Consulta questo documento per informazioni sul flusso di lavoro “dal copione allo schermo”

Nota:

Adobe interromperà il servizio Adobe Story CC il 22 gennaio 2019. Adobe Story CC, Adobe Story CC (Classic) e l’applicazione Adobe Story CC per desktop verranno terminati. Per ulteriori informazioni, consulta le domande frequenti sulla fine del servizio.

Il flusso di lavoro “dal copione allo schermo” di Adobe Story con Adobe Production Premium Suite CS5 e versione successiva consente di passare dalla pianificazione di un progetto alla produzione efficiente.

Esportare i copioni di Adobe Story come file ASTX

In un copione realizzato con Adobe Story, gli elementi essenziali presenti vengono acquisiti come metadati.

Importare il file ASTX in OnLocation

Per evitare di passare attraverso OnLocation e importare il file direttamente in Premiere Pro, consultate Analisi discorso migliore durante l’importazione di copioni Adobe Story in Premiere Pro (CS5.5).

OnLocation è una soluzione per la registrazione diretta su disco, la creazione di un file di registro e il monitoraggio. Al momento dell’importazione del file ASTX, OnLocation acquisisce le informazioni dei metadati presenti nel documento Adobe Story.

I metadati importati vengono usati per creare automaticamente gli elenchi di riprese nel pannello Progetto. L’automazione degli elenchi di riprese consente di risparmiare tempo e ridurre l’incidenza di errori, poiché evita di dover creare manualmente in fase di preproduzione i segnaposti per riprese e i metadati.

I segnaposti per riprese vengono creati automaticamente nel pannello Progetto di OnLocation. L’elenco delle riprese corrisponde alle scene presenti nel copione Adobe Story importato.

is_onlocation_astx
Pannello Progetto di OnLocation - segnaposti per riprese creati automaticamente nell’elenco delle riprese utilizzando le scene presenti nel copione Story importato

Potete inoltre suddividere ulteriormente ciascuna scena in base alle esigenze di produzione. Ad esempio, in una ripresa con tre videocamere, potete rapidamente creare segnaposti duplicati per le scene nelle diverse dimensioni di ripresa. Quando create dei segnaposti duplicati, Adobe Story copia dal segnaposto selezionato ai segnaposti duplicati tutti i metadati a livello di ripresa.

Collegare le clip di filmato ai segnaposti delle riprese

In OnLocation, trascinate un file video su un segnaposto di ripresa per unire i metadati di Adobe Story con il metraggio video effettivo. I metadati di Adobe Story sono supportati dai seguenti formati in OnLocation: MPEG-2 DV, MPEG-2 HDV, DVCPRO 50, DVCPRO 25, H264 DV (.mp4), XDCAM e XDCAM EX.

Per le videocamere senza nastro, accertatevi di aver sincronizzato l’orologio interno della videocamera con l’ora del computer. Potete eseguire tale sincronizzazione mediante la funzione Ora e data di OnLocation. Quando le clip vengono copiate dalla videocamera senza nastro, OnLocation unisce automaticamente i metadati in ciascun segnaposto con la corrispondente clip video.

Per ulteriori informazioni, consultate la Guida utente di OnLocation.

Importare clip di filmato da OnLocation a Premiere Pro

Tutti i metadati presenti nelle clip vengono trasmessi a Premiere Pro. Premiere Pro riporta dal copione la corretta ortografia, i nomi propri e la punteggiatura, dettagli che non possono essere forniti dall’analisi del discorso standard.

I metadati importati vi permettono di effettuare operazioni di post-produzione in maniera più efficiente.

  • Potete individuare le risorse multimediali utilizzando dettagli quali nome file, data, ora e impostazione della videocamera.

  • Durante il montaggio, la funzione di ricerca nel discorso di Adobe Premiere Pro consente di effettuare ricerche all’interno delle risorse multimediali per individuare e passare direttamente alle parole chiave presenti nei dialoghi. L’utilizzo di un copione Adobe Story incorporato durante il processo di analisi da discorso a testo consente di conseguire una maggiore accuratezza.

  • La ricerca di metadati può notevolmente ridurre il tempo necessario all’analisi di grandi quantità di metraggio alla ricerca delle clip pertinenti. Ad esempio, potete rapidamente trovare tutte le clip di un progetto che contengono una particolare parola.

  • Potete anche creare dei montaggi preliminari sulla base del testo ottenuto dall’analisi del discorso effettuata in Premiere Pro. Aggiungete i punti di attacco e stacco direttamente nella sezione Analisi discorso nel pannello Metadati. Risulta infatti molto più rapido aggiungere i punti di attacco e stacco nel testo anziché nella clip del filmato.



    Pannello Analisi discorso di Premiere Pro. Il punto di attacco inizia prima della parola “for” e il punto di stacco si trova dopo la lettera “o” all’interno della parola “you”.

Per ulteriori informazioni, consultate la Guida utente di Premiere Pro.

Creare esperienze video coinvolgenti

Adobe Media Encoder consente di effettuare la codifica in batch di più versioni di contenuto sorgente destinate a diversi formati video, per diversi supporti. Nelle risorse multimediali vengono mantenuti i metadati acquisiti dai copioni Adobe Story o aggiunti in fase di produzione in OnLocation e Adobe Premiere Pro.

Quando usate Adobe Media Encoder per generare formati video per il Web come ad esempio F4V, i metadati facilitano la ricerca in tali contenuti da parte degli utenti. I metadati consentono inoltre di realizzare contenuti online interattivi e coinvolgenti. Ad esempio, gli utenti possono cercare le scene riprese in una specifica località.

Dynamic Link permette di aprire direttamente le sequenze Adobe Premiere Pro in Encore, senza rendering.

In Encore, i metadati possono essere usati come base per la generazione di sottotitoli e titoli di capitolo per DVD e Blu-ray Disc. Utilizzando i metadati provenienti dal testo estratto dalla funzione Analisi discorso di Premiere Pro, Encore genera una database di ricerca. L’interfaccia DVD per Web offre un’esperienza più coinvolgente in quanto consente agli utenti di effettuare ricerche all’interno di un DVD per Web mediante parole chiave.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online