della pagina ma lo ascoltano. Inoltre, il titolo aggiunto viene utilizzato dai motori di ricerca che indicizzano il sito Web per categorizzare meglio il contenuto del sito, soprattutto se il testo riprodotto come immagine trasmette informazioni importanti, ad esempio i titoli delle pagine.

Se possibile, invece di utilizzare i font di sistema cercate di usare un font standard con caratteristiche simili.

Applicazione e ripristino dei font usati di recente

Dopo aver applicato i font al testo in Adobe Muse, nella prima sezione del menu dei font viene visualizzato il nome dei font applicati. Sarà quindi più facile riapplicare gli stessi font ad altro testo nel sito. Non è necessario ricordare se un particolare font è di tipo Web, standard o di sistema. Se li avete applicati precedentemente, tutti e tre i tipi di font sono elencati nella parte superiore.

In generale, è preferibile limitare il numero di font usati in una pagina Web. Con un massimo di 4 tipi di font in una pagina, il contenuto di testo risulta più leggibile sullo schermo. Di solito nella sezione Font utilizzati di recente vengono elencati solo alcuni nomi di font, per semplificare la navigazione.

Tuttavia, se in fase di progettazione sperimentate l’uso di vari font o se state progettando diverse sezioni del sito e l’elenco dei font utilizzati di recente diventa troppo esteso, può diventare difficile individuare il tipo di font desiderato.

In situazioni simili potete controllare la visualizzazione dei font utilizzati di recente. Effettuate le seguenti operazioni:

  1. Scegliete Adobe Muse > Preferenze per aprire la finestra di dialogo Preferenze.

  2. Nella sezione Testo, immettete un valore o utilizzate le frecce su e giù per reimpostare il numero di font recenti.

    Reimpostare il numero di font recenti
    Impostate il numero di font recenti da visualizzare.

    Per cancellare dall’elenco tutti i font recenti, fate clic sul pulsante Cancella font recenti.

  3. Fate clic su OK per salvare le modifiche e chiudere la finestra di dialogo Preferenze.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online