Il Separatore banda di frequenze consente di individuare una determinata clip audio (o una sezione evidenziata di essa) ed eseguirne fino a otto copie, di cui ciascuna con una gamma di frequenza diversa dall’originale. Le frequenze di crossover specificate determinano i punti di divisione. Ogni copia della forma d’onda viene posizionata nella propria traccia, all’interno della finestra della sessione. A questo punto potete modificare o applicare effetti a ciascuna banda indipendentemente.

Ad esempio, l’uso dell’impostazione predefinita di tre bande con valori di crossover di 800 e 3.200 crea tre copie della forma d’onda selezionata: una con le frequenze della forma d’onda selezionata da 0 a 800 Hz, una con le frequenze da 800 a 3.200 Hz e l’ultima con le frequenze da 3.200 a 22.050 Hz (o con qualsiasi frequenza massima presente, in base alla frequenza di campionamento).

  1. Aprire un clip audio. Per elaborare una selezione utilizzando uno strumento di selezione, selezionate un intervallo da elaborare.

  2. Scegliete Modifica > Separatore banda di frequenze.

    Separatore banda di frequenze

  3. Impostate le seguenti opzioni e fate clic su OK.

Opzioni Separatore banda di frequenze

Bande

Imposta il numero di punti di divisione. La forma d’onda originale viene copiata il numero di volte specificato e ogni copia assume una gamma di frequenza diversa, come stabilito dal numero di crossover.

Massima

Specifica la frequenza massima per ciascuna banda. Le opzioni Minima e Larghezza di banda consentono di visualizzare i valori calcolati in base ai valori massimi di frequenza per le bande correnti e adiacenti.

Scala

Specifica la scala visualizzata per indicare graficamente le bande. Potete scegliere Lineare o Logaritmica.

Dimensione massima filtro FIR

Imposta la dimensione massima del filtro FIR (Finite Impulse Response), che mantiene gli errori di fase sulla curva di risposta. I filtri FIR sono diversi dai filtri IIR, che possono avere errori di fase (spesso percepibili con una qualità squillante). I valori più alti consentono maggiore precisione nel filtro delle frequenze. Il valore predefinito, 320, funziona quasi sempre, ma occorre aumentarlo se si verifica una distorsione o una risonanza nelle onde filtrate.

I consigli dell’esperto:

I consigli dell’esperto:
Jason Levine illustra il processo di base per sfruttare questo particolare filtro per il remixaggio di materiale mono e stereo.
Jason Levine

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online