Scoprite come usare comandi e predefiniti di modifica in Lightroom (desktop).
Usare i controlli di Modifica in Lightroom CC

È possibile accedere ai controlli di Modifica nella vista Dettagli. Nel pannello Modifica i controlli di modifica sono organizzati in vari pannelli, che potete espandere o comprimere per accedere ai vari comandi: Profilo, Luce, Colore, Effetti, Dettagli, Ottica e Geometria. Per aiutarvi a comprendere visivamente l’effetto che ognuno di questi i controlliproducenella foto, questo articolo è corredato da animazioni e illustrazioni dei concetti descritti.

Per iniziare a modificare una foto usando uno dei controlli di Modifica, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Fate clic sull’icona () a sinistra per visualizzare il pannello Le mie foto.

    Nel pannello Le mie foto, scegliete l’album contenente la foto da modificare.

  2. Nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate la foto da modificare. A questo punto, fate clic sull’icona () nella barra degli strumenti nella parte inferiore per passare alla vista Dettagli.

    Se siete già nella vista Dettagli (), selezionate la foto da modificare dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

    Nota:

    I controlli di Modifica sono disponibili solo nella vista Dettagli.

  3. Per visualizzare il pannello Modifica nella vista Dettagli, fate clic sull’icona () nell’angolo in alto a destra. 

    Ora potete espandere o comprimere i pannelli per accedere ai controlli di modifica organizzati nelle categorie Profilo, Luce, Colore, Effetti, Dettagli, Ottica e Geometria. Questi controlli di modifica sono descritti in dettaglio di seguito.

Indicatori di ritaglio delle ombre e delle luci

Funzione introdotta nella versione di febbraio 2019 di Lightroom CC (versione 2.2)

È possibile visualizzare gli indicatori di ritaglio Luce e Ombra negli angoli superiori dell’istogramma per verificare, mentre apportate le modifiche, quali aree della foto risulterebbero rispettivamente troppo chiare e troppo scure, con conseguente perdita di dettagli in tali aree.

Per visualizzare il ritaglio nelle aree di luci e ombre nella foto, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Nella vista Dettaglio (), selezionate la foto da modificare. Fate clic sull’icona  in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

  2. Nel pannello Modifica, fate clic sull’icona del menu (tre punti) e selezionate Mostra istogramma.

  3. Nell’istogramma:

    Indicatore di ritaglio delle ombre
    Indicatore di ritaglio delle ombre
    Indicatore di ritaglio delle luci
    Indicatore di ritaglio delle luci

    • Se si illumina l’indicatore di ritaglio in alto a sinistra (il triangolo dell’indicatore di ritaglio diventa bianco), significa che le ombre nella foto vengono ritagliate. Fate clic sull’indicatore illuminato per visualizzare le aree d’ombra nella foto. Le ombre sono evidenziate da una maschera blu in sovrapposizione.
    • Se si illumina l’indicatore di ritaglio in alto a destra (il triangolo dell’indicatore di ritaglio diventa bianco), significa che le luci nella foto vengono ritagliate. Fate clic sull’indicatore illuminato per visualizzare le aree di luce nella foto. Le luci sono evidenziate da una maschera rossa in sovrapposizione.
    Aree d’ombra ritagliate nella foto
    Una maschera blu in sovrapposizione evidenzia le aree nella foto in cui le ombre risultano ritagliate.
    Aree di luce ritagliate nella foto
    Una maschera rossa in sovrapposizione evidenzia le aree nella foto in cui le luci risultano ritagliate.
  4. Fate di nuovo clic sull’indicatore di ritaglio in alto a sinistra o a destra per nascondere l’evidenziazione delle aree di ombra o luce ritagliate nella foto.

    Nota:

    • In alternativa, potete premere il tasto J per mostrare o nascondere il ritaglio di ombre e luci nella foto.
    • Fate clic nell’istogramma con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Comando (macOS) e deselezionate Mostra ritaglio in istogramma per nascondere gli indicatori di ritaglio nell’istogramma.

Profilo

Opzione aggiornata in Lightroom CC 1.4 (giugno 2018)

Nota:

A partire da Lightroom 1.4 (giugno 2018), predefiniti e profili (inclusi predefiniti e profili utente personalizzati di terze parti) vengono sincronizzati automaticamente su desktop e dispositivi mobili Lightroom CC.

Tuttavia, i predefiniti utente e i profili personalizzati non sono in grado di sincronizzarsi con Lightroom Classic per computer desktop.

I profili permettono di controllare la resa dei colori e della tonalità nelle foto. I profili forniti nel pannello Profilo rappresentano un punto di partenza o le basi per modificare le immagini.

L’applicazione di un profilo a una foto non cambia né sovrascrive il valore degli altri cursori di controllo delle modifiche. Potete infatti modificare le vostre foto come desiderate e scegliere successivamente di applicare un profilo alla vostra immagine modificata.

Sfogliare e applicare profili

Per sfogliare e applicare profili, seguite le istruzioni riportate di seguito:

  1. Nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate la foto da modificare. A questo punto, fate clic sull’icona () nella barra degli strumenti nella parte inferiore per passare alla vista Dettagli.

    Se siete già nella vista Dettagli (), selezionate la foto da modificare dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

    Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Profilo in alto, usate il menu a comparsa del profilo per accedere rapidamente ai profili Adobe Raw. Fate clic su Sfoglia per visualizzare altri profili disponibili.

    Sfogliate i profili nel pannello Profilo.
    Sfogliate i profili nel pannello Profilo.
    Gruppi di profili per una foto grezza.
    Gruppi di profili per una foto grezza.

    Nota:

    Quando importate le foto, i profili Adobe Color e Adobe Monochrome vengono applicati in maniera predefinita alle foto rispettivamente a colori e in bianco e nero.

  2. Espandete uno dei gruppi di profili (come spiegato di seguito) per visualizzare i profili disponibili all’interno di quel gruppo.

    Nota:

    Mentre sfogliate i profili nel pannello Profilo, fate clic sul menu a tre punti per accedere alle opzioni di visualizzazione e di filtraggio. Potete scegliere di visualizzare i profili come un Elenco, una miniatura in formato Griglia o miniature Grandi. Potete anche filtrare i profili affinché vengano mostrati per “tipo” (Colore o B&N).

    Preferiti:

    Mostra profili segnati come preferiti. Consultate Aggiungere un profilo ai Preferiti.

    Profili Adobe Raw
    Profili Adobe Raw

    Profili creativi per foto grezze e non

    I profili creativi funzionano su qualunque tipo di file, compresi i JPEG, i TIFF e le foto grezze. Questi profili sono pensati per creare uno stile o effetto specifico per la vostra foto.

    Creativo: usate questi profili se desiderate che la resa del colore nella foto sia più vivace, con variazioni di colore più intense.

    B&N: usate questi profili per ottenere variazioni tonali ottimali necessarie nei lavori in bianco e nero.

    Moderno: usate questi profili per creare effetti unici che si addicono agli stili fotografici moderni.

    Vintage: usate questi profili per riprodurre gli effetti delle foto vintage.

    Profili per foto grezze

    Le categorie di profili seguenti compaiono quando modificate una foto grezza. 

    Adobe Raw: i profili Adobe Raw migliorano notevolmente la resa del colore e rappresentano un buon punto di partenza per modificare le immagini grezze. Il profilo Adobe Color è ideato per conseguire un buon equilibrio tra colore e tonalità per tutte le immagini e viene applicato per impostazione predefinita alle foto raw importate in Lightroom.

    Camera Matching: mostra profili basati sulla marca e sul modello della fotocamera della vostra foto grezza. Usate i profili Camera Matching se preferite che la resa di colore nei file grezzi corrisponda a ciò che vedete sul display della fotocamera.

    Legacy: mostra i profili Legacy forniti anche nelle versioni precedenti dell’app Lightroom.

    Profili creativi
    Profili creativi

    Nota:

    Quando applicate uno fra i profili Creativo, B&N, Moderno e Vintage, Lightroom fornisce un ulteriore cursore Fattore che permette di controllare l’intensità del profilo. 

  3. Spostate il cursore su uno dei profili per avere un’anteprima dell’effetto sulla foto. Fate clic sul profilo per applicarlo alla foto. 

Aggiungere un profilo ai Preferiti

Per aggiungere un profilo al gruppo di profili Preferiti:

  • quando sfogliate i profili nelle viste Griglia o Grande, passate il mouse sopra la miniatura del profilo e fate clic sull’icona a stella nell’angolo in alto a destra della miniatura. 
  • Quando sfogliate i profili nella vista Elenco, passate il mouse sul profilo e fate clic sull’icona a stella vicino al nome del profilo.

Importare profili

Potete importare profili di fotocamere di parti terze nel formato XMP. Effettuate una delle seguenti operazioni: 

  1. Nel pannello Profilo, fate clic su Sfoglia.

  2. Fate clic sull’icona a tre punti nell’angolo in alto a destra del pannello Profilo. Successivamente, selezionate l’opzione Importa profili dal menu a comparsa.

  3. Nella finestra di dialogo Importa profili, sfogliate fino al percorso desiderato e selezionate uno o più profili XMP

  4. Fate clic su Importa.

Gestire i profili

Lightroom consente di mostrare o nascondere diversi gruppi di profili visualizzati nel browser Profilo: Adobe Raw, Camera Matching, Legacy, Creativo, B&N, Moderno, Vintage e altri tipi di profili che avete importato.

Per mostrare/nascondere i gruppi di profili in Lightroom, seguite i passaggi riportati di seguito:

Nota:

Le impostazioni per mostrare/nascondere i gruppi di profili sono specifiche di ciascun computer o dispositivo. Ad esempio, potete nascondere alcuni gruppi di profili nel desktop Lightroom e renderli visibili in Lightroom sul dispositivo mobile e viceversa. 

  1. Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Profilo in alto, fate clic su Sfoglia.

  2. Fate clic sull’icona a tre punti nell’angolo in alto a destra del pannello Profilo. Successivamente, selezionate l’opzione Gestisci profili nel menu a comparsa.

  3. In Gestisci, selezionate i gruppi di profili da mostrare nel browser Profili. Deselezionate i gruppi di profili che desiderate nascondere nel browser Profili.

  4. Fate clic su Indietro per tornare al browser Profili.

Il browser Profili ora visualizza solo i gruppi di profili che avete selezionato usando l’opzione Gestisci profili.

Luce

Regolare la gamma tonale dell’immagine.

Utilizzando i cursori disponibili nel pannello Luce, potete regolare la gamma tonale generale dell’immagine.

Esposizione
Contrasto
Luci

Nota:

Nel pannello Luce, fate clic sul pulsante Automatico affinché Lightroom imposti automaticamente questi controlli per ottenere i migliori risultati: Esposizione, Contrasto, Luci, Ombre, Bianchi, Neri, Saturazione e Vividezza.

Esposizione:

controlla la luminosità della foto. Spostate il cursore verso sinistra per rendere l’immagine più scura e verso destra per renderla più chiara.

Contrasto:

determina il contrasto tra colori chiari e scuri. Spostate il cursore verso sinistra per appiattire il contrasto e verso destra per renderlo più marcato. 

Luci:

controlla la luminosità delle parti più chiare della foto. Spostate il cursore verso sinistra per scurire le luci e rendere visibili più dettagli; spostatelo verso destra per schiarirle e ridurre i dettagli.

  

Ombre
Bianchi
Neri

Ombre:

controlla la luminosità delle parti più chiare della foto. Spostate il cursore verso sinistra per scurire le ombre e verso destra per schiarirle e rendere visibili più dettagli.

Bianchi:

consente di impostare il punto bianco dell’immagine. Spostate il cursore verso destra per rendere più colori completamente bianchi.

Neri:

consente di impostare il punto nero dell’immagine. Spostate il cursore verso destra per rendere più colori completamente neri.

Regolare la gamma tonale usando la Curva di viraggio

Nota:

In Lightroom CC 1.4 (versione giugno 2018), sono state introdotte le seguenti modifiche:

  • Le opzioni della curva di viraggio Contrasto medio e Contrasto forte sono state rimosse.
  • La capacità di salvare le curve di viraggio e applicare le curve salvate nel pannello Curva di viraggio è stata rimossa.

In futuro, le curve di viraggio dovranno essere salvate come predefinite in modo che si possano sincronizzare nell’ecosistema di app Lightroom Per informazioni dettagliate, consultate questa Nota tecnica.

La funzione Curva di viraggio nel pannello Luce offre un maggiore controllo della gamma tonale e del contrasto nella foto. Fate clic sull’icona per espandere il sottopannello Curva di viraggio.

Curva di viraggio nel pannello Modifica
Modifica della curva parametrica

L’asse orizzontale indica i valori tonali originali (valori di input), con il nero sul lato sinistro e, progressivamente, valori più chiari verso destra. L’asse verticale indica i valori tonali modificati della foto (valori di output), con il nero in basso e, progressivamente, valori più chiari fino al bianco in alto.

Quando si sposta verso l’alto un punto della curva, questo diventa di tono più chiaro; se lo si sposta verso il basso, diventa più scuro. Una linea retta a 45 gradi indica che non sono state apportate modifiche alla gamma tonale e che i valori di input originali corrispondono esattamente a quelli di output.


 Per regolare la curva di viraggio, fate clic sulla curva e trascinate verso l’alto o il basso. Mentre trascinate, viene indicata l’area interessata e il nuovo valore tonale viene visualizzato nell’angolo in basso a destra della curva di viraggio.  

Potete anche scegliere di regolare la curva per punti nel canale Rosso, Verde o Blu indipendentemente o nei tre canali contemporaneamente. Per selezionare un canale e regolarne la curva per punti:

Curva per punti nel pannello Modifica
Schermata con la curva per punti, con i punti di controllo per il canale rosso.
  1. Scegliete un’opzione Curva per punti, disponibile sopra la curva stessa: Canali RGB, Canale rosso, Canale verde e Canale blu.
  2. Fate clic sulla curva per aggiungere un punto di controllo. Per rimuovere un punto di controllo dalla curva, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Control (Mac OS) e scegliete Elimina punto di controllo dal menu di scelta rapida.
  3. Trascinate un punto per modificarlo.
  4. (Facoltativo) Selezionate un’opzione dal menu a discesa Curva (in basso a destra): Lineare, Contrasto medio o Contrasto forte.
  5. In qualsiasi momento potete tornare alla curva lineare: fate clic sul grafico con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Control (macOS) e scegliete Ripristina canale.

Colore

Regolate il colore dell’immagine.

Utilizzando i cursori del pannello Colore, potete regolare i colori nell’immagine.

  • Impostate il Bilanciamento del bianco scegliendo un’opzione predefinita o specificando un’area neutra con il selettore bilanciamento bianco .
  • Regolare il bilanciamento del bianco con i comandi Temperatura e Tinta.
  • Regolate la saturazione (vivacità) del colore utilizzando i controlli Vividezza e Saturazione.
  • Convertite la foto in bianco e nero utilizzando il pulsante  Bianco e nero.
  • Regolate i singoli colori con i cursori  Tonalità, Saturazione e Luminosità (HSL).
Temperatura
Tinta Vividezza
Saturazione

Temperatura:

consente di determinare il livello di temperatura dei colori nella foto. Se i colori sono troppo gialli, spostate il cursore verso sinistra; se sono troppo blu, spostatelo verso destra.

Tinta:

consente di determinare la quantità di verde o viola nei colori della foto. Se i colori sono troppo viola, spostate il cursore verso sinistra; se sono troppo verdi, spostatelo verso destra.

Vividezza:

aumenta maggiormente la saturazione dei colori poco saturi rispetto a quelli molto saturi, per ottenere tonalità di incarnato più naturali.

Saturazione:

migliora in modo uniforme la saturazione di tutti i colori. Spostate il cursore verso sinistra per desaturare i colori, e verso destra per incrementare la saturazione.

Strumento di regolazione mirata

Funzione introdotta nella versione di febbraio 2019 di Lightroom CC (versione 2.2)

Lo strumento regolazione mirata consente di regolare la Curva di viraggio (nel pannello Luce) o i comandi del Mixer colori (nel pannello Colore) trascinando direttamente sulla foto. Ad esempio, potete trascinare verso sinistra su un cielo azzurro per ridurne la saturazione o verso destra su un oggetto rosso per intensificarne la tonalità.

Per utilizzare lo strumento di regolazione mirata:

  1. Nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate la foto da modificare. A questo punto, fate clic sull’icona () nella barra degli strumenti nella parte inferiore per passare alla vista Dettagli.

    Se siete già nella vista Dettagli (), selezionate la foto da modificare dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

    Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

  2. Nel pannello Modifica, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Per regolare la curva di viraggio, espandete il pannello Luce. Fate clic sull’icona Curva di viraggio . Nell’area Curva di viraggio, fate clic sull’icona dello strumento regolazione mirata .
    • Per regolare il Mixer colori, espandete il pannello Colore. Fate clic sull’icona Mixer colori . Nel Mixer colori, fate clic sull’icona dello strumento regolazione mirata .
  3. Quando è attivo lo strumento di regolazione mirata, una barra degli strumenti mobile viene visualizzata nella parte inferiore della foto. Nella barra degli strumenti, fate clic sulle icone  per passare rispettivamente ai controlli di Curva di miraggio o del Mixer colori.

    Strumento regolazione mirata di Lightroom
    Barra dello strumento regolazione mirata con i controlli per Curva di viraggio.
  4. Regolare la curva di viraggio con lo strumento regolazione mirata

    Strumento di regolazione mirata
    Regolare la curva di viraggio con lo strumento regolazione mirata

    Lo strumento di regolazione mirata consente di regolare la curva parametrica e la curva per punti trascinando sulla foto. È anche possibile regolare la curva per punti individualmente per i canali Rosso, Verde e Blu.

    • Per Curva parametrica, lo strumento di regolazione mirata regola le aree chiare, scure, di luce o d’ombra in base al punto in cui si trascina il cursore sulla foto.
    • Per Curva per punti e i singoli canali Rosso, Verde e Blu, lo strumento di regolazione mirata regola i punti di controllo della curva in base al punto in cui si trascina il cursore sulla foto.

    Per regolare i valori tonali con lo strumento di regolazione mirata:

    1. Fate clic sull’icona  nella barra degli strumenti mobile per accedere ai controlli di Curva di viraggio. Scegliete la curva da regolare: Curva parametrica, Curva per punti, Canale rosso, Canale verde o Canale blu.
    2. Portate il puntatore sull’area da regolare nella foto. 
    3. Trascinate in orizzontale nella foto per regolare i valori per la curva selezionata. 

    Regolare il Mixer colori con lo strumento di regolazione mirata

    Strumento di regolazione mirata
    Regolare il Mixer colori con lo strumento di regolazione mirata

    Lo strumento di regolazione mirata regola specifici colori campionati dall’area desiderata quando si trascina il cursore, e consente di regolare direttamente la tonalità, saturazione o luminanza dei colori.

    Per regolare i colori con lo strumento di regolazione mirata:

    1. Fate clic sull’icona  nella barra degli strumenti mobile per accedere ai controlli del Mixer colori. Scegliete l’impostazione da regolare: Tonalità, Saturazione o Luminanza.
    2. Portate il puntatore sul colore da regolare nella foto. Quindi, trascinate in orizzontale nella foto per aumentare o ridurre l’impostazione selezionata per tale colore. Trascinate verso destra per aumentare i valori, verso sinistra per ridurli.
  5. Per chiudere lo strumento di regolazione mirata, fate clic sulla crocetta (X) nella barra degli strumenti.

Effetti

Applicate una serie di effetti all’immagine: Texture, Divisione toni, Chiarezza, Rimozione foschia e Vignettatura.

Chiarezza
Rimozione foschia
Vignettatura

Texture:

Rende più uniformi o accentua i dettagli di texture in una foto. Spostate il cursore a sinistra per rendere i dettagli più uniformi e a destra per accentuarli. Quando regolate il cursore Texture, il colore o la tonalità non cambia.

Chiarezza:

consente di modificare il contrasto attorno ai bordi degli oggetti nella foto. Spostate il cursore verso sinistra per ammorbidire i bordi, verso destra per aumentare il contrasto dei bordi.

Rimozione foschia:

spostate il cursore verso sinistra per aggiungere una simulazione di foschia, e verso destra per rimuovere la foschia.

Vignettatura:

rende i bordi esterni della foto più chiari o più scuri. Regolate i cursori dell’effetto Vignettatura:

  • Sfumatura: valori più bassi rendono il passaggio dalla vignettatura ai pixel circostanti meno morbido. Valori più elevati rendono tale passaggio più morbido.
  • Punto intermedio: valori più bassi applicano il Fattore di regolazione a un’area più ampia a partire dagli angoli. Valori più elevati limitano l’effetto a un’area più vicina agli angoli.
  • Rotondità: valori più bassi rendono la vignettatura più ovale. Valori più elevati rendono la vignettatura più circolare.
  • Luci: consente di controllare l’entità di contrasto mantenuto nelle aree di luce quando Fattore è impostato su un valore negativo. Adatto per immagini poco luminose, ad esempio foto di candele e lampade.

Divisione toni

Con i controlli di Divisione toni disponibili nel pannello Effetti è possibile creare un effetto applicando colori diversi alle Ombre e alle Luci nella foto. Questo consente ad esempio di colorare una foto monocromatica o di applicare effetti speciali, come un effetto di cross-processing, a una foto a colori.

Controlli Divisione toni nel pannello Effetti
Effetto Divisione toni creato su un’immagine monocromatica.

Per applicare a una foto un effetto Divisione toni, effettuate le operazioni seguenti:

  1. Nel pannello Effetti, fate clic sull’icona  per visualizzare i controlli Divisione toni.
  2. Impostate i valori di Tonalità e Saturazione selezionando singolarmente i campioni per Ombre o Luci, quindi trascinando il punto di controllo corrispondente per selezionare un colore nella barra dei colori. Tenete presente che Tonalità imposta il colore del tono, mentre Saturazione regola l’intensità del colore.
  3. Impostate il cursore Bilanciamento (situato tra i campioni Ombre e Luci) per bilanciare l’effetto tra i cursori Luci e Ombre. Spostate il cursore verso destra per favorire il colore selezionato per Luci; spostate il cursore verso sinistra per favorire il colore selezionato per Ombre.

Dettagli

Rendere le immagini più nitide, ridurre il disturbo e applicare effetti di granulosità

Con i cursori disponibili nel pannello Dettagli, potete rendere una foto più nitida aumentando la definizione dei bordi, nonché rimuovere il disturbo per migliorarne la qualità. Gli elementi di disturbo nell’immagine possono apparire in due forme: disturbo di luminanza (scala di grigio), che rende l’immagine granulosa; disturbo di croma (colore), che produce nell’immagine degli artefatti a colori. Le fotografie scattate con sensibilità ISO elevate possono presentare disturbi evidenti.

Nitidezza
Riduzione disturbo Riduzione disturbo colore
Granulosità

Nitidezza:

spostate il cursore verso destra per rendere i dettagli più nitidi.

  • Raggio: consente di regolare la dimensione dei dettagli a cui viene applicata la nitidezza. Le foto con particolari minuti possono richiedere un valore di raggio inferiore. Per le foto con particolari più grandi si può invece usare un valore di raggio maggiore. Un valore di raggio troppo elevato potrebbe conferire all’immagine un aspetto poco naturale.
  • Dettagli: regola di quanto vengono resi più nitidi i dati ad alta frequenza nell’immagine e quanto questa elaborazione metta in evidenza i bordi. I valori inferiori agiscono principalmente sui bordi, riducendone la sfocatura. I valori più elevati sono utili per accentuare le texture presenti nell’immagine.
  • Mascheratura: controlla la mascheratura dei bordi. il valore zero (0) applica a tutta l’immagine lo stesso fattore di nitidezza. Il valore 100 limita l’elaborazione alle sole aree in prossimità dei bordi più netti.

Riduzione disturbo:

spostate il cursore verso destra per ridurre il disturbo di luminanza.

  • Dettagli: consente di controllare la soglia del disturbo luminanza. È utile per le foto che presentano un disturbo. Valori più alti preservano più dettagli ma possono produrre risultati più disturbati. Valori più bassi producono risultati più puliti ma possono anche rimuovere alcuni dettagli.
  • Contrasto: consente di controllare il contrasto della luminanza. È utile per le foto che presentano un disturbo. Valori più alti preservano il contrasto ma possono produrre macchie che presentano disturbi. Valori più bassi producono risultati più uniformi ma possono anche avere meno contrasto.

Riduzione disturbo colore:

spostate il cursore verso destra per ridurre il disturbo.

  • Dettagli: consente di controllare la soglia del disturbo colore. Valori più alti proteggono il colore nei bordi sottili e dettagliati ma possono creare chiazze di colore. Valori più bassi rimuovono le chiazze di colore ma possono creare una fuoriuscita del colore.
  • Uniformità: valori più alti consentono di attenuare i toni delle chiazze di colore.

Granulosità:

spostate il cursore verso destra per aggiungere un effetto di granulosità.

  • Dimensione: controlla la dimensione della particella di granulosità. Con valori di almeno 25, viene aggiunto del blu per migliorare l’aspetto dell’effetto con riduzione del disturbo.
  • Disturbo: controlla la regolarità della granulosità. Spostate verso sinistra per rendere la granulosità più uniforme, verso destra per renderla meno uniforme.

Ottica

Correggete i difetti più comuni introdotti dall’obiettivo della fotocamera.

Gli obiettivi delle fotocamere possono causare tre tipi di difetti a determinati valori f-stop, lunghezze focali e distanze di messa a fuoco. È possibile correggerli o ridurli utilizzando le opzioni disponibili nel pannello Ottica.

Correggere l’aberrazione cromatica

L’aberrazione cromatica si presenta come un margine colorato ai bordi degli oggetti. È causata dall’impossibilità dell’obiettivo di mettere a fuoco i diversi colori nello stesso punto, da aberrazioni nelle microlenti del sensore e da riflessi.

Aberrazione cromatica:

selezionate questa opzione per correggere automaticamente i colori blu-giallo e rosso-verde ai margini laterali dell’immagine.

Pannello Ottica
Pannello Ottica
Correggere l’aberrazione cromatica
(A sinistra) Foto originale; (in alto a destra) ingrandimento di un’area della foto con margine blu/giallo; (in basso a destra) aberrazione cromatica rimossa.

Attivare le correzioni per difetti introdotti dall’obiettivo

Lightroom offre numerosi profili di obiettivi utili per correggere i difetti più comuni, quali distorsione geometrica e vignettatura. I profili si basano sui metadati Exif con cui vengono identificati la fotocamera e l’obiettivo utilizzati per riprendere la foto, e consentono di applicare le compensazioni necessarie.

  1. Nel pannello Ottica, selezionate la casella di controllo Attiva correzioni obiettivo.

    Lightroom seleziona automaticamente un profilo obiettivo in base alle informazioni presenti nei metadati della foto per modello della fotocamera, lunghezza focale, valore f-stop e distanza di messa a fuoco.

    Fotocamere con supporto integrato del profilo obiettivo

    La correzione dei difetti introdotti dall’obiettivo viene applicata automaticamente senza alcun intervento da parte dell’utente per obiettivi e fotocamere Micro 4/3 (MFT), comprese le fotocamere Panasonic, Olympus ed altre (Fuji X, Leica Q, e numerosi modelli Canon di tipo point-and-shoot).

    Se l’obiettivo è supportato automaticamente, Lightroom visualizza il messaggio “Profilo obiettivo incorporato applicato” nel pannello Ottica. Fate clic sull’icona Info per visualizzare le informazioni sul profilo obiettivo.

  2. (Facoltativo) Se Lightroom non è in grado di trovare un profilo obiettivo adatto o se desiderate cambiare quello applicato in automatico, effettuate le seguenti operazioni:

    1. Fate clic sul profilo obiettivo corrente per cambiare la selezione automatica; oppure, se Lightroom non ha trovato un profilo obiettivo corrispondente, fate clic su Selezione manuale profilo.
    2. Nella finestra di dialogo Selezionate un profilo obiettivo, selezionate la Marca, il Modello e il Profilo.

    I profili degli obiettivi disponibili dipendono dal tipo di file che si sta modificando, raw o non raw. Per un elenco degli obiettivi supportati, consultate Obiettivi supportati.

    Selezione manuale di un profilo obiettivo
    Selezione manuale di un profilo
    Finestra di dialogo Seleziona un profilo obiettivo
    Finestra di dialogo Seleziona un profilo obiettivo

  3. Se necessario, personalizzate la correzione applicata dal profilo utilizzando i seguenti cursori:

    Correzione distorsione:

    il valore predefinito 100 applica la correzione della distorsione prevista dal profilo al 100%. Con valori superiori a 100 vengono applicate correzioni maggiori, mentre con valori inferiori a 100 vengono applicate correzioni di entità minore.

    Vignettatura obiettivo:

    il valore predefinito 100 applica la correzione della vignettatura prevista dal profilo al 100%. Con valori superiori a 100 vengono applicate correzioni maggiori alle vignettature, mentre con valori inferiori a 100 vengono applicate correzioni di entità minore.

Elimina margine

I controlli di Elimina margine consentono di identificare e rimuovere il margine colorato lungo i bordi con contrasto elevato. Potete rimuovere i margini colorati causati da aberrazioni cromatiche longitudinali e ridurre alcuni degli artefatti colorati che non è possibile rimuovere con lo strumento Rimuovi aberrazione cromatica. Per utilizzare questo strumento, effettuate le seguenti operazioni:

  1. Nel pannello Ottica, fate clic sull’icona Elimina margine nell’angolo in alto a destra per visualizzare i relativi controlli.

    Icona Elimina margine
    Fate clic sull’icona Elimina margine.
  2. A seconda della tonalità che desiderate rimuovere, selezionate il pulsante di opzione viola o verde e fate clic su Selettore margine.

    Utilizzate lo strumento Selettore margine per rimuovere i margini di colore viola o verde.
    Utilizzate lo strumento Selettore margine per rimuovere i margini di tonalità viola o verde.
  3. Passate il puntatore del mouse sulla tonalità desiderata nella foto e fate clic su di essa per rimuoverla.

    In alternativa, utilizzate il cursore Fattore per specificare la quantità di tonalità da rimuovere e il cursore Tonalità per specificare la gamma della tonalità selezionata.

Geometria

Regolare la prospettiva geometrica nelle foto

Nei soggetti ravvicinati e con alcuni tipi di obiettivo si può verificare una distorsione prospettica e le linee rette possono sembrare curvate, inclinate o distorte. È possibile correggere questi problemi utilizzando i controlli disponibili nel pannello Geometria.

Modalità Upright nel pannello Geometria.
Modalità Upright nel pannello Geometria.

Il controllo Upright offre quattro opzioni di correzione automatica della prospettiva: Automatico, In piano, Verticale e Completo, più l’opzione manuale Guidata. Dopo aver applicato la regolazione Upright, è possibile intervenire ulteriormente con i cursori Trasformazioni manuali.

Scegliere una modalità Upright per correggere la prospettiva

  1. Scegliete una foto da correggere.

    Foto originale con geometria distorta.
    Foto originale con geometria distorta.

  2. (Consigliato) Nella vista Dettagli, aprite il controllo Modifica e passate al pannello Ottica. Selezionate la casella Attiva correzioni obiettivo.

    Nota:

    Si consiglia di attivare le correzioni obiettivo prima di elaborare la foto con le modalità Upright.

  3. Passate al pannello Geometria. Dal menu Upright, scegliete un’opzione per applicare la correzione alla foto.

    Guidata:

    consente di tracciare due o più guide sulla foto per personalizzare la correzione prospettica.

    Automatico:

    corregge le distorsioni sia verticali che orizzontali e bilancia tutta l’immagine, mantenendo per quanto possibile l’immagine originale.

    In piano:

    corregge la prospettiva sul piano orizzontale.

    Verticale:

    corregge la prospettiva sul piano verticale.

    Completo:

    combina i vari tipi di correzione Upright per correggere automaticamente la prospettiva.

     

    Utilizzo dello strumento Upright guidato

    Se scegliete la modalità Upright Guidata, effettuate le seguenti operazioni:

    1. Fate clic sull’icona dello strumento Upright guidato e tracciate le guide direttamente sulla foto.

    Strumento Upright guidato
    Strumento Upright guidato

    2. Dopo aver tracciato almeno due guide, la foto viene modificata in modo interattivo.

    Tre guide tracciate sulla foto con lo strumento Upright guidato
    Tre guide tracciate sulla foto con lo strumento Upright guidato.
  4. Applicate in successione le modalità Upright fino a ottenere il risultato desiderato.

    Tutte le modalità Upright consentono di correggere e gestire gli errori di distorsione e di prospettiva. L’impostazione ottimale varia a seconda della foto in oggetto. Provate quindi le varie modalità prima di decidere quella più adatta per la foto.

  5. (Facoltativo) Quando applicate a una foto la correzione prospettica, è possibile che vengano introdotte aree bianche vicino ai bordi dell’immagine. Per evitare questa situazione, selezionate l’opzione Vincola ritaglio per ritagliare automaticamente la foto in base alle sue dimensioni originali.

  6. Usate i cursori per perfezionare le correzioni prospettiche: Verticale, Orizzontale, Ruota, Aspetto, Scala, Spostamento asse X, Spostamento asse Y.

    Foto originale con geometria distorta.
    Foto originale con geometria distorta.
    Immagine con correzione della prospettiva.
    Immagine con la prospettiva corretta.
    Trasformazioni manuali
    Trasformazioni manuali

Copiare e incollare le modifiche

Opzione introdotta in Lightroom CC 1.4 (giugno 2018)

Lightroom consente di copiare le modifiche che avete applicato a una foto e di incollarle su più foto. Potete anche scegliere le impostazioni di modifica da copiare da una foto.    

  1. Selezionate una foto.

    Nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate una foto dalla quale copiare le impostazioni di modifica.

    Se siete nella vista Dettagli (), potete copiare le impostazioni di modifica dalla foto corrente oppure scegliere la foto desiderata dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

  2. Copiate tutte le impostazioni di modifica dalla foto selezionata.

    Per copiare le impostazioni di modifica della foto corrente, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Dalla barra dei menu, scegliete Foto > Copia impostazioni di modifica.
    • Premete i tasti Ctrl + C (Win) o Comando + C (Mac).

    Scegliete le impostazioni di modifica da copiare dalla foto selezionata.

    Per scegliere le impostazioni di modifica da copiare dalla foto selezionata:

    1. Dalla barra dei menu, scegliete Foto > Scegli impostazioni di modifica da copiare. In alternativa, premete i tasti Ctrl + Maiusc + C (Win) o Maiusc + Comando + C (Mac).
    2. Nella finestra di dialogo Copia impostazioni visualizzata fate clic sul menu a comparsa in alto Seleziona e scegliete una delle seguenti opzioni:
      1. Tutte: consente di selezionare tutti i gruppi di impostazioni di modifica.
      2. Modificate: consente di selezionare solo le impostazioni di modifica che avete modificato o applicato alla foto selezionata.
      3. Predefinite: consente di selezionare il set predefinito di impostazioni di modifiche. Le impostazioni per Strumenti e Geometria sono escluse per impostazione predefinita.
      4.  Nessuna: consente di deselezionare tutte le impostazioni di modifica.
    3. Potete anche selezionare o deselezionare manualmente impostazioni specifiche espandendo i gruppi di impostazioni di modifica.
    4. Dopo aver effettuato la selezione, scegliete Copia.
    Scegliete Modifica impostazioni per la copia
    Scegliete Modifica impostazioni per la copia

  3. Selezionate una o più foto in cui incollare le impostazioni di modifica copiate.

    Se siete nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate una o più foto in cui incollare le impostazioni di modifica.

    Se siete nella vista Dettagli (), selezionate una o più foto dal provino.

  4. Incollate le impostazioni copiate.

    Per incollare le impostazioni di modifica copiate nelle foto selezionate, effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Dalla barra dei menu, scegliete Foto > Incolla impostazioni di modifica.
    • Premete i tasti Ctrl + V (Win) o Comando + V (Mac).

Predefiniti

Funzione aggiornata in Lightroom CC 2.1 (dicembre 2018)

Nota:

A partire da Lightroom 1.4 (giugno 2018), predefiniti e profili (inclusi predefiniti e profili utente personalizzati di terze parti) vengono sincronizzati automaticamente su desktop e dispositivi mobili Lightroom CC.

Tuttavia, i predefiniti utente e i profili personalizzati non sono in grado di sincronizzarsi con Lightroom Classic per computer desktop.

Eseguire l’anteprima e applicare predefiniti di sviluppo

  1. Nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate la foto da modificare. A questo punto, fate clic sull’icona () nella barra degli strumenti nella parte inferiore per passare alla vista Dettagli.

    Se siete già nella vista Dettagli (), selezionate la foto da modificare dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

  2. Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Modifica, fate clic su Predefiniti in basso.

  3. Nel pannello Predefiniti, i predefiniti preimpostati vengono raggruppati in Colore, Creativo, B&N, Dettagli e Componenti. I predefiniti creati dall’utente sono disponibili in Predefiniti utente. Espandete il gruppo per visualizzarne i predefiniti.

  4. (Facoltativo) Mostrare o nascondere i predefiniti parzialmente compatibili

    Nel pannello Predefiniti, Lightroom nasconde i predefiniti che si riferiscono a profili di fotocamere non compatibili con la foto corrente in fase di modifica. Potete scegliere di mostrare i predefiniti compatibili parzialmente che sono nascosti per impostazione predefinita. 

    Per mostrare i predefiniti compatibili parzialmente nel pannello Predefiniti, fate clic sull’icona a tre punti nell’angolo in alto a destra del pannello Predefiniti e su Nascondi i predefiniti compatibili parzialmente dal menu di scelta rapida per nascondere o visualizzare i predefiniti disponibili.

    • Per un’anteprima dell’effetto di un predefinito sulla foto, spostate il puntatore sul predefinito nel pannello Predefiniti.
    • Per applicare un predefinito alla foto, fate clic sul predefinito nel pannello Predefiniti.

Creare un predefinito utente

È possibile creare e salvare dei predefiniti di sviluppo personalizzati basati sulle impostazioni correnti di controllo per la modifica (pannello Modifica) della foto selezionata.

  1. Nella vista Dettagli, scegliete una foto su cui creare un predefinito utente.

  2. Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Modifica, fate clic su Predefiniti in basso.

  3. Nel pannello Predefiniti, fate clic sull’icona dei tre puntini () e selezionate Crea predefinito dal menu a comparsa.

  4. Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito che viene visualizzata, specificate un nome per il predefinito. Fate clic su Salva.

    Il predefinito salvato viene aggiunto all’elenco Predefiniti utente nel pannello Predefiniti.  

Nota:

Per informazioni sulla migrazione dei predefiniti di sviluppo di Lightroom Classic in Lightroom, consultate Migrazione dei predefiniti.

Aggiornare un predefinito utente

Per aggiornare un predefinito utente salvato, procedete come segue: 

  1. Nella vista Dettagli, fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Modifica, fate clic su Predefiniti in basso.

  2. Nel pannello Predefiniti, espandete il gruppo Predefiniti utente.

  3. Selezionate un predefinito utente per applicarlo alla foto e modificate le impostazioni (pannello Modifica) in base alle vostre esigenze. 

  4. A questo punto, fate clic con il pulsante destro sul predefinito utente e selezionate l’opzione Aggiorna con impostazioni correnti nel menu a comparsa. 

Eliminare un predefinito utente

I predefiniti forniti con Lightroom non possono essere eliminati. È possibile eliminare solo i predefiniti utente.

  1. Nella vista Dettagli, fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Modifica, fate clic su Predefiniti in basso.

  2. Nel pannello Predefiniti, fate clic con il pulsante destro su un predefinito utente e selezionate Elimina dal menu a comparsa.

  3. Nella finestra di dialogo Elimina predefiniti, fate clic su Elimina per confermare l’azione. Se non desiderate confermare l’azione, fate clic su Annulla.

Gestire i predefiniti

Lightroom consente di mostrare o nascondere diversi gruppi di predefiniti visualizzati nel pannello Predefiniti: Colore, Creativi, B&N, Curva, Granulosità, Nitidezza, Vignettatura e Predefiniti utente.

Per mostrare/nascondere i gruppi di predefiniti in Lightroom, seguite i passaggi riportati di seguito:

Nota:

Le impostazioni per mostrare/nascondere i gruppi di predefiniti sono specifiche di ciascun computer o dispositivo. Ad esempio, potete nascondere alcuni gruppi di predefiniti nel desktop Lightroom e renderli visibili in Lightroom sul dispositivo mobile e viceversa.   

  1. Fate clic sull’icona () in alto a destra per visualizzare il pannello Modifica.

    Nel pannello Modifica, fate clic su Predefiniti in basso.

  2. Nel pannello Predefiniti, fate clic sull’icona dei tre puntini () e selezionate Gestisci predefiniti dal menu a comparsa.

  3. In Gestisci, selezionate i gruppi di predefiniti da mostrare nel pannello Predefiniti. Deselezionate i gruppi di predefiniti che desiderate nascondere nel pannello Predefiniti.

  4. Fate clic su Indietro per tornare al pannello Predefiniti.

Il pannello Predefiniti ora visualizza solo i gruppi di predefiniti che avete selezionato usando l’opzione Gestisci predefiniti.

Ripristinare le foto modificate

Opzione aggiornata in Lightroom CC 1.4 (giugno 2018)

Lightroom consente di ripristinare la foto modificata allo stato originale (quando l’avete importata per la prima volta). Potete anche ripristinare le foto modificate allo stato in cui si trovavano quando le avete aperte l’ultima volta in Lightroom. Per ripristinare le foto modificate, dovete trovarvi nella vista Dettagli.

  1. Aprite la foto nella vista Dettagli

    Se siete nella vista Griglia foto () o nella vista Griglia con celle quadrate (), selezionate una foto modificata da ripristinare. A questo punto, fate clic sull’icona () nella barra degli strumenti nella parte inferiore per passare alla vista Dettagli.

    Se siete già nella vista Dettagli (), selezionate la foto da ripristinare dal provino che compare nella parte inferiore della selezione corrente.

  2. Ripristinare la foto allo stato originale

    Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Dalla barra dei menu, scegliete Foto > Ripristina originale.
    • Premete i tasti Maiusc + R.

    Ripristinare la foto allo stato in cui si trovava quando è stata aperta l’ultima volta

    Effettuate una delle seguenti operazioni:

    • Dalla barra dei menu, scegliete Foto > Ripristina su Apri.
    • Premete i tasti Maiusc + Comando + R.

Domande frequenti

Installazione di profili e predefiniti personalizzati di terze parti

Per le istruzioni della guida, vedi Importazione di profili.  

Nota:

Se stai cercando di migrare i tuoi predefiniti di sviluppo di Lightroom Classic in Lightroom , consulta Migrazione dei predefiniti.

  1. Installa Lightroom sul desktop.  

  2. Avvia Lightroom desktop.

    Quando si avvia Lightroom desktop (versione 1.4 di giugno 2018 o successiva) per la prima volta dopo l’installazione o l’aggiornamento, i profili e i predefiniti di Lightroom Classic esistenti sul computer vengono automaticamente migrati in Lightroom.

  3. (Facoltativo) Se apporti modifiche o aggiungi nuovi predefiniti a Lightroom Classic (dopo la migrazione automatica in Lightroom desktop), esegui una delle seguenti operazioni:

    a. Migra manualmente i predefiniti nuovi/aggiornati in Lightroom

    Per istruzioni, vedi Migrazione dei predefiniti.

    b. Utilizza la finestra di dialogo di importazione in Lightroom desktop

    1. Dalla barra dei menu, seleziona File > Importa profili e predefiniti.
    2. Nella finestra di dialogo Importa che viene visualizzata, cerca il percorso richiesto e seleziona i predefiniti che desideri importare. Controlla la posizione del file per i predefiniti di Lightroom Classic in Windows e macOS.
    3. Fai clic su Importa.  
  4. Assicurati che l’app Lightroom sul tuo dispositivo mobile sia aggiornata alla versione più recente.

I predefiniti e i profili che hai installato in Lightroom desktop si sincronizzeranno automaticamente con Lightroom sul dispositivo mobile.   

  1. Dalla barra dei menu, seleziona File > Importa profili e predefiniti.

  2. Nella finestra di dialogo Importa che viene visualizzata, cerca il percorso richiesto e seleziona i profili o i predefiniti che desideri importare. 

  3. Fai clic su Importa.

  1. Innanzitutto, installa i predefiniti e i profili VSCO in Lightroom Classic.

    I pacchetti di predefiniti VSCO includono un programma di installazione che fornisce supporto per l’installazione di Lightroom Classic e Lightroom.

    • In Lightroom Classic, il programma di installazione incluso nei pacchetti VSCO consente di installare preimpostazioni, curve e profili della fotocamera. 
    • In Lightroom, consente di installare le preimpostazioni e le curve ma non i profili della fotocamera.
  2. Apri Lightroom.

  3. Importa manualmente tutti i profili della fotocamera di VSCO in Lightroom.

    Dalla barra dei menu, seleziona File > Importa profili e predefiniti.

    Nella finestra di dialogo Importa che viene visualizzata, accedi al percorso indicato di seguito e seleziona i profili VSCO installati nel Passaggio 1.

    Windows: C:\ProgramData\Adobe\CameraRaw\CameraProfiles
    Mac: ~/Library/Application Support/Adobe/CameraRaw/CameraProfiles

    Fai clic su Importa.

Quando si avvia Lightroom per la prima volta dopo l’aggiornamento alla versione più recente, i profili esistenti sul computer vengono aggiunti automaticamente. Se desideri installare nuovi profili XRite o DNG Profile Creator dopo il primo avvio, effettua le seguenti operazioni:

  1. Salva i profili di XRite o DNG Profile Creator sul desktop.

  2. Apri Lightroom.

    Dalla barra dei menu, seleziona File > Importa profili e predefiniti.

  3. Nella finestra di dialogo Importa che viene visualizzata, sfoglia e seleziona i profili che hai salvato nel Passaggio 1

  4. Fai clic su Importa.

  1. In Lightroom, seleziona File > Importa profili e predefiniti dalla barra dei menu.

  2. Nella finestra di dialogo Importa che viene visualizzata, accedi al percorso indicato di seguito e seleziona i profili che desideri importare.

    Windows: C:\ProgramData\Adobe\CameraRaw\CameraProfiles
    Mac: ~/Library/Application Support/Adobe/CameraRaw/CameraProfiles

  3. Fai clic su Importa.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online