Imposta e configura il server Adobe Connect per eseguire il backup del server e dei dati utente.

Il backup dei dati

Esistono tre tipi di dati di cui dovete eseguire il backup a intervalli regolari: contenuto (qualsiasi file memorizzato nelle librerie), impostazioni di configurazione e dati del database.

Se non state utilizzando dispositivi di memorizzazione condivisi, tutto il contenuto delle librerie viene memorizzato nella cartella [direct_install_principale]\content, per impostazione predefinita C:\Connect\content. Le impostazioni di configurazione sono memorizzate nel file custom.ini, nella cartella di installazione principale, per impostazione predefinita C:\Connect.

Un backup del database crea un duplicato dei dati presenti nel database. I backup del database pianificati regolarmente possono consentire il ripristino in caso di numerosi guasti, compresi quelli dei supporti, gli errori dell’utente e la perdita permanente di un server. Eseguire il backup del database ogni giorno.

Potete anche usare i backup per copiare un database da un server all’altro. Potete ricreare l’intero database da un backup in un’unica operazione, ripristinando il database. Il processo di ripristino sovrascrive il database esistente o lo crea, se esso non esiste. Lo stato del database ripristinato è identico a quello che esso aveva al momento dell’esecuzione del backup, tranne eventuali transazioni non confermate.

Potete creare backup sui dispositivi di backup, quali un disco o un nastro. Per configurare i backup potete utilizzare un’utility SQL Server. Ad esempio, potete sovrascrivere i backup non aggiornati o aggiungere nuovi backup al supporto di backup.

Durante il backup del database, adottate le migliori pratiche:

  • Pianificate un backup notturno.

  • Conservate i backup in un luogo sicuro, preferibilmente in un luogo diverso da quello in cui si trovano i dati.

  • Conservate le vecchie copie di backup per un determinato periodo di tempo, nel caso in cui il backup più recente sia danneggiato, distrutto o perso.

  • Definite un sistema per sovrascrivere i backup, riutilizzando per primo quello più vecchio. Per impedirne la sovrascrittura, utilizzate le date di scadenza riportate sui backup.

  • Applicate delle etichette ai supporti di backup per identificare i dati e impedire la sovrascrittura delle copie di backup di importanza fondamentale.

    Per eseguire il backup del database, utilizzate le utility di SQL Server:

  • Transact-SQL

  • SQL Distributed Management Objects

  • Procedura guidata Create Database Backup

  • SQL Server Management Studio

Eseguire il backup dei file del server

Eseguite il backup e proteggete i dati del sistema allo stesso modo in cui proteggete tutte le preziose risorse della vostra organizzazione.

È buona norma eseguire questa procedura di notte.

  1. Per arrestare Adobe Connect effettuate le seguenti operazioni:

    1. Seleziona Start > Programmi > Adobe Connect Server > Arresta Adobe Connect Central Server. 

    2. Seleziona Start > Programmi > Adobe Connect Server > Arresta Adobe Connect Meeting Server.

  2. Esegui una copia di backup della directory del contenuto. 

    Il percorso predefinito è C:\Connect\.

  3. Eseguite una copia di backup del file custom.ini.

    Il percorso predefinito è C:\Connect\.

  4. Per avviare Adobe Connect, effettuate le seguenti operazioni:

    1. Seleziona Start > Programmi > Adobe Connect Server > Avvia Adobe Connect Meeting Server. 

    2. Seleziona Start > Programmi > Adobe Connect Server > Avvia Adobe Connect Central Server.

Eseguire il backup del database

Per eseguire il backup di tutte le edizioni di Microsoft SQL Server, potete utilizzare Microsoft SQL Server Management Studio o la finestra Prompt dei comandi.

L’edizione di SQL Server installata con Adobe Connect Server non include SQL Server Management Studio. Tuttavia, puoi scaricare Microsoft SQL Server Management Studio Express da Microsoft.

Utilizzare SQL Server Management Studio per il backup di SQL Server

Nota:

non disinstallate il database.

  1. Aprite SQL Server Management Studio in Microsoft SQL Server.
  2. Nel riquadro della struttura della finestra Object Explorer, fate clic con il pulsante destro del mouse sul database (denominato “breeze,” per impostazione predefinita) e selezionate Operazioni > Backup.

    Nota:

    per istruzioni dettagliate su come eseguire il backup e il ripristino del database SQL Server, visitate il sito del supporto tecnico Microsoft.

Utilizzare la finestra Prompt dei comandi per il backup di SQL Server

Per accedere alle informazioni della Guida relative ai comandi di database, digita osql ? alla riga di comando e premi Invio.

Nota:

non disinstallate il database.

  1. Accedete al server in cui è installato Adobe Connect Server.
  2. Per memorizzare i file di backup del database, crea una cartella. In questo esempio viene usata la cartella C:\Connect_Database.

  3. Aprite il prompt dei comandi.
  4. Al prompt passate alla directory in cui è installato il database. Per impostazione predefinita, la directory è C:\Program Files\Microsoft SQL Server\110\Tools\Binn.
  5. Al prompt, digitate osql -E per accedere al motore database, quindi premete Invio.
  6. Digita il comando seguente per eseguire una utility Microsoft SQL per il backup del database di Adobe Connect. Il nome predefinito del database è breeze.

    BACKUP DATABASE database-name TO DISK = 'C:\Connect_Database\database-name.bak'
  7. Al prompt, digita go, quindi premi Invio. Nella finestra del comando compaiono messaggi riguardo lo stato del backup.

  8. Al prompt digitate quit, quindi premete Invio.
  9. Per verificare il completamento del backup, controllate che il file breeze.bak risieda nella directory C:\Connect_Database.
  10. Per riavviare il database, dal desktop di Windows scegliete Start > Pannello di controllo > Strumenti di amministrazione > Servizi. Nella finestra Servizi fate clic con il pulsante destro del mouse su SQL Server (MSSQLSERVER) e scegliete Avvia dal menu di scelta rapida.

Questo prodotto è concesso in licenza in base alla licenza di Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.  I post su Twitter™ e Facebook non sono coperti dai termini di Creative Commons.

Note legali   |   Informativa sulla privacy online