Guida utente Annulla

Procedure consigliate: modifica efficiente

  1. Guida utente di Adobe Premiere Pro
  2. Versioni beta
    1. Panoramica del programma beta
    2. Pagina home di Premiere Pro Beta
  3. Guida introduttiva
    1. Guida introduttiva di Adobe Premiere Pro
    2. Novità di Premiere Pro
    3. Note sulla versione | Premiere Pro
    4. Scelte rapide da tastiera in Premiere Pro
    5. Accessibilità in Premiere Pro
    6. Guida al flusso di lavoro continuativo ed occasionale
  4. Requisiti di hardware e sistema operativo
    1. Consigli sull’hardware
    2. Requisiti di sistema
    3. Requisiti del driver GPU e GPU
    4. Rendering con accelerazione GPU e codifica/decodifica hardware
  5. Creazione di progetti
    1. Crea nuovo progetto
    2. Apertura di progetti
    3. Spostare ed eliminare i progetti
    4. Operazioni con più progetti aperti
    5. Utilizzo dei collegamenti ai progetti
    6. Compatibilità dei progetti Premiere Pro con versioni precedenti
    7. Aprire e modificare i progetti Premiere Rush in Premiere Pro
    8. Best practice: creare i modelli di progetto personalizzati
  6. Spazi di lavoro e flussi di lavoro
    1. Spazi di lavoro
    2. Domande frequenti | Importazione ed esportazione in Premiere Pro
    3. Utilizzo dei pannelli
    4. Controlli touch e gesti di Windows
    5. Usare Premiere Pro in una configurazione con due monitor
  7. Acquisizione e importazione
    1. Acquisizione
      1. Acquisizione e digitalizzazione del metraggio
      2. Acquisizione di video HD, DV o HDV
      3. Acquisizione in batch e riacquisizione
      4. Configurazione del sistema per l’acquisizione HD, DV o HDV
    2. Importazione
      1. Trasferire i file
      2. Importazione di immagini fisse
      3. Importazione di audio digitale
    3. Importazione da Avid o Final Cut
      1. Importazione di file di progetto AAF da Avid Media Composer
      2. Importazione di file di progetto XML da Final Cut Pro 7 e Final Cut Pro X
    4. Formati di file supportati
    5. Digitalizzazione di un video analogico
    6. Utilizzo del codice di tempo
  8. Montaggio
    1. Sequenze
      1. Creare e modificare le sequenze
      2. Aggiungere clip alle sequenze
      3. Ridisporre le clip in una sequenza
      4. Trovare, selezionare e raggruppare le clip in una sequenza
      5. Montaggio di sequenze caricate nel monitor Sorgente
      6. Semplificare le sequenze
      7. Rendering e anteprima delle sequenze
      8. Lavorare con i marcatori
      9. Patching sorgente e definizione delle tracce di destinazione
      10. Rilevamento modifiche scena
    2. Video
      1. Creazione e riproduzione delle clip
      2. Taglio delle clip
      3. Sincronizzazione di audio e video con Unisci clip
      4. Eseguire il rendering e sostituire i file multimediali
      5. Annulla, cronologia ed eventi
      6. Fermare e bloccare i fotogrammi
      7. Operazioni con le proporzioni
    3. Audio
      1. Panoramica dell’audio in Premiere Pro
      2. Mixer tracce audio
      3. Regolazione dei livelli del volume
      4. Modificare, riparare e migliorare l’audio mediante il pannello Audio essenziale
      5. Attenuazione automatica dell’audio
      6. Remix audio
      7. Controllare il volume e il panning della clip con Mixer clip audio
      8. Bilanciamento e panning audio
      9. Audio avanzato: submix, downmix e indirizzamento
      10. Effetti e transizioni audio
      11. Operazioni con transizioni audio
      12. Applicare effetti all’audio
      13. Misurazione dell’audio con l’effetto Radar volume
      14. Registrazione di mix audio
      15. Montaggio dell’audio nella timeline
      16. Mappatura dei canali audio in Premiere Pro
      17. Usare l’audio Adobe Stock in Premiere Pro
    4. Montaggio avanzato
      1. Flusso di lavoro per montaggio multicamera
      2. Configurare e utilizzare il visore HMD (Head Mounted Display) per i video immersivi in Premiere Pro
      3. Montaggio di file VR
    5. Best practice
      1. Best practice: mixare più velocemente l’audio
      2. Best practice: montaggio efficiente
      3. Flussi di lavoro per il montaggio di lungometraggi
  9. Effetti video e Transizioni
    1. Panoramica effetti video e transizioni
    2. Effetti
      1. Tipi di effetti in Premiere Pro
      2. Applicare e rimuovere effetti
      3. Predefiniti degli effetti
      4. Applicare il reframe automatico ai video per adattarli a diversi canali di social media
      5. Effetti per correzione colore
      6. Modificare la durata e velocità delle clip
      7. Livelli di regolazione
      8. Stabilizzare le riprese
    3. Transizioni
      1. Applicazione delle transizioni in Premiere Pro
      2. Modifica e personalizzazione delle transizioni
      3. Taglio morphing
  10. Grafica, titoli e animazione
    1. Grafica e titoli
      1. Panoramica del pannello grafica essenziale
      2. Creare un titolo
      3. Creare una forma
      4. Allineare e distribuire testo e forme
      5. Controllo ortografia e Trova e Sostituisci
      6. Applicare sfumature a testo e forme
      7. Aggiungere funzionalità di grafica reattiva agli elementi grafici
      8. Usare modelli di grafica animata per i titoli
      9. Sostituire immagini o video nei modelli di grafica animata
      10. Usare i modelli di grafica animata basati su dati
      11. Best practice: flussi di lavoro grafici più veloci
      12. Utilizzo dei sottotitoli
      13. Discorso in testo
      14. Funzione “Discorso in testo” in Premiere Pro | Domande frequenti
      15. Convertire i titoli precedenti in Grafica sorgente
    2. Animazione e fotogrammi chiave
      1. Aggiunta, navigazione e impostazione di fotogrammi chiave
      2. Effetti di animazione
      3. Usare l’effetto Movimento per modificare e animare le clip
      4. Ottimizzare l’automazione dei fotogrammi chiave
      5. Spostamento e copia dei fotogrammi chiave
      6. Visualizzazione e regolazione di effetti e fotogrammi chiave
  11. Composizione
    1. Composizione, canali alfa, e regolazione dell’opacità delle clip
    2. Mascheratura e tracciamento
    3. Metodi di fusione
  12. Correzione e gradazione del colore
    1. Panoramica: flussi di lavoro del colore in Premiere Pro
    2. Colore automatico
    3. Usare il colore in modo creativo con i look Lumetri
    4. Regolare il colore utilizzando le Curve RGB e le Curve saturazione tinta
    5. Correggere e abbinare i colori tra le riprese
    6. Utilizzo dei controlli secondari HSL nel pannello Colore Lumetri
    7. Creare un effetto vignettatura
    8. Looks e LUT
    9. Oscilloscopi Lumetri
    10. Gestione del colore per visualizzazione
    11. HDR per le emittenti
    12. Abilitare il supporto per DirectX HDR
  13. Esportazione di file multimediali
    1. Esporta video
    2. Gestione dei predefiniti di esportazione
    3. Flusso di lavoro e panoramica dell’esportazione
    4. Esportazione rapida
    5. Esportazione per il web e per dispositivi mobili
    6. Esportare un’immagine fissa
    7. Esportazione di progetti per altre applicazioni
    8. Esportazione di file OMF per Pro Tools
    9. Esportare in formato Panasonic P2
    10. Impostazioni di esportazione - Riferimento
    11. Procedure consigliate: esportare più velocemente
  14. Collaborazione: Frame.io, produzioni e Team Projects
    1. Collaborazione in Premiere Pro
    2. Frame.io
      1. Installare e attivare Frame.io
      2. Utilizzare Frame.io con Premiere Pro e After Effects
      3. Domande frequenti
    3. Produzioni
      1. Utilizzo delle Produzioni
      2. Funzionamento delle clip tra progetti in una Produzione
      3. Best practice: lavorare con le produzioni
    4. Team Projects
      1. Novità di Team Projects
      2. Introduzione a Team Projects
      3. Creare nuovo progetto team
      4. Aggiungere e gestire i file multimediali in Team Projects
      5. Collaborazione con Team Projects
      6. Condivisione e gestione delle modifiche con i collaboratori del Team Projects
      7. Archiviare, ripristinare o eliminare i progetti team
  15. Utilizzo di altre applicazioni Adobe
    1. After Effects e Photoshop
    2. Dynamic Link
    3. Audition
    4. Prelude
  16. Organizzazione e gestione delle risorse
    1. Utilizzo del pannello Progetto
    2. Organizzare le risorse nel pannello Progetto
    3. Riproduzione delle risorse
    4. Cercare le risorse
    5. Creative Cloud Libraries
    6. Sincronizzare le impostazioni in Premiere Pro
    7. Consolidare, transcodificare e archiviare i progetti
    8. Gestione dei metadati
    9. Procedure consigliate
      1. Best practice: imparare dalla produzione broadcast
      2. Best practice: utilizzo dei formati nativi
  17. Miglioramento delle prestazioni e risoluzione dei problemi
    1. Impostare le preferenze
    2. Reimpostare le preferenze
    3. Utilizzo dei proxy
      1. Panoramica sui proxy
      2. Assimilazione e flusso di lavoro dei proxy
    4. Verifica se il sistema è compatibile con Premiere Pro
    5. Premiere Pro per Apple silicon
    6. Eliminare lo sfarfallio
    7. Interlacciamento e ordine dei campi
    8. Rendering avanzato
    9. Supporto delle superfici di controllo
    10. Best practice: utilizzo dei formati nativi
    11. Knowledge base
      1. Problemi noti
      2. Problemi risolti
      3. Video verde e rosa in Premiere Pro o Premiere Rush
      4. Come si gestisce la cache multimediale in Premiere Pro?
      5. Correzione degli errori durante il rendering o l’esportazione
      6. Risoluzione dei problemi relativi alla riproduzione e alle prestazioni di Premiere Pro
  18. Monitoraggio delle risorse e dei supporti offline
    1. Monitoraggio delle risorse
      1. Utilizzo dei monitor Sorgente e Programma
      2. Utilizzo del monitor di riferimento
    2. File multimediali offline
      1. Operazioni con clip non in linea
      2. Creazione di clip per il montaggio non in linea
      3. Ricollegare oggetti multimediali non in linea

In questa guida alle procedure consigliate, consideriamo alcuni dei flussi di lavoro che consentono di modificare più rapidamente e in modo più efficiente, tra cui ulteriori insights da parte degli editor e professionisti di post-produzione.

La modifica è un processo creativo, il che significa che è difficile da misurare. Ma gli editor devono ancora consegnare in tempo. La cosa più importante di Adobe Premiere Pro è la sua flessibilità, permettendo agli editor di “lavorare come pensano”. Gli editor ci spiegano continuamente come questo si traduca in velocità ed efficienza.

Timeline
Timeline Premiere Pro

Strumenti di modifica scalabili

Per broadcaster e stazioni postali, Premiere Pro si adatta perfettamente ai flussi di lavoro consolidati e si integra con centinaia di strumenti di terze parti. Il supporto solido e di ampio formato nativo, il supporto di file locale, di rete e in crescita e un elenco di tecnologie e flussi di lavoro standard del settore integrati aiutano gli utenti a consegnare in tempo secondo rigorosi standard professionali. Per ulteriori informazioni, consulta Procedure consigliate: apprendimento dalla produzione broadcast.

I nuovi editor possono beneficiare di spazi di lavoro per diverse attività di modifica, tra cui la correzione di colore, grafica e audio, che li guida attraverso il processo di post-produzione video. Gli editor esperti sfruttano appieno il ricco set di strumenti e la personalizzazione per velocizzare i flussi di lavoro. I risultati variano a seconda degli utenti e delle pipeline di produzione, ma i broadcaster e gli editor segnalano regolarmente guadagni di velocità nel lavoro con Premiere Pro.

  • Mark Leombruni, direttore di post-produzione e tecnologie, Vice Media

    “In VICE, l’uso di Premiere si è sviluppato intorno alla velocità: per noi, i lavori di post-produzione sono incredibilmente più rapidi se eseguiti in Premiere Pro. Da un’affollata sala stampa a un lungo programma televisivo, si adatta perfettamente a diversi tipi di ambienti esigenti. Un episodio televisivo tipo di 30 minuti può richiedere 20 ore di post-produzione, e noi riusciamo completare lo stesso programma in meno di 3 ore.”

  • Thomas Bergman, direttore, editor e proprietario di Silbersalz

    “In Premiere Pro posso lavorare molto più velocemente grazie alla grande libertà di progettare il mio processo creativo con i flussi di lavoro, gli strumenti e i comandi da tastiera personalizzati di Premiere Pro.”

  • Jonathon Corbiere, direttore dell’animazione di The Animated Mind of Oliver Sacks

    “La possibilità di copiare e incollare animazioni montate direttamente da Premiere Pro ad After Effects, con contenuti multimediali, tempi e ridimensionamenti intatti, riduce di oltre il 50% il tempo di preparazione delle nostre animazioni.”

  • Vashi Nedomansky, editor e regista presso Vashi Visuals 

    “Dopo aver lavorato su Premiere Pro negli ultimi 14 anni, ho creato un flusso di lavoro personalizzato più veloce ed efficiente rispetto ad altri NLE. Questo metodo si basa sull’editing di 11 lungometraggi con 3 opzioni software più diffuse. Per me, Premiere Pro offre la piattaforma più potente, flessibile e stabile per affrontare qualsiasi progetto.”

  • Christine Steele, editor e regista presso Steele Pictures

    “La capacità di personalizzazione di Premiere Pro mi permette di lavorare più velocemente. Applico e salvo scorciatoie da tastiera e spazi di lavoro che funzionano nel modo che preferisco e mi permettono di lavorare come voglio, apportando modifiche con la stessa velocità con cui penso, in modo creativo e in tempo reale.”

  • Scott Simmons, editor e scrittore presso ProVideo Coalition

    “È nel montaggio manuale che riesco a sfruttare la velocità di Premiere Pro. È la fase in cui lavoro con le riprese: registro, organizzo e inizio a creare i tagli. È la parte più importante del processo, in cui si ci si immerge nel creare il racconto.”

Procedure consigliate per la modifica in Premiere Pro

Partendo dai modelli di progetto, semplifica la configurazione e l’intero flusso di lavoro di modifica. Sapere come lavorare con i formati di file è essenziale per assicurare esportazioni veloci nell’editing video. Dopodiché, si tratta di modificare l’efficienza.

Le aree di lavoro di Premiere Pro velocizzano la navigazione dell’interfaccia utente, offrendo gli strumenti più utili per le diverse attività, in modo che siano a portata di mano. Ogni pannello di Premiere Pro ha un suo scopo, sia che si tratti del monitor sorgente per la revisione del metraggio, del pannello timeline per la creazione di sequenze o del pannello Controllo effetti per la configurazione degli effetti. Tutti possono essere ridimensionati, raggruppati, impilati o mobili davanti al resto dell’interfaccia.

Gli editor esperti utilizzano questa flessibilità per creare spazi di lavoro personalizzati in base al loro stile di modifica. Fai doppio clic sul nome di un pannello o premi il tasto ` (accento grave) per attivare la visualizzazione a schermo intero. È una soluzione ideale per un lavoro dettagliato e mirato o per massimizzare le dimensioni dello schermo su un display più piccolo.

Gli editor possono utilizzare il mouse, la tastiera o persino un touchscreen per eseguire le modifiche; sono infatti disponibili diversi modi per rivedere i metraggi prima di scegliere le riprese da utilizzare nella modifica:

  • Visualizzare l’anteprima nel monitor sorgente
  • Visualizzare l’anteprima nel pannello Progetto visualizzando le anteprime in movimento
  • Visualizzare l’anteprima e disporre le clip in gruppi mediante la vista a mano libera del pannello Progetto
  • Aggiungere clip alla stringa sulla timeline per effettuare la revisione come sequenza

Modalità di modifica rapida degli esperti

La combinazione dei controlli avanzati di facile accesso e dell’automazione intelligente aiutano gli editor a rimanere creativi, con un minor numero di clic e una maggiore libertà di esplorare idee, migliorando le loro storie.

Gli editor esperti utilizzano le scelte rapide da tastiera per velocizzare il lavoro in modo che possano da modificare alla stessa velocità di ciò che pensano. Premiere Pro ha una serie completa di scelte rapide da tastiera, ma puoi personalizzarle per adattarle alle tue esigenze. Se hai già dimestichezza con un altro NLE, puoi impostare le scelte rapide da tastiera predefinite in modo che corrispondano a quelle che conosci già, ad esempio in Avid Media Composer o Apple Final Cut Pro.

Per visualizzare il layout della tastiera, scegli il menu Premiere Pro > Scorciatoie da tastiera in macOS. Su sistemi Windows, seleziona il menu Modifica > Scelte rapide da tastiera. In questo modo, viene visualizzata una panoramica del layout della tastiera.

Editing_hero

Da qui puoi rieseguire il mapping della tastiera utilizzando predefiniti esistenti o le scelte rapide personalizzate. È possibile mappare i tasti nell’intera applicazione o specificare pannelli diversi, in modo che le stesse scelte rapide funzionino in modo diverso nelle aree di lavoro diverse.  

Di seguito sono riportate alcune specifiche tecniche che accelerano le modifiche in Premiere Pro:

  • Timeline pancake: Premiere Pro consente di aprire più Timeline. Puoi passare da un computer all’altro o aprire più Timeline contemporaneamente. In questo modo potrai modificare le Timeline, in modo da visualizzare e accedere a più metraggi in una sola volta. L’editor di Hollywood Vashi Nedomansky ha presentato un grande post di blog su come lavorare con la Timeline pancake.
  • Patching traccia sorgente: lavora più velocemente con la modifica basata su tastiera utilizzando le scorciatoie da tastiera personalizzate per l’applicazione di patch e consentire l’instradamento delle tracce per l’editing a tre punti in modo da assegnare predefiniti da tastiera. Scott Simmons ha scritto un buon post sull’argomento.
  • Creare i montaggi nel pannello Progetto: visualizzare in anteprima, contrassegnare, disporre e modificare le clip direttamente dal pannello Progetto alle sequenze
  • Grado nell’applicazione: utilizza la colorimetria avanzata degli strumenti Lumetri Color per la correzione del colore e la gradazione creativa del colore per completare il tuo progetto senza lasciare Premiere Pro.
  • Pannello Audio essenziale: imposta automaticamente i livelli di Loudness e abbassa la musica con i dialoghi. Trasforma lunghe modifiche manuali dell’audio in pochi clic. Scopri le nostre Procedure consigliate: missare più velocemente l’audio per maggiori informazioni.
  • Modelli di motion graphic: aggiungi grafica animata modificabile preimpostata al tuo progetto. Consulta le Procedure consigliate: flussi di lavoro grafici più veloci.
  • Copia e incolla tra Premiere Pro e After Effects: l’interoperabilità tra queste due applicazioni standard del settore consente agli editor di trascinare o copiare e incollare le clip per condividere il lavoro creativo.

Agli esperti l’ultima parola

Come per ogni mestiere, il segreto per un editing efficiente risiede nella pratica. La particolarità di Premiere Pro è che è possibile utilizzarlo per lavorare nel modo in cui desideri, risultando intuitivo.

Per concludere questo articolo, di seguito sono riportate alcune citazioni complete degli editor con cui abbiamo parlato, per offrire maggiori dettagli e informazioni su come eseguire più rapidamente la modifica in Premiere Pro.

Mark Leombruni è direttore delle operazioni di post-produzione e tecnologie presso Vice Media.

“In VICE, l’uso di Premiere si è sviluppato intorno alla velocità: per noi, i lavori di post-produzione sono incredibilmente più rapidi se eseguiti in Premiere Pro. Da un’affollata sala stampa a un lungo programma televisivo, si adatta perfettamente a diversi tipi di ambienti esigenti. Un episodio televisivo tipo di 30 minuti può richiedere 20 ore di post-produzione, e noi riusciamo completare lo stesso programma in meno di 3 ore.” 

La possibilità di lavorare sul colore e sul mixaggio audio direttamente nel programma di montaggio lo rende molto più veloce rispetto ad altri programmi, dal momento che non è necessario esportare, trasferire e inserire le modifiche in altri programmi di post-elaborazione, operazione che può richiedere fino a un giorno a seconda della lunghezza del progetto e della sua complessità. Si tratta anche di un notevole risparmio di tempo se l’editor desidera effettuare revisioni. Non è necessario passare nuovamente ad altri programmi. La funzione Ritocco in Premiere ci permette anche di esportare le consegne finali direttamente dalle nostre timeline di modifica, senza la necessità di un processo di post-produzione online. 

Il pannello Audio essenziale e la sua capacità di bilanciare automaticamente l’audio ed elaborarlo in base al tipo di sorgente rappresenta un enorme risparmio di tempo nella fase di modifia e permette di ottenere un mix adatto al broadcasting già durante il lavoro di taglio.

Anche il flusso di lavoro dei modelli di grafica animata da After Effects a Premiere Pro ci fa risparmiare molto tempo. Con esso, abbiamo creato un sistema solido di modelli e flussi di lavoro che consente a team di editor e artisti di trasferirsi direttamente i file dei progetti tutta la giornata, pur mantenendo sempre un alto livello di controllo di qualità.

Vashi Nedomansky è un regista hollywoodiano, editor e autore di “How we made 6 Below: Feature film post-production from start to finish”.

“Il mondo della creatività e della post-produzione dovrebbe essere consapevole di ciò che è possibile realizzare con Premiere Pro. Dopo aver lavorato su Premiere Pro negli ultimi 14 anni, ho creato un flusso di lavoro personalizzato che posso quantificare come più veloce ed efficiente di altri NLE. Questo metodo si basa sull’editing di 11 lungometraggi sulle 3 opzioni software più comunemente usate. Per me, Premiere Pro offre la piattaforma più potente, flessibile e stabile per affrontare qualsiasi progetto. 

Mi piacerebbe affrontare una sfida di editing contro qualsiasi concorrente, e testare Premiere Pro rispetto alle altre soluzioni in una situazione reale. Se ipoteticamente, io e altri due editor su sistemi concorrenti ricevessimo cinque ore di giornalieri per una giornata di un lungometraggio (giorno di riprese medio) e ci venisse chiesto di registrare, organizzare e tagliare le scene da quelle cinque ore... riuscirei facilmente a batterli nell’organizzazione e nel taglio dele scene.”

Thomas Bergman è un editor, direttore della fotografia, colorista ed è co-fondatore di Silbersalz Film, con sede a Stoccarda, in Germania.

“Man kann im Premiere Pro im Vergleich zum AVID sicherlich 100% schneller auf derselben Maschine sein, indem man Workflows, Premiere Features, Key Commands schlau mit seinem kreativen Prozess verbindet.”

Traduzione: in Premiere Pro sono in grado di lavorare più rapidamente di almeno il 100% rispetto ad Avid sullo stesso computer grazie alla grande libertà di progettare il mio processo creativo con i flussi di lavoro, gli strumenti e i comandi da tastiera personalizzati di Premiere Pro.

Jonathan Corbiere

Jonathan Corbiere fa parte di Thought Café, uno studio di animazione a Toronto, in Canada, ed è direttore di animazione di The Animated Mind of Oliver Sacks, attualmente in produzione.

“La possibilità di copiare e incollare animazioni montate direttamente da Premiere Pro a After Effects, con contenuti multimediali, tempi e scalabilità intatti, riduce di oltre il 50% il tempo di impostazione delle nostre animazioni.”

Christine Steele
Christine Steele è una editor e regista pluripremiata di Hollywood. È inoltre titolare di Steele Pictures Studios, Inc.

La personalizzazione di Premiere Pro consente di lavorare in modo più rapido. Applico e salvo scorciatoie da tastiera e spazi di lavoro che funzionano nel modo che preferisco e mi permettono di lavorare come voglio, apportando modifiche con la stessa velocità con cui penso, in modo creativo e in tempo reale. Impostare, salvare, testare e perfezionare queste personalizzazioni richiede tempo, ma una volta che ho messo a punto la tastiera, le impostazioni dei pannelli e le preferenze, non devo più pensare a cosa devo fare: lo faccio e basta. 

Funzionalità che mi consentono di ottenere questo tipo di velocità includono:

  • Salvataggio di spazi di lavoro per vari flussi di lavoro, ad esempio per organizzare le riprese e creare selezioni (progetti con modelli di avvio, raccoglitori avanzati, predefiniti di assimilazione e proxy, predefiniti di sequenza, scelte rapide per creare sottosequenze, predefiniti di output per la revisione e il caricamento, ecc.).
  • L’utilizzo di raccoglitori a forma libera come monitor multi-sorgente, per creare rapidamente i tagli di prova.
  • La possibilità di usare le timeline a “pancake” quando si eseguono tagli e lavori complessi di composizione e finitura.
  • La possibilità di salvare scelte rapide da tastiera con un solo tasto per le operazioni quotidiane di modifica della timeline e taglio dinamico.
  • Un facile accesso ai pannelli Grafica essenziale, Audio e Colore Lumetri migliora notevolmente la velocità, per ogni utente.
  • L’accesso ad Adobe Stock dal pannello migliora la velocità (non solo per le operazioni di montaggio, ma anche per la gestione delle licenze).
  • L’accesso dal pannello ad applicazioni come Wipster migliora il processo di consegna per la collaborazione.
  • Le funzioni avanzate, ad esempio l’applicazione rapida di un LUT a un livello di regolazione su una sequenza con taglio di prova, possono fare la differenza tra ottenere l’approvazione in pochi minuti o in diverse ore. 

Tutte queste caratteristiche, senza dimenticare il collegamento dinamico con After Effects e l’accesso ai modelli di grafica animata, consentono di rispettare scadenze serrate con sequenze di grande impatto, anziché accontentarsi di consegnare lavori “accettabili” che avrebbero potuto essere migliorati con più tempo a disposizione. 

Scott Simmons è uno scrittore ed editor video di ProVideo Coalition.

È nel montaggio manuale che riesco a sfruttare la velocità di Premiere Pro. È la fase in cui lavoro con le riprese: registro, organizzo e inizio a creare i tagli. È la parte più importante del processo, in cui si ci si immerge nel creare il racconto: 

Esistono più metodi per eseguire diverse operazioni. 

Ad esempio, quando si modificano le clip sorgente, le opzioni disponibili dipendono da ciò che si sta eseguendo. È possibile usare clip secondarie tradizionali, ma credo sia meno efficiente. Le clip master possono essere visualizzate come anteprime di grandi dimensioni in una collocazione in cui è possibile contrassegnare i punti IN e OUT e modificarli direttamente da tale collocazione a una timeline. Se crei Sequenze selezionate, puoi modificare le sequenze utilizzando il metodo della timeline Pancake. E si possono aprire quelle timeline a “pancake” nel monitor Sorgente e visualizzare la sequenza sorgente in una timeline. 

Durante il taglio, l’utilizzo del mouse non è il metodo più efficace. Piuttosto, si può ricorrere al taglio dinamico in modo da poter vedere direttamente i risultati nel visualizzatore. Puoi anche usare le scelte rapide da tastiera per tagliare la timeline in molti modi diversi. 

Anche il mixaggio audio dispone di molte opzioni. Il pannello Audio essenziale è un modo veloce per portare a termine molte operazioni senza la necessità di conoscere a fondo l’intero processo. Credo tuttavia che una parte della vera potenzialità venga dal fatto che Premiere offra sia il missaggio basato su CLIP che quello basato su TRACCIA e Premiere è l’unico dei maggiori NLE a offrire entrambe le opzioni. Infine, puoi inviare il tuo mix ad Adobe Audition per la massima esperienza di mixaggio avanzato.

Queste sono tre delle aree che preferisco che offrono diverse opzioni per lavorare in Adobe Premiere Pro.

Informazioni su queste guide per le procedure consigliate

Adobe ti consente di raggiungere il traguardo più velocemente. Consulta le nostre migliori guide pratiche per l’editing e la produzione video:

Collaboratori

  • Jeff Greenberg è un consulente, master trainer e autore di Adobe Premiere Pro Studio Techniques
  • Maxim Jago è un regista di Parigi, master trainer e autore di Premiere Pro Classroom in a Book.
  • Jarle Leirpoll è un regista, editor e master trainer che risiede in Norvegia. È anche autore di The cool stuff in Premiere Pro.
  • Alex MacLeod è un professionista della produzione, un consulente di broadcasting e un proprietario di Media City Training nel Regno Unito.
  • Joe Newcombe è capo di vendite e marketing di Support Partners, un integratore di sistemi per broadcaster e impianti di post-produzione. Risiede nel Regno Unito.
  • Ian Robinson è un motion designer broadcast e un normale trainer Adobe MAX. Ian vive a Silverthorne, Colorado
Logo Adobe

Accedi al tuo account

[Feedback V2 Badge]