Guida utente Annulla

Generare toni e rumore

  1. Guida utente di Audition
  2. Introduzione
    1. Novità di Adobe Audition
    2. Requisiti di sistema per Audition
    3. Trovare e personalizzare le scelte rapide
    4. Applicazione degli effetti nell’editor multitraccia
  3. Spazio di lavoro e impostazione
    1. Supporto per superfici di controllo
    2. Visualizzazione, ingrandimento e navigazione nei file audio
    3. Personalizzare gli spazi di lavoro
    4. Connessione ai dispositivi audio in Audition
    5. Personalizzazione e salvataggio delle impostazioni dell’applicazione
  4. Principi di base dell’audio digitale
    1. Informazioni sul suono
    2. Digitalizzare l’audio
  5. Importare, registrare e riprodurre
    1. Flusso di lavoro per audio multicanale
    2. Creare, aprire o importare i file in Adobe Audition
    3. Importare con il pannello File
    4. Estrarre audio da CD
    5. Formati di importazione supportati
    6. Spostarsi sulla timeline e riprodurre l’audio in Adobe Audition
    7. Registrazione dell’audio
    8. Eseguire il monitoraggio dei livelli di registrazione e riproduzione
    9. Rimuovi silenzi dalle registrazioni audio
  6. Modifica dei file audio
    1. Modificare, riparare e migliorare l’audio mediante il con Audio essenziale
    2. Generazione di sintesi vocale
    3. Corrispondenza del volume tra più file audio
    4. Visualizzazione dell’audio nell’editor forma d’onda
    5. Selezione dell’audio
    6. Come copiare, tagliare, incollare ed eliminare l’audio in Audition
    7. Modifica dell’ampiezza e della dissolvenza in modo visivo
    8. Lavorare con i marcatori
    9. Invertire, riprodurre all’indietro e disattivare l’audio
    10. Come automatizzare le attività più comuni in Audition
    11. Analizzare fase, frequenza e ampiezza con Audition
    12. Separatore banda di frequenze
    13. Annulla, Ripristina e Cronologia
    14. Conversione dei tipi di campione
    15. Creazione di podcast con Audition
  7. Applicazione degli effetti
    1. Abilitare le estensioni CEP
    2. Controlli per gli effetti
    3. Applicazione degli effetti nell’editor forma d’onda
    4. Applicazione degli effetti nell’editor multitraccia
    5. Aggiungere i plug-in di terze parti
    6. Effetto Filtro elimina banda
    7. Effetti Inviluppo dissolvenza e guadagno (solo editor forma d’onda)
    8. Effetto Correzione intonazione manuale (solo editor forma d’onda)
    9. Effetto Scostamento fase grafico
    10. Effetto Doppler Shifter (solo editor forma d’onda)
  8. Gli effetti
    1. Applicare all’audio effetti di ampiezza e compressione
    2. Effetti Ritardo ed eco
    3. Effetti Diagnostica (solo nell’editor forma d’onda) di Audition
    4. Effetti Filtro ed equalizzatore
    5. Effetti Modulazione
    6. Ridurre il rumore e ripristinare l’audio
    7. Effetti Riverbero
    8. Come utilizzare gli effetti speciali con Audition
    9. Effetti Immagine stereo
    10. Effetti per la modifica di tempo e intonazione
    11. Generare toni e rumore
  9. Mixaggio di sessioni multitraccia
    1. Creazione di un remix
    2. Panoramica dell’editor multitraccia
    3. Controlli multitraccia di base
    4. Controlli di indirizzamento multitraccia ed equalizzazione
    5. Disporre e montare le clip multitraccia con Audition
    6. Riprodurre le clip in ciclo
    7. Come uniformare il volume delle clip, applicare dissolvenze e mixare con Audition
    8. Automazione dei mixaggi con inviluppi
    9. Dilatazione di clip multitraccia
  10. Video e audio surround
    1. Lavorare con applicazioni video
    2. Importare video e lavorare con clip video
    3. Audio surround 5.1
  11. Scelte rapide da tastiera
    1. Trovare e personalizzare le scelte rapide
    2. Scelte rapide da tastiera predefinite
  12. Salvare ed esportare
    1. Salvate ed esportate i file audio
    2. Visualizzare e modificare metadati XMP

Generare rumore

Il comando Rumore consente di generare rumore casuale in svariati colori (di solito viene usato il colore per descrivere la composizione spettrale del rumore e ogni colore ha caratteristiche proprie). La generazione del rumore è utile per creare suoni dall’effetto rilassante come un rumore di cascate (perfetto da usare con la funzione Panner automatico binaurale di Adobe Audition) e per generare segnali che possono essere utilizzati per controllare la risposta in frequenza di un altoparlante, microfono o altri componenti di sistemi audio.

  1. Posizionate il cursore nel punto in cui desiderate inserire il rumore. Diversamente, se desiderate sostituire parte della forma d’onda esistente, selezionate l’intervallo desiderato dei dati audio.
  2. Scegliete Effetti > Genera > Rumore.
  3. Impostate le opzioni desiderate e fate clic su OK.

Colore

Specificate un colore per il rumore:

  • Marrone: ha una frequenza spettrale di 1/f2; per i non addetti ai lavori ciò significa che il rumore presenta un maggiore contenuto a frequenza bassa. I suoi suoni sono simili a quelli di un tuono e di una cascata. Il nome deriva dall’inglese brown, in quanto la forma d’onda corrisponde alla curva di moto di Brown. Ciò significa che in una forma d’onda il campione successivo è uguale al campione precedente, più una piccola quantità casuale. Se rappresentata su grafico, questa forma d’onda sembra una catena montuosa.
  • Rosa: ha una frequenza spettrale di 1/f e si trova prevalentemente in natura. È il suono più naturale fra i rumori. Con l’equalizzazione dei suoni potete generare gli effetti di pioggia, cascate, vento, fiume impetuoso e altri suoni naturali. Il rumore rosa si trova esattamente fra il rumore marrone e quello bianco (ecco perché alcuni lo chiamano anche rumore “rossiccio”). Non è né casuale né prevedibile; quando viene visualizzato è simile a un frattale. Il pattern visualizzato con ingrandimento è identico a quello
    senza ingrandimento, ma con ampiezza ridotta.
  • Bianco: il rumore bianco presenta una frequenza spettrale di 1, ossia con proporzioni uguali per tutte le frequenze. Poiché l’orecchio umano è più sensibile alla frequenze alte, il suono del rumore bianco somiglia molto a un fruscio. Adobe Audition genera il rumore bianco scegliendo valori casuali per ciascun campione.

Stile

Specificate uno stile per il rumore:

  • Stereo spaziale: genera rumore utilizzando tre sorgenti di rumore univoche e le codifica nello spazio per farle apparire come se una provenisse da sinistra, una dal centro e una da destra. Quando si ascolta il risultato con cuffie stereo, il suono viene percepito come se provenisse da tutto intorno. Per specificare la distanza dal centro delle sorgenti di rumore destra e sinistra, inserite un valore di ritardo in microsecondi. Un valore da 900 a 1000 microsecondi circa corrisponde al massimo ritardo percepibile. Un ritardo di zero è identico al rumore monaurale, dove i canali destro e sinistro sono uguali.
  • Canali indipendenti: genera rumore utilizzando due sorgenti di rumore univoche, una per ogni canale. Il rumore del canale sinistro è completamente indipendente dal rumore del canale destro.
  • Mono: genera rumore utilizzando una singola sorgente di rumore, con i canali destro e sinistro impostati nello stesso modo rispetto a tale sorgente.
  • Inverti: genera rumore utilizzando una singola sorgente di rumore (simile all’opzione Mono). Tuttavia, il rumore del canale sinistro è esattamente inverso al rumore del canale destro. Quando si ascolta il risultato con cuffie stereo, il suono sembra provenire dall’interno della testa anziché dall’esterno.

Intensità

Specificate l’intensità del rumore in una scala da 2 a 40. A intensità più elevate, il rumore diventa più irregolare e i suoni più acuti e più alti.

Scostamento CC

Aggiunge al tono un’ampiezza costante in CC (Corrente continua) e centra la forma d’onda spostandola verso l’alto o verso il basso secondo la percentuale specificata.

Durata

Determina il numero di secondi di rumore generato da Adobe Audition.

Genera toni  

Scegliete Effetti > Genera toni per creare una forma d’onda semplice con diverse impostazioni di ampiezza e frequenza. I toni generati rappresentano un ottimo punto di partenza per gli effetti audio.

Deflessione frequenze

Esegue la transizione dei toni dalle impostazioni nella scheda Inizio a quelle nella scheda Fine. La forma d’onda resta costante.

Frequenza base

Specifica la frequenza principale da usare per generare i toni.

Profondità modulazione

Modula l’intonazione della frequenza base su un intervallo definito dell’utente. Ad esempio, un’impostazione di 100 Hz modula la frequenza originale da sotto 50 Hz a sopra 50 Hz.

Frequenza modulazione

Specifica quante volte al secondo la frequenza viene modulata, producendo un effetto di vibrato simile al gorgheggio.

Oscilloscopio

Scegliete una delle seguenti opzioni:

  • La sinusoidale e la sinusoidale inversa generano la frequenza fondamentale. L’impostazione Tipo pari a 1,00 genera toni puri; le impostazioni minori producono più onde quadre, mentre quelle maggiori producono più onde triangolari.
  • Triangolare/Seghettato genera una vera e propria forma d’onda triangolare con solo le armoniche dispari a un’impostazione Tipo pari a 50%. Le impostazioni maggiori o minori di questa percentuale generano forme d’onda seghettate con armoniche dispari e pari.
  • Un’onda quadra genera solo armoniche dispari e si ha con un’impostazione Tipo pari a 50%. Le impostazioni maggiori o minori regolano il ciclo di lavoro della forma d’onda tra un picco massimo al 100% e un picco minimo allo 0%. Gli estremi esterni generano solo uno schiocco percepibile.

Componenti frequenza

Aggiunge fino a cinque estensioni di toni alla frequenza fondamentale (Frequenza di base). Sotto ai cursori immettete una frequenza specifica per ogni armonica superiore oppure indicare un moltiplicatore di base. Quindi, usate i cursori di ampiezza per mixare le armoniche superiori proporzionalmente tra loro.

Volume

Specifica l’output complessivo dell’effetto.

Durata

Specifica la lunghezza del tono generato nel formato attualmente specificato per il righello temporale. Fate clic con il pulsante destro del mouse sui numeri per impostare un formato di tempo diverso per Genera toni.

Per accedere alle seguenti opzioni, fate clic su Avanzate:

Inizia fase a

Specifica la posizione iniziale nel ciclo della forma d’onda. Se impostata su 0°, le onde hanno inizio nel punto di passaggio per lo zero. Se impostata su 90°, l’onda ha inizio a tutta ampiezza (generando uno schiocco percepibile).

Differenza fase 2° canale

Regola la fase relativa dei canali stereo. Un valore pari a zero inserisce i canali completamente in fase, mentre un valore di 180 li inserisce completamente fuori fase.

Cambia velocità

Cambia in modo dinamico la fase relativa fra i due canali di un file audio stereo nel tempo. Ad esempio, se inserite 1 Hz, la differenza di fase passerà in sequenza per 360° ogni secondo.

Scostamento CC

Aggiunge uno scostamento di corrente continua, spostando il centro della forma d’onda in alto o in basso secondo la percentuale specificata. Usate questa regolazione per calibrare l’hardware audio o simulare lo scostamento determinato dall’hardware.

Con audio selezionato

Scegliete tra le seguenti opzioni:

  • Sostituisci: l’audio esistente viene sostituito con i toni generati.
  • Modula: l’anello modula, o moltiplica, l’audio esistente con le impostazioni correnti di tono. Questa opzione è straordinaria per aggiungere effetti speciali.
  • Demodula: l’anello demodula l’audio esistente con le impostazioni correnti di tono. Usate questa opzione per creare effetti unici o ripristinare l’audio, elaborato in precedenza con l’opzione Modula, allo stato originale.
  • Sovrapponi: mixa i toni generati con l’audio esistente.

Altre potenti funzionalità di Adobe Audition

Adobe Audition è un’applicazione potente per la registrazione e il mixaggio audio, la creazione di podcast e gli effetti audio.

Logo Adobe

Accedi al tuo account