Versioni 2015.2 e 2015.1 di Adobe Muse CC

Nota:

Non verranno più aggiunte ulteriori funzioni ad Adobe Muse, e il supporto verrà sospeso a partire dal giovedì 26 marzo 2020. Per ulteriori informazioni e assistenza, consultate la pagina dedicata alla fine del ciclo di vita di Adobe Muse.

Nuove funzioni delle versioni precedenti

Requisiti di sistema

Adobe Muse CC (2015.2 e 2015.1) offre nuove funzioni e miglioramenti, tra cui integrazione con Adobe Comp CC, flussi di lavoro In-Browser Editing migliorati, effetti di scorrimento applicabili ai layout dinamici, il nuovo strumento ellisse e miglioramenti relativi all’uso di CC Libraries. Di seguito potete trovare informazioni sulle nuove funzioni e collegamenti verso contenuti di approfondimento.

Nuove funzioni e miglioramenti in Adobe Muse 2015.2

Integrazione con Adobe Comp CC

Novità di Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Adobe Muse è ora integrato con l’app Adobe Comp CC per iPhone e iPad. Questa app colma il divario tra dispositivi mobili e computer desktop e consente di creare un layout ovunque e in qualsiasi momento.

Con Comp CC è possibile aggiungere componenti quali rettangoli, segnaposto per immagini o caselle di testo utilizzando semplici gesti. L’app converte i gesti in grafica nitida e consente di completare il layout in pochi minuti.

Comp CC è inoltre integrato con Creative Cloud Libraries. Potete quindi progettare menu o etichette in un’app come Photoshop e usare tali risorse per il layout in Adobe Muse. Potete inoltre utilizzare widget quali mappe o moduli di contatto da Adobe Muse mentre il layout è in modalità wireframe in Comp CC.

Con l’integrazione di Adobe Muse con Comp CC, potete creare una bozza del layout e portarla in Adobe Muse, con un singolo clic. Potete quindi aggiungere gli ultimi tocchi al layout in Adobe Muse. Per sapere come utilizzare Comp CC con Adobe Muse, consultate Integrazione di Adobe Muse con Adobe Comp CC. È inoltre disponibile un flusso di lavoro di esempio sulla creazione di un layout Adobe Muse utilizzando Comp CC.

In-Browser Editing

Novità di Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

L’interfaccia della funzione In-Browser Editing di Adobe Muse è stata rinnovata e migliorata. In questa versione di Adobe Muse, In-Browser Editing supporta le seguenti nuove funzioni:

  • Visualizzazione degli elementi modificabili: con un clic prolungato sulla pagina In-Browser Editing vengono visualizzati tutti gli elementi modificabili.
  • Modifica del testo sulla pagina: è possibile modificare il testo in In-Browser Editing e visualizzare le modifiche mentre digitate.
  • Annulla/Ripristina modifiche: potete ora annullare e ripristinare le modifiche.
  • Tempo di caricamento più veloce: In-Browser Editing viene ora caricato più rapidamente.
  • Scelta dei layout durante la modifica: un elenco a discesa consente di applicare uno stile ai siti creati con layout alternativo in Adobe Muse.

Per informazioni su ciascuna di queste funzioni, consultate Modificare il contenuto del sito mediante In-Browser Editing.

Nuova schermata iniziale

Novità di Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

La schermata iniziale di Adobe Muse è stata aggiornata e include ora nuove funzioni comuni a tutte le applicazioni Creative Cloud, come i menu Nuovo e Apri. Nella schermata iniziale sono elencati gli ultimi file aperti e dettagli quali nome, dimensione e tipo del file e data dell’ultima apertura.

Nuova schermata iniziale CCX
Nuova schermata iniziale di Adobe Muse

Funzione Raccogli risorse

Novità di Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Con il nuovo strumento Raccogli risorse disponibile nel pannello Risorse potete spostare tutte le risorse da un percorso a un altro. Potete copiare tutte le risorse in una singola cartella sul computer o in un disco rigido. Con pochi clic potete salvare i file in un singolo percorso e spostare il progetto Adobe Muse.

Funzione Raccogli risorse
Funzione Raccogli risorse di Adobe Muse

Strumento ellisse

Novità di Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Con il nuovo strumento ellisse potete rendere i vostri siti Web ancora più belli. Utilizzate questo strumento per creare ellissi e cerchi (tenendo premuto il tasto Maiusc). Per informazioni su come usare lo strumento ellisse, consultate Utilizzo degli oggetti.

Miglioramenti apportati al design dinamico

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Widget dinamici

I widget per YouTube e Vimeo possono essere dinamici con ridimensionamento automatico in larghezza e altezza. Quando li usate in siti dinamici potete osservare come vengono ridimensionati proporzionalmente alla larghezza della finestra del browser.

Le cornici rettangolari sono ora dinamiche in altezza e in larghezza.

Maniglia di spostamento verticale

La nuova maniglia di spostamento verticale di Adobe Muse permette di spostare facilmente più oggetti come un singolo gruppo. Quando selezionate un oggetto in un sito dinamico creato in Adobe Muse, la maniglia di spostamento verticale compare nel margine sinistro. Questa maniglia consente di selezionare e spostare simultaneamente l’oggetto selezionato e gli oggetti sottostanti.

Modifica della larghezza minima della pagina

Potete ora modificare direttamente la larghezza minima della pagina mediante la barra dei punti di interruzione. Spostate il mouse verso il bordo dell’area delle dimensioni minime della pagina nella barra dei punti di interruzione. Quando il cursore assume l’aspetto del cursore di ridimensionamento, trascinate per regolare la larghezza minima della pagina.

Consultate Disporre gli oggetti in un layout dinamico, per ulteriori informazioni su questi miglioramenti.

Miglioramenti relativi all’uso di CC Libraries

 Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

È ora possibile aggiungere campioni da CC Libraries al pannello Campioni. Potete inoltre selezionare più colori da CC Libraries e aggiungerli al pannello Campioni.

E un colore scelto da CC Libraries può essere applicato come colore di traccia o di testo in Adobe Muse.

Per vedere come utilizzare i colori delle CC Libraries di Adobe Muse, consultate la sezione sull'uso dei colori nelle CC Libraries.

Miglioramenti relativi alla vista Pianificazione

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

La vista Pianificazione di Adobe Muse ora dispone di un’opzione di layout verticale. Fino alla versione precedente, era possibile visualizzare la gerarchia e la struttura del sito Web solo in orizzontale. Ora potete fare clic su (icona per la visualizzazione verticale della mappa del sito) per visualizzare in verticale le strutture dei siti più complessi.

Miglioramento della valutazione di Google in merito alla velocità delle pagine

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Adobe Muse ora carica tutti i JavaScript in modo asincrono. Inoltre, se il sito è ospitato su un server Web Apache ed effettuate il caricamento tramite FTP, il browser può memorizzare nella cache i file CSS, le immagini e i JavaScript. Queste modifiche migliorano la valutazione di Google in merito alla velocità delle pagine.

Per i siti nuovi ed esistenti, prima di visualizzare la pagina occorre attendere che siano disponibili i font Web. Ora potete scegliere se consentire il caricamento più veloce della pagina mediante l’utilizzo di font di fallback. Questa opzione è disponibile nella finestra di dialogo Proprietà sito, nel menu Font Web che si trova nella scheda Avanzate.

Flusso di lavoro migliorato per file Illustrator

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Ora potete importare direttamente i file Illustrator (.ai) dal computer o da un disco rigido in Adobe Muse, senza esportarli prima come file SVG.

Miglioramenti per le cornici immagini

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.2 | Giugno 2016

Il nuovo strumento cornice immagine di Adobe Muse consente di creare cornici rettangolari ed ellittiche. Per aggiungere al sito dei segnaposto per immagini, fate clic sullo strumento per cornici nel pannello Strumenti e inserite le cornici nel progetto Adobe Muse. Con questa funzione potete creare una struttura wireframe o un layout con cornici vuote, da riempire in un secondo tempo, quando le immagini definitive saranno pronte.

Strumento cornice immagine
Strumento cornice immagine

Nuove funzioni e miglioramenti in Adobe Muse 2015.1

Progettazione di siti Web dinamici

Nuova funzione di Adobe Muse CC 2015.1 | Febbraio 2016

Ora potete creare siti Web dinamici che si adattano automaticamente agli schermi di diverse dimensioni su cui vengono visualizzati, senza dover scrivere alcuna riga di codice. Adobe Muse offre un’area di lavoro vuota, senza modelli o griglie vincolanti, per la progettazione di siti Web dinamici e adattivi.

Nelle versioni precedenti di Adobe Muse, era possibile creare solo siti adattivi. In altre parole, siti Web che si adattano alla larghezza del browser su dispositivi diversi. La pagina e gli elementi di pagina non erano fluidi, ossia non venivano ridimensionati in base alla larghezza della finestra del browser. Il layout di pagina era fisso per specifiche larghezze della finestra del browser.

Con la progettazione Web dinamica in Adobe Muse, potete utilizzare un singolo file Muse per creare layout diversi per differenti larghezze della finestra del browser. Le pagine sono fluide. In altre parole, vengono ridimensionate in proporzione alla larghezza della finestra del browser. Non è pertanto necessario creare e mantenere pagine separate per dispositivi mobili, tablet e computer desktop.

Se non avete esperienza di progettazione o preferite iniziare su una base esistente, potete utilizzare i modelli iniziali per siti Web dinamici. Oppure potete anche iniziare da un’area di lavoro vuota e creare liberamente un sito con layout fluido. Desiderate convertire i siti Web esistenti con layout dinamici? Anche questo è possibile in Muse. 

Per sapere come creare e aggiornare i siti dinamici, consultate Creazione di siti Web dinamici in Adobe Muse. È inoltre disponibile una esercitazione video su come creare un sito dinamico in Adobe Muse.

File iniziali per la progettazione di siti Web dinamici

I modelli iniziali facilitano la creazione di siti dinamici. Adobe Muse offre file iniziali personalizzabili per siti dinamici accessibili dal sito Web di Adobe Muse. Scegliete un modello appropriato, apritelo e aggiungete i contenuti desiderati. Se necessario, aggiungete nuovi punti di interruzione o modificate quelli esistenti. Personalizzate il design e pubblicate il sito Web dinamico con soli pochi clic.

Per ulteriori informazioni sulla progettazione di siti Web dinamici in Adobe Muse, consultate Utilizzo dei modelli introduttivi dinamici.

Creative Cloud Libraries in Adobe Muse

Nuova funzione di Adobe Muse CC 2015.1 | Febbraio 2016

Creative Cloud Libraries, basata sulla tecnologia Adobe CreativeSync, consente di accedere alle risorse preferite in ufficio, da casa o ovunque vi troviate. Create immagini, colori e altri elementi in Photoshop, Illustrator o app per dispositivi mobili quali Adobe Capture CC. Potete quindi accedere a queste risorse da altri computer desktop e dalle app per dispositivi mobili, per un flusso di lavoro creativo diretto.

Grazie all’integrazione di Creative Cloud in Adobe Muse, potete creare le risorse e condividerle con altri utenti di Creative Cloud in tutto il mondo. Potete inoltre accedere, importare e utilizzare tutte le risorse che sono disponibili in Creative Cloud Libraries. Utilizzando il pannello CC Libraries (Finestre > CC Libraries) potete accedere a Creative Cloud Libraries direttamente dall’interno di Adobe Muse.

Da Creative Cloud Libraries ora potete anche accedere a Creative Cloud Charts, per creare grafici e incollarli in Adobe Muse come risorse collegate. In Adobe Muse tali grafici verranno aggiornati automaticamente ogni volta che ne vengono modificati i dati.

Per ulteriori informazioni sull'uso di Creative Cloud Libraries in Adobe Muse, consultate Creative Cloud Libraries in Adobe Muse.

Per seguire un’esercitazione video su Creative Cloud Libraries, fate clic qui.

Transizione di stato

Nuova funzione di Adobe Muse CC 2015.1 | Febbraio 2016

Potete rendere il design più interessante e coinvolgente applicando delle transizioni a diversi elementi sulla pagina Web. Potete anche impostare il ritardo, la durata e le opzioni di tempo per ciascuna transizione di stato, per ogni elemento.

Selezionate un menu o un pulsante per il quale desiderate impostare una transizione di stato. Scegliete Finestra > Stato. Quando fate clic sullo stato Normale, Attivo o Al passaggio del mouse da Voce di menu nel pannello superiore, diventano disponibili le opzioni Transizione.

La transizione di stato in un sito pubblicato dipende dalla capacità del browser di supportare le specifiche W3C per transizioni CSS3.  

Per implementare facilmente le transizioni di stato nel sito, guardate questo video.

Miglioramenti relativi alla grafica SVG

Nuova funzione di Adobe Muse CC 2015.1 | Febbraio 2016

Adobe Muse 2015.1 consente di importare un file SVG in una cornice per immagini, ritagliare l’immagine e applicare riempimento e traccia. Se non è presente alcuna cornice, ora è possibile importare direttamente il file SVG, creare una cornice, e quindi ritagliare l’immagine. Potete anche aggiungere immagini SVG alle presentazioni. Questi miglioramenti nella gestione della grafica SVG offrono maggiore flessibilità nella creazione delle presentazioni.

Per saperne di più sui miglioramenti SVG, guardate questa esercitazione video.

Funzioni migliorate in Adobe Muse 2015.1

Funzione migliorata in Adobe Muse CC 2015.1 | Febbraio 2016

Nel pannello Campioni, è ora possibile importare ed esportare librerie di campioni tramite il menu di scelta rapida .

Adobe Muse 2015.1 supporta il rilevamento di rotazione nei contenuti Exif. Le immagini in cui sono incorporate informazioni di rotazione, verranno ruotate in orizzontale al momento dell’importazione.

È ora possibile creare cornici per immagini vuote eliminando il contenuto da cornici esistenti. Fate doppio clic su un’immagine inserita e premete Canc. Le cornici per immagini vuote avranno un contenuto segnaposto.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online