Nota:

Gli effetti speciali richiedono audio mono o stereo, ma non supportano l’audio surround 5.1.

Effetto Distorsione

Utilizzate l’effetto Speciale > Distorsione per simulare casse per auto sfondate, microfoni ovattati o amplificatori in sovraccarico.

Collega 

Crea curve identiche nei grafici Positiva e Negativa.

Grafici Positiva e Negativa

Consentono di specificare curve di distorsione separate per valori dei campioni positivi e negativi. Il righello orizzontale (asse x) indica il livello di input in decibel; il righello verticale (asse y) indica il livello di output. La linea diagonale predefinita rappresenta un segnale non distorto con una relazione uno a uno tra i valori di input e quelli di output.

Fate clic con il mouse e trascinate la linea per creare e regolare i punti sui grafici. Trascinate i punti fuori dal grafico per rimuoverli.

Nota:

Per copiare un grafico in un altro grafico, fate clic sui pulsanti freccia.

Ripristina 

Riporta un grafico al suo stato predefinito non distorto.

Uniformità curva

Crea transizioni curve tra i punti di controllo, talvolta producendo una distorsione più naturale rispetto alle transizioni lineari predefinite.

Uniformità tempo

Determina la velocità di reazione della distorsione rispetto ai livelli di input. Le misurazioni dei livelli si basano su contenuti a bassa frequenza e creano una distorsione più morbida e musicale.

Intervallo dB

Cambia l’intervallo di ampiezza dei grafici, limitando la distorsione all’intervallo indicato.

Scala lineare

Modifica le scale dell’ampiezza dei grafici da decibel logaritmici a valori normalizzati.

Filtro finale offset DC

Compensa gli scostamenti dei campioni introdotti dall’elaborazione della distorsione. Per comprendere questo concetto, consultate Correggere offset DC. Questi scostamenti provocano pop e clic udibili se modificati.

Effetto Doppler Shifter (processo)

L’effetto Speciale > Doppler Shifter (processo) genera l’aumento e la diminuzione dell’intonazione che percepiamo quando un oggetto, ad esempio un’auto della polizia con la sirena in funzione, ci si avvicina e poi si allontana. Quando l’auto si avvicina, il suono prodotto raggiunge le orecchie come una frequenza superiore poiché ogni onda sonora è compressa dal movimento dell’auto in avanti. Quando l’auto si allontana si verifica l’opposto: le onde si allungano e producono un suono di intensità inferiore.

Nota:

A differenza di molti grafici degli effetti di Adobe Audition, il grafico dell’effetto Doppler Shifter non è interattivo: non potete manipolarlo direttamente. Al contrario, il grafico varia a mano a mano che regolate i parametri dell’effetto.

Tipo di tracciato

Definisce il percorso apparente della sorgente del suono. A seconda del tipo di percorso vengono resi disponibili insiemi diversi di opzioni.

Opzioni Linea retta:

  • Distanza iniziale da imposta il punto di partenza virtuale (in metri) dell’effetto.
  • Velocità definisce la velocità virtuale (in metri al secondo) a cui si muove l’effetto.
  • Proveniente da imposta la direzione virtuale (in gradi) da cui sembra provenire l’effetto.
  • Passa davanti di specifica la distanza percepita (in metri) tra l’effetto e il listener (di fronte).
  • Passa a destra di specifica la distanza percepita (in metri) tra l’effetto e il listener (a destra).

Opzioni Circolare:

  • Raggio imposta le dimensioni circolari (in metri) dell’effetto.
  • Velocità definisce la velocità virtuale (in metri al secondo) a cui si muove l’effetto.
  • Angolo di inizio imposta l’angolo di partenza virtuale (in gradi) dell’effetto.
  • Centra davanti di specifica la distanza (in metri) dell’origine del suono dal listener.
  • Centra a destra di specifica la distanza (in metri) dell’origine del suono dalla destra del listener.

Regola volume in base alla distanza o alla direzione

Regola automaticamente il volume dell’effetto in base ai valori specificati.

Livello di qualità

Fornisce sei livelli diversi per la qualità dell’elaborazione. I livelli di qualità più bassi richiedono un tempo di elaborazione minore, ma i livelli di qualità alti normalmente producono un suono migliore.

Effetto Suite per chitarra

L'effetto Speciale > Suite per chitarra applica una serie di processori che ottimizzano e modificano il suono delle tracce di chitarra. L'opzione Compressore riduce l’intervallo dinamico, producendo un suono più compatto, di grande effetto. Le opzioni Filtro, Distorsione e Box Modeler simulano effetti comunemente utilizzati dai chitarristi per caratterizzare le proprie performance.

Nota:

Potete applicare l’effetto Suite per chitarra a voci, batteria o altro tipo di audio per creare degli effetti texturizzati.

Compressore

Riduce l’intervallo dinamico per mantenere un’ampiezza uniforme e far risaltare le tracce di chitarra in un missaggio.

Filtro

Simula vari filtri per chitarra, dai resonator ai talk box. Scegliete un’opzione da questo menu, quindi impostate i valori in basso.

Tipo

Determina le frequenze filtrate. Specificate Passa basso per filtrare le frequenze alte, Passa alto per filtrare le frequenze basse o Passa banda per filtrare le frequenze sopra e sotto una frequenza centrale.

Freq.

Determina la frequenza di taglio per i filtri Passa basso e Passa alto oppure la frequenza centrale per il filtro Passa banda.

Risonanza

Emette un feedback per le frequenze vicine a quella di taglio, ricreando una maggiore vivacità con impostazioni basse e armonici più netti con impostazioni alte.

Distorsione

Aggiunge un effetto tipico degli assoli di chitarra. Per cambiare il tipo di distorsione, scegliete un’opzione dal menu Tipo.

Amplificatore

Simula varie combinazioni di amplificatore e casse usate dai chitarristi per creare toni particolari.

Mix

Controlla il rapporto dell’audio originale rispetto a quello elaborato.

Effetto Masterizzazione

L'effetto Masterizzazione descrive il processo completo di ottimizzazione dei file audio per particolari supporti, come radio, video, CD o Web. In Adobe Audition potete masterizzare rapidamente l’audio con l’effetto Speciale > Masterizzazione.

Prima di masterizzare file audio, considerate i requisiti del supporto di destinazione. Se la destinazione è il Web, ad esempio, il file sarà probabilmente riprodotto usando le casse del computer, che riproducono male i bassi. Per risolvere il problema, potete aumentare le frequenze dei bassi durante la fase di equalizzazione del processo di masterizzazione.

Equalizzatore

Regola il bilanciamento tonale complessivo.

Grafico

Mostra la frequenza lungo il righello orizzontale (asse x) e l’ampiezza lungo il righello verticale (asse y); la curva mostra le variazioni dell’ampiezza in corrispondenza di specifici valori di frequenza. Le frequenze del grafico vanno dalla più bassa alla più alta e sono visualizzate in scala logaritmica (distanziate in modo uniforme di un’ottava).

Nota:

Trascinate i punti di controllo nel grafico per regolare visivamente le impostazioni sottostanti.

Abilita high-shelf/Abilita low-shelf

Attivano i filtri di shelving alle estremità dello spettro della frequenza.

Modalità picco abilitata

Attiva un filtro di picco nella parte centrale dello spettro delle frequenze.

Hz

Indica la frequenza centrale di ciascuna banda di frequenze.

dB

Indica il livello di ciascuna banda di frequenze.

Q

Controlla l’ampiezza della banda di frequenze interessata. I valori bassi Q (fino a 3) influiscono su un intervallo più ampio di frequenze e sono le migliori per l’ottimizzazione generale dell’audio. I valori alti Q (6–12) influiscono su una banda molto stretta e sono l’ideale per la rimozione di una frequenza particolare e problematica come un ronzio a 60 Hz.

Riverbero

Conferisce atmosfera. Trascinate il cursore Quantità per modificare la proporzione da suono originale a riverberante.

Exciter

Aumenta all’estremo le armoniche ad alta frequenza, aggiungendo nitidezza e chiarezza. Tra le opzioni disponibili sono comprese Retro per una leggera distorsione, Cassetta per una tonalità brillante e TV per una risposta rapida e dinamica. Trascinate il cursore Quantità per regolare il livello di elaborazione.

Ampliatore

Consente di regolare l’immagine stereo (opzione disattivata per l’audio mono). Trascinate il cursore Ampiezza verso sinistra per stringere l’immagine e ingrandire la messa a fuoco centrale. Trascinate il cursore verso destra per ampliare l’immagine e migliorare la collocazione spaziale dei singoli suoni.

Limitatore

Applica un limitatore che riduce l’intervallo dinamico e massimizza i livelli percepiti. Un valore pari a 0% riflette i livelli originali; un valore pari a 100% applica la limitazione massima.

Guadagno di output

Determina i livelli di output dopo l’elaborazione. Ad esempio, aumentate il guadagno di output per compensare le modifiche di equalizzatore che riducono il livello complessivo.

Effetto Loudness radar meter

Il plug-in di TC Electronic Loudness radar meter fornisce informazioni su picco, media e livelli d'intervallo.Vengono combinati Loudness History, Momentary History, True-peak Levele i descrittori flessibili per darti la descrizione della sonorità in una singola visualizzazione. È anche disponibile la vista Radar che fornisce un'eccellente visualizzazione dei cambiamenti di sonorità nel tempo. Scegliete Effetti > Speciale > Loudness Radar Meter.

Radar del volume TC

Radar del volume TC
Il pannello radar Volume ITU di TC Electronic offre un feedback visivo che consente di individuare e correggere rapidamente i passaggi audio che superano i limiti del volume.
Colin Smith

Impostazioni

Target Loudness

Definisce il valore della sonorità di destinazione

Radar Speed

Controlla la durata di una rivoluzione circolare dl radar

Radar Resolution

Determina la differenza in sonorità tra ciascun cerchio concentrico nella vista radar.

Momentary Range

Imposta l'intervallo per l'intervallo momentaneo. EBU +9 indica l'intervallo della sonorità vicina, utilizzato per la trasmissione normale. EBU +18 indica l'intervallo sonorità ampia usato per il teatro e la musica.

Low Level Below

Determina il punto in cui avviene il passaggio tra i colori verde e blu nell'anello della sonorità momentanea. Questo indica che il livello potrebbe essere al di sotto della soglia del rumore.

Loudness Unit

Imposta l'unità di sonoritàda visualizzare sul radar.

  • LKFS: unità di sonorità specificata dall'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (ITU, International Telecommunication Union)
  • LUFS: unità di sonorità specificata dall'Unione Europea di Radiodiffusione (UER)
  • LU: un'unità perdi sonorità a cui fare riferimento in base ai parametri UER e ITU. 

Loudness Standard

Specifica lo standard di sonorità.

  • BS.1770-3: questo standard ITU riguarda la sonorità delle radiodiffusioni e la misurazione del Livello True-peak. Questo standard utilizza Leq (K) per misurare la sonorità.
  • Leq (K): la sonorità si basa su una misura di Leq che utilizza lo spesso re K, uno spessore di frequenza specifico creato dal centro di ricerca di comunicazione (un istituto di ricerca federale a Ottawa, in Canada).

Peak Indicator

Imposta il livello True-peak massimo. Se questo valore viene superato, l'indicatore del picco viene attivato.

Effetto Ottimizzatore vocale

L’effetto Speciale > Ottimizzatore vocale consente di migliorare rapidamente la qualità delle registrazioni di voce fuori campo. Le modalità Uomo e Donna riducono in automatico i suoni sibilanti e plosivi nonché i rumori di maneggiamento del microfono come ad esempio leggeri rimbombi. Queste modalità si applicano anche al modellamento e alla compressione del microfono per conferire alle voci il suono caratteristico della radio. La modalità Musica ottimizza le colonne sonore in modo da abbinarsi meglio a un doppiaggio.

Uomo

Ottimizza l’audio per una voce maschile.

Donna

Ottimizza l’audio per una voce femminile.

Musica

Applica compressione ed equalizzazione alla musica o all’audio in sottofondo.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online