Scoprite come aggiungere e gestire risorse in Adobe Muse.

Nota:

Non verranno più aggiunte ulteriori funzioni ad Adobe Muse, e il supporto verrà sospeso a partire dal giovedì 26 marzo 2020. Per ulteriori informazioni e assistenza, consultate la pagina dedicata alla fine del ciclo di vita di Adobe Muse.

Quando create siti in Adobe Muse, i file aggiunti vengono elencati nel pannello Risorse. Questo pannello offre molte funzioni utili per aggiornare, ottimizzare e modificare rapidamente le immagini durante la creazione delle pagine.

Per accedere al pannello Risorse, scegliete Finestra > Risorse. In alternativa, fate clic sulla scheda Risorse per attivare il panello Risorse in un set di pannelli.

Pannello Risorse

Potete fare clic con il pulsante destro del mouse su una risorsa (o un set di risorse selezionato) nel pannello Risorse per applicare le opzioni del menu. A seconda del tipo di file su cui avete fatto clic, le voci di menu disponibili sono leggermente diverse. Sono disponibili le seguenti opzioni:

  • Incorpora collegamento: consente di eliminare il collegamento di riferimento al file originale inserito. Questa impostazione disattiva diverse funzioni di gestione file del pannello Risorse, ma produce un file .muse autonomo ed evita che vengano visualizzate avvertenze se dovete condividere i file Adobe Muse con altre persone.
  • Ricollega: se avete spostato o rinominato una risorsa dopo che era stata inserita, potete ricollegare il file della risorse. Nella finestra visualizzata, individuate e selezionate nuovamente il file. Verrà quindi rimossa l’icona di avvertenza dal pannello Risorse.
  • Vai a risorsa caricata/Vai a Utilizzo risorsa caricata: quando lavorate con Adobe Muse, a volte è difficile tenere traccia di dove una risorsa caricata o un’immagine di sfondo è stata usata. Ora potete utilizzare l’opzione Vai a Utilizzo risorsa caricata per verificare l’uso delle immagini di sfondo e delle risorse caricate nel vostro sito Web.
  • Modifica originale: consente di aprire l’immagine originale (memorizzata nel computer) in modo da poter modificare il file sorgente. A seconda del tipo di file e delle associazioni file impostate nel computer in uso, il file si aprirà in un editor esterno e potrà essere modificato.
  • Aggiungi titolo: consente di aprire la finestra di dialogo Proprietà immagine che contiene campi per il titolo e il testo alternativo da associare alla risorsa selezionata. Si tratta di brevi descrizioni di testo che vengono incluse nel codice del sito durante la pubblicazione. I titoli forniscono ulteriori informazioni su una risorsa. Devono quindi essere descrittivi, facili da ricordare e brevi. In alcuni browser, il testo del titolo viene visualizzato come una descrizione quando l’utente passa il mouse su un’immagine.
  • Aggiungi testo alternativo: consente di aprire la finestra di dialogo Proprietà immagine che contiene campi per il titolo e il testo alternativo per la risorsa selezionata. Si tratta di brevi descrizioni di testo che vengono incluse nel codice del sito durante la pubblicazione. Il testo alternativo è una fonte di informazioni alternativa per gli utenti che hanno disattivato la visualizzazione delle immagini nel browser e per i visitatori con problemi di vista utilizzano utilità per la lettura dello schermo e altri dispositivi di navigazione assistita. Molti motori di ricerca utilizzano il testo alternativo per indicizzare un sito. L’aggiunta di testo alternativo consente di migliorare il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca.
  • Mostra nel Finder: consente di visualizzare la posizione del file originale nel computer, nella struttura dei file nel Finder o in Esplora risorse.
  • Copia percorso completo: copia negli Appunti la posizione del file di risorse originale sul disco rigido, in un formato simile a questo: file:///Users/User_Name/Folder_Name/Subfolder_Name/image.jpg

Gestire i file dal pannello Risorse

Potete trascinare i lati o il bordo inferiore del pannello Risorse per espanderlo e visualizzare una porzione maggiore dell’elenco.

Per riordinare l’elenco di risorse, fate clic sulla barra delle intestazioni. Potete riordinare l’elenco in ordine ascendente e discendente in base al nome della risorsa, all’icona di errore o al nome della pagina. Ciascuna intestazione funziona come un pulsante di attivazione/disattivazione per ordinare gli elementi nella colonna corrispondente.

Se inserite più istanze di uno stesso file immagine, viene visualizzata la risorsa originale seguita dalle varie istanze. Per espandere e comprimere un set di risorse, fate clic sulla freccia a sinistra del nome originale della risorsa. Questa funzione è utile per abbreviare l’elenco di risorse e semplificare la navigazione tra le voci del pannello Risorse.

Pannello Risorse
Fate clic sulla freccia a sinistra del nome dell’immagine per espandere e comprimere il set di istanze.

Nota:

se inserite un’immagine, quindi la duplicate e la modificate ad esempio mediante rotazione o ritaglio, l’immagine ruotata o ritagliata viene esportata con un nome file diverso durante la pubblicazione o l’esportazione del sito. Se inserite un’immagine e la duplicate o ridimensionate senza ritagliarla, tutte le immagini più piccole faranno riferimento alla più grande e le dimensioni dell’istanza verranno regolate mediante l’uso di codice.

Nel flusso di lavoro più comune, le risorse inserite sono collegate a file .muse per mantenere un riferimento al file originale selezionato. Ad esempio, se scegliete File > Inserisci, selezionate un’immagine sul desktop, quindi la posizionate in una pagina, l’immagine viene aggiunta alla pagina, il nome dell’immagine viene aggiunto al pannello Risorse e viene impostato un collegamento di riferimento per indicare dove si trova il file originale sul desktop.

Per questo motivo, è consigliabile utilizzare un programma di modifica immagini, come Photoshop, Illustrator o Fireworks, per esportare i file immagine ottimizzati per il Web nella cartella sul desktop in cui si trova anche il file .muse del sito. In questo modo, tutti gli elementi del sito sono organizzati in una stessa cartella locale e il progetto può essere facilmente spostato se, ad esempio, lavorate con altre persone e desiderate trasferire tutto il progetto a un altro utente.

Quando inserite un file, il collegamento di riferimento consente ad Adobe Muse di tenere traccia dello stato e della posizione del file. Il pannello Risorse presenta i seguenti tipi di avvertenze:

Immagine mancante: la risorsa originale del file collegato è stata spostata o rinominata dopo essere stata inserita. Se aprite un file di progetto Adobe Muse dopo aver rinominato o spostato le immagini originali, fate clic su OK nella finestra di avvertenza e usate il pannello Risorse per ricollegare le risorse.

Finestra di avvertenza per risorse mancanti
Fate clic su OK per chiudere la finestra di avvertenza per risorse mancanti.

Risorsa non aggiornata: la risorsa originale del file collegato è stata modificata fuori da Adobe Muse dopo il suo inserimento. Se aprite un file di progetto Muse dopo aver modificato le immagini originali, potete fare clic su OK nella finestra di dialogo che compare per aggiornare automaticamente le risorse collegate modificate.

Finestra di avvertenza per aggiornamento risorse
Fate clic su OK per aggiornare una risorsa che è stata modificata fuori da Muse.

Risorsa ricampionata: un file collegato è stato inserito e poi ridimensionato. L’immagine è ora più grande rispetto ai dati disponibili per visualizzarla, con conseguente pixel visibili e qualità inferiore. Per ulteriori informazioni su come risolvere questo problema, consultate la sezione Ottimizzazione delle immagini per la visualizzazione sul Web.

File di progetto gonfiato: è stato inserito un file immagine collegato grande, che è poi stato ridimensionato nella pagina ed è ora molto più piccolo; il file .muse contiene più dati rispetto a quelli effettivamente necessari per visualizzare l’immagine ed è quindi di dimensioni eccessive. A seconda delle dimensioni del file di progetto, si possono verificare un rallentamento delle prestazioni durante l’esportazione ed errori durante l’esportazione o la pubblicazione.

Per ulteriori informazioni su come risolvere questo problema, consultate la sezione di seguito sull’utilizzo dell’icona di avvertenza per risorse ricampionate.

Copiare e incollare le risorse nel progetto di Adobe Muse

Potete anche importare contenuti in Adobe Muse copiandoli e incollandoli direttamente nella pagina. Si tratta di un flusso di lavoro molto rapido, utile per realizzare una versione wireframe di un sito wireframe per un potenziale cliente, copiando le risorse da un sito esistente direttamente da una finestra del browser, un messaggio e-mail o un programma di elaborazione immagini.

In genere, non è consigliabile incollare il contenuto per la creazione della versione finale di un sito, poiché con questo metodo vengono disattivate molte funzioni del pannello Risorse (ad esempio Vai a risorsa, Modifica originale, Mostra nel Finder e Importa più grande, descritte di seguito). Inoltre i file incollati non hanno alcun collegamento di riferimento a un file principale sul computer. I file di risorse incollati sono “incorporati” anziché collegati.

Se necessario, potete convertire le risorse inserite rendendole incorporate mediante l’opzione Incorpora collegamento. In alcune situazioni può essere utile incorporare tutte le risorse di un sito Adobe Muse. Per esempio, se state lavorando sul sito con un altro designer e volete evitare eventuali errori di risorse non aggiornate in caso di modifica delle immagini originali. Queste avvertenze non verranno più visualizzate, perché per i file incorporati viene rimosso il collegamento di riferimento al file sorgente. Tuttavia ricordate che non potrete utilizzare molte delle funzioni del pannello Risorse.

Estrarre le risorse in una singola cartella

Potete copiare tutti i file delle risorse del sito Adobe Muse in una singola cartella, sul computer locale o in un disco rigido esterno. Raccogliere tutte le risorse in una singola cartella è molto utile se si desidera eseguirne il backup oppure spostare il progetto a un altro computer.

Per raccogliere tutte le risorse:

  1. Nel pannello Risorse, fate clic sull’icona Raccogli tutte le risorse.

    Icona Raccogli tutte le risorse
    Raccogliere tutte le risorse in un singolo percorso

  2. Salvate le risorse in una cartella sul computer o in un disco rigido.

    Le risorse vengono salvate nel percorso specificato. Adobe Muse visualizza il riepilogo della raccolta con il numero totale di risorse estratte.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online