Utilizzare le guide di integrazione

Accedi rapidamente alle guide di installazione, per l’utente e di aggiornamento per i prodotti correnti delle integrazioni di Adobe Sign. Per alcune delle integrazioni più complesse saranno anche elencati gli articoli della knowledge base più utilizzati per comodità.

 

Gestione delle versioni e ciclo di vita dei prodotti per l’integrazione Adobe Sign:

La convenzione per la gestione delle versioni di Adobe Sign e il ciclo di vita relativo al supporto dei servizi integrati sono allineati agli altri prodotti Adobe che già conosci.


Numeri di versione:

La versione del pacchetto utilizza un sistema di numerazione in tre parti per identificare il numero di build sequenziale della versione rilasciata e l’importanza relativa dell’aggiornamento in termini di contenuto nuovo o modificato. Il numero della versione segue questo schema:
N.m.p

Dove N = versione principale; m = versione secondaria; p = versione patch.

Ad esempio, la versione 23.2.1 del pacchetto di integrazione indica il seguente stato di rilascio:

  • Versione principale: 23
  • Versione secondaria: 2
  • Versione patch: 1

Man mano che gli ingegneri sviluppano nuove build del pacchetto, il numero di versione viene incrementato in base al tipo di aggiornamenti apportati al codice.

  • Una nuova versione principale implica aggiunte significative in termini di funzioni o modifiche importanti dei sistemi centrali.
  • Gli aggiornamenti secondari includono in genere aggiornamenti di funzioni minori e patch di sicurezza. Adobe Sign potrebbe richiedere un aggiornamento all’ultima versione patch in caso di problemi di sicurezza o per risolvere un problema segnalato.
  • Le patch rappresentano quasi esclusivamente correzioni di bug e regolazioni dell’interfaccia utente.
Nota:

Non tutte le versioni vengono rilasciate al pubblico durante le varie fasi di sviluppo. Tra una versione rilasciata e l’altra si possono verificare salti significativi nel numero di versione patch.

Si consiglia vivamente agli amministratori di mantenere la propria versione aggiornata, affinché l’account possa accedere a tutte le funzioni e a tutte le correzioni di sicurezza che vengono introdotte.

Adobe Sign potrebbe richiedere un aggiornamento all’ultima versione patch in caso di problemi di sicurezza di una certa rilevanza o per risolvere uno specifico problema di sistema critico.


Ciclo di vita per il supporto delle versioni

Il ciclo di vita per il supporto di un prodotto di integrazione Adobe Sign è definito in base alla versione principale del pacchetto e indica il periodo di tempo entro il quale Adobe Sign supporta attivamente la versione individuale dell’integrazione.

Adobe Sign supporta la versione corrente di un pacchetto e le due versioni principali precedenti (inclusi tutti i relativi aggiornamenti patch e versioni secondarie). Le versioni principali sono espresse come segue:

  • Versione corrente (N): versione principale più recente del pacchetto
  • Versione precedente (N-1): versione principale immediatamente precedente rispetto a quella più recente
  • Ultima versione supportata (N-2): due versioni principali precedenti rispetto alla versione corrente

Ad esempio, se la versione corrente disponibile è 23.2.1, allora:

  • La versione principale corrente (N) è 23.
  • La versione principale precedente (N-1) di questo pacchetto è 22.
  • L’ultima versione principale supportata (N-2) di questo pacchetto è 21.
  • Qualsiasi versione precedente alla versione 21.0.0 non è supportata.
Tabella delle versioni

Ciclo di vita del servizio delle versioni

Il ciclo di vita del servizio delle versioni definisce l’ambito completo nel quale il servizio risulta utilizzabile. La tempistica corrisponde a quella del ciclo di vita per il supporto delle versioni, con l’aggiunta di un periodo di tolleranza di 90 giorni durante il quale i clienti possono completare l’aggiornamento.

  • Durante il periodo di tolleranza di una versione non supportata, il supporto contempla solo l’aggiornamento a una versione più recente, e non include la manutenzione di una versione non più supportata.
  • Dopo il periodo di tolleranza, la versione non è più in servizio.
    • Adobe Sign non accetta richieste da versioni non in servizio.
    • Una volta aggiornata l’integrazione alla versione corrente, le comunicazioni tra Adobe Sign e l’integrazione riprenderanno normalmente.
Periodo di chiusura

Per qualsiasi domanda, contatta il tuo rivenditore o l’assistenza clienti.

Adobe Sign per Salesforce

Nota:

Tutte le organizzazioni devono eseguire al più presto l’aggiornamento almeno alla versione 21.5.11.  

La versione 21.5.11 è un prerequisito per tutte le versioni successive e deve essere installata prima di eseguire l’aggiornamento a versioni successive.

Articoli aggiuntivi

Aggiungere Adobe Sign al componente e-mail di Salesforce

Invia, crea promemoria, annulla e altro ancora, direttamente dal tuo client e-mail. Disponibile per Outlook e Gmail

Connettore Adobe Sign per Salesforce CPQ

Aggiungi un pulsante per inviare i preventivi CPQ ad Adobe Sign direttamente dalla pagina dei preventivi

Adobe Sign per funzioni self-service (Community Cloud)

Se usi i portali community e desideri fornire documenti predisposti per la firma

► Adobe Sign per firma semplice (Community Cloud)

Componente per Community Cloud che consente agli sviluppatori di incorporare i modelli per firma in altri componenti Lightning

Concessione dell’accesso a utenti/profili Salesforce

Se non hai installato l’app di Adobe Sign per Tutti gli utenti

Operazioni con accordi in batch

Generazione di batch di accordi in base ai criteri definiti dall'utente

Impostazioni di conversione lead

Informazioni utili per chi utilizza Adobe Sign con Leads in Salesforce

Mappature gruppi

Allinea gli utenti in gruppi Adobe Sign in base ai profili utente Salesforce

Configurazione di Salesforce per l’invio di documenti di grandi dimensioni

Se invii documenti con dimensioni maggiori a 2 MB, dovrai usare questa configurazione

► Configurazione degli accordi push per creare accordi generati esternamente in Salesforce

Gli “accordi push” sono transazioni che vengono iniziate esternamente a Salesforce, come gli accordi creati dai moduli Web, e vengono in seguito inviate a Salesforce.

Abilitazione Chatter e Salesforce1

Impostazioni per eseguire l’abilitazione da Chatter o Salesforce1

Configurazione del layout di pagina (base, avanzato e lampo)

Quando devi modificare il layout di pagina in una delle altre opzioni

Adobe Sign per Dropbox

Adobe Sign per Microsoft Office

Prodotti supportati:

  • Exchange Online

Client:

  • Outlook 2013 (Windows v15+)
  • Outlook 2016 (Windows v16+)
  • Outlook Online con:
    • Chrome, versione corrente
    • Firefox, versione corrente
    • Safari, versione corrente
    • Edge, versione corrente
  • Outlook 2016 (Mac v15.35+)

Inoltre, è necessario rispettare i requisiti di base per l’utilizzo di Microsoft Office.

Piattaforme supportate:

  • Word o PowerPoint 2013 (Windows v15+)
  • Word o PowerPoint 2016 (Windows v16+)
  • Word o PowerPoint Online (365) con:
    • Chrome, versione corrente
    • Firefox, versione corrente
    • Safari, versione corrente
    • Edge, versione corrente
  • Word o PowerPoint 2016 (Mac v15.34+)

Piattaforme supportate:

  • Office 365 – Con:
    • Chrome, versione corrente
    • Firefox, versione corrente
    • Microsoft Edge, versione corrente

L’applicazione Microsoft Teams Approvals consente agli utenti di configurare, inviare, firmare e monitorare gli accordi Adobe Sign direttamente nell’applicazione Approvals.

Microsoft Teams rende disponibili a tutti gli utenti le applicazioni Approvals e Adobe Sign. Non è necessario scaricare alcun software aggiuntivo. Se nell’applicazione Approvals non trovi l’opzione per l’applicazione Approvals o Adobe Sign, contatta l’amministratore di Microsoft Teams per richiederne l’abilitazione.

Adobe Sign per Microsoft PowerApps e Power Automate  

 

Piattaforme supportate:

  • Office 365 – Con:
    • Chrome, versione corrente
    • Firefox, versione corrente
    • Safari, versione corrente
    • Edge, versione corrente

Adobe Sign per Microsoft Dynamics

Versione di prova gratuita

Pacchetto di installazione corrente per Dynamics 365 CRM

Scaricando il pacchetto Adobe Sign per MS Dynamics, dichiari di aver letto e accettato tutti i Termini e condizioni:


Guide per Dynamics 365 CRM (v9.4)


Note sulla versione

Microsoft Dynamics 365 for Talent

Adobe Sign per Microsoft SharePoint

Nota:

La soluzione Adobe Sign per SharePoint è supportata solo nell’esperienza classica di SharePoint 2019 per distribuzione locale.

Adobe e Microsoft sono attualmente intente a estendere il supporto per includere anche la nuova esperienza.

Guide

Adobe Sign per ServiceNow

Adobe Sign per HR (ServiceNow)

Adobe Sign per SAP SuccessFactors

Adobe Sign per Workday

Adobe Sign per NetSuite

Note sulla versione

Nota:

Il supporto per l’integrazione di Adobe Sign per NetSuite v4.0.1 è terminato.

A causa di un bug di regressione introdotto quando è stata aggiornata la piattaforma NetSuite, il supporto tecnico per Adobe Sign per NetSuite v4.0.1 e versioni precedenti è terminato.

Effettua l’aggiornamento alla versione 4.0.5 per garantire continuità di funzionalità e supporto per questa integrazione.

Adobe Sign per SugarCRM

API Adobe Sign

Nota:


Adobe Sign non supporterà più i modelli di autenticazione API più datati a partire da maggio 2021

Adobe si impegna a fornire ai clienti un’esperienza di utilizzo del prodotto sicura e aderisce ai più recenti protocolli di sicurezza adottati come standard di settore. Come parte di tale processo, entro maggio 2021 Adobe Sign interromperà il supporto dei modelli di autenticazione API più datati, che consentivano l’invio del nome utente e della password nella chiamata API.

 

IMPATTO

I clienti che utilizzano il vecchio modello di autenticazione dovranno passare alla più recente autenticazione basata su OAuth. 

 

AZIONI NECESSARIE

○ I clienti che utilizzano un’integrazione devono effettuare l’aggiornamento alla versione più recente. Consulta le guide di riferimento per tutte le ultime integrazioni partner create da Adobe.

○ I clienti che hanno sviluppato una propria integrazione personalizzata con Adobe Sign dovranno eseguire l’aggiornamento al nuovo modello di autenticazione basata su OAuth. Per ulteriori informazioni, consulta questa guida alla migrazione.

○ Gli utenti mobile devono eseguire l’aggiornamento all’ultima versione di Adobe Sign per iOS e Android.

 

Fine del ciclo di vita (EOL) delle API SOAP a maggio 2021

Con la versione 6 delle API REST che fornisce la migliore esperienza di programmazione per gli sviluppatori di Adobe Sign, le API SOAP sono state dichiarate obsolete e non saranno più supportate dopo maggio 2021. Le API REST rappresentano ora l’interfaccia preferita per integratori e sviluppatori di applicazioni e le future attività di sviluppo devono orientarsi su queste API.

Logo Adobe

Accedi al tuo account